Articolo
02 ago 2017

FOTO ESCLUSIVA | La TBM “Marisol” ha iniziato il suo cammino verso la fermata De Gasperi / Belgio

di Fabio Nicolosi

Era il 22 Giugno quando vi annunciavamo l'imminente partenza della talpa meccanica "Marisol" Oggi possiamo affermare che la talpa è partita, seppur lentamente, in quanto il macchinario ha bisogno di un "rodaggio" prima di poter entrare a regime. Da cosa lo si può dedurre? Dal numero di conci stipati, che ogni giorno vanno diminuendo e dalla fossa per lo smarino che ogni giorno si riempie e viene svuotata con un via-vai continuo di camion. Gran rilevanza però diamo ad una foto che ci è pervenuta proprio dal cantiere dove si nota che il macchinario è avanzato e sta proseguendo la sua sfida verso la fermata De Gasperi / Belgio. Ricordiamo che la talpa scaverà 1.978,50 m di galleria, in circa 10 mesi con un avanzamento medio stimato di 6,6 m/g Ringraziamo giovanni75 e Roberto.palermo per gli scatti Ti potrebbe interessare anche: Passante Ferroviario | TBM: in corso di realizzazione la vasca per lo smarino Fotostoria | TBM Marisol, le immagini dal suo arrivo ad oggi Passante Ferroviario di Palermo Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
27 lug 2017

83 Milioni di euro in più per il contratto di servizio tra Regione e Trenitalia

di Fabio Nicolosi

L'assemblea regionale siciliana dopo numerose sedute sospese, rimandate per mancanza del numero legale ha finalmente approvato un importante implementazione nel contratto di servizio tra la Regione Siciliana e Trenitalia L'aumento è stato votato grazie ai 47 deputati presenti sui 90 con 25 voti favorevoli contro 22 contrari, ricordiamo che la maggioranza era di 24 voti. L'emendamento permette l'aggiunta di 83 milioni di fondi dal 2020 al 2026 ai 111 milioni annui già pianificati. Potremmo quindi finalmente avere l'incremento dei servizi così suddivisi 1.870 migliaia di euro, per l’esercizio finanziario 2020; 8.580 migliaia di euro, per l’esercizio finanziario 2021; 10.560 migliaia di euro, per l’esercizio finanziario 2022; 12.540 migliaia di euro, per l’esercizio finanziario 2023; 14.520 migliaia di euro,per l’esercizio finanziario 2024; 16.610 migliaia di euro,per l’esercizio finanziario 2025; 18.700 migliaia di euro,per l’esercizio finanziario 2026; Ma a cosa servono gli 83 milioni in più? Sostanzialmente, il sistema ferroviario siciliano si sta arricchendo di nuove tratte, eccone alcune: il passante ferroviario di Palermo, la linea Canicattì-Modica, tra qualche anno ci sarà la Trapani-Milo, verrà aperta la fermata aeroporto Catania, il raddoppio del passante di Catania e tante altre. Questi sono solo alcuni dei dettagli, che verranno pubblicati non appena avverrà la firma del contratto tra le due parti. Ricordiamo che il contratto di servizio tra Regione e Trenitalia era stato firmato a dicembre 2015 ed aveva durata biennale. Al momento è previsto un corrispettivo di 111,5 milioni per 9,5 milioni di treni/km annui. “Finalmente la Sicilia potrà avere un sistema di trasporto ferroviario migliore sotto ogni punto di vista: più mezzi, nuovi orari, maggiori e più frequenti collegamenti. Ne trarranno beneficio tutti i passeggeri, in particolare i pendolari che finora hanno sofferto”. Lo dice il presidente della commissione Ambiente dell’Ars, Mariella Maggio, a proposito dell’approvazione all’Ars dell’art.19 del collegato, la norma che stanzia i fondi aggiuntivi per il contratto di programma tra la Regione e Trenitalia. “Si tratta di una norma molto attesa – aggiunge Maggio – In commissione abbiamo fatto tante riunioni con le associazioni dei pendolari e con i sindacati. Finora la Regione è andata avanti di proroga in proroga, con questa norma diamo certezze ai siciliani”. La norma stanzia 83 milioni di euro in aggiunta al plafond del contratto di servizio. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
27 lug 2017

