Articolo
25 lug 2019

Ospedale Dei Bambini | In fase di realizzazione il primo piano del parcheggio multipiano

di Fabio Nicolosi

Il parcheggio ha l'accesso dalla via Luigi Cadorna e si sviluppa principalmente sul fronte Sud dell'ospedale in prosecu- zione dell'allineamento da dove si accede al pronto soccorso. Esso ricade all'interno della perimetrazione del centro storico della città di Palermo. La costruzione del parcheggio, contribuisce sensibilmente alla ottimizzazione degli accessi e dei servizi sanitari oltre che alla qualificazione urbana ed ambientale dell'intera area. Esso è stato finanziato nell'ambito del patto per il sud e oggi, costituisce un lotto a se stante del progetto generale di cui sopra. Nello specifico l'intervento prevede la realizzazione di 120 posti auto distribuiti su quattro livelli e di 25 posti destinati ai motocicli su un solo livello, posto all'esterno e protetto da un pergolato in legno. L'accesso è previsto avvenga dal livello seminterrato che in realtà, data la pendenza del terreno, coincide con la quota strada della via Cadorna dove per l'appunto è ubicato l'ingresso. Il raggiungimento degli altri tre livelli per le auto non avviene tramite rampe, ma tramite due elevatori. Il parcheggio è poi servito da due scale, una interna ed una esterna, posizionate in modo da coprire le distanze minime per le vie di esodo e da un ascensore destinato agli utenti. Ringraziamo lo studio Cangemi per le foto L'articolazione del parcheggio consente al personale sanitario di accedere al presidio direttamente dal parcheggio, mentre gli utenti che devono raggiungere l'ospedale avranno un percorso differenziato. Per gli aspetti architettonici legati al volume del parcheggio, si evidenziano: -la regolarità dell'impianto planimetrico e la sua forma a chiusura del lotto, con precisa connotazione urbana in riferimento alle caratterizzazioni morfologiche dell'area; -la funzione d'ordine che il nuovo limite urbano, scaturito dall'introduzione del parcheggio ha comportato; -l'altezza contenuta del nuovo fronte e la sobria qualità del prospetto, anche in relazione ai materiali che si prevede di impiegare. Per gli aspetti funzionali il parcheggio sarà dotato di un sistema automatizzato per la gestione degli accessi, ma è comunque prevista la presenza di personale di sorveglianza, inoltre è stato previsto un sistema di video sorveglianza. Il parcheggio è dotato di due elevatori (uno per la salita e l'altro per la discesa entrambi con presenza di uomo a bordo) per la movimentazione verticale delle autovetture tra i diversi livelli e di un ascensore per la movimentazione degli utenti, il parcheggio è poi dotato di un sistema di illuminazione sia in uso normale che in emergenza. L'impianto elettrico sarà allacciato alla cabina elettrica in dotazione all'ospedale e sfrutterà il sistema di alimentazione privilegiata a servizio dell'ospedale. Qualche rendering: Dal punto di vista della salvaguardia dagli incendi il parcheggio è dotato di un impianto di spegnimento "sprinkler" e di una rete idranti entrambi collegati al gruppo di pressurizzazione già esistente a servizio dell'ospedale di cui è prevista una modifica per consentire l'inserimento di questa ulteriore alimentazione. Ancora è prevista in progetto l'implementazione della riserva idrica in dotazione all'ospedale. Per gli aspetti strutturali il parcheggio è realizzato in cemento armato con struttura intelaiata e solai a piastra bidirezionale con l'utilizzo di casseri di alleggerimento. Dei due corpi scala quello interno è realizzato in c.a. in aderenza all'ascensore utenti, mentre l'altro è realizzato in acciaio in aderenza al prospetto interno parallelo al padiglione "Maggiore". Le finiture delle parti in c.a. devono essere a "faccia vista" .

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
25 gen 2017

Un parcheggio multipiano in zona Albergheria? E’ davvero necessario?

di Fabio Nicolosi

Previsto dal Patto per Palermo, il parcheggio multipiano all'albergheria è stato presentato come una delle prossime rivoluzioni dell'area nei pressi dell'ospedale dei bambini. La struttura avrà tre livelli oltre ad una copertura. Ci sarà spazio per 124 macchine e 32 moto. L'ingresso sarà da via Luigi Cadorna. Nel progetto è previsto che i due livelli superiori possano essere raggiunti non attraverso delle rampe, ma con due elevatori, uno per la salita e l'altro per la discesa. Il parcheggio sarà poi servito da due scale e un ascensore destinato agli utenti. Una quota dei posti auto sarà destinata al personale sanitario dell'ospedale dei Bambini, che potrà accedere direttamente dal parcheggio all'interno della struttura. Sembra che il progetto esecutivo e la gara siano già pronti. Il comune conta di bandire i lavori entro febbraio e iniziare i lavori entro il 2017. I lavori dovrebbero durare due anni. Ma quanto è prioritario questo parcheggio? Innanzi tutto i posti auto risultano essere insufficienti. Pensiamo infatti che, come dichiarato, una parte dei 124 saranno destinati al personale del presidio ospedaliero. Bisogna capire quanti saranno questi posti riservati. Ci troviamo fra l'altro in una zona perimetrale alla ztl, e importante sarà la capacità della struttura per chi vorrà lasciare la macchina in zona. A convincerci non è neanche la soluzione degli ascensori, sicuramente scelta per motivi di spazio, ma tecnologia che spesso richiede costosa manutenzione. Sono state effettuate le dovute analisi costi/benefici? Si hanno idea dei costi in caso di guasto o semplice manutenzione? Il parcheggio effettivamente è a pochi passi dal percorso Unesco, ma in realtà auspichiamo che anche quella zona possa in un tempo medio-lungo diventare area pedonale e se mai lo diventerà cosa ne sarà di questo investimento? Non sarebbe stato prioritario per esempio riqualificare il parcheggio Basile? O puntare alla realizzazione del parcheggio multipiano a piazza Giulio Cesare? Forse è il caso di prendere del tempo e valutare attentamente se sia il caso di proseguire l'iter prima di compiere uno spreco di denaro pubblico...

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
02 set 2010

Nuovo parcheggio multipiano in via Candelai

di MAQVEDA

Nuove inaspettate dal centro storico. Verrà realizzato un parcheggio multipiano in via Candelai, quindi nel cuore del mandamento del Seralcadio, alle spalle del recuperato palazzo del Gran Cancelliere che invece si affaccia sulla parallela via del Celso. Dalle scarne notizie leggibili sul cartellone, è un'opera approvata nel giugno di quest'anno e rientra nel programma PRUSST (programma riqualificazione urbana e sviluppo sostenibile del territorio). Alla sommità verrà realizzato un girdino pensile e da lì sarà possibile fruire delle mura puniche (che non ho ben chiaro dove siano visibili in questo particolare punto della vecchia cinta). C'è da chiedersi se sarà un parcheggio pubblico o fruibile solo da chi lavora al palazzo del Gran Cancelliere (di recente diventata sede di rappresentanza della Benetton). Che dire, l'iniziativa sembrerebbe lodevole, specie in una zona congestionata dove i parcheggi sono pochi, però l'impatto estetico, come verrà risolto l'affaccio sulla strada, mi preoccupano non poco, speriamo bene. Poichè trovo assurdo mimetizzare un parcheggio pluripiano dietro la finta facciata di un palazzetto antico, penso e credo che si opterà per qualcosa di contemporaneo. il retro del palazzo del Gran Cancelliere:

Leggi tutto    Commenti 27