Segnalazione
13 mag 2016

Il degrado di Via Montepellegrino dovuto non solo al mercato ortofrutticolo

di danyel

Discariche a cielo aperto e rifiuti ovunque! Direte voi: non è una novità, già si era parlato di questo in passato! .. E' vero ma ritengo sia sempre opportuno segnalare .. segnalere ... e ancora segnalare! Via Montepellegrino versa in condizioni disastrose! I marciapiedi sono degli immondezzai, ma non soltanto quelli che circondano la cancellata del mercato ortofrutticolo (come in foto) .. l'intera zona non viene spazzata e ripulita non so da quanto tempo! E tutto questo, per lo meno fino al semaforo di fronte l'ex Fiera del Mediterraneo .. Siamo in una città civile, oppure no?

Leggi tutto    Commenti 1    Proposte 0
Articolo
13 mag 2016

RAP | Da Lunedì attivo il servizio gratuito per il prelievo delle ramaglie

di Fabio Nicolosi

Oltre al ritiro gratuito degli ingombranti a domicilio e alla possibilità di usufruire in tutte le otto circoscrizioni di Palermo di postazioni mobili per disfarsi dei propri elettrodomestici, l'azienda di igiene ambientale ha predisposto un nuovo servizio dedicato, questa volta per il prelievo delle ramaglie, al fine di evitare l'abbandono illecito degli arbusti accanto ai cassonetti e non solo. A darne notizia il presidente della Rap Roberto Dolce che spiega: 'Ancora una volta, l'azienda punta a dei servizi che possano avvicinare il punto di conferimento ai cittadini e rendere Palermo più vivibile e decorosa migliorando la qualità degli spazi pubblici. Da lunedì prossimo nelle borgate marinare di Mondello e di Sferracavallo, nello specifico presso il Parcheggio Galatea e Parcheggio Tritone, dalle ore 7 alle ore 11, saranno presenti dei nostri operatori con due scarrabili per raccogliere gli scarti e gli arbusti dopo le potature stagionali. Il servizio sarà interamente gratuito e attivo fino al 30 giugno 2016. Auspichiamo - aggiunge il presidente della Rap - che i comportamenti anomali dei cittadini, in danno della qualità e vivibilità della città non vanifichino gli sforzi delle aziende che stanno operando in sinergia per la riqualificazione di brani urbani delle circoscrizioni. Per chi, invece, avesse grosse quantità di ramaglie da smaltire o volesse uno scarrabile dedicato ciò sarà possibile. Basta contattare - conclude Dolce -l'ufficio commerciale della Rap ai numeri 091.6491332 / 380 / 812 per richiedere il servizio personalizzato con la spesa complessiva di 200 euro'. Sul campo degli abbandoni su strada dalla scorsa settimana, l'amministrazione comunale, nello specifico l'assessorato all'Ambiente guidato da Sergio Marino ha finanziato e autorizzato la Rap per ritirare dalle strade le ramaglie abbandonate in uno alla attività ordinaria di ritiro ingombranti. 'Sono oltre 30 i siti individuati dove insistono gli sfalci di potature abbandonati su strada - spiega l'assessore - non potevamo non effettuare questi interventi per ripristinare lo stato dei luoghi'. A fargli eco il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando che dichiara: 'La RAP si conferma sempre più azienda a servizio dei cittadini, con servizi che tolgono ogni scusante, se mai ce ne fossero state, a comportamenti che non soltanto sono illeciti ma sono anche pericolosi per la salute dei cittadini e il decoro della città'. A seguire i siti già bonificati da Rap: via Annone, via Cristoforo Colombo, via Colapesce, via Rombulo, via Barbarigo, via Asperone, via Diomede, via Aiace, via Mercurio, via Steticoro, via Partanna Mondello, via Magnolie angolo Lombardia, via Santissimi 40 Martiri, via Giardinaccio e via Trieste. Le attività continueranno da oggi e nei prossimi giorni con gli interventi su: via Barcarello, via Nicoletti e via Roscignone e ancora per citare altre vie su : Piazza Annibale di Francia, via Falsomiele, via Airone, via alla Falconara, via Bagheria, via Galatea, via Mendelssohn, via Boito,via Tolomeo, via Pindaro, via Collotti angolo Mattei , via Ciane, viale Italia, Parcheggio Salina, via Armida, via Palinuro. In campo una motrice per le ramaglie, una per gli ingombranti e un compattatore più un lambro.

