Articolo
23 ott 2018

Viale dei Picciotti: isola ecologica o isola deserta?

di Roberto Ales

Non c'è nessuna notizia sull'apertura del Centro Comunale di Raccolta ( o Isola Ecologica) di viale dei Picciotti, prevista il 10 ottobre 2018; lo scorso 25 settembre, infatti, il Presidente della RAP, assicurava che entro 15 giorni sarebbe diventata attiva l'Isola Ecologica di Brancaccio. Come si evince dalle immagini, più che un'Isola Ecologica sembra un'isola deserta la quale lascia presagire che i tempi di apertura potrebbero essere ancora lunghi. Eppure, il Centro è stato ritenuto necessario per massimizzare le percentuali di raccolta differenziata e minimizzare lo smaltimento in discarica, che contribuirà, in modo efficace, alla riduzione del fenomeno di abbandono incontrollato dei rifiuti. Si rimane in attesa di una risposta concreta dal Presidente della RAP, Giuseppe Norata, sull'attuale situazione di urgente necessità, in quanto garantirebbe un elevato livello di tutela dell'ambiente e della salute pubblica. Speriamo di non dover assistere all'ennesima superficialità sulla gestione della cosa pubblica da parte dell'Amministratore Comunale. Roberto ALES

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
22 ott 2018

Verde pubblico | Al via tre progetti di manutenzione ordinaria e straordinaria realizzati da Reset con fondi extracomunali

di Fabio Nicolosi

Tre complessi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria del verde urbano e degli spazi pubblici della città saranno avviati a partire dalla prossima settimana dal settore Verde del Comune, avvalendosi "in house" degli operai della Reset, l'azienda di servizi con cui sono stati sottoscritti degli appositi contratti nei giorni scorsi. I primi due interventi saranno quello che riguarda il Parco della Favorita e quello delle Borgate marinare. I successivi interesseranno, poi, tutte le circoscrizioni e tutti i quartieri. Per la Favorita si tratta di un intervento "storico", legato non soltanto alla manutenzione ordinaria del verde, ma anche alla pulizia degli agrumeti e del suo antico sistema di irrigazione, quello delle "saie", portato in Sicilia dagli arabi. In particolare, in questo caso è stata necessaria una lunga programmazione e pianificazione, dovendo intervenire nel più ferreo rispetto delle prescrizioni imposte dalla Sovrintendenza per i Beni Culturali e proprio con l'obiettivo di ripristinare, ove possibile, l'antico sistema di "gebbie", "cunnutti" e "saie" che trasportava l'acqua in tutta l'area senza supporti meccanici. I lavori dureranno otto mesi e prevedono, oltre agli interventi manutentivi e ricostruttivi del sistema idrico, un corposo lavoro di decespugliamento degli agrumeti, la potatura di ringiovanimento di tutti gli agrumi (circa 12.500 alberi), la fresatura del terreno e la relativa sistemazione idraulica. L'area interessata (circa 150.000 mq – 15 ettari, oltre i sentieri che attraversano il Parco, per circa 11,4 km pari a 22,8 km lineari su cui lavorare) sarà divisa in diversi lotti nei quali lavoreranno nel tempo circa 380 operati della Reset. Il costo, interamente finanziato con il "Patto per Palermo", quindi con fondi extracomunali, sarà di poco superiore ai 900 mila euro. Il secondo piano di intervento, che sarà avviato a breve, riguarda invece le aree delle Borgate Marinare, con una spesa complessiva, sempre a carico del "Patto per Palermo" di 1,5 milioni di Euro e una durata prevista di 8 mesi. In particolare, si interverrà nelle aree di Barcarello-Sferracavallo, Mondello, Romagnolo, Addaura. In questo caso, a seguito di una studio condotto dal settore Verde, sono stati individuati interventi puntuali da realizzare su un totale di circa 2.500 alberi e cespugli, con la manutenzione ordinaria e la potatura, l'abbattimento o l'estirpazione di piante infestanti. L'intervento sul verde prevede, inoltre, una continuità nel tempo, quindi anche la zappatura primaverile, la concimazione, l'irrigazione e altre misure ordinarie. Oltre che sul verde, il piano prevede interventi su alcune aree pubbliche, per circa 5.000 metri quadri. Per il vicesindaco Sergio Marino, che ha anche la delega al Verde, "si tratta di un piano, anzi tre piani integrati che sono parte di un'unica pianificazione per la manutenzione del verde e degli spazi pubblici in città. Un piano unico, che ha visto una programmazione minuziosa e con alto valore scientifico da parte del settore del Verde, che ancora una volta si avvale del supporto fondamentale della Reset". Il sindaco Orlando sottolinea, invece, come "questo piano di manutenzione conferma il ruolo strategico della Reset, come strumento di intervento in tutta la città e allo stesso tempo mostra l'attenzione rivolta ad ogni circoscrizione, partendo dalla Favorita e dalla riscoperta del suo antico sistema di irrigazione, per arrivare poi ad intervenire sul verde e sulle aree pubbliche di tutti i quartieri, con una attenzione particolare alle periferie. E' probabilmente il più ampio piano di manutenzione del Verde urbano da molti anni a questa parte e ad accrescerne l'importanza è il fatto che si riesca a realizzarlo senza costi per l'Amministrazione comunale e tramite un'azienda pubblica".

