Articolo
27 ago 2018

Circonvallazione | Da lunedì 27 lavori sul viadotto Bonagia

di Salvatore Galati

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa i prossimi lavori lungo la Circonvallazione.   Si concluderanno entro sabato prossimo, 25 agosto, i lavori di restauro strutturale del viadotto dello svincolo Calatafimi di viale della Regione Siciliana.   Lunedì 27 agosto i lavori di manutenzione dei ponti e cavalcavia cittadini proseguiranno nel viadotto Bonagia dell’omonimo svincolo che sarà interessato da interventi all'intradosso. Le fasi di intervento inizieranno dalle corsie in direzione Catania, occupando circa il 50% della carreggiata, per proseguire successivamente nelle corsie direzione Trapani. L’intervento dovrebbe durare quindici giorni circa.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
18 mag 2018

Telefonino alla guida, controlli della Polizia Municipale

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa i controlli sull'uso del telefonino alla guida.   Palermo - Potenziati i controlli della Polizia Municipale sull’uso del telefonino alla guida, prima causa di incidenti stradali a livello nazionale, per la distrazione procurata. Su via Sciuti, Notarbartolo, Dante e strade limitrofe, gli agenti del nucleo autovelox, operando in abiti civili e a bordo di moto civetta, hanno sanzionato 23 conducenti di veicoli mentre utilizzavano il telefonino alla guida. Per ciascun contravventore è  dunque scattata la sanzione di 161 euro e sono stati decurtati 5 punti dalla patente, come previsto dal codice della strada. Nel corso dei controlli gli agenti hanno sequestrato un veicolo privo di copertura assicurativa, contestato un omesso utilizzo della cintura di sicurezza e tre mancate revisioni del mezzo. Il servizio sarà pianificato per le altre zone della città, in maniera tale da garantire un controllo capillare.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
22 ago 2017

A Palermo cresce il numero di morti in strada: 11 in più rispetto al 2015

di Fabio Nicolosi

E' stato da poco pubblicato il rapporto ACI-Istat per l’anno 2016: nel 2016 si sono verificati in Italia 175.791 incidenti stradali con lesioni a persone che hanno provocato 3.283 vittime (morti entro il 30° giorno) e 249.175 feriti. Secondo l’elaborazione Istat, nel territorio comunale di Palermo lo scorso anno si sono verificati 2.195 incidenti, che hanno causato 25 morti, 11 in più rispetto al 2015. Ma cosa si può fare per diminuire il numero di morti? Un provvedimento che diminuisce drasticamente il numero di morti in strada è la riduzione della velocità massima consentita sulle strade comunali a 30 km/h: a Parigi il 90% delle strade si percorre a non più di 30 km/h, New York da alcuni anni sta portando avanti il piano “Vision Zero”, nessuna vittima in strada. Quando il limite di velocità dei veicoli passa da 50 a 30 km/h si ha una notevole riduzione dello spazio di arresto ed un aumento del raggio del cono visivo del conducente del veicolo. Questo indirizzo progettuale è adottato in molte città europee e non solo, proprio perché è risultato il modo più efficace per aumentare la sicurezza per i pedoni ed i ciclisti, ridurre le morti su strada, incrementare il grado di sicurezza e vivibilità e diminuire l’inquinamento acustico nella città. Gli utenti della strada più vulnerabili sono infatti i pedoni. Le principali barriere alla mobilità pedonale sono i bassi livelli di sicurezza pedonale percepita, le carenze infrastrutturali (sovrappassi stradali, larghezza marciapiedi), mancanza di continuità degli itinerari pedonali e inadeguatezza degli attraversamenti. Laddove non è possibile intervenire mediante la riduzione della velocità, poiché la tipologia di strada non lo consente, occorre agire nella messa in sicurezza della strada con interventi ugualmente efficaci. Occorre aumentare anche le campagne di sensibilizzazione e girare per le scuole insegnando l'educazione stradale ai bambini piccoli Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
02 set 2016