Leggi tutto    Commenti 4
Proposta
12 feb 2016

Question time per la RAP

di katet

Salve, in questi giorni ho notato su diversi quotidiani on-line locali e sui social diversi dibattiti e botte e risposte tra cittadini palermitani e il Dott.Marino della RAP sul tema rifiuti a Palermo. La situazione non è bella. Premesso che quello che il lavoro che il Dott.Marino e buona parte della RAP effettua è encomiabile, perchè lavorare su questo settore a Palermo non è facile, certi atteggiamenti però mi hanno fatto riflettere. Noto infatti che il Dott.Marino usa molto i social (anche se ultimimante ho notato la sua minaccia di abbandonarli) e li utilizza GIUSTAMENTE per lodare attività e iniziative della sua azienda e per GIUSTAMENTE evidenziare l'INCIVILTA' DEL PALERMITANO. Quello che però ho notato pure che quando invece gli si viene fatta notare diciamo delle "inefficienze" dell'azienda che dirige, non risponde o addirittura si scaglia contro gli utenti, che penso che visto che magari pagano la TARI vuoi o non vuoi esigono magari un servizio degno di esso. Ho notato infatti che alcuni temi sono un pò scottanti, ad esempio: il perchè devono essere i cittadini a chiedere l'attenzione su certe criticità di cassonetti strapieni e non i suoi dipendenti che girano la città e vedono certe criticità, oppure la richiesta del mancato servizio di spazzamento di quasi tutta la perifiria della città, oppure informazioni sulla turnazione di pulizia delle campane della raccolta differenziata, oppure spiegazioni su suoi dipendenti assenteisti o che svolgono "altre attività" durante il loro orario di lavoro, oppure di come cerca di combattere il problema del mancato pagamento della TARI di quasi più del 50% dei palermitani risultato da un recente studio, oppure del perchè gli operai RAP puliscono i cassonetti ma quello che cade nelle operazioni di svuotamento non viene raccolto ed altri temi un pò delicati. Ciò che è comune a questi argomenti è che la RAP chiede di andare direttamente in sede a chiedere informazioni non rispondendo sui social (mentre per colpevolizzare i palermitani  GIUSTAMENTE INCIVILI si possono utilizzare i social). Ed eccoci quindi alla mia proposta: visto che siete una redazione modello, che il vostro lavoro è apprezzato da tutti noi palermitani e non solo, e che ormai siete il nostro punto di riferimento per conoscere iniziative, problematiche e servizi sulla nostra città, volevo chiedere se fosse possibile da parte vostra proporre un'iniziativa di raccolta di quesiti, dubbi, richieste ed etc da parte dei cittadini ed effettuare un'intervista di persona, o scambio via e-mail, o videoconferenza con il Dott.Marino che ricevendo le domande degli utenti palermitani può rispondere senza nessun tipo di problema. Capisco che la tipologia di proposta non è tipica per questa sezione, ma penso sia un buon suggerimento. Capisco anche le vostre modalità di lavoro e forse che la cosa non sia fattibile ma comunque ci ho provato.   Saluti e comunque ancora complimenti e tutto il mio rispetto per il lavoro che fate.  

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 feb 2016

Tram Linea 1 | Scioperanti rovesciano rifiuti sui binari. Possibili disagi

di Fabio Nicolosi

EDIT: Dopo l'intervento della Rap tutto è tornato alla normalità! Ci segnalano che degli scioperanti hanno riempito la tranvia di rifiuti. Tutti i Tram sono costretti a fermarsi perché impossibilitati a proseguire la corsa Si attendono le squadre per la pulizia. Previsti numerosi disagi Vi aggiorneremo non appena la situazione sarà rientrata! Foto di G. Fuschi e D. Tomasino

