Articolo
19 set 2010

Una “holographic girl” per la sicurezza stradale

di Lele

Sviluppato da due organizzazioni canadesi e concepito come un nuovo modo per spaventare gli automobilisti e renderli più vigili alla guida, il sistema prevede la visualizzazione olografica di una bambina che corre dietro ad un palloncino rosa - immagini proiettate su strade e parcheggi, studiate per ricordare al guidatore di rallentare. Attualmente installato in una strada di Vancouver, il sistema utilizza una serie di videoproiettori - un'installazione da circa 15.000$ - che mostrano l'immagine in movimento della bambina alla caccia del suo palloncino. L'immagine appare inizialmente sfocata nel mezzo della strada; avvicinandosi ad una distanza di circa 30 metri l'immagine risulta perfettamente a fuoco, per sparire completamente quando il guidatore si avvicina ulteriormente. Lo scopo consiste nel ricordare all'automobilista di "aspettarsi sempre l'inaspettabile"; sebbene le motivazioni siano lodevoli, rimangono comunque dubbi e perlessità sulla reale efficacia e la pericolosità intrinseca, in quanto il sistema potrebbe essere causa di incidenti dovuti proprio alla disattenzione dei guidatori e ai tentativi di evitare la holographic-girl. Per informazioni: www.tsfbcaa.com

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
05 set 2010

Lombardo: stop ai centri commerciali

di Andrea Baio

La giunta regionale ha intenzione di bloccare ulteriori espansioni delle grandi distribuzioni sul territorio siciliano. Secondo il presidente della Regione Sicilia infatti, le grandi distribuzioni commerciali massacrano la produzione locale e i consumatori, che vedono in tal modo ridotto il loro potere d'acquisto a causa del regime di monopolio. Voi siete favorevoli o contrari a questa decisione?

Leggi tutto    Commenti 52
Articolo
29 lug 2010

Il servizio 118 Sicilia cambia nome.

di Lele

E’ stata costituita la nuova società consortile per azioni a capitale interamente pubblico che organizzerà e gestirà il servizio dell’emergenza – urgenza in Sicilia. La società si chiama Seus (“Sicilia emergenza urgenza sanitaria”) ed è partecipata al 51% dalla Regione siciliana e per il restante 49%, in parti uguali, dalle 17 aziende sanitarie siciliane: il capitale sociale sarà di 6 milioni e 400 mila euro.  La Seus, in pratica, svolgerà le funzioni svolte finora e fino al 31 dicembre della Sise, la società interamente partecipata dalla Croce Rossa Italiana.  La Seus gestira' il servizio di emergenza urgenza 118 in modo autonomo a partire dal primo giugno del 2010; saranno ampliate le competenze della Seus e verranno garantiti i livelli occupazionali. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
27 mag 2010

Viabilità: nuove opere in Sicilia, Tangenziale di Palermo!

di Lele

Potrebbe trovare finalmente respiro il traffico veicolare proveniente dalle Autostrade A19 e A29 che finisce col riversare un sovraccarico di mezzi e automezzi pesanti sulla circonvallazione di Palermo; il progetto per risolvere l’annoso problema è lì ad un passo dall’approvazione e ha un nome; Tangenziale di Palermo, già inserito all’ordine del giorno del piano nazionale dell’ANAS e che potrebbe essere inserito all’interno delle infrastrutture che questo Governo intende varare. A dare impulso al progetto ha provveduto l’incontro tenutosi a febbraio scorso tra il presidente della provincia di Palermo, Giovanni Avanti ed il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli, insieme al presidente del Consiglio Provinciale Marcello Tricoli, all’assessore della viabilità Gigi Tomasino ed al senatore Antonio Battaglia. Il progetto della Tangenziale palermitana è inserito su un programma di più largo respiro che prevede anche il collegamento delle due autostrade A19, Palermo Catania e A 29, Palermo Punta Raisi, Trapani, Mazara del Vallo, uno snodo questo di circa 18 chilometri che costerebbe intorno a 875 milioni di euro. “Puntiamo molto su questo progetto - ha sottolineato il Presidente Avanti - che andrebbe a incidere radicalmente sull’intero sistema viario di Palermo e del suo hinterland, favorendo la mobilita’ e lo sviluppo. Con l’inserimento nell’intesa quadro il progetto potrebbe ottenere un finanziamento di 300 milioni di euro, mentre la restante parte verrebbe coperta attraverso la finanza di progetto”. All’incontro palermitano il Presidente Avanti ha anche sottoposto al Ministro Matteoli la possibilità di intervenire anche sulla Corleone-Mare, un tratto di strada che potrebbe mettere in comunicazione il centro del paesi di Corleone direttamente con l’aeroporto palermitano, un’opera questa che riguarda ben 14 comuni siciliani e che si dipanerebbe con un percorso di circa 38 chilometri al costo di poco più di 250 milioni di euro.