FOTO | Viale Regione: Si torna ai 70km/h, nuova battaglia vinta dai cittadini

di Fabio Nicolosi

Ancora una volta i cittadini l'hanno avuto vinta e tramite l'ordinanza n° 1030 del 02 Settembre è stata modificata la precedente ordinanza che modificava i limiti di velocità su viale regione siciliana da 70km/h a 50km/h. EDIT: Aggiunto il cronoprogramma dei lavori Tutto ha inizio qualche settimana fa, quando il comune dopo una sentenza che l'ha costretto a risarcire 600 mila euro per un incidente stradale avvenuto su Viale Regione Siciliana a causa di alcune radici degli alberi che hanno causato il dissesto della sede carrabile si è trovato a dover operare dei lavori per migliorare la situazione attuale ed evitare una pioggia di ricorsi. Vengono quindi ridotti i limiti di velocità da 70 a 50 km/h e tarati anche gli autovelox per permettere l'avvio dei lavori in sicurezza. Il popolo insorge sul web ma non solo con proteste su tutti i social network etichettando il provvedimento come provvedimento per far cassa o come ingiustificato. Duemila sono le multe pervenute al comando della polizia municipale di Via Dogali a pochi giorni dal cambio limite di velocità. Ma ecco la svolta, questa mattina dopo una nuova ordinanza limita la velocità solo nei tratti dove sono in corso i lavori eccezion fatta per il Ponte Corleone dove il limite è imposto a 30km/h a causa dell'instabilità dello stesso e nel tratto Mineo - Perpignano che era stato imposto a seguito degli incidenti mortali avvenuti. Intanto però questa mattina un sopralluogo effettuato dal giornalista Roberto Immesi di LiveSicilia ha dimostrato che questo retro-front era ampiamente evitabile. Vi riportiamo la sua esperienza: Questa mattina, alle 11.04, partiamo dalla rotonda Oreto percorrendo la carreggiata centrale in direzione Trapani. Il traffico è scorrevole, anche se le automobili procedono a velocità contenuta, grazie anche all’autovelox mobile posto poco prima dell’uscita Bonagia. Gli unici operai della Rap all’opera sono nella parallela di viale Regione, nel tratto iniziale che poi porta a via Albiri: una ventina di maestranze sul posto, intente a manovrare i mezzi mentre le auto scontano qualche rallentamento. All’altezza del ponte Corleone il limite si abbassa a 30, per i problemi di stabilità della struttura: qui la circolazione è veramente lenta, anche se restiamo sorpresi nel notare una vecchia Fiat 500 sorpassarci a destra usando la corsia d’emergenza. Code significative si notano soltanto nella parallela, prima dell’uscita per via Leonardo Da Vinci: qui gli incolonnamenti sono considerevoli, ma non riguardano la carreggiata centrale. L’arrivo, all’altezza del sovrappasso Lazio, fa segnare le 11.19. Da lì in poi il limite torna a 70 chilometri orari. Proviamo a fare il percorso inverso. Quando superiamo Lazio, sono le 11.22: anche qui il traffico scorre senza problemi. Si notano però, sulla sinistra, alcuni cartelli che delimitano piccole aree dissestate dalle radici, sia all’altezza di Salamone & Pullara che del nuovo Mediaworld. L’arrivo alla rotonda Oreto avviene alle 11.36. Ancora una volta l'amministrazione comunale non solo ha dimostrato il poco pugno duro su alcuni provvedimenti, ma ha anche dimostrato che l'ordinanza poteva essere migliorata in partenza evitando disagi, multe, lamentele e sopratutto mantenendo un clima disteso. Ecco il provvedimento E una galleria di immagini: Ecco il cronoprogramma dei lavori:

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
01 set 2016

Limite 50Km/h in Viale Regione Siciliana. Provvedimento per far cassa o per migliorare la sicurezza?

di Fabio Nicolosi

In questi giorni non si parla d'altro sui social network e quindi abbiamo voluto approfondire la questione e fare il punto della situazione Da metà agosto, il Comune ha piazzato una serie di cartelli dalla rotonda Oreto a viale Lazio riducendo il limite di velocità da 70 a 50 chilometri orari. La notizia ha suscitate le ire di tantissimi cittadini che percorrono giornalmente l'arteria responsabile dello smistamento di gran parte del traffico in ingresso e uscita dalla città. Perché? Una necessità dovuta a una sentenza che ha obbligato il Comune a risarcire con 600 mila euro la famiglia di un motociclista, deceduto dopo aver perso il controllo del mezzo a causa dell’asfalto dissestato dalle radici degli alberi. Il pericolo, insomma, è che il Comune e la Rap siano tempestati di cause di risarcimento danni: per questo l’amministrazione ha deciso di imporre limiti più bassi, almeno fino a quando le radici non saranno eliminate. Quindi dobbiamo pensare che il comune abbia a cuore la salute dei propri cittadini o che in realtà vuole realmente evitare una pioggia di richieste di risarcimento? Ma non c'erano altri modi per effettuare questi lavori? Scartata l’ipotesi di tagliare gli alberi o di chiudere intere porzioni della circonvallazione, il Comune ha puntato sulla chiusura delle semicarreggiate. Quando partiranno i lavori? I lavori partiranno proprio tra qualche ora, intorno alle 10.30, all’altezza di via Oreto e si sposteranno via via verso Belgio (per un totale di 8 mila metri quadrati). Dureranno, secondo le previsioni, almeno una quindicina di giorni anche se tutto dipenderà da quello che i tecnici troveranno sotto il manto stradale. Man mano che i tratti di asfalto verranno rifatti, saranno anche aumentati nuovamente i limiti di velocità. Stando agli annunci, quindi, il limite di 50 chilometri orari, che ha già comportato 2 mila multe in una settimana, dovrebbe restare in vigore fino a metà settembre. Ma i lavori non potevano essere effettuati nel mese di Luglio o Agosto? No, perché la RAP, l'unica azienda che si occupa di rifacimento del manto stradale era occupata tra Corso Vittorio Emanuele e Via Maqueda. La partecipata del Comune metterà in campo 35 operai e mezzi nuovi di zecca (due pale meccaniche, una fresatrice a freddo e un rullo), a supporto verrà utilizzata una seconda squadra dopo che avrà terminato l’intervento in via Maqueda Il Co.I.M.E. ha ultimato ieri i lavori di messa in sicurezza del viadotto dello svincolo Brasa/Ernesto Basile, disposti dall'Ufficio Infrastrutture dell'Area Tecnica della Riqualificazione Urbana e Infrastrutture. Interventi sulle superfici di calcestruzzo e sulle armature metalliche del viadotto per ovviare al degrado provocato dalle infiltrazioni di acque meteoriche e dall'ambiente urbano chimicamente aggressivo Il comune ha anche diramato una comunicato invitando i cittadini ad utilizzare strade alternative a via Francesco Crispi dalle ore 18.00 alle ore 22.30 a causa dell'elevato numero di mezzi che usciranno ed entreranno nell'area portuale e che hanno causato lunghe code.

