Articolo
04 set 2018

Parco Acqua dei Corsari, c’è l’intesa fra Comune e Regione. Analisi del rischio ok, inquinanti trascurabili

di Antony Passalacqua

Un passo avanti verso l’apertura del Parco marino intitolato a Libero Grassi ad Acqua dei Corsari. Al termine della pedalata organizzata  dal Comitato del Parco, Mobilita Palermo, Palermo Ciclabile-Fiab, Addio Pizzo, si è registrata una positiva intesa fra l’assessore regionale al territorio e ambiente Toto Cordaro e quello comunale e alle coste, Sergio Marino. Cordaro ha riferito che l’analisi di rischioambientale è stata eseguita e ne ha anticipato i risultati. “Sono presenti  inquinanti in tracce trascurabili come piombo, arsenico - dice l’assessore Cordaro  - si tratta di percentuali bassissime,  pari a zero virgola e qualcosa. Tuttavia l’Arpa dovrà valutare se questi inquinanti sono di falda o provengono dal mare. Abbiamo inviato il responso a tutti gli enti interessati ed entro tre settimane si  potrà fare la conferenza di servizi. In quella sede si valuterà se sarà necessaria una bonifica. Nell’ipotesi più rosea si potrà procedere poi all’affidamento del Parco al Comune che potrà progettare gli interventi con proprie finanze. Ma la Regione  è pronta a intervenire in tal senso e ha a disposizione dei fondi”. Presenti alla manifestazione Davide e Alice Grassi, figli dell’imprenditore ucciso da Cosa Nostra nel ’91 e l’ex procuratore aggiunto Leonardo Agueci che ha ribadito l’importanza di restituire il mare e questo tratto di costa ai palermitani, sottratto dalla mafia. “Non conoscevo questo luogo – ha detto il presidente della Fondazione Progetto Legalità - è magnifico e ha grandi potenzialità”. Il parco di Acqua dei Corsari si estende per quasi mille metri, all’altezza del Bar del Bivio, lungo via Messina Marine. Uno spazio immenso che ha suggestionato anche gli operatori culturali. All’incontro erano infatti presenti anche il teatro Biondo con il direttore Roberto Alajmo, il Teatro Massimo, con il direttore degli allestimenti scenici, Renzo Milan, il consigliere di amministrazione dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, Giulio Pirrotta. Chissà che non si possa inaugurare lo spazio fra un anno con lo spettacolo e la cultura.

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
07 ago 2018

Piazza Donaudy: una nuova area a disposizione dei cittadini

di Fabio Nicolosi

Spesso i cittadini ci chiedono l'importanza e l'utilità delle circoscrizioni, oggi vi portiamo un esempio di come basti poco per migliorare la vivibilità di un quartiere. Ci troviamo tra Corso Calatafami e Via Palmerino (parte bassa) esattamente in Piazza Donaudy che è stata liberata dalle auto! Dopo avere risistemato la pavimentazione, le maestranze del Coime hanno completato questa mattina l'installazione dei dissuasori a Piazza Donaudy liberando la piazza dalle auto e rendendola di conseguenza completamente pedonale. Un successo della IV Circoscrizione che dopo l'approvazione da parte del Consiglio, ha sollecitato gli Organi Competenti ed in particolare il Vice Sindaco Sergio Marino affinchè si realizzassero i lavori. Nell'area sono già stati installati 2 canestri donati dai Presidenti dei Circoli Lions Monte Pellegrino Avv. Daniele Rizzuto e Palermo Leoni Ing. Mauro Fazio. Nel contempo il settore Ville e Giardini ha iniziato la potatura che terminerà nei prossimi giorni per ridare aria e luce alla piazza e nei prossimi giorni sarà anche installato a cura del Comune, un parco giochi per i più piccoli frutto anche di donazioni private. Dopo la pista di pattinaggio di Via Mulè, dichiara il Presidente Silvio Moncada, stiamo consegnando al quartiere Villa Tasca una spazio ludico ricreativo di primo livello. Uno spazio per i più piccoli ma non solo, fortemente voluto dai cittadini e dal limitrofo plesso Donaudy. A fine agosto l'inaugurazione!

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
02 feb 2017

VIDEO | Operai del settore verde e giardini riqualificano Monte Pellegrino

di Fabio Nicolosi

In questi giorni, mentre numerosi operai sono a lavoro nelle circoscrizioni per mettere in pratica il piano di riqualificazione delle circoscrizioni, altri sono in azione su Monte Pellegrino dove si sta provvedendo alla riqualificazione del Gorgo di S. Rosalia. Ringraziamo Sergio C. per i video: Nei giorni scorsi era stato pulito e consolidato il basamento della statua di Santa Rosalia al Belvedere di Monte Pellegrino. Chiediamo a tutti di prendersi cura di questo luogo bellissimo, della statua di Santa Rosalia come del verde circostante.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
13 ott 2016

Go Green: Un albero per il verde di Monte Pellegrino?