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
15 ott 2018

Corso Tukory | Corsia preferenziale o parcheggio ricreativo?

di Salvatore Galati

Palermo - Corso Tukory è fra le strade che certamente rappresentano l'icona del traffico automobilistico palermitano: la doppia fila. E alzi la mano chi non è mai transitato da qui "ammirando" la sosta selvaggia lungo la corsia preferenziale. Sappiamo con certezza che verrà ripristinato il cordolo nel tratto fra l'ingresso al mercato Ballarò e Porta S.Agata., proprio per salvaguardare le corse dei bus. Ma a nessuno in via Dogali è mai venuto in mente che le auto in sosta (quasi sempre le stesse), possano appartenere a qualche commerciante? Di conseguenza c'è la piena consapevolezza dell'impunità  nel violare sistematicamente il C.d.s. Constatiamo inoltre che da dieci anni che lamentiamo e documentiamo questi fatti, nessuno ha mai saputo risolvere il problema.             Foto scattate da un autobus di Amat

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
04 ott 2018

Aeroporto Falcone Borsellino | Superati 5 milioni di passeggeri

di Fabio Nicolosi

Da inizio anno i passeggeri che hanno volato dall’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino sono stati 5.103.982, circa 700mila in più rispetto al periodo gennaio-settembre del 2017 (4.393.713). Le performance di settembre evidenziano l’eccezionale anno dello scalo palermitano, che dopo gli ottimi risultati di traffico registrati nei mesi estivi - cresciuti tutti tra il 13 e il 16% - infiocchetta il migliore risultato di sempre anche nel mese appena trascorso. Il traffico passeggeri di settembre infatti è aumentato del 16,6% (693.381),con circa 100mila viaggiatori in più rispetto allo stesso periodo del 2017 (594.350), tra le migliori percentuali di crescita dei principali aeroporti italiani, la migliore in Sicilia. Notevole il ritorno positivo creato dalle maggiori 15 compagnie aeree che volano su Palermo. Lo stesso si può dire per i voli: +14,53% a settembre e +11,2 nel periodo da gennaio a settembre. Il traffico internazionale mantiene un trend ancora più elevato del totale generale di voli e passeggeri. Da gennaio a settembre la percentuale dei passeggeri è aumentata fino a toccare il 23,3% (1.376.103), circa 260mila passeggeri in più rispetto allo stesso periodo del 2017 (1.116.131). I voli internazionali sono cresciuti del 21,17%. Le compagnie aeree. L’aeroporto di Palermo ha aumentato il suo traffico grazie al largo numero di compagnie che operano sullo scalo. In generale, Ryanair si conferma il primo vettore, per passeggeri trasportati, come accade nel resto d’Italia. Ryanair (17,6%), Alitalia (+5,5%), Volotea (39,05%), EasyJet (17,4%), Vueling (12,1%), Transavia (49,4%), Tuifly (31,1%), Lufthansa (39,7%), Mistral Air (11,9%), AirItaly (11,9%), Swiss International (16,4%), Air Malta (70%), Eurowings (64,8%), British Airways (28,9). Le rotte nazionali sono tutte in aumento, con la forte incidenza del raddoppio del traffico (+101%) su Malpensa a seguito dell’apertura della base Ryanair. Una rotta che la compagnia irlandese ha inaugurato di recente a Palermo. Di fatto sono stati offerti finora 200mila posti in più su Milano, con ottimi risultati di riempimento. Altra rotta che fa piacere segnalare è quella per #Genova, con un aumento del 50%. Roma Fiumicino (4,8%), Milano Linate (2,5%), Bologna (8,1%), Pisa (19,4%), Torino (9,1%), Treviso (9,4%), Verona (8,3%), Napoli (13,4%), Venezia (48,2%), Bari (17%). Per quanto riguarda le rotte internazionali, vale la pena evidenziare Lione, che segna un aumento del 123%. Ad agosto, Lione è stata la seconda rotta internazionale assoluta, essendo servita da ben quattro compagnie di linea e due charter. Seguono La Valletta (70,2%), Francoforte (66,3%), Barcellona (40,6%), Madrid (24,5%), Parigi (21,1%), Zurigo (16,4%), Marseille (14,4%). La maggiorate di queste rotte sono operate da compagnie diverse da Ryanair

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
02 ott 2018

Fakenews | Dov’è finito il Giornalismo?

di Fabio Nicolosi

Vogliate scusarci per questo articolo fuori tema, ma purtroppo sentiamo la necessità di esprimere il nostro pensiero e la nostra opinione. Mobilita Palermo è un blog che nasce con la voglia di fare informazione, apolitica, corretta e quanto più precisa possibile. Quando scriviamo un articolo cerchiamo sempre notizie e comunicati che stiano alla base di ciò che raccontiamo. Mobilita nasce dall'esigenza di scrivere un articolo per mettere al corrente i cittadini, ma se non c'è nessun nuovo argomento di cui discutere nessuno ci obbliga a scrivere e quindi capita anche di trovare il sito senza nessun nuovo articolo. Le redazioni dei giornali invece, nonostante abbiamo decine e decine di temi di cui parlare si ostinano ad una battaglia di click, battaglia che sta portando il Giornalismo quello con la G maiuscola ad una crisi profonda. Quante volte vi è capitato di leggere articoli curati, con riflessioni, con tesi e antitesi come veniva insegnato al liceo nel saggio breve? Avremo decine di episodi da raccontarvi, ma vi portiamo solo gli ultimi due che hanno fatto scalpore e che ci hanno fatto indignare, perchè pur di avere click si scrivono notizie false o quantomeno non si verifica più se la notizia è vera o finta. Tutto nasce da un articolo di una testata palermitana che scrive di due nuovi autovelox su Viale Regione Siciliana all'altezza di via Giafar, parte la guerra e tutte le testate riscrivono la notizia senza batter ciglio, decine sono stati i posti bloccati sul nostro gruppo perchè sapevamo che la notizia non aveva alcuna conferma e infatti dopo un intero giorno abbiamo ricevuto il comunicato stampa ufficiale dal comune che smentiva la notizia. Trovate la dichiarazione a questo link Il secondo episodio eclatante è stata l'apertura del passante ferroviario di Palermo, si è fatta la gara a chi la sparava più grossa. Anche qui di comunicati stampa ufficiali non c'era neanche l'ombra eppure tutti erano certi della data, degli orari e anche qui sono stati tutti smentiti. E ovviamente nonostante le pessime figure nei confronti dei lettori, continuano a sparare date senza preventivamente avere cura di informarsi. Tutto ciò non fa altro che creare confusione e generare solo caos inutile. Quello che vi chiediamo e lo facciamo perchè vogliamo evitare di farvi abbindolare da questo giornalismo che ha alla base una battaglia a chi riceve più mi piace, a quante condivisioni fa l'articolo, quante volte viene visualizzato, è di verificare sempre la fonte della notizia. Spesso per capire se la notizia è vera basta qualche minuto. E questo ovviamente vale anche per le notizie nazionali, ma lì le note "Fake News" sono anche il nuovo modo che usa la politica per fare notizia.

