Proposta
20 lug 2017

Rotonda Leonardo da Vinci: eliminare il semaforo sulla corsia laterale direzione TP

di unaltronicola

Chi percorre la circonvallazione in direzione TP e volesse risalire a sinistra la via Leonardo da Vinci deve entrare nella corsia laterale subito dopo la Via Evangelista Di Blasi, andando incontro ad un terrificante incolonnamento fantozziano provocato dal semaforo per accedere alla rotonda. Inoltre tale semaforo, per quel poco tempo che consente il transito a chi si trova sulla corsia laterale, incide pesantemente sul traffico già complesso della rotonda. Il semaforo è indispensabile per regolare l'incrocio tra il flusso di veicoli proveniente dalla corsia laterale che si immette nella rotonda ed quello che dalla rotonda si dirige in via Holm per andare verso il centro, senza uno di questi due flussi il semaforo non avrebbe motivo di esistere. La mia proposta per eliminare tale semaforo è la seguente: - invertire il senso di marcia della corsia laterale nel tratto dalla rotonda alla Via Scobar. - via Scobar a senso unico dalla circonvallazione verso la via Holm - invertire il senso di marcia della Via Holm nel tratto dalla Via Scobar alla rotonda. Da notare che: - la corsia laterale della circonvallazione consente la marcia al più di due auto affiancate, lo stesso per la via Holm nonostante sia un po' più larga. - la via Scobar a senso unico e liberata dalle auto malamente posteggiate consente il passaggio di almeno 5 auto affiancate, quindi è in grado di reggere senza problemi il traffico congiunto.

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
29 giu 2017

Un cordolo per migliorare la viabilità di Via Marchese di Roccaforte?

di saverioragusa

Salve, volevo segnalare un'idea che mi è venuta passando in via marchese di roccaforte quasi quotidianamente. Il traffico è spesso abbondante e le macchine sono incolonnate già da via marchese di villabianca. La causa è spesso da ascrivere alle macchine in doppia fila davanti al negozio di abiti da sposa ma soprattutto a quelli di abbigliamento. La conseguenza è la costante invasione della corsia del bus,  perché non mettere un cordolo così da poter delimitare il passaggio dell'autobus, ridurre la via ad una corsia e impedire così che le macchine si mettano in seconda fila, vista la totale assenza di forze dell'ordine che facciano rispettare la legge? Potrebbe essere una soluzione per (forse) snellire un po' il traffico in una via che è spéssò troppo stretta per il carico di macchine che deve sopportare. È possibile fare una segnalazione anche all'ufficio traffico del comune?

Leggi tutto    Commenti 5
Proposta
06 giu 2017

Nuova rotonda in Via Nicoletti?

di Mobilita Palermo

Spesso mi trovo a passare in via Nicoletti di fronte all'ex stabilimento Coca Cola. L'inversione a U in direzione Palermo e` un punto molto pericoloso, perche` le auto che arrivano da Sferracavallo o dallo svincolo dell'autostrada viaggiano ben oltre i 50 km/h del limite. Il problema e` accentuato per coloro che facendo inversione devono poi andare verso Tommaso Natale in quanto devono tagliare la strada a chi proviene da Sferracavallo. Inoltre questi ultimi non rispettano l'obbligo di tenersi a destra per consentire alle auto che fanno inversione a immettersi nel flusso del traffico. A mio avviso sarebbe utile una rotonda all'altezza della confluenza con via Partanna Mondello e accanto all'Elenka. In questo modo la rotonda puo` servire a fare inversione a U o a immettersi facilmente sulla strada vecchia verso Tommaso Natale, inoltre la rotonda rallenta in maniera naturale il traffico in entrambi i sensi, e questo rende piu` sicuro quel tratto di strada.

Leggi tutto    Commenti 5
Proposta
05 giu 2017

Risolvere l’imbuto di Piazza San Francesco di Paola è possibile?

di Fabio Nicolosi

L'area di Piazza San Francesco Di Paola nelle ore di punta si trasforma in un enorme imbuto e spesso ci vogliono parecchi minuti per compiere una distanza minima. Analizziamo lo stato attuale: Com'è possibile vedere dall'immagine soprastante sono ben 7 i flussi veicolari che si incontrano: Da Via Cluverio verso Via Sammartino e Via Goethe Da Via Villa Filippina a Via Goethe Da Via Villa Filippina a Via Sammartino Da Via Villa Filippina a Via Paternostro Da P.zza S. Francesco di Paola a Via Goethe Da P.zza S. Francesco di Paola a Via Sammartino P.zza S. Francesco di Paola a Via Paolo Paternostro Tutti questi flussi, si ostacolano a vicenda e la presenza anche di due attraversamenti pedonali complica ulteriormente la situazione. Com'è possibile risolvere il problema? Ecco due proposte: 1) La prima proposta è quella di realizzare due aree pedonali, la prima tra Villa Filippina e Via Cluverio, la seconda tra Via Mariano Stabile e Via S. Oliva Le vetture provenienti dal tribunale saranno obbligate a svoltare a destra su Piazza San Francesco, poi a sinistra per poi tornare a sinistra verso Via Goethe e Via Sammartino, i punti critici potrebbero essere la svolta a destra tra Via Villa Filippina e Piazza San Francesco e la successiva svolta a sinistra con l'incontro con il flusso di auto provenienti da Via Mariano Stabile e Via Pignatelli Aragona. I punti a favore sono la possibilità di raggiungere Via Paternostro direttamente da Via S. Oliva e il minor numero di incroci nel tratto antistante Via Cluverio perché il flusso sarebbe già ordinato. Con la presenza dell'area pedonale l'attraversamento pedonale su Via Cluverio andrebbe abolito e verrebbe lasciato solo quello all'altezza di Piazza Giovanni Amendola 2) La seconda ipotesi realizzata da un nostro utente, prevede la pedonalizzazione solo del tratto iniziale della piazza, nei pressi della farmacia e realizzare una grossa rotatoria naturale sfruttando la parte di piazza più vicina a Villa Filippina. In questo caso il tappo si potrebbe verificare all'altezza di Via Villa Filippina angolo Piazza S. Francesco di Paola. Queste due soluzioni potrebbero risolvere il problema?

