Proposta
13 ott 2016

Un nuovo treno da Palermo Centrale a Porto Empedocle

di walter

Salve a tutti, vorrei portare all'attenzione di voi tutti un' idea che da tempo mi viene in mente, quella di istituire un nuovo treno che da Palermo Notarbartolo arrivi a Porto Empedocle, magari in sostituzione di uno dei tanti treni che ogni ora da Palermo centrale va ad Agrigento centrale. Sono convinto che nel giro di pochi mesi riscontrerebbe un'enorme successo sopratutto da parte dei turisti che finalmente troverebbero un collegamento diretto fin dentro il parco della valle dei templi con la fermata tempio di Vulcano. Sarebbe di giovamento anche per tutti gli abitanti dei paesi delle province interne che in estate potrebbero raggiungere comodamente in treno la spiaggia di Porto Empedocle e anche in prospettiva alla coincidenze con la tratta per l'aeroporto.

Leggi tutto    Commenti 6
Proposta
24 mar 2016

Linee tranviarie verso le periferie scoperte: i tracciati della proposta

di aledesign

E' una visione generale con modifiche e aggiunte, un pò ambizioso, ma può essere considerato anche a pezzi, non necessariamente tutto insieme. Ve la descrivo: - Linea rossa Centrale/Notarbartolo: Al percorso "ufficiale" ho aggiunto un prolungamento Montepellegrino-A.Rizzo-Acquasanta. Tra i prolungamenti questo è quello che convince di più, e non solo me. E' diverso rispetto alla vostra proposta (da via dei Cantieri/Don Orione) perchè in via Don Orione c'è un lungo restringimento che mi sembra inattraversabile. Capolinea all'estremo di via Rizzo. L'incrocio a pzza Giachery non interesserebbe il ponte perchè le linee sono orientate verso la stazione centrale quindi formalmente non ci sarebbe la linea Acquasanta-Notarbartolo. -Linea arancio Calatafimi/Bonagia Anche qui ho aggiunto un prolungamento. Collega la linea direttamente alla stazione centrale percorrendo corso tukory. In questo modo, su quell'asse ad altissima densità, si completa la direttrice monte/mare che prima dava l'impressione di essere monca, con l'auspicio che corso Tukory possa essere risistemato come successo in Corso dei Mille. Quindi si avrebbero le linee Bonagia-Centrale e Calatafimi-Centrale. - Linea Rosa/verde Centrale/Mondello Qui il discorso si complica. Sono d'accordo sulla stagionalità e sulla lunghezza eccessiva ma visto l'intenzione dichiarata di "eliminare il gommato" penso sia difficile che l'amministrazione decida di accorciare questa linea (me lo auguro). Come sappiamo il percorso intero ricalca quello della metropolitana leggera quindi si escludono a vicenda. Inoltre il percorso del tram è sempre vincolato allo spazio a disposizione e ci sono pochi margini di modifica. Ho quindi pensato a un percorso della MAL in parte alternativo (la linea blu scuro) in modo che sia complementare a quello del tram e attraversi zone dense e ancora poco raggiungibili. In modo che uno non escluda l'altro. Per quanto riguarda la tranvia ho variato la parte finale in modo che arrivi quasi alla piazza di Mondello accedendo però da Valdesi, non da via Galatea. Ho diviso la linea in due colori perchè sarebbe interessante ipotizzare un raccordo o un terminal alla stazione Francia, sia nel caso di realizzasse la linea intera, sia nel caso si realizzasse solamente Francia/Mondello, sia nel caso della sola Francia/Centrale. Sarebbe un modo per avere un nodo alla rete trasporti anche nella parte alta della città. La linea colorata in fuxia è un ipotetico potenziamento di questa linea, uno sdoppiamento che non esclude il discorso fatto fin qui, può essere presa in considerazione in qualsiasi caso, specialmente nel caso che ci siano i fondi :-) E' un percorso monte/mare che si dirama dal Politeama, percorre via Dante, intercetta il passante a Lolli, pzza P.pe di Camporeale, via G. Il Buono, via Michele Piazza, Via E. l'Emiro, via L. Grassi e capolinea al sovrapassaggio del parcheggio di via Nina Siciliana. Questa linea connetterebbe, per esempio, oltre al castello della Zisa,  zone densissime quali la Zisa e la Noce, connetterebbe direttamente al centro tutta la zona attorno al parcheggio di via Nina Siciliana, alle numerose case di cura, sia lato monte che lato mare di v.le Regione Siciliana ecc. Visualizza qui la mappa ad una risoluzione maggiore

Leggi tutto    Commenti 10
Proposta
22 feb 2016

Anello Ferroviario | Nuovo accesso alla fermata Imperatore Federico

di maximus77

Buongiorno, la mia proposta è molto semplice: aprire un varco di accesso alla fermata Imperatore Federico dalle spalle, ossia da Via Vincenzo Fuxa.  Basterebbe bucare la struttura grigia e costruire una scala di accesso. se proprio si volessero fare la cose per bene si potrebbe pensare ad un ascensore per consentire l’accesso ai disabili. Con questa semplice mossa si potrebbe rendere fruibile la stazione al quartiere che è alle spalle di Via Imperatore Federico, senza costringere chi volesse usare la Metro a fare tutto il periplo da Via Sampolo.   che ne pensate? si potrebbe fare?

