Articolo
18 gen 2019

PON METRO | Agenzia nazionale certifica il 99,9% della spesa rendicontata dal Comune di Palermo

di Salvatore Galati

L'Agenzia per la coesione territoriale ha certificato il raggiungimento degli obiettivi di spesa prefissati per il Comune di Palermo relativamente al programma PON-Metro, per l'anno 2018. Il Comune ha, infatti, rendicontato spese per un importo complessivo di 13.695.735,04 Euro, pari al 99,9 %dell'obiettivo prefissato di 13,7 milioni di Euro. Il quadro complessivo degli interventi e delle azioni previste dal PON-Metro, che per Palermo prevede una spesa complessiva di oltre 86 milioni di Euro, è disponibile all'indirizzo. CLICCA QUI Le spese che sono state ritenute non ammissibili (circa 100 mila euro) si riferiscono, per circa 78.000 euro, ad una compensazione effettuata nei confronti del fornitore del servizio che risultava inadempiente nel pagamento della TARI per gli anni 2014 e 2015; la non ammissibilità delle spese compensate è stata contestata dal Comune all'Autorità di Gestione, che si è riservata di rivalutare e fornire una risposta definitiva. Le altre somme non ammissibili si riferiscono a due mesi di servizio (Dormitori e unità di strada) relativi ai mesi di novembre e dicembre 2013, in effetti in un periodo antecedente al periodo di programmazione del PON Metro 2014-2020). Sul contenzioso relativo ai bus per l'AMAT, il Comune è in attesa di conoscere la decisione dell'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, cui la questione è stata rimessa dal CGA nell’udienza tenutasi lo scorso 12 dicembre. Infine, per quanto riguarda l'azione "Agenzia per la casa", l'Assessore alla Cittadinanza Solidale, Giuseppe Mattina, specifica che nel rendiconto inviato relativo alle somme 2018 la stessa non risulta, in quanto il contratto è stato stipulato negli ultimi giorni dell'anno e quindi sarà rendicontato nel 2019." Qui di seguito trovate le spese del Comune di Palermo!

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
18 lug 2017

Villabate | A che punto è la riqualificazione di Piazza Figurella?

di Mobilita Palermo

La notizia della fine del concorso con la pubblicazione dei rispettivi vincitori risale a Dicembre 2016, da allora niente più si è mosso. Perché? Eppure il concorso e la proposta presentata è molto interessante e non vorremmo finisse dentro qualche cassetto... Ma partiamo dall'inizio. Tra le 22 proposte progettuali pervenute per il Comune di Villabate, la Giuria ha assegnato il primo premio a 404DESIGN, team multidisciplinare che ha presentato un progetto basato sulla realizzazione di un forte landmark territoriale, una torre, e sulla rifunzionalizzazione delle rotatorie nell'ambito della viabilità urbana. Il concorso mirava all'acquisizione di proposte progettuali per 10 aree periferiche bisognose di un intervento di recupero ed