Passante Ferroviario | In completamento la copertura della galleria De Gasperi / Francia

di Fabio Nicolosi

A pochi giorni dalla pausa estiva che verrà osservata anche dai cantieri del raddoppio del passante ferroviario di Palermo, si completano le ultime opere. Ci troviamo nel cantiere De Gasperi / Belgio, futura fermata intermedia tra Notarbartolo e Belgio che vedrà le gallerie ferroviarie su due livelli diversi per poi tornare affiancati a Francia. Dopo aver posato la massicciata, è in corso la realizzazione delle armature dell’ultimo tratto di piedritto dello scatolare pari ancora mancante, lì dov’era stato lasciato il varco per i mezzi di cantiere. Il completamento di questo tratto segnerà l’ultimazione delle opere civili legate al binario pari. Resteranno poi da realizzare i diversi impianti necessari al funzionamento della linea, tecnologici, di sicurezza e di alimentazione. Stanno anche proseguendo i consolidamenti del terreno nei pressi della fossa di uscita della TBM Marisol e del mezzanino che collegherà le due banchine. Ringraziamo Angelo G. per le foto: Ti potrebbe interessare anche: Passante Ferroviario di Palermo VIDEO ESCLUSIVO | Passante Ferroviario: Dentro le gallerie da Notarbartolo a San Lorenzo FOTO | Passante Ferroviario: Posati i binari alla fermata Francia Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
17 lug 2017

Fermata Sferracavallo: nuove domande sulla situazione dei parcheggi

di cosiminuccio

Qualche mese un articolo faceva il punto sulla situazione della stazione ferroviaria/metropolitana di Sferracavallo con alcuni commenti ovviamente condivisibili sull’opportunità di una navetta fra la piazza e l’area antistante la stazione e l’opportunità di un percorso pedonale da via Catullo. Vorrei intervenire con due domande al neo assessore all'Urbanistica e una proposta all'Amat: 1) Visto che le aree a parcheggio sono state regolarmente previste nel PRG tav. 5001 in vigore dal 1994 a che punto sono (se mai sono state avviate) le progettazioni e gli opportuni espropri? Risulta che all’interno di dette aree, nel tempo, sono state edificate costruzioni (suppongo abusivamente) e attualmente è in costruzione una palazzina con tanto di cartello mostrante una autorizzazione a costruire (251/2013). Allego lo stralcio del PRG e di Google con la trasposizione delle aree a parcheggio da realizzare in rosso. Questi parcheggi e il collegamento con la via Catullo eviterebbero quello che ormai da anni succede in viale Leone, via Plauto e zone limitrofe, (allego foto) pur in presenza di divieti di fermata con relativa rimozione forzata vuoi per la pianificazione della circolazione stradale vuoi per la presenza di magistrati sotto scorta. e di cui nessuno si preoccupa nè vigili urbani nè le istituzioni comunali. Sarà forse un "buon-passaggio" per le attività ludiche e ristorative della borgata? 2) Come mai la via Palazzotto realizzata in sede di apposita Conferenza di Servizi approvata in data 22/12/2005 con intervento di somma urgenza finalizzato alla temporanea risoluzione dell’emergenza conseguente alla concomitante inagibilità di un tratto dell’Autostrada Palermo-Mazzara del Vallo, è rimasta indefinita pur essendo inserita tra gli interventi ritenuti prioritari dal Commissario Delegato per l’Emergenza Traffico di cui all’O.P.C.M. 3255 del 29/11/2002 del Presidente del Consiglio dei Ministri, con Ordinanza Commissariale n° 10/CT del 03/11/2003 e risulta inscritta nel P.T. OO.PP. del Comune di Palermo, inserito nel programma di Riqualificazione Urbana e di Sviluppo Sostenibile del Territorio (P.R.U.S.S.T. - Intervento 4.06) della città di Palermo, nell’ambito del macro intervento n° 4 denominato “Il potenziamento della maglia infrastrutturale nella città settentrionale”. L’intero P.R.U.S.S.T. di riferimento venne approvato dapprima dal C.C. di Palermo con Deliberazione n° 224/1999 e successivamente da parte del Ministero dei LL.PP. con D.M. n° 2012 del 14/12/2000. Sono passati ben 17 anni e oltre ai soldi spesi per la progettazione, quando verrà definita o forse sarebbe meglio dire realizzata? 3) Vorrei suggerire ai vertici Amat la deviazione di una delle linee autobus che passano dalla piazza di Sferracavallo, per la via Palazzotto in modo da non costringere gli abitanti di tale via a dovere andare a piedi (assenza di marciapiedi) o in auto fino in via Sferracavallo o via Plauto. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
12 lug 2017