Leggi tutto    Commenti 18
Segnalazione
03 feb 2016

Piazzale Giotto discarica nell’indifferenza RAP

di fabrizio65

Piazzale Giotto, lato parcheggio di fronte capolinea AMAT, è uno dei luoghi di raccolta autorizzata dei rifiuti ingombranti (con tanto di scarrabile di proprietà RAP) ed è, pare, un luogo ove i piccoli mezzi di raccolta rifiuti della RAP trasferiscono il "raccolto" nei grandi autocompattatori (spero solo immondizia non facente parte della raccolta differenziata). Orbene, con tanto personale RAP mezzo munito che gravita nella piazza, appare ancora più stridente lo stato totale di abbandono in cui versa la stessa piazza. Infatti è ridotta semplicemente a discarica a cielo aperto, con l'asfalto interamente ricoperto da residui di sacchetti sventrati e da ogni genere di pattume, e con i bordi di confine dove il palermitano abbandona qualunque cosa a lui non serva, persino rifiuti che potrebbe tranquillamente conferire al vicino mezzo scarrabile della RAP. La domanda che pongo al Comune e alla RAP è: di chi è il compito di pulire la piazza e con quale frequenza? Ma quello che pure mi chiedo è se gli operatori della RAP che lavorano nella piazza e che certamente si guarderanno attorno e vedranno la situazione, mostrano semplice indifferenza in quanto palermitani e quindi figli della stessa mentalità che finirà per uccidere del tutto la città, oppure sono solo rassegnati perché dopo le innumerevoli segnalazioni ai propri dirigenti non gli vengono forniti gli strumenti per pulire loro stessi, o loro colleghi, la piazza.  

Leggi tutto    Commenti 1    Proposte 0
Segnalazione
28 gen 2016

Problema sporcizia della città, feci e mancanza di controlli

di paolo78

Buongiorno, è diversi mesi che guardo la mia città e mi rendo sempre più conto di quanto ancora noi Palermitani dobbiamo lavorare in termini di educazione civica. Non so perchè ma l'idea che ha il Palermitano della propria città e degli ambienti che si ritrova attorno è che sono una sorta di grande pattumiera/water, è chiaro che fortunatamente la cosa non vale per tutti ma sfortunatamente per molti. Io abito nei pressi di una scuola in Via Pecori Giraldi, ebbene quando si transita sui marciapiedi adiacenti bisogna fare la gincana per non pestare le feci di animali vari, penso che ci siano anche quelle di elefanti viste le dimensioni....e mi chiedo, ma il dirigente scolastico avrà chiamato la Polizia Municipale per segnalare questo problema? Ma i genitori che lasciano i figli avranno chiamato la Polizia Municipale per segnalare il pericolo malattie? E la Polizia Municipale, se interpellata, cosa ha fatto per evitare il problema? Allora poi penso anche che se pure qualcuno ha chiamato sappiamo bene che nessuno fa mai niente.....ricordo che una sola volta ho chiamato la Polizia per farla intervenire intorno alle 2:00 3:00 di notte a causa di ragazzi che facevano schiamazzo, radio ad altissimo volume etc... ricordo ancora che il poliziotto mi chiese, chi erano, quanti erano, cosa stavano facendo nello specifico, fortunatamente non mi ha chiesto di scendere io a dire di andare via ma in compenso non è venuto nessuno......e allora scrivo a voi poichè come organo giornalistico di informazione avete i mezzi per far smuovere qualcosa se lo ritenete opportuno...... Certo direte, ma tu stai in una zona periferica e quindi ci può stare......allora andiamo a passeggiare intorno a viale del Fante, o Piazza Don Bosco o Via Notarbartolo, magari qualche traversa o anche Mondello e ci rendiamo conto che è la medesima cosa.....feci di animali a terra, cassonetti colmi, cartacce sparse ovunque, quei pochi cestini che ci sono colmi e potrei continuare ad elencare centinaia di luoghi e spiagge abbandonati ad erbacce e sporcizie. Comprendo che l'immagine non è tutto, ma per una città ipotizzo che non sia proprio così e nemmeno per i suoi cittadini. A Palermo potremmo vivere tutti di turismo ma per farlo bisogna comprendere che la città deve brillare e siamo noi cittadini che possiamo permettere questo. Chi viene a Palermo deve ricordare i monumenti ed il calore delle persone, non immondizia e scippi ai turisti!! E' chiaro, a mio avviso, che serve una politica educativa che dovrebbe durare diversi anni. Periodo in cui per civilizzare i cittadini, e non, e sensibilizzarli al fatto che la propria città è la propria casa, sarebbe necessario distribuire personale preposto a multare chi sporca. Ma non una volta e basta come è consuetudine , ma continuativamente per almeno 1-2 anni. Visto che Crocetta dice che i PIP sono troppi e non sa cosa fargli fare e per questo ricatta con l'ISEE, la mia proposta è di coinvolgere il personale eccedente al quale non si sa cosa fargli fare, per sorvegliare e multare chiunque sporca, compresa la RAP ed il Primo cittadino, che permettono l'accumulo di immondizia creando degrado oltre che prendendo in giro i cittadini costretti a pagare il pizzo della tassa immondizia. Si sottolineo "pizzo" perchè è un'estorsione di denaro a fondo perduto. Se io pago pretendo che quando esco di casa i cassonetti e le strade  siano vuoti ed intorno pulito e pretendo di poter gettare l'immondizia quando voglio, come in altre città. Non siamo noi a doverci adattare ai limiti della ditta di raccolta rifiuti, paghiamo un servizio e pretendiamo che funzioni perfettamente altrimenti ripeto è solo un'estorsione di denaro legalizzata. Invece di far andare 2-3 vigili urbani ad incrocio, mettiamoli a sorvegliare il centro storico in modo che non avvengano furti ai turisti, o anche per essere di aiuto a chi ha bisogno! In Italia manca la regola che se un servizio è scadente NON deve essere pagato, sarebbe uno stimolo per i Sindaci, Comuni ed enti pubblici per lavorare correttamente e con impegno. Saluti    