Leggi tutto    Commenti 28
Articolo
05 mag 2010

Raddoppio Ferroviario. Tratta Fiumetorto. Aggiornamento…

di Lele

Il tracciato si compone di circa 20km di nuovi binari, 12 km dei quali saranno costruiti in affiancamento alla linea esistente e 4 km saranno in galleria. Tecnimont è responsabile del controllo ambientale e della gestione dell'area che si presenta con un elevato rischio idrologico e risulta adiacente al sito archeologico dell'Imera. Il valore del contratto è di €314 milioni e il progetto sarà completato nel 2011.  Si sta installando il nuovo binario dalla stazione Fiumetorto VS passaggio a livello z.ind. FOTO DATA 02/V/2010 (altro…)

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
28 apr 2010

Inaugurato nuovo Polo Oncologico San Raffaele Giglio di Cefalù

di Lele

E' stato inaugurato nell'Istituto San Raffaele G. Giglio di Cefalu', il polo oncologico per la diagnosi e la terapia mirata dei tumori. Il centro combinera' tecnologie all'avanguardia per la diagnosi e la terapia mirata dei tumori. Il progetto annovera anche un centro di ricerca e di assistenza in proteogenomica. Le nuove tecnologie del Polo oncologico vengono gia' impiegate nella ''breast unit'', unita' di senologia, per la quale sono state installate e messe in rete le tecnologie necessarie per caratterizzare l'aggressivita' del tumore e per la radioterapia intraoperatoria con Iort che permette di risparmiare alla paziente quasi due mesi di radioterapia post-chirurgica. Presso l’Istituto “Fondazione San Raffaele G. Giglio” di Cefalù, nel Dipartimento Diagnostica per Immagini (Direttore Dr. Domenico Messana) in collaborazione con il Laboratorio di Tecnologie Oncologiche HSR G. Giglio è stato installato uno tra i primi sistema in Italia di chirurgia con ultrasuoni focalizzati guidato tramite Risonanza Magnetica (MRgFUS). (altro…)

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
18 apr 2010

PIST Madonie. Sistema Ambientale

di Lele

PIST Madonie – Piano Integrato di sviluppo Territoriale... Un Piano d’Azione articolato in 80 interventi, obiettivi strategici che spaziano dal sistema ambientale a quello culturale, dal sistema dei servizi alla comunità a quello infrastrutturale e della rete dei trasporti. Muove i primi passi il PIST “Città a rete Madonie-Termini”che coinvolge 28 comuni del palermitano: Alimena, Aliminusa, Blufi, Bompietro, Caccamo, Caltavuturo, Campofelice di Roccella, Castelbuono, Castellana Sicula, Cefalù, Cerda, Collesano, Geraci Siculo, Gratteri, Isnello, Lascari, Montemaggiore Belsito, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Pollina, San Mauro Castelverde, Sciara, Scillato, Sclafani Bagni, Termini Imerese e Valledolmo. Si va verso la costruzione di una città a rete policentrica Madonie Termini Imerese con una idea di sviluppo che comprende i comprensori delle Madonie e della Valle del Torto. Nei gironi scorsi si è tenuta a Termini Imerese l’Assemblea dell’Organo decisionale del PIST Madonie – Termini Imerese alla presenza dei rappresentanti istituzionali dei Comuni, Provincia Regionale di Palermo, Sosvima, Gal Isc Madonie e Ente Parco delle Madonie. Tra le priorità individuate nel piano d'azione: la garanzia di standard di servizi collettivi per la popolazione e per le imprese, mediante la creazione di centri servizi, che per la stragrande maggioranza saranno gestiti da operatori privati. Si va dalla gestione dell’offerta museale e ambientale, al potenziamento dell’offerta nel campo socio-sanitario per sviluppare un moderno sistema di servizi centrato sulla persona e sulla famiglia. IL piano d'azione prevede anche di attrarre nuove imprese e nuove risorse per porre freno all’emigrazione con una forte e sinergica azione di promozione della ricerca, dell’innovazione e migliorare l’accesso ai servizi esistenti puntando all’attivazione di interventi a supporto dell’offerta turistica territoriale basata sulla valorizzazione del grande patrimonio naturale, culturale e enogastronomico con la realizzazione di nuovi servizi grazie ai principi sviluppati con il PIR Sviluppo Locale.

Leggi tutto    Commenti 0