Articolo
13 ott 2016

Go Green: Un albero per il verde di Monte Pellegrino?

di Fabio Nicolosi

Gravemente compromesso dagli incendi del giugno scorso, il verde di Monte Pellegrino potrà essere ricostituito anche grazie al simbolico e concreto gesto di donare un arbusto o un alberello. L'iniziativa, patrocinata dal Comune di Palermo e denominata “Go Green” punta a raccogliere adesioni sia di privati cittadini, sia di aziende, scuole, club, associazioni. Fino al 30 ottobre si raccoglieranno solo gli alberelli e gli arbusti elencati nel programma dell'iniziativa (visibili nei link allegati) con le modalità più avanti indicate dai promotori di “Go Green” per Monte Pellegrino, e che verranno messi a dimora il 31 ottobre. “Esprimiamo il più vivo apprezzamento ai promotori dell'iniziativa Go Greeen e ringraziamo tutti coloro che vi aderiranno - dicono il sindaco, Leoluca Orlando, e l'assessore al Verde pubblico, Sergio Marino - per reintegrare, insieme all'amministrazione comunale, le aree verdi di Monte Pellegrino, devastate tre mesi fa da incendi causati da criminali”. Chi volesse partecipare potrà prenotare la propria adesione tramite messaggio all'indirizzo [email protected] É stato messo a disposizione un punto di raccolta degli alberi donati, dove ognuno si potrà registrare e potrà indicare la specie donata. Il punto di raccolta fino al 30 ottobre sarà il Vivaio Comunale, in viale Diana (Palazzina Cinese Fontana d'Ercole). Il referente del Vivaio è il dottor Butera, [email protected] In sua assenza basterà indicare che la donazione è rivolta all'operazione GO Green per Monte Pellegrino. Tutti i partecipanti saranno registrati, per qualsiasi aggiuntiva info: [email protected] (Beatrice Feo Filangeri).

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
07 set 2016

AMAT | Potenziato il servizio bus per Monte Pellegrino

di Fabio Nicolosi

Si porta a conoscenza che nel mese di settembre 2016, come da contratto di servizio, la linea 812 sarà potenziata con complessive n° 5 vetture con frequenza a 23’ dalle ore 5,40 (prima partenza da via F. Crispi) alle ore 21,31’ (ultima partenza da Monte Pellegrino). Inoltre, nei giorni 3, 4, 10, 11, 17, 18, 24 e 25 settembre, in concomitanza con i principali eventi, è previsto il sotto riportato servizio integrativo denominato Falde 1 e Falde 2, a normale tariffa, per il collegamento dalle Falde al Santuario: 3 settembre – Servizio Falde 2: 12 vetture con frequenza ogni 8 minuti a partire dalle ore 13,30 (prima partenza dalle Falde) fino alle ore 6,10 (ultima partenza da Monte Pellegrino) del mattino successivo; 4 settembre – Servizio Falde 1: 12 vetture con frequenza ogni 8 minuti dalle ore 5.30 (prima partenza dalle Falde) alle ore 22,10 e 3 vetture con frequenza a 30’ fino alle ore 24,00 (ultima partenza da Monte Pellegrino); 10 settembre – Servizio Falde 2: 6 vetture con frequenza ogni 16 minuti a partire dalle ore 13,30 (prima partenza dalle Falde) fino alle ore 6,02 (ultima partenza da Monte Pellegrino) del mattino successivo; 11 settembre – Servizio Falde 1: 6 vetture con frequenza ogni 16 minuti dalle ore 5.38 (prima partenza dalle Falde) alle ore 22,10 e 3 vetture con frequenza a 30’ fino alle ore 24,00 (ultima partenza da Monte Pellegrino); 17 – 18 – 24 – 25 settembre – Servizio Falde 1: 3 vetture con frequenza a 32’ dalle ore 15.50 (prima partenza dalle Falde) alle ore 22,10 e 3 vetture con frequenza a 30’ fino alle ore 24,00 (ultima partenza da Monte Pellegrino); Si precisa, altresì, che, l’itinerario dei bus del servizio integrativo sarà quello appresso specificato: le vetture in partenza da largo Antonio Sellerio (Falde) percorreranno la via Pietro Bonanno in direzione del Santuario ed effettueranno la fermata nella spianata antistante la Sacra Grotta; indi proseguiranno per via Padre Giordano Cascini fino al raggiungimento del Belvedere, dove sarà effettuata l’inversione di marcia per il ritorno in città e l’eventuale sosta in attesa della partenza o le soste tecniche riconducibili a guasti o rabbocchi. In partenza dal belvedere percorreranno la via Padre Giordano Cascini ed eseguiranno la fermata nella spianata antistante la Sacra Grotta. Proseguiranno poi per V. Pietro Bonanno, a dx V. Martin Luther King e a sx per V. Sadat fino a P.zza G.le Cascino. Successivamente svolteranno a sx per via Rabin ed effettueranno la sosta di capolinea in largo Antonio Sellerio (Falde). Nel servizio integrativo sopradescritto verrà praticata la tariffa in atto vigente nella rete dell’Azienda. Saranno, altresì, attivate postazioni per la vendita dei biglietti in località largo Antonio Sellerio (Falde) e Spianata antistante la scalinata del Santuario e sarà assicurato l’approvvigionamento costante di biglietti nelle rivendite autorizzate e dislocato Personale per la verifica dei titoli di viaggio lungo l’itinerario interessato. Tale Personale vigilerà sull’accesso e la discesa dei viaggiatori dai bus, in particolare nella spianata antistante la Sacra Grotta, mentre i graduati cureranno la corretta applicazione del presente ordine di servizio regolamentando i transiti ed attenendosi ad eventuali e diverse indicazioni della Polizia Municipale preposta al controllo della sicurezza e della viabilità.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
27 mag 2016