Leggi tutto    Commenti 4    Proposte 0
Articolo
25 gen 2016

Mercatino rionale di via Galilei nel segno dell’anarchia e inciviltà

di Antony Passalacqua

Gentile redazione di Mobilita Palermo, come anticipato nella mia precedente, vi invio nuove foto, scattate  in data 16 gennaio in concomitanza con lo svolgimento del mercatino rionale del sabato. Premetto che, rispetto alla situazione precedente, la situazione è leggermente migliorata: sarà che qualcuno preposto al controllo ha avuto modo di vedere le foto da voi pubblicate e ha capito che anche il controllore è soggetto al controllo dei cittadini? Mi auguro che non sia questo il motivo. Piuttosto preferisco pensare che sabato scorso la situazione sia un po’ sfuggita di mano e che questo sabato, invece, si sia fatta maggiore attenzione. Ma non illudiamoci: siamo ancora lontanissimi dai livelli di normalità e decenza a cui ogni cittadino e contribuente onesto giustamente aspira. Pertanto, nell’allegarvi le foto, preciso che non abbasserò la guardia neanche un secondo, e so che non sono il solo, fortunatamente: lo tengano bene a mente gli irregolari, gli incivili e anche chi, nel corpo della Polizia municipale, non adempie al proprio dovere, di fatto mettendo in cattiva luce l’ottimo lavoro svolto, peraltro con fatica, da tanti colleghi. Come accennavo prima, la situazione oggi mi è sembrata migliore. Tuttavia, nonostante la solita presenza del furgone della municipale all’incrocio fra via Galilei e via Borremans, nessuno si è preoccupato di multare le auto ferme in divieto di sosta o parcheggiate sul marciapiede, sulle strisce pedonali e sulla pista ciclabile; allo stesso modo, si continua a rilevare la presenza di venditori irregolari, più volte segnalati (segnalazioni, ci tengo a precisare, regolarmente ignorate), che si appropriano di spazi comuni danneggiandoli, lasciando sacchetti pieni di urina o altri rifiuti. Per quanto concerne i venditori con i posti assegnati, poi, ci si chiede per quale motivo debbano parcheggiare i furgoni con la merce sui marciapiedi. Non mi risulta che possano farlo; probabilmente si tratta di una concessione fatta da chi è preposto al controllo, diventata ormai diritto acquisito. Ma i marciapiedi sono dissestati anche per questa ragione. Sarebbe forse ora di far loro cambiare questa cattiva abitudine? Ultimo appunto, e qui mi rivolgo direttamente alla Polizia municipale: come testimoniato dalle foto, il capolinea degli autobus (piazzale Lennon), in occasione del mercato del sabato, si trasforma in un enorme parcheggio per auto, con tanto di parcheggiatore abusivo. Un tappeto di macchine (che non vengono mai sanzionate) occupa illegalmente uno spazio destinato alla sosta e al transito degli autobus (peraltro senza alcun motivo, dato che vi è un ampio parcheggio per auto proprio accanto al capolinea). Tornerò a farmi vivo per ulteriori segnalazioni. Grazie sempre per il vostro interesse. G.L.Bellomare

Leggi tutto    Commenti 1