Articolo
12 mag 2017

Tre edifici saranno recuperati in Piazza del Garraffello: ecco gli interventi previsti. Ma non illudiamoci…

di Giulio Di Chiara

Nella giornata di ieri è stato presentato il progetto di riqualificazione edilizia che sarà attuato nella storica quanto degradata Piazza del Garraffello, nel cuore del mercato storico della Vuccirìa. L'intervento, in seguito descritto, prevede il recupero di tre unità edilizie grazie all'apporto economico di privati. Non ci sentiamo di parlare di riqualificazione urbana, in quanto a nostro avviso occorre coniugare interventi edilizi a provvedimenti che mirino a favorire una regolamentazione della vita, diurna e notturna, in questo segmento di centro storico. Chi frequenta questa zona conosce i problemi legati al degrado e all'anarchia notturna. Pertanto il recupero edilizio è solo un primo passo verso una nuova vita della piazza. Purtroppo il recupero fisico non corrisponde ad una rivitalizzazione sociale. Crediamo che servirà tempo e coraggio per recuperare il mercato, con disposizioni anche impopolari che rompano certe dinamiche fin troppo consolidate legate alla movida, alla sicurezza e alla legalità. Fatta questa doverosa premessa, vi proponiamo un estratto del comunicato stampa del Comune di Palermo, dove abbiamo omesso le solite dichiarazioni del caso, a maggior ragione in questo periodo pre-elettorale. La storica Piazza Garraffello di Palermo, cuore del mercato della Vucciria, sarà al centro di un importante intervento di restauro e recupero. L'intervento sarà reso possibile grazie ad una cordata di privati cittadini, coordinati dallo Studio Pl5 Architettura che ne sta curando i progetti, che ha rilevato gran parte degli immobili oggi altamente degradati, oggetto di messa in sicurezza e quasi interamente disabitati. L’intervento che partirà a breve, comporterà un investimento privato di circa 7 milioni di euro per il recupero, la progettazione e l’esecuzione dei lavori che coinvolgono circa 6.000 mq, il tutto all’interno dell’impianto normativo del Piano Particolareggiato Esecutivo. [...] Il progetto presentato oggi, nello specifico, mira al recupero di tre unità edilizie formanti la quinta scenica di piazza Garraffello, Palazzo Rammacca, Palazzo Sperlinga e Palazzo Mazzarino, dando avvio non solo al recupero delle singole unità edilizie, ma ad una riqualificazione urbana in un ambito, quello del quartiere, altamente degradato per il quale l’intervento proposto innescherebbe processi di riqualificazione a vari livelli. Le destinazioni d’uso prevedono residenze, attività commerciali e turistico ricettive. Il recupero di Piazza Garraffello è un intervento necessario e non più procrastinabile che indirizzerà il quartiere verso direttrici di sviluppo sociale ed economico degne dell’importanza che l’area ha sempre rivestito nello storico sviluppo del centro storico palermitano. Allo scopo si è scelto lo strumento del comparto edilizio, perché consente il superamento degli ostacoli derivanti dalla frammentazione delle proprietà, garantendo esigenze unitarie nella realizzazione degli interventi, nonché una equa ripartizione degli oneri e dei benefici tra i proprietari interessati. Al contempo si stanno portando avanti le azioni per includere in questo quadro l’edificio denominato “Loggia dei Catalani”, ultima quinta della Piazza. La Loggia potrà entrare all’interno del comparto in una prossima fase, o procedere in maniera autonoma. Il ruolo della Loggia dei Catalani all’interno del progetto di recupero della piazza è di cruciale e simbolica importanza, essendo quasi interamente diruta si presta ad ipotesi di architettura contemporanea. I promotori dell’operazione insieme all’amministrazione comunale, si impegneranno in maniera concreta ad attivare le operazioni del suo recupero e a restituire per intero la piazza alla città di Palermo. L'intervento di recupero presentato risulta di estrema importanza per l'intero centro antico e soprattutto per il mercato della Vucciria sempre meta di turisti che da tutto il mondo cercano e non trovano gli odori, i sapori, i colori e la cultura del quadro di Guttuso. La proposta d'intervento prevede il recupero dei palazzi e una ipotesi di rifunzionalizzazione che comprende attività commerciali, residenze, attività turistico-ricettive. Il progetto pur interessando un ambito circoscritto alla sola piazza ha tuttavia un respiro molto più vasto tendente a riportare Piazza del Garraffello a quel ruolo centrale economico-culturale che, grazie alla sua posizione strategica, ha avuto nella storia della città. [...] A questo link è possibile scaricare una mappa degli interventi in corso in centro storico. per le OO.PP.: - in giallo chiaro con tratteggio quelle in corso; - in giallo forte quelle ultimate (interventi di messa in sicurezza -in somma urgenza- su proprietà comunali e anche in danno su immobili privati), ad esclusione di quelle puntuali non visibili (Genio, Lapide, Videosorveglianza, etc.); - in giallo chiaro gli interventi anteriori al 2012 (sostanzialmente Via Meli-Via Materassai) nel report non indicate; per interventi dei privati nell'ultimo quinquennio: - titoli edilizi emessi (88 Autorizzazioni, 65 Concessioni/Permessi di Costruire, 6 Dia/Scia, 46 Agibilità); - liberatorie per avvenuta eliminazione pericoli a seguito ordinanze-diffide n. 42; per interventi dei privati con contributi pubblici: - contributi I-IV bando L.R. 25/93 : n. 23 interventi; - contributi V e VI bando, fondi comunali: n. 61 interventi; - istanze VII bando 2016 L.R. 25/93: in corso di esame; dato proiezione sul 35% delle domande pervenute (7 su 34) per il Mandamento Castellammare: n. 19 interventi. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 39