Articolo
07 ago 2017

Sferracavallo | Quando verrà abbattuto l’ecomostro?

di Fabio Nicolosi

L’ecomostro di Sferracavallo è l’emblema delle storie insensate che fanno parte della nostra isola, sono passati ben 30 anni e quella struttura oscena per il paesaggio e pericolosa per la sicurezza dei cittadini è ancora in piedi. Edificato in una zona portuale e di alaggio (e cioè per attracco di imbarcazioni da diporto) di Sferracavallo (borgata marinara di Palermo), chiamata "Zotta". L’edificio è stato realizzato come centro di primo soccorso in caso di incidenti in mare, non è mai entrato in operatività poiché non aveva i requisiti di sicurezza idonei per svolgere i servizi per i quali era stato progettata. Nello stesso periodo ne è stato edificato uno simile a Terrasini che attualmente è attivo. A motivare la costruzione delle due strutture di soccorso furono gli incidenti aerei verificatisi tra gli anni ’70 e ’80, e in particolar modo quello del 23 dicembre del 1978 in cui, per errore umano, un DC9 dell’Alitalia impattò in mare 3 km a Nord dell'aeroporto. In questi trentanni, ovvero dalla sua ultimazione, la struttura, proprio perché non è entrata mai in funzione, è stata vandalizzata e distrutta da continui saccheggi e oggi è il punto di ritrovo di teppisti e spacciatori. Negli anni tante associazioni hanno cercato invano di ottenerne la concessione ma non è stato possibile in quanto poteva essere adibita soltanto per le operatività di pubblica sicurezza. Oggi l’edificio, oltre al persistere dei problemi di messa in sicurezza, è pericolante e la struttura portante è gravemente compromessa. Il tetto, ormai distrutto dalle intemperie (le tegole sono quasi tutte divelte), non protegge dalle infiltrazioni piovane e le solette interne sono quasi tutte compromesse. I muri interni sono stati completamente vandalizzati. Per i motivi sopra descritti, non v’è possibilità alcuna di essere recuperata, né tanto meno una che possa giustificare un oneroso finanziamento pubblico per l’eventuale manutenzione di una struttura esposta ai moti ondosi e alla salsedine. Per questo motivo l’unica soluzione possibile è l’abbattimento, affinché si possa riqualificare la zona dal punto di vista igienico-sanitario ma anche per decoro ambientale. Le ultime notizie risalgono a fine 2016, quando a seguito di una riunione presso il dipartimento Ambiente tenutasi il 27 aprile 2016, si era palesata la volontà dell'Amministrazione marittima nel procedere alla demolizione del manufatto e, vista la mancanza di risorse finanziarie per procedere, si era richiesto al provveditorato interregionale opere pubbliche per la Sicilia e la Calabria di attivarsi per la redazione della documentazione tecnico-amministrativa occorrente ed all'espletamento delle successive procedure amministrative finalizzate alla demolizione dell'immobile. Ma da allora nulla si è più mosso e l'eco-mostro è sempre nello stesso posto, ma più gli anni passano, più la struttura si deteriora. Ringraziamo Simone A. per le foto Lo vogliamo abbattere? Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
21 mar 2015

Sit-in | Abbattiamo l’ecomostro di Sferracavallo

di Antony Passalacqua

Partecipa anche tu al Sit in organizzato dal Comitato Cittadino "il Mare di Sferracavallo" che avrà luogo il 22 marzo 2015 dalle ore 10:00 alle ore 12:00 nel golfetto della Zotta a Sferracavallo (via Scalo) per sensibilizzare l'opinione pubblica affinché si decida per il suo abbattimento. La struttura è stata realizzata trentanni fa e mai utilizzata, perché non aveva i requisiti necessari per essere messa in sicurezza.   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 16
Articolo
24 set 2013

Addaura: le taverne sul mare che sfregiano il territorio

di Antony Passalacqua

Ne avevamo parlato quattro anni fa e fino alla scorsa esatate: nel 2009 denunciammo pubblicamente lo scempio ambientale del locale Ikebana, una piattaforma (o taverna) costruita sugli scogli dell litorale dell’Addaura.  Insediato nel 2008, denominato prima Ikebana e poi Weet, sottoposto a sequestro dalla Guardia di Finanza. Questo è ciò che si presenta oggi, e di cui chiediamo a gran voce lo smantellamento dell'intera struttura e il ripristino dei luoghi allo stato d'origine Ringraziamo G.M. per gli scatti.   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
25 lug 2013

Addaura: quel che rimane della taverna Ikebana

di Antony Passalacqua

Ne avevamo parlato quattro anni fa: nel 2009 denunciammo pubblicamente lo scempio ambientale del locale Ikebana, una piattaforma (o taverna) costruita sugli scogli dell litorale dell'Addaura.  Insediato nel 2008, denominato prima Ikebana e poi Weet, sottoposto a sequestro dalla Guardia di Finanza. Questo è ciò che si presenta oggi. Ringraziamo G.M. per gli scatti. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
27 dic 2012

Mondello, al via i lavori di rifacimento del litorale

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa dal Comune di Palermo inerente i lavori di rifacimento del litorale di Mondello. Partiranno nei primi giorni di gennaio i lavori di rifacimento del litorale di Mondello ed il settore traffico ha quindi sospeso l'efficacia dell'ordinanza che prevedeva la pedonalizzazione dell'area. Per circa due mesi, l'area sarà interessata da importanti lavori che porteranno a realizzare ex novo il manto stradale, i marciapiedi di competenza del Comune, con l'allestimento e la manutenzione del verde con nuove aiuole e il rifacimento dell'impianto di illuminazione. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
19 ott 2012

Mondello, prorogata la pedonalizzazione del lungomare

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo, circa l'estensione della provvedimento di pedonalizzazione del lungomare di Mondello. Il provvedimento di pedonalizzazione di Mondello prosegue oltre le iniziali 4 settimane previste dal'Ordinanza sindacale di settembre. Il provvedimento è stato infatti esteso al 20 novembre.  "Queste settimane - dichiara l'Assessore Tullio Giuffrè - sono state, come speravamo e ci eravamo prefissi, un ottimo periodo di test che ci ha permesso di rafforzare il dialogo con i residenti, gli operatori economici e la Circoscrizione, da cui sono venute proposte costruttive, che in buona parte abbiamo accolto. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
24 set 2012

Avvio Pedonalizzazione lungomare Mondello

di Antony Passalacqua

E' stata avviata lo scorso sabato 22 la pedonalizzazione del lungomare di Mondello che, in via sperimentale, durerà fino al 21 Ottobre. Un test per pianificare i futuri interventi (anche infrastrutturali) sulla borgata marinara, in vista della stagione 2013.  Vi riportiamo qui di seguito le immagini della pedalata inaugurale. Poche, ma che danno l'idea di quanto non sia così difficile rendere più vivibile il lungomare e un ulteriore prova che a Palermo c'è una gran voglia di riappropriarsi degli spazi pubblici. Uno schiaffo morale verso chi ha espresso e continua ad esprimere un NO  pregiudiziale, senza dare alcuna motivazione concreta. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 10

Ultimi commenti