FOTO | Passante Ferroviario: Posati i binari alla fermata Francia

di Fabio Nicolosi

A pochi giorni dalla posa del ballast all'interno della fermata Francia lungo la tratta tra Palermo Notarbartolo e San Lorenzo del raddoppio del passante ferroviario, oggi vi mostriamo delle nuove immagini per documentarvi l'installazione dei binari. Dopo aver completato la platea della sede ferroviaria, il massetto della banchina passeggeri, completata la posa del tappetino anti-vibrazioni e del ballast, finalmente siamo giunti alla posa dei binari. La posa del binario è avvenuta tramite un treno di costruzione. Il treno in questione è dotato di una parte cingolata anteriore e una parte dotata di rotaie al posteriore. Ecco un video che mostra l'avanzamento e il ruolo della macchina: Ricordiamo che è confermata la consegna di un singolo binario della tratta Notarbartolo - Punta Raisi entro dicembre 2017 Ringraziamo Giovanni75 per gli scatti: Ti potrebbe interessare anche: Passante Ferroviario di Palermo VIDEO ESCLUSIVO | Passante Ferroviario: Dentro le gallerie da Notarbartolo a San Lorenzo FOTO | Passante Ferroviario: Iniziata la posa del ballast alla fermata Francia Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
04 lug 2017

Il 6 luglio in piazza per chiedere la firma del contratto di servizio tra regione e Trenitalia

di Mobilita Palermo

Scenderanno in piazza il prossimo 6 luglio alle ore 9,30 davanti la sede dell’Assemblea regionale siciliana a Palermo in piazza del Parlamento, i sindacati dei Trasporti Filt Cgil , Fit Cisl e Uiltrasporti Sicilia con i lavoratori del gruppo Fs , pendolari e cittadini siciliani, per chiedere subito la firma del contratto di servizio fra Regione e Ferrovie. “Mentre a livello nazionale il ministro Delrio presenta il piano del ferro, il Presidente della Regione siciliana presenta il piano su gomma con la proroga di due anni delle autolinee, tarda ancora ad arrivare in Sicilia la firma del contratto fondamentale per lo sviluppo della nostra Isola affinché venga dotata di un trasporto intermodale con collegamenti efficienti, per dare risposte agli investimenti infrastrutturali, per l’ammodernamento del parco rotabile con l’acquisto di nuovi treni”. “Le condizioni necessarie per un serio sviluppo del trasporto regionale – scrivono i sindacati – sono legate alla firma del contratto di servizio, almeno della durata di 10 anni per la mole di investimenti sul materiale rotabile che da questo deriva, lo sblocco dell’emendamento di 83 milioni di euro da spendere in sette anni (tra il 2020 e il 2026), insieme alla sottoscrizione di un accordo di programma quadro con la Regione e RFI, fondamentale per impegnare le parti, mettendo nero su bianco i programmi di investimento e di adeguamento della rete ferroviaria regionale all’offerta commerciale”. “Da troppi anni si producono obiettivi che restano chimere, invece di fornire chiarezza e semplificazione, si è generata solo complessità”. La riapertura del collegamento con l’aeroporto di Palermo che avverrà, come ribadito dal Ministro Delrio entro la fine del 2017, nell’ipotesi di un contratto di servizio ad importo costante di 111,5 milioni di euro (pari ad un’offerta commerciale per tutta l’Isola di 8.700.000 Kilometri/treno rispetto ai 9.500.000 attuali), “non potrà che determinare il taglio di treni da altre tratte o addirittura la chiusura della dorsale ferroviaria Ionico-Mediterranea”. “Auspichiamo un adeguamento dell’offerta e che si trovi una soluzione per rilanciare davvero il servizio delle Ferrovie in Sicilia” concludono i sindacati dei Trasporti. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
22 giu 2017

Passante Ferroviario | Tutto pronto per la partenza della talpa “Marisol”

di Fabio Nicolosi

Ormai ci siamo, l'avvio talpa "Marisol" è sempre più vicina, voci ufficiose parlano di possibile partenza tra lunedì e mercoledì prossimo. In questi giorni si stanno ultimando le lavorazioni alla vasca per lo smarino. Risulta già completato l'impianto di trattamento delle acque. Ad ulteriore conferma del prossimo avvio l'ordinanza n°888 del 20 Giugno 2017 emessa dall'ufficio traffico impone il divieto di sosta con rimozione coatta sui due lati della carreggiata su Via D. Cimarosa nel tratto compreso tra Via Malaspina e Via A. Boito e su Via Malaspina nel tratto tra Via D. Cimarosa e Piazza Ottavio Ziino. Viene inoltre autorizzata la SiS all'installazione di barriere di tipo New Jersey. Ecco copia dell'ordinanza: Ti potrebbe interessare anche: Passante Ferroviario | TBM: in corso di realizzazione la vasca per lo smarino Fotostoria | TBM Marisol, le immagini dal suo arrivo ad oggi Passante Ferroviario di Palermo Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 14