Articolo
10 gen 2019

Sciopero Trenitalia | I treni garantiti il 10 Gennaio

di Salvatore Galati

La segreteria regionale del sindacato ORSA ha proclamato uno sciopero del personale mobile di Trenitalia Sicilia, dalle 3.00 del 10 gennaio alle 2.00 di venerdì 11. I treni di lunga percorrenza potranno subire cancellazioni o variazioni. Per i treni regionali potranno verificarsi cancellazioni o variazioni, garantendo comunque i collegamenti nelle fasce orarie di maggiore frequentazione (6.00/9.00 e 18.00/21.00). L’agitazione sindacale potrà comportare ulteriori modifiche al servizio anche prima dell’inizio e dopo la sua conclusione. Nelle giornate di sciopero Trenitalia assicura servizi minimi di trasporto,  predisposti a seguito di accordi con le Organizzazioni sindacali, ritenuti idonei dalla Commissione di Garanzia per l'attuazione della Legge 146/1990. Poiché in corso di sciopero si potrebbero verificare variazioni non preventivabili (es.: modifica di itinerario per i treni a lunga percorrenza), è importante prestare la massima attenzione ai comunicati diffusi nelle stazioni e dagli organi d'informazione. I treni che si trovano in viaggio a sciopero iniziato arrivano comunque alla destinazione finale se è raggiungibile entro un'ora dall'inizio dell'agitazione sindacale; trascorso tale periodo, i treni possono fermarsi in stazioni precedenti la destinazione finale. Nel trasporto regionale sono stati istituiti i servizi essenziali nelle fasce orarie di maggiore frequentazione (dalle ore 06.00 alle ore 09.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00 dei giorni feriali). Dal Comitato pendolari, ci pervengono gli orari della giornata del 10 gennaio, ecco di seguito gli orari linea per linea: Linea Caltanissetta  - Agrigento Linea Caltanissetta - Siracusa Linea Messina - Catania  - Siracusa Linea  Palermo  - Agrigento Linea Palermo  - Caltanissetta- Catania Linea Palermo- Messina Linea Palermo  Trapani

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
03 mag 2016

Piedibus, Siracusa batte Palermo

di Antony Passalacqua

Fra le tante forme di mobilità collettiva - ed ecologica - spicca il Piedibus. Non è altro che una modalità di trasporto per bambini delle scuole elementari e medie, che consente loro di recarsi a piedi presso gli edifici scolastici. In pratica anzichè essere accompagnati con la macchina di mamma e papà, i bambini si uniscono in comitiva, accompagnati da qualche genitore o responsabile del servizio, facendo delle fermate intermedie per aggregare altri bimbi. E' ovvio che un nuovo modo di recarsi a scuola, consente di attuare interventi di alleggerimento del traffico veicolare nei singoli quartieri, in prossimità delle scuole. Meno smog, meno inquinamento acustico, ma anche una possibilità per i bambini di "muoversi più autonomamente", di conoscere meglio le strade del proprio quartiere, di praticare della sana attività motoria e diciamolo anche educazione civica segnalando le infrazioni dei "più grandi" riscontrate durante il percorso. Palermo è pronta? Due anni fa fecero la loro comparsa alcuni cartelli delle fermate piedibus a seguito di un progetto portato avanti da due scuole elementari. Ma non si hanno più notizie ufficiale circa l'eventuale proseguimento del progetto e se è stato esteso ad altri plessi scolastici. Nell'immagine abbiamo voluto fare un raffronto fra i cartelli delle fermate di Palermo e quelli comparsi recentemente a Siracusa dove il sevizio comincia a consolidarsi e allargarsi ad altre scuole. E proprio da questa immagine che si mette a raffronto la chiarezza con la superficialità, la comunicazione completa che si contrappone ad una semplice tabella priva di indicazioni e/o destinazioni. E se da una tabella si evincono queste differenze, non osiamo pensare al lavoro di partecipazione e comunicazione condotto a monte. Ecco perché Siracusa batte Palermo. Ecco come la comunicazione è importante ed efficace.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
28 ott 2014

8 novembre 2014: in Treno Storico alla scoperta del patrimonio UNESCO di Siracusa

di Antony Passalacqua

Il prossimo viaggio del Treno Storico Siciliano, programmato per sabato 8 novembre 2014, sarà l’occasione per raggiungere la Città di Siracusa ed il suo straordinario patrimonio archeologico e monumentale. Si tratterà di effettuare un viaggio nel tempo che inizierà proprio sulle antiche carrozze “centoporte” che fanno parte di un altro grande patrimonio storico-culturale italiano, quello ferroviario.   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
22 set 2014

ANAS | Da Lunedì 22 settembre, la SS115 sarà chiusa ad Avola

di Fabio Nicolosi

Riportiamo questo comunicato Anas in merito a dei lavori di manutenzione che verranno svolti sulla Strada Statale 115, in provincia di Siracusa L’Anas comunica che dalla mezzanotte di lunedì 22 settembre e fino al 14 dicembre la strada statale 115 “Sud Occidentale Sicula” verrà chiusa dal km 392,000 al km 392,800, ad Avola, in provincia di Siracusa. Il provvedimento si rende necessario per eseguire i lavori di demolizione e ricostruzione del ponte “Cassibile”. Il percorso alternativo è costituito dall’autostrada A18 “Siracusa-Gela”, nel tratto compreso tra gli svincoli di Avola e Cassibile. L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione `VAI Anas Plus`, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 ‘Pronto Anas’ per informazioni sull’intera rete Anas.

Leggi tutto    Commenti 3

Ultimi commenti