Articolo
29 ott 2018

AMAT | Dal 1 Novembre a rischio la linea 389

di Fabio Nicolosi

Sembra che a causa di mancati pagamento dei costi del servizio da parte dell'amministrazione comunale, dal primo novembre sarà disattivata la linea 389 che collega i due comuni di Palermo e Monreale Tutto ciò costituirebbe certamente un grosso problema per i tanti pendolari monrealesi, ed in particolare modo per gli studenti, oltre che per i numerosi turisti, che si troverebbero in enormi difficoltà per raggiungere la città di Palermo. Non è certamente ne la prima e non sarà sicuramente l'ultima volta che Amat "minaccia" la soppressione della linea, ma purtroppo ogni servizio erogato va pagato e se lo stesso non viene fatto non resta che giungere ad atti che ci dispiace documentare. Il sindaco di Monreale Piero Capizzi non conferma e replica: “Non abbiamo ricevuto nessuna comunicazione. Il problema è nei rapporti tra l’Amat e il comune di Palermo. Per martedì 30 è programmato un incontro al Comune di Palermo” Ci stupisce quindi che nonostante non ci sia alcuna comunicazione ufficiale, ci sia un incontro pianificato il 30 Ottobre, ma staremo a vedere come si evolverà la situazione. Vi terremo aggiornati

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
26 giu 2018

Greenway ciclopedonale Palermo-Monreale. Ex aequo fra due proposte per i lavori

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa il concorso di progettazione per la greenway lungo l'ex tracciato ferroviario a scartamento ridotto Palermo-Monreale.   Palermo - Si è svolta ieri mattina la seduta pubblica conclusiva del concorso internazionale di progettazione in due fasi per LA RICONVERSIONE AD USO PISTA CICLABILE GREENWAY DELLA DISMESSA FERROVIA A SCARTAMENTO RIDOTTO PALERMO – CAMPOREALE NEL TRATTO PALERMO – MONREALE, presso la Sala della Carrozze a Villa Niscemi, alla presenza dell’Assessore alla Rigenerazione Urbana, Emilio Arcuri, che ha porto i saluti del Sindaco prof. Leoluca Orlando , del Sindaco di Monreale Piero Capizzi, del Presidente della Scuola Politecnica Maurizio Carta, del Presidente dell’Ordine degli Architetti di Palermo, Franco Miceli. L’importo dell’opera, inserita nel Patto per Palermo sottoscritto dal Sindaco, e il Presidente del Consiglio dei Ministri, è pari  complessivamente ad € 4.700.000,00 L’esito del concorso, che  si è svolto tramite la procedura web-based messa a disposizione dal sito concorrimi dell’ordine degli Architetti di Milano, è stato proclamato dalla Commissione Giudicatrice composta dall’Ing. Marisa Bellomo , Presidente , dal prof. Giuseppe Barbera, ordinario Università di Palermo, dall’Arch. Silvia Viviani, Presidente dell’INU, dall’Arch. Patrizia Pozzi, esperta progettista del paesaggio, dal Dott. Gerardo Longobardi, Dottore Commercialista. La Commissione ha dichiarato vincitori ex aequo le proposte progettuali del gruppo di progettazione rappresentato dall’Arch. Alessia Sarno (capogruppo) e quella del gruppo di progettazione rappresentato dall’Arch. Antonino Terrana (capogruppo). Come previsto dal Codice dei Contratti, nel breve termine  seguirà l’affidamento dell’incarico dei successivi livelli di progettazione e della direzione dei lavori, tramite una procedura negoziata, alla quale saranno invitati a partecipare i due vincitori aexquo del concorso di progettazione. I  lavori, il cui avvio è previsto per la seconda metà del 2019, consentiranno tramite la realizzazione percorso ciclopedonale, il collegamento tra Palermo e Monreale; lo stesso percorso interagirà col contesto ambientale con l’intento di valorizzarne e riqualificarne le risorse naturali, paesaggistiche e architettoniche.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
15 dic 2017

