Articolo
19 feb 2012

Salvataggio in extremis di un altalena comunale a Villa Trabia

di Ciro Spataro

Paziente: una comoda e utile altalena per i bimbi a Villa Trabia. Un altalena con due seggiole, ma una seggiola ha una catena cadente con l'estremità a terra, tutta sbilenca, inutilizzabile, abbandonata a se stessa. L'altra riceve i bambini che però devono fare la fila più lunga per salire a bordo. Vedo di cosa si tratta: un piccolo asse di ferro che da una parte si è spaccato.  L'altra catena è ancora saldamente ancorata alla barra orizzontale superiore. A guardare l'insieme non è così difficile ripararla. Gli altri due papà cominciano ad arrancurasi: ma i guardiani potrebbero dare un occhiata per capire quando ci sono guasti ai giochi, ma nessuno controlla, ma sempre la stessa storia, ma che schifo questa amministrazione, ma bla, ma bla, ma bla. Io mi annoio con i ma bla. E fortunatamente per ossessione, a detta della mamma della mia piccola Giulia, cammino sempre con qualche attrezzo custodito in un piccolo marsupio. Posso dimenticare il telefonino, il portafogli, ma un moschettone da arrampicata, una ventina di fascette autobloccanti, del nastro isolante, una pinza da campeggiatore, set di cacciaviti, coltellino milleusi svizzero, camminano sempre con me, non si sa mai nella vita dovesse capitare di aggiustare un altalena. E mentre gli altri papà inveiscono contro l'amministrazione comunale, in  silenzio mi metto a sperimentare qualcosa. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 11

Ultimi commenti