è il frutto di una convenzione sottoscritta tra Direzione Generale e Consiglio Nazionale nata per promuovere l'attività dei giovani progettisti e per dare loro la possibilità di presentare soluzioni innovative rispetto a condizioni di degrado architettonico, sociale ed economico. Il bando è stato costruito in due fasi. In un primo momento i Comuni hanno sottoposto la candidatura di alcune zone del loro territorio bisognose di interventi di recupero. Hanno partecipato 140 Comuni, 35 del Centro, 47 del Nord e 58 del Sud e delle Isole, parte dell'Italia particolarmente interessata dal concorso grazie alla selezione di ben 7 delle 10 aree previste dal bando. La fase successiva ha visto la presentazione delle proposte progettuali da parte dei concorrenti. I sindaci dei Comuni interessati hanno preso l'impegno di affidare i successivi livelli di progettazione ai vincitori del concorso. Per ciascuna area è stato individuato un solo vincitore, che ha avuto diritto all'assegnazione di un contributo di 10.000 euro. È stato gruppo interdisciplinare 404DESIGN, composto da professionisti nel campo dell'architettura, dell'urbanistica e della ricerca, ad aggiudicarsi il primo posto del concorso per la riqualificazione di Piazza Figurella a Villabate e a guadagnarsi il coinvolgimento nell'affidamento dell'incarico e nei successivi livelli di progettazione dell'intervento. L'idea della proposta è il riordino di un sistema urbano che vive di "episodi", di contribuire alla sua sicurezza e di garantire fruibilità e vivibilità. Il progetto prevede la realizzazione di un landmark territoriale molto forte e specifico, una torre, realizzata con elementi economici come strutture per ponteggi e teli ma capace di segnare il territorio. Illuminata dall'interno risulta trasparente di notte e opaca di giorno e si presenta come superficie perfetta per comunicare aspetti culturali o commerciali, essendo affittabile a privati per la monetizzazione degli introiti nelle casse Comunali. Gli altri edifici coinvolti nella rigenerazione diventeranno opere di Street Art, sull'esempio delle "Favela Painting". Altro punto di forza del progetto è la riorganizzazione delle rotatorie, in parte influenzato anche dalla sfida lanciata da ANAS. Questi nuovi spazi all'interno della viabilità urbana dovranno trasformarsi in luoghi attrezzati per l'incontro, lo sport e la socializzazione. Lo spazio di raccordo tra le rotatorie ospiterà un giardino urbano con un piccolo agrumeto. I parcheggi degli avventori del mercato saranno ribassati, così da dare una prima immagine di Villabate come un posto caratterizzato da un fronte vivace, ordinato e sicuro. Progettisti: Giuliano Valeri, Silvia Pinci, Francesca Marino, Lorenzo Procaccini maggiori informazioni su www.periferie.concorrimi.it Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
23 apr 2016