Leggi tutto    Commenti 34
Articolo
13 set 2018

Aeroporto Falcone Borsellino | Un agosto scoppiettante lo spingono al secondo posto della classifica di crescita stilata da assaeroporti

di Fabio Nicolosi

Un agosto sensazionale per lo scalo palermitano che ha fatto segnare una crescita passeggeri davvero importante, balzando al secondo posto della classifica riservata alla crescita degli scali stilata da assaeroporti e consolidando il nono posto nella classifica generale. Sarà la bella stagione, saranno le numerose manifestazioni di Palermo Capitale della Cultura, sarà l'ottima gestione messa in atto da Gesap, sarà un misto delle precedenti cause, ma era finalmente ora. Da inizio anno i passeggeri che hanno volato dallo scalo palermitano hanno superato i 4,4 milioni, circa 610 mila in più rispetto al periodo gennaio-agosto del 2017 (3.799 mila passeggeri). Numeri importanti che fanno alzare la crescita del traffico passeggeri a +16,1%, una tra le migliori performance dei principali aeroporti italiani. Lo stesso si può dire per i voli: +10,8%, con 32.321 movimenti rispetto ai 29.173 del 2017. E per offrire ai passeggeri sempre più numeri più spazio e servizi migliori la superficie dell'aeroporto sarà ampliata. "I lavori sul terminal - spiega Giambrone - partiranno tra gennaio e febbraio 2019 e avranno tempi certi: dureranno tre anni. Il terminal si estenderà, di circa 10 mila metri quadri, lato pista e lato mare". Previsto anche un intervento antisismico. "I numeri dell'aeroporto sono la conferma del grande interesse che suscita la nostra città e sono - dice il sindaco Orlando - esaltanti. L'anno prossimo contiamo di raddoppiare anche le presenze dei turisti che arrivano a Palermo con le navi da crociera. Un giorno è abbastanza per farsi un'idea della città e tornare a visitarla". “L’aeroporto - afferma Fabio Giambrone - si conferma porta d’ingresso della Sicilia. Il suo ruolo è far crescere i passeggeri e le rotte ma anche quello di condividere questo percorso con le istituzioni e i soci. Siamo a quota 98 rotte. La conferma di un lavoro importante e oggi consolidato con le compagnie aeree (33). Abbiamo una crescita a doppia cifra rispetto all'anno scorso". Record assoluto per lo scalo palermitano ad agosto: i passeggeri sono stati 732.091, il 15,63% in più di agosto 2017 (633.117). Ottimi anche i risultati raggiunti a luglio: 721.156 (+13,63%). Il traffico internazionale di voli e passeggeri è cresciuto a un ritmo serrato. Da gennaio a febbraio la percentuale dei passeggeri è aumentata fino a toccare +23,9% (1.167.020), circa 226 mila passeggeri in più rispetto allo stesso periodo del 2017 (941.697). Vale lo stesso per i voli internazionali: cresciuti del 21,55%. Aumenta anche il traffico delle compagnie aeree che operano nello scalo palermitano: dal +17% di Ryanair fino al +70% di Air Malta. Per quanto riguarda le rotte nazionali, il volo da e per Malpensa si trascina un massiccio aumento del 100%, che mette in evidenza l’aumento dell'offerta su Milano a favore dei viaggiatori in partenza da Palermo. Altri incrementi significativi sono il +39% su Venezia e, una notizia che fa molto piacere, il+52% del traffico da e per Genova. Infine, tra le rotte internazionali, il Parigi Orly torna nuovamente ad essere la rotta internazionale più affollata, con oltre il 21% di aumento (+82mila passeggeri da inizio anno). In evidenza anche Lione, che segna un aumento del 123%, con oltre 42 mila passeggeri in più da inizio anno.

