Articolo
29 apr 2019

FOTO | Riqualificazione del porticciolo di sant’Erasmo

di Fabio Nicolosi

I lavori riguardano la riqualificazione del porto e porticciolo di sant'Erasmo e procedono secondo i tempi previsti, il gruppo di progetto è diretto dall'Ing Enrico Petralia direttore dei lavori e tecnico dell'autorità portuale, progettista degli impianti e delle strutture, dal geometra Martonara; il Rup è l'Ing Salvatore Acquista, dirigente dell'autorità portuale. Il progetto architettonico è dello studio Provenzano architetti associati. L'intervento fortemente voluto dall'autorità portuale e dal presidente Pasqualino Monti è stato proposto ed appaltato proprio dalla nuova direzione dell'ente porto che ha voluto dare lustro al famoso concetto di città mare, all'importanza che il mare ha per la città di Palermo e ha quindi permesso la realizzazione di questi lavori dall'importo totale di circa 4 milioni di euro. Una spesa dunque non di poco conto se si considera che di tale intervento ne beneficia la città e i cittadini che giornalmente frequenteranno questo lungomare riqualificato. Il progetto è molto semplice, un progetto di suolo che riattribuisce e riordina funzioni del tutto aperte alla collettività e a questo pezzo del lungomare di Palermo, riutilizzando le basale storiche laddove esistenti vale a dire in tutto il tratto del porto di sant'Erasmo e integrando con nuova pavimentazione in Billiemi quelle che sono venute meno. Il progetto ha avuto nella sua fase di gestazione una condivisione con le associazioni di categoria, in primis quella dell'avvocato Rao e con la soprintendenza dei beni culturali e il comune di Palermo. Questo primo stralcio dei lavori riguarda le aree che stanno intorno all'istituto di Padre Messina e si sta realizzando nel tratto di passeggiata del foro Italico un piccolo chiosco/caffetteria che si trova di fronte ad una parte pavimentata con un sedile che reinterpreta una tradizione tipica del lungomare del foro italico di Palermo. La pavimentazione si estende su via Messina Marine che verrà arricchita con delle palme. Una nuova scaletta permette l'accesso alla spiaggia da via Messina Marine, dove ci si potrà sedere e godere il panorama e i suoni del mare. Dall'altro lato sono in corso di realizzazione due edifici, uno più grande che sarà un club-house e un edificio più piccolo polifunzionale che saranno dati in concessione con una successiva gara. L'estensione dell'intervento si limita al confine estremo verso est dell'autorità portuale e non può agire sulle porzioni che non appartengono allo stesso ente. Nel tratto più ad est verrà effettuata una riqualificazione con un percorso pedonale che giungerà fino alla costa. L'intervento vede l'inserimento anche di numerosi spazi verdi curati dal consulente botanico Giuseppe Barbera (ex assessore comunale e professore presso UniPa) Il secondo stralcio riguarderà la riqualificazione del lungomare del foto Italico che non fu interessata dall'intervento di Italo Rota e si prevede un lavoro sulla sezione per consentire una lunga seduta che si affaccia al mare e nella parte verso Monte Pellegrino verrà messo un ombrarium che consentirà di stare all'ombra ad osservare il panorama e vi sarà anche un piccolo parco giochi per bambini e attrezzi da fitness a disposizione dell'utenza. Vi lasciamo con una galleria con le immagini dei lavori: Ringraziamo per le foto Antonella F. e Sebastiano P. per le spiegazioni dell'intervento.

Leggi tutto    Commenti 23
Articolo
07 apr 2011

Una raccolta fondi per il restyling di Porta Reale

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo e-mail da parte di Salvo Biondo circa un'interessante proposta per il restyling di Porta Reale. Alle volte mancano finanziamenti pubblici o il loro reperimento è assai difficoltoso e come tante volte, si rischia di affondare nella più vasta burocrazia. Perchè non prendere in considerazione tale proposta? Scusate non possiamo organizzare una raccolta fondi per il restyling di Porta Reale? Non credo ci vogliano tanti soldi per ripristino degli intonaci e dei colori di un tempo,poi con il recupero del palazzetto adiacente alla Porta Reale,nell’omonima Piazzetta Reale,di fronte alla Villa Giulia,sarebbe un altro pezzo di questa immensa miniera di storia e bellezza che e’ la Bella Palermo.  Lo stesso discorso potrebbe valere per l'Obelisco di Sant'Erasmo,anche li per il recupero basterebbe davvero poco,intendo anche economicamente,per recuperare il basamento in marmo rotto e rifare la aiuola alla base dell’Obelisco che illuminato sarebbe uno spettacolo con il vicino mare di Sant’Erasmo,se poi si spostassero i distributori di carburanti si rivedrebbe il panorama del mare.. Tutto questo per  proporre ai turisti che ancora per fortuna scelgono Palermo,una città sempre più recuperata,sempre più curata,sempre più viva,solo cosi Palermo potrà essere l’epicentro del turismo nel mediterraneo,dato che tutte le manifestazioni ed eventi che portavano turismo e di conseguenza  gente negli hotel,ristoranti,nei negozi sono state sorprese,da Palermo la Notte della Moda,a Palermo di Scena,alla Fiera del Mediterraneo,al Festino che oggi e’ sola la brutta copia..di quello di una volta!!!! Saluti   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 12
Articolo
18 mar 2010

Il porticciolo di Sant’Erasmo

di Paco

Da molti anni si parla di questo recupero ma sempre con troppa poca attenzione, adesso finalmente sembra essere definitivamente partito l'iter per il ripristino e rivisitazione in chiave turistica del porticciolo di Sant'Erasmo. Il progetto prevede la trasformazione dell'attuale porto, che si sviluppa per circa 5.000 mq fino ad arrivare a quasi 30.000 mq, facendo posto a circa 270 imbarcazioni da diporto. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 15

Ultimi commenti