Articolo
14 mar 2018

Nuovamente chiusi i sottopassi su Viale Regione Siciliana

di Mobilita Palermo

Non ci basta l'asfalto degradato, le buche, i guard rail deformi e la segnaletica mancante o fatiscente.  Viale Regione Siciliana sforna sempre problemi, quasi sempre dettati dalla cattiva amministrazione e dall'assenza di manutenzione, come al solito. In questo caso parliamo di sottopassi, creati ai tempi per consentire l'attraversamento pedonale di questa strada che di fatto funge da divisore tra due parti di città: negli anni sono sempre stati oggetto di inaugurazioni, chiusure, manutenzioni, atti vandalici, iniziative poi finite male. Sull'intero asse, solo alcuni sopravvivono in condizioni di normalità, dovuto ad un flusso maggiore di gente durante la giornata che in qualche modo scongiura bivacchi, writers e atti vandalici (viale Ss. Mediatrice e via Sardegna su tutti). Gli altri sono delle caverne maleodoranti e poco sicure, spesso al buio dove non consiglieremmo il transito nemmeno al peggior nemico. Il comune in questi anni ha fallito, non ha dimostrato di saperli /volerli gestire. Dunque che fare? Anche qui, sono rimbalzati progetti vari su sovrappassi da realizzare così come accaduto ad esempio con il progetto tram. Ma l'asse è lungo, servono molto più attraversamenti e le altre progettazioni sono in alto mare. Nel frattempo questi bunker del degrado continuano a peggiorare la loro condizione, richiedendo poi interventi straordinari.... ma per chi? Quindi la domanda è: perchè il Comune non li chiude definitivamente? Almeno tutti quelli totalmente abbandonati e quindi poco fruiti. Potrebbero avere un'altra destinazione d'uso o richiedere la collaborazione di altri soggetti per mantenerli operativi e decorosi? Voi cosa fareste? Intanto vi lasciamo alla segnalazione della Quartiere Villa Tasca: Per ragioni di sicurezza sono stati chiusi i sottopassi di Viale Regione Riciliana altezza via Altofonte e altezza Via Gustavo Roccella. Il provvedimento era stato più volte richiesto dal Consiglio della IV Circoscrizione per salvaguardare la pubblica incolumità. Nel mese di ottobre, infatti, dopo un sopralluogo congiunto con i responsabili dei varisettori, si era verificata la pericolosità dei due sottopassi oggi chiusi e la mancanza di igiene e sicurezza in quelli altezza Via Mediatrice e Via Portello. Adesso auspichiamo che al più presto possibile vengano effettuati i lavori di messa in sicurezza necessari per la riapertura dei due sottopassi chiusi e vengano bonificati quelli di Via Mediatrice e di Via Portello che versano in condizioni igieniche precarie.Vigileremo affinché vengano rispettati gli impegni assunti dall'amministrazione comunale. Questo il Comunicato della IV Circoscrizione. OK, abbiamo chiuso i sottopassi, ma la domanda che sorge spontanea è una: che senso ha effettuare una bonifica se si sa per certo che nessuno potrà assicurare la vigilanza, e, molto presto, si ritrasformeranno in veri immondezzai? Vogliamo cominciare a mettere qualcuno di guardia in pianta stabile, affinché non solo venga mantenuto il decoro, ma anche la sicurezza dei luoghi, sia per chi deve vigilare sia per chi deve percorrere tali spazi? Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
21 gen 2016

Lavori di manutenzione, chiude il sottopasso Calatafimi lungo la Circonvallazione

di Antony Passalacqua

Palermo - L'ufficio Mobilità ha emesso una ordinanza di limitazione temporanea della circolazione e della sosta in viale Regione Siciliana all'altezza dei sottopassi di corso Calatafimi, per l'esecuzione di lavori di scavo per posa e manutenzione di reti di sottoservizi. La durata dei lavori è prevista in massimo 24 ore su due giorni lavorativi. In particolare, la chiusura al transito totale a partire da domani, 21 gennaio, dalle ore 10 circa è prevista in viale Regione Siciliana, corsia centrale - direzione di marcia Trapani-Catania, dall'uscita all'altezza del civico 486 ad entrata altezza civico 459 e in viale Regione Siciliana, corsia centrale - direzione di marcia Catania-Trapani, da uscita altezza civico 900 ad entrata prima del sottopasso di via Pitrè.

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
09 ott 2013

Nubifragio a Palermo: alcuni eroi della domenica

di Antony Passalacqua

Finito il nubifragio che domenica scorsa ha messo in ginocchio l'intera città, ritorna il sole ed è tempo di bilanci, di polemiche e di risposte che oggi tutti attendiamo. I grandi progetti di rifacimento della rete fognaria e collettori non possono più attendere, ed è giusto pretendere notizie. Ma anche sugli impianti di sollevamento dei vari sottopassi, molti dei quali tutt’ora guasti. Anche perché pulire i tombini non è più sufficiente. Salteranno alcune teste? Dimissioni? Staremo a vedere. Un'altra cosa che è saltata all'occhio rileggendo le notizie di cronaca sui social network e blog, erano i tanti commenti di gente che si accanniva contro la totale assenza  dei vigili urbani durante gli interventi. In passato, questo sito è sempre stato critico sull'operato e gestione della Polizia Municipale, ma oggi vogliamo dare a Cesare quel che è di Cesare. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 20
Articolo
06 ott 2013

Nubifragi e allagamenti: la città pretende risposte e interventi certi

di Giuseppe Schiraldi

Piovono oltre 50mm di pioggia e come di consueto, i soliti ben noti punti critici ritornano a far parlare di se' per gli allagamenti. Dai sottopassi di viale Regione Siciliana a corso dei Mille, fino alla fiumara che scorre su via Notarbartolo. Vero è che una quantità notevole di pioggia (oltre i 50mm) in poco meno di un'ora crea problemi ovunque e non è di certo un'esclusiva di Palermo, ma è giusto pretendere notizie circa i vari progetti di rifacimento della rete fognaria e collettori, ma anche sugli impianti di sollevamento dei vari sottopassi, molti dei quali tutt'ora guasti. Parliamoci chiaramente: pulire i tombini non basta. Agli Assessori Bazzi e Giuffrè rivolgiamo questi quesiti e pretendiamo risposte e interventi certi, perché non possiamo più attendere. Qui pubblichiamo le immagini di una zona a molti sconosciuta, la via Pietro Calandra dove accogliamo il grido d'allarme lanciato dai residenti. Buonasera, sono Giuseppe Schiraldi, residente in via Piero della Francesca. Oggi pomeriggio a causa del nubifragio su Palermo, più di 600 persone, come me residenti nella zona sono rimaste bloccate senza via d'uscita a causa dell'allagamento nel sottopasso di Via Pietro Calandra (lato monte autostrada Palermo-Mazara del Vallo. L'acqua alta nel punto più alto 1,50m ha inghiottito letteralmente la macchina che vedete nella foto. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 13