Greenway Palermo-Monreale: insediata commissione

di fiabpalermo

Martedì 12 Dicembre 2017, si è ufficialmente insediata presso l'ex Chiesa di San Mattia al Noviziato dei Crociferi, la Commissione giudicatrice del Concorso internazionale di Idee e Progettazione in due fasi per la riconversione ad uso pista ciclabile Green Way, della dismessa ferrovia a scartamento ridotto Palermo – Camporeale nel tratto Palermo – Monreale. La  prima seduta pubblica della Commissione ha riguardato la lettura dei codici alfanumerici attribuiti dal sistema telematico alle diverse proposte pervenute. Erano presenti, tra gli altri, i Sindaci di Palermo e Monreale, Leoluca Orlando e Pietro Capizzi e l’Assessore alla Rigenerazione Urbanistica e Urbana del Comune di Palermo, Emilio Arcuri. E FIAB Palermo Ciclabile. Ricordiamo che FIAB Palermo Ciclabile è stata una delle promotrici dell'inserimento della Greenway Palermo- Monreale nel protocollo per il riconoscimento dell'Itinerario Unesco Arabo Normanno. Grazie ad attenti e decennali collaboratori, l'associazione ha fornito al Comune tutta la documentazione necessaria per stabilire l'importanza di tale intervento. Il bando contiene al suo interno tale documentazione e FIAB viene più volte menzionata come fonte. Ma in tutto ciò non abbiamo nessuna voce in capitolo. Nonostante i numerosi sopralluoghi effettuati con il RUP, le riunioni all'ufficio Tecnico del Comune e le richieste effettuate a tutti gli interessati in tale progetto, FIAB Palermo Ciclabile non solo non è parte della Commissione, ma non è stata neppure inviata alla seduta pubblica di stamane.  Ne siamo venuti a conoscenza tramite il comunicato stampa del comune. Alla nostra richiesta di essere parte della Commissione come portatori di interesse, come reali conoscitori del territorio, come tecnici, l'Amministrazione ci ha risposto con un sorriso gentile ed un "lo faremo presente".  Oggi abbiamo comunque piacevolmente stretto la mano ai commissari ed al presidente di tale Commissione, augurandogli un buon lavoro, ma soprattutto raccomandando grande attenzione verso una opportunità straordinaria per Palermo si munirsi di una "strada verde" dal grande valore storico e naturalistico, che avrebbe un grande significato per la svolta verso un'attenzione privilegiata alla mobilità ciclabile di Palermo. Questa occasione non DEVE essere sprecata. Bando sul portale concorrimi: link Comunicato stampa Comune di Palermo: link

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
22 nov 2017

Carsharing | Anche a Monreale sará possibile utilizzare il servizio.

di Fabio Nicolosi

Il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Mobilità, Iolanda Riolo, hanno preso parte alla cerimonia di inaugurazione del servizio di Car Sharing a Monreale. Erano presenti, fra gli altri, anche il sindaco di Monreale, Piero Capizzi, il presidente dell'Amat, Antonio Gristina, l’assessore alla Polizia Municipale del comune di Monreale, Gery Valerio, ed il Direttore di Car Sharing Palermo, Domenico Caminiti. Due i parcheggi del servizio Car Sharing Palermo, rispettivamente in via d’Acquisto e in Piazza Inghilleri. Complessivamente 5 stalli di sosta e due vetture per chi decide di abbonarsi al servizio e andare a Palermo percorrendo le corsie preferenziali, entrare liberamente nella Ztl e parcheggiare nelle strisce blu (AMAT ed APCOA) gratuitamente. “Si accorciano sempre di più le distanze tra Palermo e Monreale - ha dichiarato il sindaco di Monreale Piero Capizzi -. Una città che diventa sempre più città grazie alla collaborazione con il comune di Palermo e con il sindaco Leoluca Orlando con il quale c’è una forte sinergia per la valorizzazione del percorso arabo-normanno.questo nuovo servizio si inserisce proprio in questo contesto”. "Palermo e Monreale – ha detto l'assessore Riolo – sono sempre più legate da una visione di innovazione e accoglienza. Il nostro obiettivo é quello di facilitare l'arrivo dei turisti che vogliono conoscere la totalità del percorso Arabo-normanno, rendendolo uno delle mete turistiche italiane più attrattive". “Il servizio reso alla cittadinanza di Monreale e ai numerosi turisti che da oggi potranno usufruire del servizio nell’ambito del percorso Arabo – Normanno patrimonio dell'UNESCO, potrà essere usato, come tutti gli stalli già esistenti in modalità oneway, ovvero servizio di corsa semplice con il quale i cittadini monrealesi potranno prelevare l’auto in via d’Acquisto o in Piazza Inghilleri e lasciarla a Palermo o all’aeroporto o nei punti di Castellammare, Alcamo, Trapani e anche negli aeroporti di Palermo Punta Raisi e di Trapani Birgi". "La mobilità sostenibile - ha dichiarato il sindaco Orlando - costituisce da alcuni anni la scelta strategica dell'Amministrazione comunale di Palermo, scelta che si realizza anche attraverso l'Azienda Trasporti del capoluogo, l'Amat, e che è sempre più condivisa da altre Amministrazioni comunali della Sicilia Occidentale. Questa iniziativa oggi conferma il rapporto forte tra Monreale e Palermo, rapporto che ha ottenuto un notevole rilancio con il riconoscimento del percorso arabo normanno come Patrimonio dell'Umanità da parte dell'Unesco". “È la conferma – ha aggiunto il sindaco Orlando – che il riconoscimento non è solo storico ma di una condivisione, stiamo vivendo la sfida del futuro, innovazione e identità , questa è la connessione virtuale e umana per il futuro”. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 ott 2017

