Articolo
14 dic 2009

Pioggia di interventi per il centro storico

di Paco

Comunicato stampa del comune: Approvato oggi dalla Giunta Comunale il secondo stralcio operativo del complessivo “Piano degli interventi urgenti nel Centro Storico” da 2 milioni di euro. Tale secondo stanziamento di 320.000 euro, derivante da economie del Settore Centro Storico, è destinato al completamento degli interventi strutturali e delle rifiniture e degli arredi del Teatro Garibaldi in modo da accelerare la sua riapertura, non solo per restituire un bene culturale alla città, ma anche per farne motore di attività culturali e di animazione in una delle aree che costituirà “progetto pilota” del nuovo PPE e che è stata inserita tra i programmi strategici della città. Il piano complessivo è stato predisposto in accordo con il Sindaco dall’Assessore al Centro Storico, Maurizio Carta, e prevede interventi per circa 2 milioni di euro recuperati attraverso opportune economie nel proprio bilancio operativo. Oltre ai 720.000 euro già destinati, il piano prevede: 200.000 euro per interventi sugli spazi pubblici (strade, marciapiedi, arredo urbano, etc.); 100.000 euro per interventi urgenti sugli edifici pubblici monumentali; 240.000 euro per l’illuminazione delle strade, intervento indispensabile sia per il decoro che per la sicurezza dei quartieri; Dalle economie dei fondi per l’emergenza sismica sarà destinato 1 milione di euro al completamento di interventi di restauro strutturale di edifici in modo da restituirli in tempi brevi alla fruizione. Uno degli interventi già decisi è relativo al Complesso dello Spasimo. Infine, attraverso il bando regionale sui cantieri di lavoro saranno effettuati alcuni interventi sistemici sugli spazi pubblici e sui marciapiedi, con prevalente attenzione a quelle aree limitrofe agli edifici recentemente restaurati in modo da completarne la qualità e l’attrattività (area dell’Oratorio dei Bianchi e dello Spasimo e area del Foro Italico). A queste risorse si affiancheranno quelle prodotte dalle economie prodotte dai bandi di finanziamento ai privati, circa 12 milioni di euro, per i quali si è predisposta una delibera sottoposta al Consiglio Comunale per indirizzarne l’utilizzo verso l’edilizia pericolante e verso gli edifici monumentali degli assi. “La focalizzazione delle risorse sul completamento di interventi e sugli spazi pubblici – afferma l’Assessore Carta – consente di dare risposte concrete alla città, utilizzando le risorse esistenti al meglio in modo che possano servire da incentivo e da moltiplicatore di altre risorse pubbliche o da attivatore degli interventi privati”. “Le qualità e le potenzialità del centro storico, gli interventi pubblici e gli investimenti privati possono avviare un importante programma di interventi anti-ciclici rispetto alla crisi, a patto che avvengano nell’ambito di regole certe e senza compromettere la qualità e l’identità del tessuto storico, ma anzi utilizzandole come fattori moltiplicativi.” “Tale piano di interventi urgenti – continua l’Assessore Carta – fa parte della fase operativa e a breve termine della strategia generale di recupero e valorizzazione del centro storico. Strategia che non può che passare dalla revisione del PPE in modo che tutti gli interventi siano programmati e progettati in maniera coerente e soprattutto siano in grado di trovare gli opportuni canali finanziari, anche stimolando il partenariato pubblico-privato.”

Leggi tutto    Commenti 18