Leggi tutto    Commenti 2
Proposta
23 mag 2017

Soluzione migliorativa della viabilità in prossimità del ponte Notarbartolo

di salvo92

Buongiorno, approfittando dello spazio concesso da mobilita.org, vorrei proporre una soluzione, di facile ed economica attuazione, volta a migliorare la viabilità in un punto molto critico per il traffico palermitano: “l’imbuto” del ponte “Notarbartolo”. Come si vede in foto, attualmente il restringimento in prossimità del ponte dà luogo ad un ingorgo a c.d. “collo di bottiglia”( in giallo); questo determina una confluenza di più file (4,in arancione) in un’unica fila, determinando un blocco del flusso veicolare, soprattutto nelle ore di punta. Tralasciando l’inciviltà e la “scaltrezza” del palermitano medio, sarebbe opportuno realizzare accorgimenti per garantire una confluenza progressiva delle corsie, in modo da realizzare un deflusso omogeneo delle auto. La soluzione che propongo, prevede la realizzazione di un marciapiede/aiuola (in verde) adiacente al terminal/sede tramviaria, che garantisca un restringimento progressivo della carreggiata, eleminando il citato “collo di bottiglia”. ( in blu le strisce per il parcheggio; in arancione le file di auto) Premesso che questa non è una soluzione totalmente ablatoria del problema in oggetto, tuttavia la soluzione prospettata (realizzabile in breve tempo e con pochi soldi dalle maestranze comunali) rappresenterebbe un accorgimento che potrebbe sicuramente migliorare la viabilità nell’area Notarbartolo, in attesa di soluzioni più incisive e strutturate che possano eliminare definitivamente il problema. Salvo92

Leggi tutto    Commenti 30
Proposta
26 apr 2017

Un tunnel automobilistico sotto il parco della favorita?

di wert

Perchè non costruire un tunnel a doppia carreggiata con interramento lato fiera è sbocco all'uscita del cancello direzione mondello? (vedi roma sotto villa borghese). Considerando che il progetto non dovrebbe  prevedere nessun spostamento di sottoservizi e altro. Ciò comporterebbe una grande agevolazione da è per mondello,ma finalmente si potrebbe avere un parco completamente dedicato ai cittadini con varie attività ricreative.piste ciclabili laghetti,giochi,ecc.

Leggi tutto    Commenti 16
Proposta
20 feb 2017

Proposta per la modifica della viabilità in corso Tukory

di marco1959

Chiunque debba transitare nella zona di Corso Tukory alta, sia a salire che a scendere, sa che molto probabilmente dovrà affrontare un calvario, per il caos traffico causato in principal modo dalla rotatoria situata all'incrocio con via dei Benedettini, che a mio avviso è sbagliata, sia come ubicazione che come forma. Infatti è stata realizzata decentrata e finisce per ostacolare gravemente il flusso veicolare che scorre da Via Ernesto Basile verso la Stazione. In diverse ore del giorno o in occasioni delle frequenti manifestazioni di fronte palazzo d'Orleans, il blocco è totale e ciò comporta, oltre ai disagi per i cittadini, sia automobilisti che utenti del servizio pubblico, gravissime conseguenze nei confronti di chi ha bisogno di recarsi nel vicino pronto soccorso del Civico, che risulta praticamente impossibile da raggiungere anche per le ambulanze a sirene spiegate. A mio parere bisogna intervenire in almeno 3 punti con altrettante rotatorie, nonchè invertire il senso di marcia sul lato ovest di corso Re Ruggero e a questo proposito ho realizzato una mappa che tenta di illustrare la proposta. Lo scopo degli interventi si riassume nei seguenti punti: 1) Fluidificare il traffico in entrata a Palermo da via Basile in corrispondenza del suddetto incrocio, che è molto intenso sopratutto nelle ore mattutine (1° rotatoria); 2) Consentire allo stesso flusso veicolare diretto verso il centro da piazza Indipendenza, di girare direttamente in corso Re Ruggero senza impegnare la rotatoria più in basso (2° rotatoria); 3) Evitare di intasare ulteriormente la già congestionata piazza Indipendenza deviando il flusso veicolare diretto verso via Ernesto Basile su corso Re Ruggero lato ovest, invertendo l'attuale senso di marcia e instradando il traffico in uscita da Palermo su via Brasa e quindi in via Basile, evitando il giro da piazza Indipendenza; 4) Consentire l'inversione di marcia nei due sensi di Via Basile all'altezza di piazza Stazzone (3° rotatoria), il che alleggerirebbe ulteriormente il traffico, che attualmente converge tutto verso la mini rotatoria all'altezza di via dei Benedettini. Un'altra soluzione, aggiuntiva alle precedenti, sarebbe quella di abolire i due distributori di carburante che attualmente restringono ulteriormente le carreggiate di corso Tukory, prima della rotatoria esistente, nonché vietare tassativamente il parcheggio in queste aree nevralgiche. La realizzazione delle 3 rotatorie porta purtroppo al sacrificio di un paio di grossi alberi, e la rimodellazione di alcuni marciapiedi, però la vivibilità e la sicurezza dell'intera area ne gioverebbero parecchio. Che ne pensate?

Leggi tutto    Commenti 9