Articolo
10 lug 2015

Grandi Stazioni: continua la farsa a Palermo Centrale

di Andrea Baio

Continua la vergogna del cantiere Grandi Stazioni a Palermo Centrale, così come continua la nostra costante denuncia sullo stato della situazione, che ormai giace nel nulla da più di 4 anni. Ricordiamo che l'ultimo aggiornamento "utile" risale a maggio 2014, quando si attendeva la decisione del giudice a seguito del fallimento della ditta che aveva in appalto i lavori. Da allora, abbiamo provato a contattare telefonicamente Grandi Stazioni diverse volte, ma ogni volta veniamo rimpallati a un indirizzo mail al quale non ci risponde nessuno. La speranza è l'ultima a morire, ma qui ormai è in stato avanzato di decomposizione. In tutto ciò, una domanda sorge spontanea: ma il suolo pubblico occupato dalla parte esterna del cantiere chi lo paga?!

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
26 nov 2015

Grandi Stazioni: a Gennaio la scadenza del bando di gara

di Fabio Nicolosi

L’ultimo aggiornamento su questi lavori era di inizio Luglio, ecco invece che dopo anni di mail senza alcuna risposta e chiamate senza mai ricevere risposte, possiamo darvi certezze. I lavori presso la Stazione Centrale riprenderanno, scadrà infatti a fine Gennaio un bando di gara per l’affidamento dei lavori delle opere civili ed impiantistiche relative alla realizzazione del Parcheggio Terminal Bus e Parcheggio a raso/Fabbricato Archivi/Sistemazione esterna Piazza Giulio Cesare e Piazza Cupani presso la stazione ferroviaria di Palermo Centrale dell’importo di € 4.247.455,57 IVA esclusa. Ma in cosa consistono questi lavori? - Riqualificazione delle aree urbane circostanti la stazione, ed in particolare Piazza Giulio Cesare e Piazza Cupani: Piazza G. Cesare L’intervento prevede l’avanzamento del marciapiede antistante il fronte principale di stazione su Piazza Giulio Cesare. Il marciapiede ingloberà la più esterna delle due pensiline degli autobus esistenti conservando quindi la fermata, mentre la seconda più interna verrà demolita. Piazza F. Cupani L’esistente servizio igienico ipogeo di Piazza Cupani, attualmente in disuso, verrà rimosso e tombato al fine di raccordare le quote della piazza che lo accoglie. La piazza verrà ripavimentata ed arredata. Ala laterale del fabbricato Viaggiatori su Via Balsamo Lungo l’ala laterale del fabbricato Viaggiatori, in corrispondenza degli accessi alla stazione, su Via Balsamo verrà realizzato un parcheggio Taxi del tipo in linea. Ala laterale del fabbricato Viaggiatori su Piazza F. Cupani Lungo l’ala laterale del fabbricato Viaggiatori, in corrispondenza degli accessi alla stazione, su Piazza Cupani verrà realizzato un parcheggio Taxi del tipo in linea. Il progetto prevede altresì il completo rinnovo degli elementi di pubblica illuminazione con rimozione di quelli esistenti. L’impianto di smaltimento acque rimarrà pressoché inalterato, essendo state previste soltanto delle integrazioni alla rete esistente laddove vengono risagomati i limiti stradali. - Creazione di un nuovo Terminal Bus e parcheggio pertinenziale di superficie in luoghi interni al complesso di stazione: La zona posta a ovest del fabbricato viaggiatori della stazione di Palermo è caratterizzata dalla presenza di un’area di servizio di pianta sostanzialmente triangolare, l’area è definita ad est dal binario 10, a nord da via Fazello e a sudovest da via Boccone. A ridosso dei bordi dell’area sono posizionati una serie di fabbricati di caratteristiche molto eterogenee (fabbricati 5 - Autoparco , 6 - Squadra Ponti, 7, 8), che formalizzano i fronti delle suddette vie. E’ da segnalare, all’interno del piazzale, la presenza di una torre piezometrica, nonché di diverse palme. All’area si accede dall’esterno attraverso due cancelli posti su via Fazello. L’ingresso ovest è caratterizzato da una corsia dedicata che, rispetto alla