Un impianto a fune tra Palermo e Monreale, sogno o realtà?

di Fabio Nicolosi

Assistere ad una laurea è sempre emozionante, ma esserne i protagonisti è qualcosa di unico. Oggi quindi invece dei soliti articoli voglio raccontarvi il mio elaborato finale. Oggetto del mio lavoro è stato lo studio di un collegamento a fune per la mobilità passeggeri tra Palermo e Monreale. Occorre inanzitutto dare qualche notizia sull’importanza di questo collegamento. La cittá di Monreale prende vita a fine 1400, metá 1500. 
Ma fin da subito le due realtá sentono il bisogno di un collegamento stabile, cosí nel 1592 viene realizzata la prima strada. Qualche anno dopo, nel 1620 l’arcivescovo di Monreale sente la necessitá di migliorare ulteriormente il collegamento e quindi la strada viene rettificata e resa carrabile e viene collegata all’appena costruito Corso Caltafimi. Con il passare del tempo, venne curato anche l’aspetto estetico con la realizzazione di fontane e di un portale monumentale di ingresso verso Monreale. Passaggio fondamentale è la realizzazione nel 1889 della prima linea tramviaria tra Piazza Bologni e la Rocca. Dopo 11 anni, nel 1900, si realizzò il collegamento diretto con Monreale. Purtroppo la tramvia venne lentamente abbandonata in favore di filubus e successivamente smantellata nel 1946, proprio dopo la seconda guerra mondiale. Oggi il collegamento tra i due centri abitati è fondamentale perché complice la vicinanza vi è l’assenza di numerosi servizi, tra cui presidi ospedalieri, giuridici, scolastici. Vi è dunque un bisogno di spostarsi per raggiungere, chi da pendolare, chi da turista i due comuni. Inoltre il Duomo di Monreale è diventato patrimonio Unesco e ciò ha fatto crescere la presenza di turisti che giornalmente si recano in visita al monumento. Un primo aspetto che si è analizzato è stato proprio il pendolarismo. Tramite i rilevamenti ISTAT si è visto che il numero di abitanti a Monreale è aumentato negli ultimi 10 anni perché sempre più persone preferiscono, spinte anche dalla crisi economica, lasciare la città per transferirsi dove la locazione e l’acquisto di immobili sono più vantaggiosi. Sempre da dati ISTAT, si è estrapolata dalla matrice di pendolarismo il totale di individui che giornalmente si spostano da Monreale a Palermo incrociando i dati dei tempi di percorrenza e del mezzo utilizzato. Grazie ai dati forniti dall’azienda AST si è potuto rappresentare graficamente i flussi di pendolari che, come ci aspettavamo, sono maggiori nelle prime ore del mattino verso Palermo e si ha il maggiore flusso verso Monreale all’ora di pranzo Infine grazie ai dati forniti dal Comune di Monreale, si è visto che il numero di abbonamenti che gli studenti hanno richiesto e che vengono gratuitamente distribuiti ad anziani ed invalidi è in costante crescita, segno che la domanda di trasporto pubblico è presente ed è in aumento. Dal punto di vista turistico sono più di 