FOTO | Forse niente rally nel marciapiedi di Mondello in questa estate 2016?

di Giulio Di Chiara

Il titolo è volutamente sarcastico per raccontare di alcuni lavori che sono in corso lungo la passeggiata nel lungomare della borgata marinara. Per essere più precisi, vi testimoniamo di interventi di ripristino della pavimentazione notoriamente dissestata, nei pressi della piazza della borgata. Da ciò che è visibile, si tratta di un livellamento del piano di calpestìo attraverso uno strato di cemento che sicuramente favorirà una passeggiata più sicura, anche per chi si muove in carrozzella e per i bambini. Non sappiamo al momento se l'intervento finale previsto corrisponde a quanto vi proponiamo in questi scatti. Non siamo altresì a conoscenza sull'estensione dell'intervento su tutto il lungomare. Sicuramente Mondello meriterebbe un piano di ristrutturazione totale e di valorizzazione del decoro urbano, ad oggi parecchio degradato. Questi lavori sono effettuati dalla società Italo-Belga. Insieme a piccoli interventi di decoro urbano sulle aiuole, inutile dire che l'accoglienza è decisamente migliore. Ma ribadiamo l'importanza di interventi non occasionali, che riguardino a 360 gradi l'intera borgata: dalle strade, ai marciapiedi dissestati dalle radici, sino ad arrivare ad un piano di pulizia costante ma, purtroppo, mai visto. In tutto questo, non smetteremo mai di ringraziare coloro che buttano i rifiuti per terra nonostante i cestini.

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
26 mag 2016

Sacchi neri appesi agli alberi: ecco come Mondello si prepara alla stagione balneare..