ZEN | Tre settimane di lavori per la riqualificazione e rigenerazione del quartiere

di Fabio Nicolosi

Riportiamo un comunicato stampa che riguarda i lavori che nelle prossime settimane interesseranno il quartiere di San Filippo Neri o comunemente noto come Zen (Zona Espansione Nord) Ci piacerebbe conoscere quali sono i piani per l'area dopo questi intervento, se è prevista una programmazione della manutenzione degli spazi. Quando e in che modo l'amministrazione vuole mantenere lo stato dei luoghi dopo la fine dell'intervento. Ma forse queste domande sono troppo complesse e richiedono delle risposte che il comune al momento non ha... Si è svolta ieri pomeriggio a Palazzo delle Aquile la conferenza stampa di presentazione del Piano di riqualificazione e rigenerazione urbana del quartiere Zen, attraverso un cronoprogramma che coinvolge le Partecipate del Comune di Palermo, l'Area Verde, il Coime, la polizia municipale e l'Ufficio Mobilità oltre al coinvolgimento nella pianificazione e realizzazione dei lavori le associazioni, i giovani e tutte le energie positive residenti con focus sulle scuole, attività didattiche e ricreative. Il sindaco Leoluca Orlando sottolinea l'importanza dei lavori dicendo che 'Palermo è lo Zen e lo Zen è Palermo. La prossima settimana daremo il via all'operazione di rigenerazione della Zone Espansione Nord di Palermo e non appena finito ci occuperemo di tutta la costa di Palermo. A giugno, inizio della stagione estiva, avremo recuperato e rigenerato da Sferracavallo ad Acqua dei Corsari'. Il piano ha l'obiettivo di migliorare la sicurezza ed il decoro del quartiere attraverso interventi di manutenzione delle Aree a Verde e piantumazioni, manutenzione degli Impianti di illuminazione pubblica, manutenzione dei marciapiedi, manutenzione della segnaletica stradale, pulizia delle Caditoie, migliorare la pulizia del quartiere attraverso interventi di pulizia e rimozione rifiuti, eliminazione di ingombranti dalle zone di accumulo e di sfabricidi, sostituzione in specifiche zone di cassonetti, oltre a porre uno specifico focus sulle scuole con interventi di pulizia e manutenzione e realizzazione di progetti di riqualificazione Aree. Gli interventi previsti saranno incentrati sul verde pubblico, manutenzione scuole, piantumazioni e potature, manutenzioni impianti di illuminazione pubblica, manutenzione segnaletica stradale, manutenzione strade e marciapiedi, eliminazione ingombranti e sfabricidi e sostituzione cassonetti, pulizia delle caditoie. Il piano ha già avuto una prima fase dove si è provveduto nei giorni scorsi ad effettuare un censimento delle aree dove intervenire con le manutenzioni, effettuando al contempo la misurazione delle aree e riportandole su aerofotogrammetria, per una migliore visualizzazione e organizzare del piano lavori. Attualmente il censimento delle aree dello Zen ha permesso di catalogare i seguenti siti: 11 siti con verde costituito da aiuole con un area totale di m2 68.936 6 siti con verde costituito da aiuole spartitraffico per una lunghezza totale di Km 5,300, 4 rotatorie con verde costituito da aiuole con un area totale di m2 19.032, 3 siti con verde costituito da villette con un area totale di m2 26.537 5 plessi scolastici con aree verde per una superficie totale di m2 16.162, 2 impianti sportivi con aree verde per una superficie totale di m2 44.771 I lavori saranno effettuati in tre fasi, ognuna delle quali avrà una durata di una settimana. La prima fase interesserà il velodromo e aree adiacenti. I lavori necessari per la sistemazione del verde nel quartiere riguardano sia l'interno del velodromo che le aree adiacente e cioè la rotatoria, aiuole spartitraffico, pinete, parcheggio, aree a verde lungo via Lanza di Scalea. Su alcune di queste aree si è provveduto ad intervenire nel corso dell'ultimo mese e conseguentemente gli interventi nelle 3 settimane di durata del progetto riguarderanno le aree non trattate in precedenza. In particolare, sulla rotatoria, i lavori di manutenzione del verde sono stati effettuati nelle scorse settimane, per cui in quest'area si procederà principalmente alla rimozione dei r.s.u.