Articolo
09 mar 2012

Piazza Magione ritrova i suoi colori e abbandona il degrado

di MAQVEDA

Qualche aggiornamento da piazza Magione alla Kalsa (per la verità piazzetta SS. Euno e Giuliano, cancellata dai bombardamenti e dai successivi sventramenti). Giù i ponteggi dai palazzi Lucchesi Palli di Campofranco e Naselli Statella di Spaccaforno, tra la piazza e la via Vetriera, destinati entrambi a condominio di lusso come molti dei vicini palazzi nobiliari della via Alloro. Tutti luoghi che in passato avevo già mostrato quando i cantieri erano appena all'inizio. Uno dei luoghi simbolo del degrado del nostro centro storico, quello forte, è adesso più prossimo alla "normalità". Come già segnalato, recuperata già da tempo anche la chiesetta dei SS. Euno e Giuliano che adesso non si trova più ad essere un recupero isolato. E' adesso auspicabile una sistemazione dignitosa da parte del Comune dell'antistante spiazzo, ancora oggi definito con del pietrisco al posto delle basole, oltre che maggiori controlli per contrastare le discariche che puntualmente qui si creano. Ieri: (altro…)

Leggi tutto    Commenti 22