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
05 set 2018

Impianti fognari | Inaugurati i lavori di via Ripellino

di Fabio Nicolosi

Ieri pomeriggio il sindaco Leoluca Orlando insieme all'assessore alla riqualificazione, Emilio Arcuri, ha partecipato alla inagurazione dei lavori di realizzazione della fognatura a sistema separato nelle vie Ripellino e Carmine dalla via Pomara alla via Messina Montagne. I lavori hanno lo scopo di razionalizzare la raccolta e la veicolazione delle acque piovane e la razionalizzazione degli scarichi di acque nere provenienti dalle abitazioni. Si elimineranno pertanto tutti gli allagamenti che si verificano a seguito di eventi meteorici significativi. "In questa zona della città, che qualquno potrebbe definire solo "periferia" - ha detto il sindaco Leoluca Orlando - questa amministrazione porta avanti una opera molto importante, fondamentale e chiesta da tanto tempo anche da residenti e che garantirà una migliore vivibilità entro i prossimi dodici mesi. Questo è un altro passo avanti per la costruzione di una "unica città", senza centro o periferia". Per l'assessore alla Riqualificazione Emilio Arcuri, l'inizio dei lavori segna "la rottura di un incantesimo, trattandosi del primo degli appalti di quelle opere che impropriamente erano stare commissariate in passato. Oggi noi abbiamo un rapporto di collaborazione con il Commissario nazionale che gestisce queste opere ed altri interventi seguiranno in futuro. Entro l'anno infatti è previsto l'avvio di altri due cantieri a Palermo sempre legati ad opere fognarie." scheda tecnica lavori: Sono previsti due collettori separati per le acque bianche e le acque nere, che dipartendosi dalla via Pomara, si sviluppano per circa 400,00 m. sulla via Ripellino, per circa 100,00 m. su piazzale privato, per proseguire per circa 240,00 ml sulla via Carmine alla Figurella ed ha recapito finale nella fognatura esistente di via Messina Montagne realizzata nel 2007 e collaudata nel 2011. La popolazione servita dall'intervento che si andrà a realizzare è di circa 320 – 350 abitanti. L'attività di progettazione, prima preliminare e poi esecutiva, è stata svolta da funzionari comunali dal 2012 al 2014; nel 2014 a conclusione della progettazione esecutiva, c'è stata la validazione del R.U.P. e la successiva approvazione del Progetto esecutivo da parte della G.M. (deliberazione della G.M. n. 215 del 11/12/2014) anche ai fini dell'assunzione del mutuo con la Cassa DD.PP. 2015 - riconoscimento finanziamento dalla Cassa DD.PP. per € 399.906,28, la rimanente parte (€ 860.382,08) è finanziato con Delibera CIPE 60/2012; L'intervento in questione è inserito nell'A.P.Q. "Depurazione Acque Reflue". E' passato nella competenza prima del Commissario Straordinario Regionale (D.P.C.M. 07/12/2015) e poi del Commissario Unico Nazionale (D.P.C.M. 26/04/2017) che ne ha curato le fasi successive dall'indizione della gara fino all'aggiudicazione all'impresa Edil Aurora Strade S.r.l. di Favara con ribasso d'asta del 22,643%. Il contratto è stato sottoscritto il 12/06/2018, la consegna dei lavori è avvenuta il 10/07/2018. L'importo contrattuale è pari a € 771.874,74 comprensivo degli oneri per la sicurezza. il tempo utile per dare compiuti i lavori è stabilito in giorni 365 naturali e consecutivi, cosicché l'ultimazione dei lavori stessi dovrà avvenire entro il 10 luglio 2019.

Leggi tutto    Commenti 2