Articolo
18 apr 2019

Avviati i lavori di realizzazione del Centro Comunale Raccolta di “Borgo Vecchio”

di Fabio Nicolosi

Il Sindaco Leoluca Orlando ha avuto lunedì pomeriggio un incontro con gli Assessori Catania e Giambrone e con l’Amministratore Unico di Rap Norata per fare il punto sulle azioni messe in campo per l’incremento della raccolta differenziata e per il contrasto degli illeciti e delle irregolarità connessi allo smaltimento dei rifiuti di utenze domestiche e commerciali. I dati forniti dalla RAP hanno mostrato il costante aumento nell’ultimo biennio della percentuale di raccolta differenziata (giunta al 20% nel mese di marzo del 2019) con un trend che fa prevedere il superamento di almeno il 35% entro gli ultimi mesi dell'anno. [...] Un risultato estremamente positivo viene considerato quello del CCR – Centro comunale di raccolta attivato a Brancaccio, nel quale si registra una crescita continua del numero di utenti (18.000 solo quelli che hanno conferito frazioni riciclabili di rifiuti domestici e 15.000 quelli che hanno conferito altre frazioni) e di quantitativi di rifiuti conferiti, in particolare ingombranti, elettrodomestici, inquinanti, legno e ferro. Sono iniziati i lavori di allestimento del secondo CCR, quello di piazzetta della Pace nel quartiere di Borgo Vecchio che andrà a servire tutta la zona centrale della città, mentre sono in fase di individuazione le aree per l’allestimento progressivo di almeno altri 15 Centri in tutta la città. Per il Sindaco “è indispensabile che la RAP, in collaborazione con SRR e con tutte le Aree del Comune interessate, metta in atto le strategie già programmate per l’ulteriore accelerazione della raccolta differenziata, in particolare con l’ampliamento delle aree del “porta a porta”, l’efficientamento degli interventi della raccolta nelle aree non servite e con l’avvio di piani di raccolta mirati alle utenze con produzione specifica, quali l’organico anche per ottimizzare l’impianto in house di Bellolampo o gli uffici ad alta produzione di rifiuti cartacei.” Sul fronte del contrasto agli illeciti, dall’inizio dell’anno sono state circa 450 le sanzioni elevate a singoli cittadini (erano state poco più di 2.000 nell’anno 2018) e sono stati 13 i mezzi adibiti al trasporto illecito o irregolare di rifiuti che sono stati posti sotto sequestro. Anche su questo fronte, il Sindaco ha sottolineato la necessità di una intensificazione dei controlli, cui il Comando della Polizia Municipale adempierà con un incremento della dotazione organica dell’apposito Nucleo con altre 10 unità di personale, oltre le 35 già impegnate. [...]

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
15 mar 2019

RAP | Un nuovo centro comunale di raccolta in piazza della Pace

di Fabio Nicolosi

L'annuncio proviene dalla pagina facebook del neo assessore Catania che scrive: Il mio primo atto da assessore all'Ambiente: oggi ho firmato, insieme a Leoluca Orlando, l'ordinanza per l'istituzione del Centro comunale di raccolta differenziata a Piazza della Pace. Entro il mese di Aprile l'area sarà attiva. È il secondo centro, dopo viale dei Picciotti, e contribuirà a rendere più sostenibile la nostra città. L'obiettivo a medio termine è quello di individuare un'area per ogni quartiere di #Palermo. Prossima tappa: Mondello, prima dell'inizio della stagione estiva... Restiamo dunque in attesa dei dettagli sui tempi di realizzazione. Ricordiamo che i rifiuti conferibili nel Centro di raccolta sono i seguenti: toner per stampanti esauriti imballaggi in carta e cartone imballaggi in plastica imballaggi in metalli imballaggi in materiali misti (plastica e metalli) imballaggi in vetro carta e cartone abbigliamento oli e grassi commestibili medicinali batterie e accumulatori apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso legno plastica rifiuti ingombranti rifiuti biodegradabili di cucine e mense Vi terremo aggiornati

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
26 mag 2016

Sacchi neri appesi agli alberi: ecco come Mondello si prepara alla stagione balneare..