di Fabio Nicolosi

Gravemente compromesso dagli incendi del giugno scorso, il verde di Monte Pellegrino potrà essere ricostituito anche grazie al simbolico e concreto gesto di donare un arbusto o un alberello. L'iniziativa, patrocinata dal Comune di Palermo e denominata “Go Green” punta a raccogliere adesioni sia di privati cittadini, sia di aziende, scuole, club, associazioni. Fino al 30 ottobre si raccoglieranno solo gli alberelli e gli arbusti elencati nel programma dell'iniziativa (visibili nei link allegati) con le modalità più avanti indicate dai promotori di “Go Green” per Monte Pellegrino, e che verranno messi a dimora il 31 ottobre. “Esprimiamo il più vivo apprezzamento ai promotori dell'iniziativa Go Greeen e ringraziamo tutti coloro che vi aderiranno - dicono il sindaco, Leoluca Orlando, e l'assessore al Verde pubblico, Sergio Marino - per reintegrare, insieme all'amministrazione comunale, le aree verdi di Monte Pellegrino, devastate tre mesi fa da incendi causati da criminali”. Chi volesse partecipare potrà prenotare la propria adesione tramite messaggio all'indirizzo beatricefilangeri@my.com É stato messo a disposizione un punto di raccolta degli alberi donati, dove ognuno si potrà registrare e potrà indicare la specie donata. Il punto di raccolta fino al 30 ottobre sarà il Vivaio Comunale, in viale Diana (Palazzina Cinese Fontana d'Ercole). Il referente del Vivaio è il dottor Butera, g.butera@comune.palermo.it In sua assenza basterà indicare che la donazione è rivolta all'operazione GO Green per Monte Pellegrino. Tutti i partecipanti saranno registrati, per qualsiasi aggiuntiva info: beatricefilangeri@my.com (Beatrice Feo Filangeri).

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
18 mar 2016

Il Parco Cassarà in letargo potrebbe essere “svegliato” in vista delle prossime elezioni? La situazione

di Giulio Di Chiara

Volevamo ricordare a voi e a noi stessi che a Palermo c'è un parco immenso attualmente chiuso, intitolato a "Ninni Cassarà" che da anni non ha pace e assiste a continue evoluzioni (in peggio purtroppo). Da diversi mesi non si parla più di tutto questo, nè tra i cittadini nè tantomeno al Comune, che non ha più proferito parola pubblicamente sulla vicenda. Ogni giorno che passa il danno alla città aumenta a dismisura. Allora vogliamo riprendere quanto avevamo scritto tempo fa per rinfrescarci la memoria sugli step amministrativi che questa area verde sta affrontando: approvazione del bilancio comunale in cui devono essere preventivati 600.000€ da destinare alla caratterizzazione dell’area (ottobre 2015) gara pubblica per l’affidamento ad uno studio professionistico che dovrà eseguire le attività di caratterizzazione affidamento incarico e inizio delle attività di caratterizzazione (Gennaio-Febbraio 2016?) termine delle attività di caratterizzazione (in cui verranno coinvolti tecnici del comune, della provincia e dell’ARPA), presumibilmente entro Luglio 2016 A Luglio 2016 scadrà l’affidamento temporaneo dell’area al Comune, affidamento che inevitabilmente dovrà essere prorogato dal procuratore Bando per l’affidamento dei lavori di bonifica Affidamento dell’incarico e avvio dei lavori di bonifica Termine della bonifica e provvedimento del procuratore che sancisce la riconsegna definitiva dell’area al Comune e riapertura del parco. In blu scuro sono evidenziati quei passaggi che dovrebbero essere già avvenuti o sono in fase di realizzazione. Purtroppo questo iter traguarda un tempo stimato indefinibile, vicino all'infinito se consideriamo la burocrazia e la difficoltà nel reperire quantità di fondi (parliamo di milioni di euro) per l'operazione di bonifica. L'unica speranza nel breve, è riposta in una richiesta al procuratore che il Comune di Palermo dovrebbe avanzare per riaprire la parte di parco dichiarata più volte salubre carte alla mano (per intenderci quella adiacente Villa Forni, lato C.so Pisani). Il recente rimpasto di giunta ci viene però incontro, in quanto il nuovo assessore all'ambiente e al verde è Sergio Marino,  ex presidente RAP, sempre presente sui social. Quindi chi meglio di lui può aggiornarci sull'intera vicenda e su quanto riportato in questo reportage? Pertanto invitiamo tutti coloro che abbiano a cuore questa tematica a richiedere risposte al suo account twitter @assessoremarino . La situazione è pessima, aggravata da un'indifferenza generale preoccupante, soprattutto alla luce dell'unica possibilità paventata di riaprire il parco almeno parzialmente in tempi brevi. Certo, ci insospettirebbe che dopo tutto questo inspiegabile silenzio, qualcuno improvvisamente cavalcasse l'onda della sua riapertura casualmente poco prima delle prossime elezioni amministrative, no? Prepariamoci ad aprire gli occhi.