800 gli utenti che mediamente visitano ogni giorno il Duomo. Dopo aver analizzato i dati statistici, si è focalizzata l’attenzione sull’infrastruttura esistente e quindi sui sistemi di trasporto esistenti. 
Sistemi di trasporto che si basano eslcusivamente su gomma, tra mezzo pubblici e mezzi privati. 
Per quanto riguarda i mezzi pubblici, le ditte che effettuano il servizio tra Palermo e Monreale sono l’AST e l’AMAT con percorsi simili, ma capolinea di partenza e arrivo diversi. Proprio sul tema dei capolinea abbiamo voluto fare un punto della situazione cercando di trovare delle soluzioni per migliorare con costi minimi il presente. 
E’ impensabile che gli utenti debbano attendere un bus con delle pensiline striminzite, ma sopratutto senza una chiara indicazione che permetta ai turisti di conoscere gli orari, le modalità di pagamento del servizio e la frequenza della stesso. Vista l’importanza che nei prossimi mesi acquisirà Piazza Indipendenza sarebbe utile attestare li il primo HUB di interscambio tra mezzi extraurbani e mezzi pubblici (treno – tram – bus). Per Monreale invece l’ideale sarebbe concentrare tutto al Parcheggio Cirba, che viste le dimensioni sarebbe in grado di ospitare mezzi e navette pubbliche. Ulteriore nodo di interscambio potrebbe essere Parcheggio Basile, che viste le grosse potenzialità potrebbe essere il primo stop forzato per chi proviene da fuori città ed intende entrare in città. Ultimo aspetto, ma forse più interessante è stato lo studio dei sistemi a fune esistenti, di cui possiamo vedere alcune immagini (Rio, Singapore, Portland, Medellin, Londra) e la possibilità di importare lo stesso sistema a Palermo proprio per collegare Monreale. 
Dallo studio sui pendolari, sono stati calcolati (grazie ad un software presente al seguente link) a seconda di diverse portate orarie di utenti, tre preventivi per possibili costi di un impianto a fune che potrebbe essere realizzato tra il Parcheggio Basile e il Parcheggio Cirba. L’impianto a fune è stato scelto sia per motivi legati all’aspetto ambientale e turistico, sia perché potrebbe essere un’alternativa al trasporto "terreno", che potrebbe quindi portare ad una riduzione dei mezzi in circolazione, abbattendo quindi l’inquinamento, il rumore e lo stress di chi quotidianamente effettua lo spostamento tra Palermo e Monreale. Si potrebbe optare per una tipologia di trasporto misto fune-monorotaia così come già visto nell'articolo pubblicato qualche giorno fa L'invito che voglio rivolgere a tutti i colleghi è quello di rendere pubblico e pubblicare tutte le loro tesi affinché le stesse non rimangano sogni nel cassetto, ma divulgarle perchè lavori simili possono creare dibattiti e portare anche piccoli risultati a breve e lungo termine. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 18
Articolo
05 ott 2017

