Articolo
25 mar 2017

Anello Ferroviario | Momentaneamente liberata l’area di Viale Campania

di Fabio Nicolosi

Dopo aver richiesto e ottenuto l'area antistante il roseto di Viale Campania e non averla mai utilizzata, se non per qualche grosso pozzetto in cemento, la Tecnis, sotto pressione del comune ha liberato l'area in attesa che i lavori su Viale Lazio e Via Sicilia riprendano. Apprendiamo infatti dal Giornale di Sicilia (23/03/2017) che il cantiere di Viale Lazio è fermo. "Sarebbe in via di definizione anche la questione dell'intervento di viale Lazio per il quale e impresa avevano chiesto la deroga per i limiti del rumore: si voleva lavorare notte e giorno, il sabato e la domenica, per non interferire col passaggio dei treni (le cui corse sarebbero state sospese) nel binario da raddoppiare. Ma per il Comune era una ipotesi impraticabile: avrebbe significato impedire ai residenti di riposare nel fine settimana. Da qui un braccio di ferro che ora potrebbe sciogliersi in una soluzione meno traumatica. Quella più probabile è di «chiudere» la tratta Notarbartolo-Giachery subito dopo la chiusura delle scuole, mettendo a disposizione dell'utenza bus sostitutivi." - Scrive Giancarlo Macaluso. Se fosse realmente così, nel cantiere vedremmo pochissima attività per altri tre mesi in cui i cittadini saranno costretti a subire i disagi di un cantiere poco produttivo. Foto di Gabriele C. e Giuseppe T. Un'ulteriore figura pessima della Tecnis, che nonostante il dissequestro, anche per espisodi simili si sta rilevando azienda poco interessata a portare a termine i lavori nel minor tempo possibile e con i minori disagi possibili. Perchè è sotto la luce degli occhi che non ha senso chiedere un'ordinanza per la chiusura parziale di una strada, ottenere lo spostamento di un mercatino e poi smontare l'area di cantiere avendola utilizzata si e no un paio di mesi, ma avendoci speculato sopra con tabelloni pubblicitari che hanno sicuramente riempito le tasche dell'azienda. E' inoltre assurdo chiedere ai cittadini di vedere il cantiere fermo per altri tre mesi perchè non si riesce a sospendere il transito ferroviario. Bisogna sicuramente ammettere che le colpe non saranno totalmente a carico di Tecnis, ma anche del comune e di Rfi che su molti aspetti hanno dato carta bianca all'azienda quando invece era necessaria maggiore cautela. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
02 dic 2016

Anello Ferroviario | La regione siciliana alla ricerca dei fondi per il secondo lotto

di Fabio Nicolosi

Si torna a parlare di Anello Ferroviario, ma questa volta a dare una piacevole notizia è l'assessore regionale Giovanni Pistorio che in un tavolo tecnico convocato insieme ad RFI ha annunciato di essere a lavoro per il reperimento dei 120 milioni che consentirebbero la chiusura di questo anello ferroviario La Regione sta dialogando col governo nazionale per reperire le risorse destinate al secondo stralcio. I lavori oggi in corso, infatti, riguardano solo la prima parte del completamento con le fermate porto, Politeama e Lazio; il secondo stralcio chiuderà invece il cerchio con Malaspina che unirà così il Politeama a Notarbartolo. Insomma, mentre Palermo è col fiato sospeso in attesa di capire se il primo stralcio vedrà mai la luce, si lavora a finanziare il secondo. “La Regione pensa che questa opera vada completata – dice Pistorio a Livesicilia – capiamo le preoccupazioni del Comune e le valutazioni sull’utilità di quest’ora e sul rapporto costi-benefici, ma a noi interessa che il progetto si definisca e che non vadano perse le risorse”. Il Lotto 2 si estende invece per circa 1 km, dalla fermata Politeama alla fermata Notarbartolo, ha un’estesa di circa 1 km ed include la realizzazione della nuova fermata Malaspina che sarà collocata nei pressi dell'incrocio con Via Generale A. Cantore e che sarà molto utile per il collegamento con la stazione Notarbartolo, futuro nodo di interscambio tra passante ferroviario, anello, tram e bus. Vi terremo aggiornati, anche se si parla di tempi non proprio brevissimi. Insomma se da un lato Orlando ha messo la pietra tombale sulla MAL, dall'altro ci pensa la regione a provare a costruire nuove, si fa per dire, linee in sotterranea.

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
31 ago 2015

Passante e Anello Ferroviario, riprese le attività di cantiere. Ecco le prossime attività