Leggi tutto    Commenti 12
Proposta
12 feb 2016

Question time per la RAP

di katet

Salve, in questi giorni ho notato su diversi quotidiani on-line locali e sui social diversi dibattiti e botte e risposte tra cittadini palermitani e il Dott.Marino della RAP sul tema rifiuti a Palermo. La situazione non è bella. Premesso che quello che il lavoro che il Dott.Marino e buona parte della RAP effettua è encomiabile, perchè lavorare su questo settore a Palermo non è facile, certi atteggiamenti però mi hanno fatto riflettere. Noto infatti che il Dott.Marino usa molto i social (anche se ultimimante ho notato la sua minaccia di abbandonarli) e li utilizza GIUSTAMENTE per lodare attività e iniziative della sua azienda e per GIUSTAMENTE evidenziare l'INCIVILTA' DEL PALERMITANO. Quello che però ho notato pure che quando invece gli si viene fatta notare diciamo delle "inefficienze" dell'azienda che dirige, non risponde o addirittura si scaglia contro gli utenti, che penso che visto che magari pagano la TARI vuoi o non vuoi esigono magari un servizio degno di esso. Ho notato infatti che alcuni temi sono un pò scottanti, ad esempio: il perchè devono essere i cittadini a chiedere l'attenzione su certe criticità di cassonetti strapieni e non i suoi dipendenti che girano la città e vedono certe criticità, oppure la richiesta del mancato servizio di spazzamento di quasi tutta la perifiria della città, oppure informazioni sulla turnazione di pulizia delle campane della raccolta differenziata, oppure spiegazioni su suoi dipendenti assenteisti o che svolgono "altre attività" durante il loro orario di lavoro, oppure di come cerca di combattere il problema del mancato pagamento della TARI di quasi più del 50% dei palermitani risultato da un recente studio, oppure del perchè gli operai RAP puliscono i cassonetti ma quello che cade nelle operazioni di svuotamento non viene raccolto ed altri temi un pò delicati. Ciò che è comune a questi argomenti è che la RAP chiede di andare direttamente in sede a chiedere informazioni non rispondendo sui social (mentre per colpevolizzare i palermitani  GIUSTAMENTE INCIVILI si possono utilizzare i social). Ed eccoci quindi alla mia proposta: visto che siete una redazione modello, che il vostro lavoro è apprezzato da tutti noi palermitani e non solo, e che ormai siete il nostro punto di riferimento per conoscere iniziative, problematiche e servizi sulla nostra città, volevo chiedere se fosse possibile da parte vostra proporre un'iniziativa di raccolta di quesiti, dubbi, richieste ed etc da parte dei cittadini ed effettuare un'intervista di persona, o scambio via e-mail, o videoconferenza con il Dott.Marino che ricevendo le domande degli utenti palermitani può rispondere senza nessun tipo di problema. Capisco che la tipologia di proposta non è tipica per questa sezione, ma penso sia un buon suggerimento. Capisco anche le vostre modalità di lavoro e forse che la cosa non sia fattibile ma comunque ci ho provato.   Saluti e comunque ancora complimenti e tutto il mio rispetto per il lavoro che fate.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
24 nov 2015

Rap, nuovi cassonetti fra Acqua dei Corsari e Settecannoli

di Mobilita Palermo

Dopo avere installato nei giorni scorsi i primi cassonetti da 1100 litri a Partanna, ieri mattina gli operai della Rap, secondo programma, hanno iniziato la messa in posa di  un'altra tranche di cassonetti in seconda circoscrizione. Ad annunciarlo il presidente della Rap Sergio Marino durante un sopralluogo congiunto in via Lauricella con il presidente di circoscrizione Antonio Tomaselli. "Dopo il  primo anno di difficoltà finalizzato proprio a dare una struttura solida alla Rap anche oggi in via Laudicina iniziamo a fare vedere la presenza di Rap con interventi significativi anche su questo territorio – a dichiararlo il presidente Marino. Saranno un centinaio i contenitori da 1.700 litri che saranno posizionati a Settecannoli. Nello specifico oltre via Antonino Laudicina,  - spiega il presidente - interverremo su via Messina Marina, via Massimiliano Kolbe, via Calogero Zucchetto e via Ammiraglio Cristodulo. Con i nuovi cassonetti e con la manutenzione di quelli esistenti l'azienda cerca di mettere fine – sempre che ci siano una collaborazione da parte dei cittadini – al triste fenomeno della spazzatura per terra". Soddisfazione ha espresso stamattina il Presidente di circoscrizione Tomaselli che ha aggiunto: "L'arrivo dei cassonetti nuovi che danno anche un decoro urbano alla circoscrizione che rappresento ci da la speranza di potere mantenere quell'impegno preso con l'amministrazione comunale e con Rap di riqualificare zone periferiche come la Bandita e Acqua dei Corsari. Con la collocazione dei cassonetti e il rifacimento di alcuni marciapiedi dell'area si potrà avere una migliore vivibilità del territorio".  

Leggi tutto    Commenti 5

Ultimi commenti