livelletta in salita di via Fazello, si stacca dalla stessa attraverso un muretto di contenimento, in modo di mantenere la quota interna del piazzale. Il progetto prevede l’eliminazione della stradina di servizio di via Fazello, unificandone la sezione. Nell’area prima descritta verrà eseguito un complesso comprendente un terminal bus per le linee urbane ed extraurbane, nonché una zona di parcheggi pertinenziali. Il complesso, dotato di accessi carrabili e pedonali da via Fazello, è costituito da un grande piazzale per la sosta e manovra degli automezzi, con una linea di stalli centrale, protetta da una pensilina. Un corpo di fabbrica di pianta ad “L”, di un solo piano fuori terra, garantisce la funzionalità del complesso e raccorda questo alla zona ferroviaria. Il fabbricato è composto da due corpi: uno, di pianta fortemente allungata, definisce il fronte su via Fazello, delimitando le zone di entrata ed uscita degli automezzi. In esso è prevista l’ubicazione di servizi propri del Terminal Bus. Il secondo corpo, di pianta sostanzialmente triangolare, assolve il compito di raccordare le geometrie convergenti del fascio binari e di via Boccone. Al suo interno troveranno alloggio servizi primari e secondari ai viaggiatori. Entrambi i corpi di fabbrica sono raccordati da una copertura continua, che riprende le caratteristiche della pensilina centrale, in modo di creare, tra i due, un passaggio pedonale protetto di collegamento con la stazione. Una seconda pensilina, parallela al binario 10, protegge questo passaggio. Il fabbricato posto lungo via Fazello sviluppa anche un piano interrato, che albergherà le dotazioni tecnico impiantistiche a servizio del fabbricato di stazione, escluse dal presente appalto, in quanto compresi nel progetto di riqualificazione del fabbricato di stazione, inoltre sarà realizzata una vasca interrata destinata ad accogliere la centrale antincendio e la riserva idrica sempre a servizio del fabbricato di stazione. L’intervento si completa con la creazione di un parcheggio pertinenziale in fregio ai fabbricati 6, 7 ed 8. L’accesso a quest’area avviene sempre da via Fazello, attraverso una rampa dedicata. Nella zona di divisione tra il parcheggio ed il piazzale del terminal trova ubicazione l’attuale torre piezometrica, di cui è prevista la conservazione. L’intera area di intervento sarà arredata con aiuole ed aree a verde piantumate con tappezzanti sempreverdi. Sono previste anche le opere di recinzione delle aree dell’intervento rispetto alle zone circostanti. In questo senso RFI ha manifestato la richiesta di situare la recinzione composta da muretto in C.A. e sovrastante grigliato d’acciaio elettrofuso in corrispondenza del ciglio del binario 10, al quale si accede dall’opposta banchina. Verso via Fazello il progetto presenta una serie di cancellate metalliche a doppio battente per la chiusura dei diversi percorsi pedonali e carrabili. - Ristrutturazione di un fabbricato destinato ad archivi Per consentire la realizzazione del Terminal Bus si rende necessario riallocare alcuni locali di RFI che erano presenti nell’area d’intervento e che erano adibiti ad archivi in un nuovo spazio funzionalmente adeguato (momentaneamente il materiale d’archivio è stato immagazzinato in depositi provvisori). Tale spazio è stato individuato in un capannone nell’area di pertinenza ferroviaria della stazione e verrà riqualificato per renderlo idoneo all’uso. Il fabbricato è ad un solo piano, di forma rettangolare allungata, costituito da una struttura portante in cls a pilastri e travi. Le tamponature sono in muratura con intercapedine. Il solaio di copertura è in predalles e getto di completamento. I locali sono dotati di impianto elettrico e di condizionamento. La durata dei lavori sarà di circa un anno. Vi terremo aggiornati non appena avremo ulteriori sviluppi o notizie in merito.