di Fabio Nicolosi

Riportiamo un comunicato stampa di RFI che ci ricorda i cantieri attivi in città e cosa accadrà nei prossimi mesi: Sono ripresi, dopo la breve chiusura estiva, i lavori da Notarbartolo a Carini (tratte B e C). Impegnate 570 persone tra tecnici e operai. Cantieri aperti anche da Palermo Centrale a Notarbartolo (tratta A), dove sono in corso le attività per l’ultimazione dei lavori delle fermate Lolli, Guadagna e Maredolce. A settembre è previsto un ulteriore incremento della produzione per un rapido completamento dei lavori. Passi avanti anche per la ripresa dei lavori nell’ultimo tratto della galleria Orleans Lolli (58 metri). La soluzione di demolire alcuni fabbricati, proposta da autorevoli esperti del settore per contrastare il fenomeno idrogeologico, ha già ottenuto il nulla osta della Sovrintendenza, per la non sussistenza di vincoli culturalI. Ora è al vaglio del Comune di Palermo per le verifiche di competenza. L’iter procedurale per l’acquisizione dei fabbricati sarà avviato entro l’autunno, secondo quanto previsto dalle norme e previo coinvolgimento dei proprietari: i lavori di completamento della Galleria potranno riprendere subito dopo. La sospensione dei lavori nella galleria Orleans Lolli ha riguardato una parte limitata delle lavorazioni del Passante Ferroviario tant’è che negli ultimi due anni, sono stati realizzati lavori per un importo di circa 60 milioni di euro. Lavori in corso anche per la chiusura dell’Anello Ferroviario nei cantieri di viale Lazio, via Amari e nell’area Portuale. Le attività verranno ulteriormente intensificate a settembre (al momento sono già operative tre trivelle per la realizzazione dei pali di fondazione della futura galleria ferroviaria). Proseguono i lavori anche nel cantiere di piazza Castelnuovo dove, completati i sondaggi per verificare la presenza di eventuali ordigni bellici, sono in corso, in stretta collaborazione con i tecnici AMAP, gli scavi necessari per definire l’esatta posizione delle reti fognarie presenti. Le indagini si concluderanno entro metà settembre.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
29 lug 2015

Anello Ferroviario | Via Amari: I lavori si spostano sul lato destro

di Fabio Nicolosi

I lavori propedeutici all’avvio dei lavori per la realizzazione della galleria di collegamento tra la fermata Porto e la fermata Politeama dell’anello ferroviaria subiscono un altro step e dopo aver spostato tutti i sottoservizi di Via E. Amari sul lato sinistro tra Via Crispi e via Principe di Scordia, adesso verranno effettuati gli stessi lavori sul lato destro Solo dopo la conclusione dei sopracitati interventi si potrà iniziare effettivamente prima con le palificazioni e successivamente con lo scavo della galleria. I lavori in oggetto avranno una durata di circa 4 mesi.

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
10 giu 2015

Anello Ferroviario | Ecco come si svolgeranno i lavori lungo Via Amari

di Fabio Nicolosi

Oggi grazie all’ausilio delle slide proiettate durante il dibattito pubblico della scorsa settimana vi mostriamo in che modo si svolgeranno i lavori della chiusura dell’anello ferroviario lungo Via Emerico Amari. Il lavoro si strutturerà in cinque diverse fasi: Nelle due prime fasi verrà chiusa solo una porzione della carreggiata di Via E. Amari, nelle successive due invece sarà necessario chiudere l’intera carreggiata per permettere i lavori che verranno effettuati proprio al centro strada. Nell’ultima fase i lavori verranno effettuati sotto terra, ma nessuno se ne accorgerà perché la strada verrà riaperta e la viabilità sarà ripristinata La prima fase: Nella prima fase verranno spostati tutti i sottoservizi presenti sul lato sinistro (guardando dal porto verso il politeama), quindi i vari cavi Enel, Amap, Amg, ecc e verrà effettuata anche la bonifica degli ordigni esplosivi La seconda fase: La seconda fase sarà fotocopia della prima fase solo che i lavori verranno effettuati sul lato destro (guardando dal porto verso il politeama) La terza fase: La terza fase vedrà l’utilizzo di una macchina per pali di fondazione che avrà il compito di creare una fila di pali che costituiranno i “pilastri” per la quarta fase dei lavori. La quarta fase: La quarta fase, sarà l’ultima fase dei lavori visibili in superficie e consisterà nella realizzazione di un solettone di calcestruzzo armato che poggerà sui pali realizzati nella terza fase e che sarà la volta della galleria all’interno della quale verrà realizzata la linea ferrata La quinta fase: La quinta fase vedrà una serie di ruspe e camion che scaveranno la galleria dall’interno, dalla strada non sarà possibile percepire ciò che sta avvenendo all’interno, ma i lavori proseguiranno fino a quando la galleria non sarà totalmente “svuotata” dal materiale presente all’interno e verranno quindi installati i vari impianti e la catenaria che permetteranno il transito dei treni. Riguardo la tempistica: Fase 1 – risoluzione sottoservizi lato sn: circa 9 mesi da gennaio 2015 ad ottobre 2015; Fase 2 – risoluzione sottoservizi lato dx: circa 5 mesi da ottobre 2015 a marzo 2016; Fasi 3/4 – realizzazione paratie e solettone: circa 16 mesi da gennaio 2016 a aprile 2017.

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
19 mag 2015

Anello Ferroviario | Chiusa una parte di Viale Campania

di Fabio Nicolosi

Variazioni al traffico lungo viale Campania. Come già preannunciato, il traffico subisce una leggera deviazione lungo la corsia lato monte (fra via Brigata Verona e viale Lazio).  La nuova area espropriata verrà utilizzata dalla ditta Tecnis per depositare il materiale proveniente dalla vicina costruenda fermata Libertà. Qui di seguito una mappa con riportata la deviazione stradale.

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
20 apr 2015

Perché viene cantierizzata piazza Castelnuovo? Ecco la nuova fermata

di Antony Passalacqua

La scorsa settimana vi abbiamo annunciato la parziale chiusura di piazza Castelnuovo per i lavori inerenti l'Anello Ferroviario. Sono stati in molti a chiederci i dettagli del cantiere ma soprattutto cosa verrà costruito proprio qui. Vi mostriamo pertanto alcuni dettagli sulla futura fermata Politeama dell'Anello Ferroviario.   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 23