Leggi tutto    Commenti 21
Articolo
08 feb 2016

Viale Regione Siciliana: infrastrutture e interventi a breve

di Andrea Baio

EDIT: Ecco il LINK con la presentazione proiettata durante la conferenza stampa Si è svolta questo pomeriggio, a Palazzo delle Aquile, la conferenza stampa sul piano di interventi relativi al decoro e alla sicurezza stradale della circonvallazione. Al dibattito hanno preso parte il sindaco Leoluca Orlando, i presidenti di RAP e RESET, Sergio Marino e Antonio Perniciaro, e il comandante della Polizia Municipale Vincenzo Messina. Presenti inoltre la presidentessa di AMAP, Maria Prestigiacomo, e il vicepresidente di AMG, Giampaolo Galante. Secondo quanto esposto, il piano degli interventi - da realizzare in quattro giorni circa - prevederà la collaborazione e cooperazione degli enti sopra citati per cercare di contenere i disagi inevitabili. Qui in elenco i dettagli: - interventi sul verde stradale, per migliorare la visibilità e sicurezza: decespugliamento, pulizia dai rifiuti, etc. - mezzi di raccolta e spazzamento impiegati sull'asse viario - controlli sulla illuminazione pubblica - potature e controllo tecnico - pulizia caditoie - 141 addetti impiegati - pattuglie della municipale per la gestione del traffico La fine dei lavori è prevista per venerdì pomeriggio, con inizio lavori a partire da domattina. Per quanto concerne l'iter per la costruzione del sottopasso Perpignano e del raddoppio del ponte Corleone - interrottosi anni fa a seguito del fallimento della ditta Cariboni - ci sarebbe qualche novità in vista, essendo opere previste dal masterplan in accordo con Palazzo Chigi (i 300 milioni richiesti) ed etichettate come "massima priorità" dal Comune di Palermo, avendole inserite nel piano triennale delle opere pubbliche. Alla firma del protocollo, le opere - già progettate - dovrebbero essere finalmente in condizione di partire. Vi aggiorneremo in merito

Leggi tutto    Commenti 46
Articolo
13 nov 2015

Palermo Safety Day 2015 – Un giorno dedicato alla sicurezza stradale

di Andrea Baio

Venerdì 20 Novembre 2015 si terrà a Villa Magnisi, sede dell'Ordine dei Medici, una giornata dedicata alla sicurezza stradale. Quello degli incidenti stradali è un grave problema che attanaglia il nostro paese, al quale sono correlate varie cause. Secondo i dati ISTAT a livello nazionale, in Italia nel 2013 vi sono stati 3385 morti e 257421 feriti a causa di incidenti stradali: un dato mostruoso e assolutamente preoccupante. Ancor più grave se si pensa che quello degli incidenti stradali è la prima causa di morte per i giovani compresi tra 15 e 24 anni d'età. A fronte di questi dati, e partendo dal Programma Regionale per la Prevenzione degli incidenti stradali, il convegno si propone si dedicare una giornata di studio  per approfondire le tematiche dal punto di vista sanitario, educativo, sociale e istituzione e per creare una sinergia multi-istituzionale che guardi all'attuazione di interventi che incidano simultaneamente su più fattori di rischio. A seguire il programma

Leggi tutto    Commenti 2