ESCLUSIVA |Pista ciclabile Palermo – Monreale: pubblicato il bando per “Riconversione ad uso pista ciclabile green way della dismessa ferrovia a scartamento ridotto Palermo – Camporeale nel tratto Palermo – Monreale”

di Fabio Nicolosi

Il Comune di Palermo - Area Tecnica della Riqualificazione Urbana e delle Infrastrutture bandisce un concorso internazionale di progettazione per la "Riconversione ad uso pista ciclabile green way della dismessa ferrovia a scartamento ridotto Palermo - Camporeale nel tratto Palermo - Monreale" situato in Palermo, con procedura aperta, il cui oggetto è l'acquisizione, dopo l'espletamento del secondo grado, di un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un progetto di fattibilità tecnica ed economica. Il concorso, aperto agli Architetti e agli Ingegneri, è articolato in due gradi in forma anonima. Per garantire anonimato e condizioni uniformi di partecipazione le procedure del concorso e il rapporto fra Ente banditore e concorrente avverranno esclusivamente per via telematica attraverso il sito www.concorsogreenwaypamonreale.concorrimi.it. Al sito sopra citato il concorrente avrà accesso mediante registrazione e potrà scaricare il materiale necessario alla partecipazione, formulare quesiti, consultare l'apposita pagina "news" e consegnare mediante caricamento gli elaborati delle proposte progettuali sia del primo che del secondo grado. CALENDARIO DEL CONCORSO Le principali scadenze della procedura del Concorso sono le seguenti: 14.11.2017 ore 16:00:00 Termine per la ricezione delle richieste di chiarimento per il primo grado; 20.11.2017 ore 23:59:00 Termine per la pubblicazione delle risposte alle richieste di chiarimento pervenute entro il 14.11.2017 per il primo grado; 06.12.2017 ore 16:00:00 Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al primo grado; 12.12.2017 ore 10:00:00 Prima seduta pubblica della Commissione giudicatrice, per la lettura dei codici alfanumerici attribuiti dal sistema telematico alle diverse proposte; 22.01.2018 ore 23:59:00 Comunicazione delle proposte progettuali ammesse al secondo grado del concorso; 05.03.2018 ore 16:00:00 Termine ultimo per la ricezione delle richieste di chiarimento per il secondo grado; 12.03.2018 ore 23:59:00 Termine ultimo per la pubblicazione delle risposte ai quesiti formulati per il secondo grado; 05.04.2018 ore 16:00:00 Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al secondo grado; PREMI E RIMBORSO SPESE Il vincitore del concorso riceverà un premio di € 40.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge). Al concorrente risultato secondo classificato è riconosciuto un premio di € 30.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge). Al concorrente risultato terzo classificato è riconosciuto un premio di € 20.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge). Ciascuno dei successivi 2 (due) concorrenti riceverà un rimborso spese di € 10.000,00 (al lordo di IVA e ogni altro onere di legge). L’importo totale del progetto ammonta a 4.700.000 euro. Criterio peculiare del concorso  è che si dovrà mantenere il più possibile il tracciato dell’ex infrastruttura ferroviaria. La riconversione del vecchio tracciato ferroviario in green way offrirà a pedoni e ciclisti un collegamento sicuro, libero dal traffico, con le giuste pendenze fra Palermo e Monreale, cioè la principale attrazione turistica nelle sue immediate vicinanze, entrambi parte integrante dell’Itinerario Unesco Arabo-Normanno. La commissione giudicatrice è formata dall’Ing. Marisa Bellomo , Dirigente dell’Ufficio Edilizia Pubblica, Cantiere Municipale ed Autoparco (nella qualità di Presidente) e dai Commissari Silvia Viviani, Gerardo Longobardi, Giuseppe Barbera e Patrizia Pozzi. Commissari supplenti: Silvia Invernizzi e Andrea Foschi. La “via verde” si può apprezzare dall'alto, sul tracciato dall'ex stazione Lolli alla ex stazione di Monreale, nel video: Ti potrebbe interessare anche: Palermo avrà una green-way che la collegherà con Monreale Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 12
Articolo
24 lug 2017

Palermo avrà una green-way che la collegherà con Monreale

di Fabio Nicolosi

L'ultimo approfondimento sui concorsi internazionale di progettazione prevede, in due fasi, la riconversione ad uso pista ciclabile greenway, della dismessa ferrovia a scartamento ridotto Palermo – Camporeale nel tratto Palermo – Monreale. L’importo totale del progetto ammonta a 4.700.000 euro. Criterio peculiare del concorso – il cui bando è stato approvato con Determinazione Dirigenziale n.146 del 23/05/2017 – è che si dovrà mantenere il più possibile il tracciato dell’ex infrastruttura ferroviaria. La riconversione del vecchio tracciato ferroviario in green way offrirà a pedoni e ciclisti un collegamento sicuro, libero dal traffico, con le giuste pendenze fra Palermo e Monreale, cioè la principale attrazione turistica nelle sue immediate vicinanze, entrambi parte integrante dell’Itinerario Unesco Arabo-Normanno. La commissione giudicatrice è formata dall’Ing. Marisa Bellomo , Dirigente dell’Ufficio Edilizia Pubblica, Cantiere Municipale ed Autoparco (nella qualità di Presidente) e dai Commissari Silvia Viviani, Gerardo Longobardi, Giuseppe Barbera e Patrizia Pozzi. Commissari supplenti: Silvia Invernizzi e Andrea Foschi. Ai primi cinque concorrenti classificati al concorso di progettazione, verranno assegnati premi pari a complessivi 110.000 euro. La “via verde” si può apprezzare dall'alto, sul tracciato dall'ex stazione Lolli alla ex stazione di Monreale, nel video: Ti potrebbe interessare anche: I monumenti di Palermo risplenderanno grazie a “Luci sull’arte” Tram | Sistema tram Palermo – Fase 2: al via il concorso internazionale di progettazione Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 20