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
06 ott 2015

Viale Regione Siciliana e i sogni di una tangenziale

di Fabio Nicolosi

E’ stato presentato qualche giorno fa lo schema di massima del PRG (Piano Regolatore Generale: è uno strumento urbanistico che regola l'attività edificatoria all'interno di un territorio comunale, di cui ogni comune italiano deve dotarsi, ai sensi di legge) che prevede l’eliminazione della tangenziale esterna progettata dall’Anas e che era pronta, almeno per quanto riguarda il progetto preliminare. Posto quindi che il comune con l’adozione di questo piano ha deciso di abolire questo by-pass della città, in che modo vuole agevolare l’attraversamento della città e in particolare di Viale Regione Siciliana? Analizziamo la situazione: Viale Regione Siciliana è strada urbana di scorrimento (tipo D): strada a carreggiate indipendenti o separate da spartitraffico, ciascuna con almeno due corsie di marcia, ed una eventuale corsia riservata ai mezzi pubblici, banchina pavimentata a destra e marciapiedi, con le eventuali intersezioni a raso semaforizzate; per la sosta sono previste apposite aree o fasce laterali estranee alla carreggiata, entrambe con immissioni ed uscite concentrate. All’interno della suddetta strada troviamo però anche numerose intersezioni di collegamento tra la corsia centrale e le corsie laterali. Abbiamo anche otto svincoli principali: Via Oreto Nuova, Bonagia, Via Ernesto Basile, Corso Calatafimi, Via Giuseppe Pitrè, Viale Leonardo Da Vinci, Viale Lazio - Viale Michelangelo e Via Belgio. La circonvallazione è dotata di due semafori a chiamata per l’attraversamento pedonale (Perpignano e Giotto) e di cinque semafori per l’immissione nelle corsie laterali dovute al transito del Tram. Tra le priorità vi sono il raddoppio del ponte Corleone e la realizzazione dell’ulteriore svincolo di Via Perpignano che potrà sicuramente eliminare il semaforo e migliorare la viabilità. Consideriamo anche che da alcuni studi effettuati da allievi ingegneri della facoltà di ingegneria dell’università degli studi di Palermo, solo una piccolissima parte (circa il 10%) dei veicoli che giornalmente attraversano Viale Regione compie il viaggio per oltrepassare la città, viene da chiedersi: ma è davvero necessaria una tangenziale? Una sopraelevata? O un tunnel di collegamento sotterraneo? O basterebbero dei piccoli lavori per migliorare immediatamente la viabilità? Sono assolutamente d’accordo alla realizzazione di un tunnel che permetta ai mezzi pesanti di recarsi direttamente da Viale Regione al porto di Palermo, ma se effettivamente vi è la volontà di spostare il traffico merci a Termini Imerese, tale tunnel sarebbe del tutto inutile. Quindi quali soluzioni potrebbero essere utili a Viale Regione per permettere un attraversamento normale? E per normale intendo che la velocità media lungo l’arteria dovrebbe essere 59,5 km/h che vista la lunghezza di 12Km permetterebbero di oltrepassare la città in un quarto d’ora circa. Prima di tutto raddoppiare il Ponte Corleone, il ponte ricordo che è in gravi condizioni strutturali tali da imporre al comune di limitare la velocità sullo stesso che deve essere inferiore a 30Km/h. Altra priorità è quella di realizzare lo svincolo Perpignano, svincolo inizialmente appaltato alla ditta Cariboni (insieme al raddoppio del ponte Corleone) che è successivamente fallita senza nemmeno iniziare a muovere mezza pietra. La realizzazione dello svincolo porterebbe all’eliminazione definitiva del semaforo e migliorerebbe sicuramente la viabilità della zona sopra la circonvallazione riducendo il carico del flusso di traffico che adesso è concentrato su Via Pitrè o Via L. Da Vinci. Infine l’ultimo fondamentale intervento è la soppressione del semaforo Giotto con la costruzione di un sovrappasso pedonale. In pratica stiamo parlando di riaggiudicare l’appalto per il ponte Corleone, appalto che era già ad uno stato di avanzamento del 20% con 4mln di € già spesi. Trovare i fondi per ri-appaltare lo svincolo Perpignano e infine trovare una soluzione semplice, funzionale e in linea con le norme per l’abbattimento delle barriere architettoniche per la soppressione del semaforo di Piazzale Giotto. E’ forse chiedere troppo? E' semplicemente il sogno di un allievo ingegnere? O forse basta poco per migliorare la viabilità di questa città?

Leggi tutto    Commenti 70
Articolo
07 giu 2011

Best practices per Palermo “Urban Farm”

di Giulio Di Chiara

Un'altra proposta inviata dall'utente P.Messina circa possibili soluzioni da adattare alla città di Palermo: Urban Farm – fattoria metropolitana "Il vero bio, me lo faccio io. In città" presentato da giacomo salizzoni tema: gestione del territorio tipologia: profit Ambito di applicazione Ambiente - educazione – alimentazione – sociologia urbana - sostenibilità (altro…)

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
25 mag 2011

Best practices per Palermo: “Good Taxes”

di Giulio Di Chiara

Continuiamo con queste possibili soluzioni avanzate su ItaliaFutura, da adattare alla città di Palermo segnalateci dall'utente P. Messina: Good taxes - mobilita' consapevole "meno lo usi piu' lo paghi" presentato da giorgio otto fischer tema: mobilità sostenibile tipologia: profit Ambito di applicazione citta' metropolitane (altro…)

Leggi tutto    Commenti 12