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
29 giu 2016

Lo schifo accanto alla Stazione Centrale: il confine della civiltà è qui

di Andrea Baio

Stesso posto, stessa storia. Più volte abbiamo denunciato lo stato di indecenza in cui giace via Silvio Boccone, la strada che costeggia la Stazione Centrale. Siamo in pieno centro, e questo che vedete è lo spettacolo assurdo a cui tocca assistere. Da quando ho memoria, non ricordo che questa via abbia mai attraversato un periodo - anche breve - di decoro accettabile. Nelle vicinanze si trova di tutto: stalle abusive, escrementi di cane ogni 30 centrimetri di marciapiede, e rifiuti ingombranti di ogni genere. Questo caso che riportiamo è solo a titolo esemplificativo, dato che molte zone della città sono nelle stesse condizioni. Ci chiediamo con quali criteri vengano selezionate le strade dove la RAP interviene, e ci chiediamo come mai, considerati i continui episodi di inciviltà, il Comune di Palermo non installi videocamere di sorveglianza per scoraggiare certi trogloditi da certe azioni primitive. La questione è sempre la stessa: da anni chiediamo controlli severi, multe a oltranza e incremento della vigilanza per ristabilire un po' d'ordine in questa città lasciata al totale abbandono. Tra un po' inizia la campagna elettorale: chiederemo al nostro sindaco di fornire risposte soddisfacenti in merito a questa latitanza. Non saranno accettati i soliti giri di parole.

Leggi tutto    Commenti 20
Articolo
17 feb 2017

Grandi Stazioni: ultimata la copertura del nuovo terminal bus

di Andrea Baio

La squadra di lavoro impegnata nei lavori di realizzazione del nuovo terminal per il bus extraurbani nell'area limitrofa al binario 10 della Stazione Centrale si muove in fretta per ultimare l'edificio nei tempi previsti. Negli ultimi giorni è stata effettuata una colata di calcestruzzo sul tetto, e si è proceduto alla costruzione di un casolare. Non ci è ancora ben chiaro se il tetto sarà fruibile dall'utenza, dato che da progetto è comunque prevista una copertura tramite pensilina. A proposito di quest'ultima, in corrispondenza del dislivello tra la parte più alta e quella più bassa dell'edificio sono state già montante le piastre di ancoraggio per consentire "l'incastro" della copertura. Un po' deludente la scelta di murare l'esterno, quando si sarebbe potuto optare per soluzioni più eleganti come l'utilizzo di vetrate ad esempio. Successivamente, si procederà con la costruzione della centrale anti-incendio in fondo all'area di pianta triangolare, dopodiché si procederà con le opere di rifacimento di piazza Cupani -  ripavimentazione e  messa a nuovo dei punti luce - e con la pedonalizzazione parziale di piazza Giulio Cesare. Per quanto riguarda quest'ultima, si procederà con la rimozione della pensilina bus dove attualmente risiede il chiosco AMAT, per pedonalizzare tutta l'area antistante la stazione con basole di pietra lavica etnea. Questa nuova pavimentazione donerà un tocco di eleganza alla piazza, che oggi giace nel degrado assoluto, nonostante le perplessità legate al fatto che la pietra lavica non appartenga al nostro patrimonio architettonico e possa rivelarsi pertanto una scelta un po' azzardata.

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
22 mag 2017

Grandi Stazioni: in costruzione i moduli per gli spazi commerciali

di Andrea Baio

Proseguono i lavori di costruzione del nuovo terminal per i bus urbani ed extraurbani nell'area a pianta triangolare adiacente la banchina 10 della stazione Centrale. In queste ultime settimane si è proceduto ad appianare il terreno in corrispondenza della nuova rampa di accesso al futuro parcheggio, sul lato di via Boccone. Si è lavorato anche alla rifinitura degli spazi interni del terminal, e cominciano a prendere forma i nuovi box che saranno adibiti a spazi commerciali e servizi passeggeri. Sono stati montati i condotti per l'aerazione ed è stato posto il materiale isolante sul tetto, sul quale tra l'altro è cominciata anche la posa della pavimentazione. Continuiamo ad esprimere perplessità sul prospetto esterno dell'edificio, completamente privo di aperture per l'ingresso della luce. Il prospetto interno invece sarà ricoperto da vetrate. La pavimentazione interna del terminal sarà in gres porcellanato, mentre quella esterna relativa alle zone pedonali sarà in blocchetti di cemento pigmentato. Terminati i lavori, verrà asfaltata tutta l'area e montata la pensilina obliqua. Sono inoltre continuati i lavori di posa per i sottoservizi, in particolare le tubature dell'acqua. Nessuna traccia al momento dell'enorme pensilina metallica che dovrebbe ricoprire l'intero edificio; ci chiediamo a questo punto se non sia stata del tutto eliminata tramite una variante al progetto, il che costituirebbe un'enorme perdita dal punto di vista del valore architettonico complessivo della struttura. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
25 mag 2018