di Mobilita Palermo

La passeggiata domenicale ci ha consentito di percepire in anteprima il piano di gestione rifiuti e decoro che verrà messo in scena, ancora una volta, nella borgata marinara di Mondello. Qualcosa che ha del rivoluzionario e che ci lascia dormire sonni tranquilli.   Anche quest'anno era impossibile prevedere che con l'avvento del caldo e delle belle giornate, Mondello sarebbe stata presa d'assalto dai palermitani e che orde di bagnanti avessero normalmente prodotto chili e chili di rifiuti tra panini con le panelle e brioches con il gelato. Per superare la criticità dei cestini perennemente pieni e strabordanti, per i quali non si riesce mai a programmarne uno svuotamento ad intervalli orari come nel resto del globo, sono stati apposti (non sappiamo da chi) decine e decine di sacchi neri per la nettezza urbana su qualsiasi supporto che ne consentisse l'ancoraggio: pali, alberi, rami, ringhiere... Un grande escamotage per combattere la disorganizzazione, per il quale sono stati indetti concorsi di decoro urbano tra i professionisti del settore. L'impatto visivo è emozionante, decine di turisti si fermavano a fotografare queste novità in materia di rifiuti. Il nero lucido dei sacchi specchiava le onde del mare caraibico di Mondello, per la gioia dei bambini. In tutto questo, vogliamo rassicurarvi sul fatto che anche questi sacchi sono stati riempiti in pochissimo tempo e le cartacce pregne di gelato e le lattine hanno strabordato anche lì. Tornando più seri, la superficialità con cui anche quest'anno tali  problemi siano stati ignorati ci lascia senza parole. Siamo portati a pensare che questa soluzione possa essere un tentativo dei commercianti locali di arginare le grossi lacune amministrative con dei tentativi amatoriali di ridimensionare il problema dei rifiuti. Precisiamo che i sacchi  erano presenti anche laddove erano co-presenti i cestini, semmai qualcuno pensasse che si trattasse di soluzioni provvisorie lungo i cantieri della società Italo-Belga. Se invece non fosse così, e quindi sia stato il Comune di Palermo a posizionare questi rudimentali cestini negli "appositi" alloggi, allora non abbiamo di che commentare. Semplicemente ci prepariamo a tutto. Ci piacerebbe che qualcuno, alla lettura di questo articolo, ci potesse fornire ulteriori delucidazioni su queste iniziative che mirano a fare di Palermo una città turistica...

Leggi tutto    Commenti 23
Articolo
22 apr 2016

Viabilità | Il 23 e il 24 Aprile chiusa la Favorita e la salita per Monte Pellegrino