( eliminazione dei rifiuti). La fase due, interesserà le scuole e le villette. I lavori di manutenzione del verde sono stati effettuati recentemente e durante questa seconda fase si verificherà se necessario effettuare un ulteriore manutenzione ordinaria. Le scuole dove sono stati effettuati i lavori sono la 'Sciascia', 'Asilo Coccinella', qui si prevede di un ulteriore manutenzione ordinaria con particolare riferimento alla potatura delle palme 'Washingtonia robusta', l'Istituto Falcone Morvillo. Per quanto riguarda le villette, i lavori di manutenzione sono stati effettuati di recente (Villetta piazza Zappa, Villetta via Smith, Villetta via Bianchini) ed anche in questo caso si verificherà se necessario effettuare un ulteriore manutenzione ordinaria La fese tre interesserà gli assi viari di via Lanza di Scalea. Qui è previsto un intervento di scerbatura e sagomatura degli oleandri per conformarli a siepe, oltre a un intervento di piantumazione di piante grasse a bassa manutenzione e ad un intervento di sistemazione dei dissuasori e della segnaletica stradale. In via Sandro Pertini è previsto un intervento di cigliatura per l'eliminazione del verde anomalo, mentre su piazza Bolivar, sono previsti interventi di sistemazione dell'impianto di irrigazione del prato, rasatura del manto erboso e potatura dei pini Il personale del Settore Verde, provvederà alle seguenti attività di potatura dei Pini in piazza Bolivar, rotatoria del Velodromo, parcheggio del Velodromo, via Lanza di Scalea, mentre la potatura degli alberi sarà eseguita in piazza Gino Zappa e piazza Fausto Coppi. Inoltre verranno svolte attività di piantumazione di oleandri negli spartitraffico di Via Lanza di Scalea, nel parcheggio del Velodromo e la piantumazione di piante grasse nello spartitraffico da Piazza Bolivar al Conca d'Oro. L'intervento di Amg Energia al quartiere Zen per la manutenzione sugli impianti di illuminazione pubblica, si svolgerà in tre fasi, impiegando una squadra formata da quattro tecnici e un coordinatore con il supporto di due mezzi dotati di braccio e cestello mobile. La prima fase riguarderà il ripristino dei 15 punti luce di via Fausto Coppi dopo il furto dei cavi di rame e la manutenzione dell'illuminazione di villetta Gino Zappa. La seconda fase prevederà l'intervento dei tecnici in via Pensabene, anche in questo caso interessata da un furto di rame, per la dismissione di apparecchiature vandalizzate e , la collocazione di nuovo cavo e riaccensione di 20 punti luce. L'ultima fase riguarderà il ripristino complessivo dell'impianto delle vie Sandro Pertini e Cesare Brandi con la sostituzione dei trasformatori e la posa di nuovo cavo nei tratti interessati da furti di rame: verranno riaccesi circa 250 punti luce. In campo anche il personale di Amat per la manutenzione stradale, interventi che saranno svolti in via Lanza di Scalea, via Guttuso, via Sandro Pertini, via Brondi. Il personale di Amat lavorerà in sinergia con quello di Reset per la pulizia dei margini della strada con l'assistenza delle pattuglie della polizia municipale. Prevista anche la collocazione della segnaletica stradale verticale e orizzontale. Le prime saranno installate in via G. Zappa, via T. Benelli, via M. Alajmo, via Paavo Nurmi, via R. Marciano, via Santa Bart. Capitanio, via N. Nadi, via N. Carosio, via L. Pisano e via S. Pertini. Le seconde in via G. Zappa, via T. Benelli, via M. Alajmo, via Paavo Nurmi, via R. Marciano, via Ascari, via Pensabene, via Guerra, via Santa Bart. Capitanio, via N. Nadi, via N. Carosio, via L. Pisano e via S. Pertini. Per quanto riguarda l'intervento della Rap, sono previsti lavori di eliminazione R.S.U. - ingombranti - sfabricidi e sostituzione cassonetti. In particolare, la Rap la stessa metterà in campo 14 operatori con un coordinatore e 9 mezzi. Le attività partiranno dallo Zen 2 (via Rocky Marciano) e dal Velodromo con attività di diserbo e spazzamento da una parte, e ritiro ingombranti abbandonati su strada dall'altra. Un'altra squadra, contestualmente, avvierà la fase di caratterizzazione dei rifiuti speciali presenti quali gli sfabricidi prima dello smaltimento degli stessi ( vedi via Fausto Coppi, via Sandro Pertini, via Patti, via Rocky Marciano). Oltre agli interventi di Igiene Ambientale, Rap posizionerà altri 24 cassonetti da 1700 litri che si sommano ai 176 già presenti allo Zen nonché 12 cestini in calcestruzzo. Il Piano, prevede naturalmente anche la pulizia delle caditoie di cui si occuperà il personale di Amap. I lavori nelle strade dello Zen, sarà svolto nelle tre settimane di intervento dal 18 aprile al 6 maggio. Le caditoie sono 1847, 838 nelle strade del quartiere ZEN 1 e 709 nel quartiere ZEN 2. L'intervento sarà coordinato dal personale tecnico di AMAP e prevede l'impiego di 6 squadre di operatori e di mezzi con casse stagne per il trasporto dei rifiuti derivanti dalla pulizia delle caditoie. In sinergia con le maestranze di Reset e Rap si provvederà anche alla manutenzione dei marciapiedi