Passante Ferroviario | Entro l’estate riattivazione servizio ferroviario fra Palermo e Punta Raisi

di Fabio Nicolosi

Abbiamo atteso a lungo questo comunicato stampa, ma prima di scrivere sulla vicenda abbiamo voluto attendere notizie da fonti sicure. Ecco il comunicato stampa rilasciato pochi minuti fa direttamente da RFI: Proseguono i lavori per realizzare il Passante di Palermo, il cui completamento delle opere civili ha ormai raggiunto il 90%. Il Contraente Generale SIS ha confermato a Rete Ferroviaria Italiana il cronoprogramma degli interventi, che prevede, entro il mese di giugno, il completamento delle opere necessarie per la riapertura della linea fra Palermo e Punta Raisi. Questo consentirà a RFI di avviare le procedure tecniche per l’attivazione del collegamento con l’aeroporto “Falcone e Borsellino” e di ripristinare il servizio ferroviario entro l'estate. Il cronoprogramma prevede inoltre che nella seconda metà del 2018 saranno portate a compimento tutte le restanti opere civili, ad eccezione dell’attrezzaggio tecnologico dell’infrastruttura, che sarà realizzato direttamente da RFI, e della fermata Lazio, completata in una fase immediatamente successiva. Proseguono, inoltre, le attività per definire il progetto di sistemazione di Vicolo Bernava. Rete Ferroviaria Italiana conferma, infine, che saranno portate a termine tutte le opere necessarie per il raddoppio completo della linea.

Leggi tutto    Commenti 19
Articolo
10 dic 2018

Passante Ferroviario | I nuovi orari del treno per l’aeroporto

di Fabio Nicolosi

Il nuovo orario di Trenitalia è entrato in vigore da domenica 9 Dicembre Sono state previste delle corse aggiuntive come avevamo preannunciato il 15 novembre. La prima verso l'aeroporto partirà alle ore 4 per giungere in aeroporto alle 04.44 Bisogna precisare che le prime quattro corse, impiegando solo 44 minuti fermano solo a: Palermo Centrale Palermo Palazzo Reale-Orleans Palermo Lolli Palermo Notarbartolo Palermo Francia Punta Raisi Si tagliano fuori quindi tutti i comuni tra Sferracavallo e Punta Raisi. Magari si poteva rimuovere la fermata Palermo Lolli e inserire Isola Delle Femmine, mantenendo comunque la percorrenza di 44 minuti. D'altronde le stazioni Lolli e Notarbartolo sono distanti solo 1,4km, un quarto d'ora di camminata. L'ultima corsa per l'aeroporto invece parte alle ore 22.09 con arrivo alle 23.16 a Punta Raisi Dall'aeroporto invece la prima corsa è alle 05.15 con arrivo a Palermo Centrale alle 06.23 L'ultima corsa parte alle 22.42 con arrivo a Palermo Centrale alle ore 23.47 Ci sarebbe sicuramente da inserire una corsa in direzione Palermo, la mattina in quanto ci sono solo tre treni che giungono a Palermo tra le 07 e le 08.30. Dagli orari infatti risulta essere stato rimosso il treno che parte alle 06.42 e in arrivo alle 07.53 che sarebbe potuta essere una valida alternativa per studenti e/o universitari. Aspettiamo anche le vostre osservazioni per sottoporle alla direzione Trenitalia e al dipartimento regionale infrastrutture e trasporti. Questo il quadro orario:

Leggi tutto    Commenti 26