di Fabio Nicolosi

A causa della manifestazione Grandi corse di Sicilia - L'ultima vittoria di Nuvolari (Monte Pellegrino Historic 2016) che si svolgerà dal 21 al 24 Aprile, saranno chiuse al traffico una parte della Favorita e Via Pietro Bonanno o meglio comunemente conosciuta come la salita per Monte Pellegrino: In dettaglio saranno chiuse Sabato 23 Aprile dalle 09 alle 13 la Favorita dalla Fiera Del Mediterraneo a Via Mater Dolorosa, comprese Viale Ercole, Viale Diana e Viale Rocca. Sabato 23 Aprile dalle ore 14 alle ore 19 Via Pietro Bonanno (Salita Monte Pellegrino) Domenica 24 Aprile dalle ore 07 alle ore 12.30 Via Pietro Bonanno (Salita Monte Pellegrino) In fondo all'articolo sono presenti le ordinanze di chiusura dell'ufficio traffico Ecco il comunicato stampa: É stata presentata a Villa Niscemi a Palermo la manifestazione automobilistica per auto storiche, non agonistica, denominata 'Grandi corse di Sicilia - L'ultima vittoria di Nuvolari (Monte Pellegrino Historic 2016)'. La manifestazione prevista per i giorni dal 21 al 24 aprile 2016 organizzata dallo staff della professionale Scuderia Montepellegrino-Libertas nazionale con l'associazione siracusana automotoveicoli storici e con la collaborazione del registro Fiat italiano, come concorso dinamico di eleganza del calendario nazionale Asi cui sono già iscritte 150 splendide vetture che concorreranno per l'assegnazione dei premi relativi all'importanza storica-sportiva, al restauro e alla conservazione. Giungeranno a Palermo le vetture da competizione costruite dalle origini fino al 1976 che si sono rese protagoniste nello sport motoristico facendole transitare in parata lungo il percorso della Salita al Monte Pellegrino da Palermo al Santuario, all'interno del Parco della Favorita e all'interno dell'Autodromo di Pergusa di Enna. 'E' il quarto anno che Palermo celebra la rievocazione della Cronoscalata del Monte Pellegrino - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando - con un evento di respiro internazionale, come la città e la sua tradizione sportiva non solo motoristica legata al nome della famiglia Florio meritano. L'Ultima vittoria di Nuvolari è un evento che ha avuto la capacità in poco tempo di coniugare sport, turismo e promozione del territorio. Che ci sia un gruppo di appassionati cittadini ad averlo creato e non veri professionisti è la prova di come ognuno può dare un apporto costruttivo alla comunità'. 'Il recupero delle nostre grandi gare storiche, come lo è questa - ha dichiarato l'assessore allo Sport, Giuseppe Gini - consente di dare alla città quella forza identitaria che può e che deve caratterizzare la Palermo del futuro. Processo, questo, che necessariamente passa attraverso la valorizzazione di Monte Pellegrino e della Favorita, importanti emblemi della città'. Ha invece sottolineato la 'crescita e l'affermazione internazionale della manifestazione' il presidente della V Commissione Consiliare Fausto Torta, 'in linea con gli obiettivi dell'Amministrazione comunale che vuole rendere attraente questa città, anche attraverso l'immagine, che mandiamo al resto del mondo, di quelle che sono la nostra bellezza, organizzazione e il nostro passato'. La manifestazione cui sono abbinate anche diverse iniziative di carattere sociale, celebrerà Ciccio Liberto, meglio conosciuto come 'Ciccio di Cefalù' il calzolaio dei campioni, l'artigiano siciliano che ha confezionato scarpe speciali per i più importanti nomi dell'automobilismo sportivo internazionale, presente con le sue creazioni anche nel recente film 'Rush'. Ma non sarà l'unico ospite. Come nelle passate edizioni, oltre alla consueta presenza di Nino Vaccarella, gli organizzatori offriranno ai partecipanti la possibilità unica di trascorrere quattro giorni in Sicilia insieme a personaggi prestigiosi legati allo sport motoristico internazionale. Sono attese auto di grandissimo valore ed interesse sportivo provenienti da tutta Europa e da oltre oceano, come la Maserati 200S del 1956, la Lotus Eleven del 1957 proveniente dall'Inghilterra, la Fiat 131 Abarth con equipaggio composto dal presidente del Japan Lancia Club o ancora la Tecno Martini Formula 1 del 1971. Nell'autodromo storico di Pergusa si potranno ammirare alcune delle monoposto che tra gli anni 60 e 70 hanno preso parte al Gran Premio del Mediterraneo. Sicuramente la salita del Monte Pellegrino sino al Santuario di Santa Rosalia patrona della città e i panorami mozzafiato che alternano i fico d'india e la tipica macchia mediterranea della Riserva naturale al blu intenso del mare, teatro nel 1950 dell'ultima gara di Tazio Nuvolari, rimane una delle prove più gradite ai partecipanti ed al pubblico. Tra le novità del 2016, oltre ai trofei che premieranno l'auto da corsa Best of Show e le auto più importanti storicamente, belle ed emozionanti presenti a Pergusa e al Monte Pellegrino, l'istituzione del Trofeo Abarth, un'opera d'arte unica che sarà assegnata ad una vettura dello Scorpione. I concorrenti potranno inoltre scoprire la Sicilia e Palermo grazie ad un apposito itinerario di scoperta del percorso arabo-normanno allestito proprio dagli organizzatori della manifestazione. Quartier generale dell'evento sarà la concessionaria Motor Village FCA di Palermo che ospiterà non solo il parco chiuso delle vetture ma una serie di manifestazioni collaterali tra le quali la mostra delle foto più belle selezionate tra le migliaia di istantanee scattate dagli appassionati, mostra la cui supervisione è curata dal maestro Salvo Manuli, appassionato artista che ha anche curato la locandina della edizione 2016. L'elenco degli iscritti i moduli di partecipazione, l'itinerario e le info per gli accompagnatori sono disponibili sul sito internet della manifestazione all'indirizzo http://www.montepellegrinorievocazionestorica.com/