di Mobilita Palermo

La passeggiata domenicale ci ha consentito di percepire in anteprima il piano di gestione rifiuti e decoro che verrà messo in scena, ancora una volta, nella borgata marinara di Mondello. Qualcosa che ha del rivoluzionario e che ci lascia dormire sonni tranquilli.   Anche quest'anno era impossibile prevedere che con l'avvento del caldo e delle belle giornate, Mondello sarebbe stata presa d'assalto dai palermitani e che orde di bagnanti avessero normalmente prodotto chili e chili di rifiuti tra panini con le panelle e brioches con il gelato. Per superare la criticità dei cestini perennemente pieni e strabordanti, per i quali non si riesce mai a programmarne uno svuotamento ad intervalli orari come nel resto del globo, sono stati apposti (non sappiamo da chi) decine e decine di sacchi neri per la nettezza urbana su qualsiasi supporto che ne consentisse l'ancoraggio: pali, alberi, rami, ringhiere... Un grande escamotage per combattere la disorganizzazione, per il quale sono stati indetti concorsi di decoro urbano tra i professionisti del settore. L'impatto visivo è emozionante, decine di turisti si fermavano a fotografare queste novità in materia di rifiuti. Il nero lucido dei sacchi specchiava le onde del mare caraibico di Mondello, per la gioia dei bambini. In tutto questo, vogliamo rassicurarvi sul fatto che anche questi sacchi sono stati riempiti in pochissimo tempo e le cartacce pregne di gelato e le lattine hanno strabordato anche lì. Tornando più seri, la superficialità con cui anche quest'anno tali  problemi siano stati ignorati ci lascia senza parole. Siamo portati a pensare che questa soluzione possa essere un tentativo dei commercianti locali di arginare le grossi lacune amministrative con dei tentativi amatoriali di ridimensionare il problema dei rifiuti. Precisiamo che i sacchi  erano presenti anche laddove erano co-presenti i cestini, semmai qualcuno pensasse che si trattasse di soluzioni provvisorie lungo i cantieri della società Italo-Belga. Se invece non fosse così, e quindi sia stato il Comune di Palermo a posizionare questi rudimentali cestini negli "appositi" alloggi, allora non abbiamo di che commentare. Semplicemente ci prepariamo a tutto. Ci piacerebbe che qualcuno, alla lettura di questo articolo, ci potesse fornire ulteriori delucidazioni su queste iniziative che mirano a fare di Palermo una città turistica...

Leggi tutto    Commenti 23
Articolo
24 apr 2015

Il Comitato Civico Quartiere Pagliarelli incontra i vertici RAP

di Comitato

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comitato Civico Pagliarelli circa l'incontro fra i vertici Rap e il Comitato per meglio affrontare le problematiche inerenti lo spazzamento e raccolta rifiuti nel quartiere. Proficuo incontro nella sede di via Ingham, frai vertici della Rap e il Comitato Pagliarelli. Presenti numerosi membri del Comitato Civico Quartiere Pagliarelli e il Presidente Sergio Marino, con alcuni membri del suo CdA e vari dirigenti. Sono state affrontate le numerose problematiche relative allo spazzamento del quartiere e alla raccolta dei rifiuti, di cui gli abitanti denunciano da tempo le irregolarità. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
16 mar 2015

Sondaggio | Il palermitano incivile è responsabile della sporcizia di Palermo

di Fabio Nicolosi

Sappiamo che uno dei problemi principali di palermo è la “munizza”, nonostante il fallimento dell’Amia e la creazione della Rap. La situazione non sembra essere cambiata di molto. Una raccolta differenziata che è abbondantemente sotto gli standard italiani, siamo al 10,6% ben al di sotto del 65% fissato dalla legge. Non che le altre grandi città italiane brillino, però una città come Napoli, molto simile a Palermo ha il 21,8% di rifiuti smaltiti tramite raccolta differenziata Ecco il motivo per cui vi abbiamo sottoposto il sondaggio "Palermo vive tra la sporcizia: di chi le maggiori colpe?” Ricordando che tale sondaggio non ha alcun riscontro scientifico, pertanto i suoi risultati sono puramente indicativi, vi illustreremo ora quali sono i risultati (altro…)

Leggi tutto    Commenti 17
Articolo
18 giu 2014

Sondaggio|Pattume e rifiuti per strada: chi ha maggiori responsabilità?

di Comitato

Un problema così diffuso ed evidente riesce a dividere i palermitani : nelle chiacchiere al bar o sui trend cibernetici si distinguono coloro che puntano il dito contro il Comune di Palermo e coloro che additano ai concittadini più incivili la vera causa di questo male. Spesso la verità sta nel mezzo, ma vogliamo provare a "pesare" i due gruppi, aggiungendo un terzo indicatore: i controlli sul territorio. Non siamo sicuri che il risultato finale sia così scontato e insieme ai lettori di questo sito vogliamo ipotizzare una proporzione tra le rispettive responsabilità. Il box del sondaggio sarà presente nella colonna destra del sito. [poll id="61"] Tale sondaggio non ha alcun riscontro scientifico, pertanto i suoi risultati sono puramente indicativi.

Leggi tutto    Commenti 21
Articolo
07 giu 2013

Dibattito “DAL PUBBLICO SERVIZIO ai SERVIZI PER LA GENTE”

di Antony Passalacqua

Perchè le ex municipalizzate divenute spa, gonfie di personale, non assicurano i servizi? Perchè Palermo, insieme a piccole e grandi città del meridione, deve sottostare a questa maledizione? Come possono reagire i cittadini che amano il bene comune? Ma qual è il rimedio? Inveire al vento non serve. Voltarsi dall’altra parte neppure. Forse è venuto il momento per i cittadini di fare rete tra loro e con la buona volontà di chi amministra (a volte, nonostante i propositi innovatori, egualmente prigioniero di consolidate abitudini).     (altro…)

Leggi tutto    Commenti 0