Leggi tutto    Commenti 49
Articolo
31 dic 2013

Lo ZEN di Palermo continua a far discutere…Ma quand’è che si passerà ai fatti?

di Amico di MobilitaPalermo

Spett.le Comitato, visto il risvegliarsi dell'interesse sull'argomento relativo alla "rigenerazione urbana dello ZEN", cosa della quale mi sono interessato con un progetto e con diversi scritti, anche sul Vs. sito web, mi è stato chiesto da alcuni palermitani di scrivere nuovamente sull'argomento affinché, finalmente,  si passi dalle parole ai fatti. Mesi fa avevo pubblicato su "mobilitapalermo" una mia lettera aperta al sindaco Leoluca Orlando, lettera che aveva suscitato un piacevole e costruttivo dibattito. A seguito di quella lettera sono stato contattato dal sindaco e dall'assessore Giuffré, con la promessa che presto il progetto sarebbe stato presentato nel capoluogo siciliano per sensibilizzare maggiormente l'opinione pubblica sulle problematiche del quartiere, troppo spesso strumentalizzate per i più svariati interessi. Purtroppo, ovviamente, tra le reali intenzioni e le miriadi di problematiche che possono attanagliare un'amministrazione cittadina ci sono tempi e distanze difficilmente coniugabili, quindi fino ad oggi non è stato possibile mantenere questa promessa, per la quale spero ancora.E' stato quindi per me un grande piacere apprendere nei giorni scorsi che la dr.ssa Spallitta sembra aver raccolto la proposta di demolire e ricostruire il quartiere più tristemente noto d'Italia. La dr.ssa Spallitta mi ha anche contattato, dicendomi di essere interessata ad organizzare presto a Palermo una presentazione ufficiale di questa proposta, una presentazione che faccia comprendere come la cosa possa realizzarsi nel rispetto dei luoghi e della gente, ed è per questo ho acettato di scrivere il pezzo che vi allego, nel quale vengono spiegate tante cose utili da conoscere prima di qualsivoglia strumentalizzazione, politica o ideologica che sia. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
24 set 2013

Riqualificazione delle piazze monumentali del Cassaro: aggiornamento da piazza Vittoria

di MAQVEDA

Proseguono i lavori di riqualificazione di piazza Vittoria all'Albergheria, davanti la reggia normanna. Il marciapiede lato Corso Vittorio Emanuele è ormai stato tutto ammattonato da Porta Nuova sino all'angolo con via Matteo Bonello. Credo sia lecito pensare che anche il marciapiede di fronte (a sinistra nella prima foto), essendo parte della piazza, sarà oggetto di riqualificazione. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
07 mag 2013

Caro Leoluca Orlando, parliamo di Rigenerazione Urbana dello ZEN

di Amico di MobilitaPalermo

Spettabile Redazione, Vi scrivo per chiedervi la possibilità di pubblicare questa mia lettera inviata giorni fa al Sindaco Orlando in relazione alla puntata di Uno Mattina dedicata allo ZEN di Palermo … lettera alla quale, purtroppo, non ho avuto risposta. Come potrete leggere, ci sono delle concrete possibilità di fare molto di più che non presentarsi in TV, in programmi preconfezionati miranti all’offesa di una città piuttosto che alla risoluzione dei suoi problemi, ed è davvero assurdo che non si provi nemmeno a capire cosa poter fare. Sinceramente sono davvero disgustato dal disinteresse politico, accademico e giornalistico sulla situazione dello ZEN e di tutte le periferie italiane figlie dell’ideologia modernista. Mi auguro che da parte del sindaco Orlando, apparentemente attento a certe problematiche, ci sia stato solo un problema di eccesso di impegni ad impedirgli la cortesia di una risposta “privata” nei miei confronti, ragion per cui ho deciso di prendere questa via “pubblica” che lo porti ad esprimersi sulla proposta. Riporto di seguito il testo inviato ad Leoluca Orlando  (altro…)

Leggi tutto    Commenti 40
Articolo
09 apr 2008

PALERMO: NUOVO LOOK PER PIAZZA BORGO VECCHIO, BANDITA GARA

di Giulio Di Chiara

Palermo, 9 apr. - (Adnkronos) - Superfici pedonali, arredi, posti auto e spazi idonei a razionalizzare i punti vendita che attualmente operano su sede stradale. E' stata bandita la gara d'appalto per la riqualificazione di piazza Alfano, centro vitale del rione Borgo Vecchio, a Palermo, e delle aree limitrofe che ricadono nelle vie Principe di Scordia, Scina', Ximenes, Borgo Nuovo e Campanella, per complessivi 5.227 metri quadrati. L'opera e' finanziata con 1 milione e 501 mila euro, fondi statali, assegnati al Comune nell'ambito dell'accordo quadro stipulato nel maggio 2002 per il Prusst (Programma di riqualificazione urbana e sviluppo sostenibile del territorio). Il bando e' consultabile nel sito internet del Comune, all'indirizzo www.comune.palermo.it. La ditta che si aggiudichera' l'appalto avra' 510 giorni di tempo per completare le opere. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 0

Ultimi commenti