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
20 nov 2015

Piano Regolatore Generale, spunta la funivia per Monte Pellegrino

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa lo schema di massima del nuovo Piano Regolatore Generale che si appresta ad essere discusso in Consiglio Comunale. Sul fronte mobilità, si conferma l'ampliamento dell'attuale rete tranviaria con il prolungamento della linea 3 verso Orleans e al quartiere Bonagia, il prolungamento della linea 1   verso Notarbartolo e Mondello. La Mal Oreto-Notarbartolo e il tunnel Porto-Svincolo Francia a cura dell'Autorità Portuale. Visualizzando però la mappa allegata al comunicato, si nota una stazione di funivia che parte dall'interno della Fiera del Mediterraneo verso Monte Pellegrino. Ma non viene citata nel comunicato stampa e nemmeno nella delibera di giunta (163 del 1/10/2015) indirizzata al Consiglio Comunale. Fondi pubblici? Apertura ai privati in Project Financing? Molto prematuro ma chi sa, parli.   Dopo la condivisione dei contenuti da parte della Giunta, lo Schema di massima del PRG  “Palermo 2025” approda al Consiglio Comunale, per le determinazioni di competenza. Lo Schema di massima si compone dello Studio agricolo forestale, dello Studio Geologico, del progetto di massima del Piano Regolatore generale, del Rapporto preliminare ambientale, in tutto ben 155 elaborati progettuali, redatti dall’Ufficio del Piano dell’Area Pianificazione del Comune, nel rispetto delle normative vigenti.  Il Sindaco prof. Leoluca Orlando e l’Assessore alla Pianificazione arch. Giuseppe Gini sottolineano l’importanza del raggiungimento di questo obiettivo da parte dell’Amministrazione. Si tratta della seconda fase prevista dalla legge nella formazione del PRG, e l’invio in Consiglio Comunale è un passo concreto e accelera i tempi per la definizione del Nuovo Piano Regolatore generale.   “Palermo e' città mediterranea, europea ed araba, ed anche il suo strumento urbanistico deve saper coniugare "radici e ali", identità e futuro, coerenza e apertura, cogliendo la assoluta attualità del riconoscimento di Palermo Arabo-normanna in Unesco World Heritage, intervenuto proprio nel luglio 2015.” dice il Sindaco.  “Il riconoscimento Unesco, temporalmente e concretamente, attraversa e interpella il processo di redazione dello schema di massima del nuovo Piano Regolatore Generale.  Il riconoscimento Unesco - riferito non ad un monumento, ma alla Città - richiama e apprezza stili di vita e modalità relazionali, strutture e cibo, colori e palazzi, vie e rumori, chiese e biciclette, mare e parchi, case e botteghe, scuole e odori, in una parola richiama e apprezza la armonia e la  vita della nostra comunità.  Il tram e l'abolizione del permesso di soggiorno, le piste ciclabili e la Consulta delle Culture...tutto si tiene...e la blue way e la green way indicano un cammino ma anche il punto estremo dell'orizzonte della nostra città.”  “Lo Schema di massima del PRG “Palermo 2025” proietta la città secondo un arco temporale breve, un decennio” precisa l’Assessore Gini, “ ed ha l’ambizione di essere un piano attuabile, che affronta e risolve le problematiche più pressanti della città, e che si pone come strumento di transizione in attesa dell’avvio della Città metropolitana, che costringerà a porre l’attenzione verso altre problematiche di natura territoriale.  

Leggi tutto    Commenti 33
Articolo
21 ott 2015

Monte Pellegrino e immondizia

di Pantera di Bellolampo

Mi capita di prendere la mtb e fare la mia "acchianata". La salita d circa 8 km è piuttosto lunga ma il vero fine è raggiungere il santuario e proseguire per gli splendidi sentieri che danno sull'Addaura. Il percorso è gradevole. La serenità però finisce all'improvviso quando il percorso giunge sulla strada, quella lato Mondello . Le condizioni sono pessime. Cumuli di immondizia che risalgono alle ultime bestiali scampagnate si rincorrono in una striscia continua di bottiglie, cartacce, sacchetti ed ogni altra forma di lerciume conosciuta. E non si può giustificare il fatto con la chiusura della strada lato Mondello (credo sia ancora chiusa) perchè anche il tratto di strada lato Fiera è sporca di fazzoletti vari e oltrepassato il santuario , due ali di immondizia da "arrustuta" selvaggia conducono fino al belvedere. E' ovvio che quelle schifezze sono lì da tempo. Una  lordura! Uno spettacolo raccapricciante e desolante per noi palermitani e per i tanti turisti che arrivano quassù. Domando alla Circoscrizione, Polizia Municipale, Rangers d'Italia, Comune, di preciso voi di cosa vi occupate..??

Leggi tutto    Commenti 5