Articolo
05 ott 2016

A tu per tu con un arrogante e incivile: botta e risposta per una cartaccia a terra

di Mobilita Palermo

Dal nostro gruppo facebook riportiamo questo breve racconto, emblema del comportamento di molti palermitani e della concezione del "pubblico". Un mix di arroganza e ignoranza che non merita ulteriori preamboli.   Questa mattina (ieri, ndr) ho avuto un piccolo battibecco con una signora ca s'ammuccò un calzone e come vedete in foto ha buttato la carta per terra... E' vero che ognuno deve farsi i "fatti" propri ma io queste cose non le sopporto anche perché di fronte c'erano i contenitori e quindi da buon cittadino ho chiesto alla signora "mi scusi ma perché ha buttato la carta per terra visto che là di fronte ci sono i contenitori?" E mi ha risposto.. "picchì a strata è pulita?" E io: "signora non è che se la strada è già sporca noi dobbiamo continuare a sporcarla e poi a 5 metri ci sono pure i contenitori". La sua risposta è stata: "e allura picchì ci su i spazzini?" Le ho chiesto "ma che risposta è?" E mi risponde "i spazzini siaibbinu pi chistu". Alla fine la carta nel contenitore l'ho buttata io ma a lei come potete capire non glien'è fregato niente e l'ho salutata in modo schifato perché ho capito che con questa gente è anche inutile parlarci e purtroppo in questa città siamo strapieni di questi elementi. Poi non vi lamentate quando per esempio con un pò di pioggia si allagano le strade! S.B.  

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
28 dic 2015

FOTO| Nuovamente in azione i ragazzi “Tramiamociviltà”

di Fabio Nicolosi

Dopo l’ennesimo atto vandalico lungo il percorso del tram e in particolare nella passerella ciclo-pedonale realizzata dalla Sis presso Piazza Ponte Ammiraglio, dei volontari si sono armati di prodotti specifici, guanti e tanta voglia di civiltà e hanno provveduto in pochissimo tempo a ripulire ciò che era stato imbrattato da qualcuno che aveva esplicitato il proprio bisogno di visibilità e di protagonismo. I volontari: Antonio Piscitello (Bricocenter), Marco D’Amico, Valeria Piazza, Ivan Muratore, Salvo Galati, Alessandro Graziano, Claudio Di Fiore, Giorgio Varrica, e Michele Cangelosi (autista Amat) si sono dati appuntamento questa mattina e alla fine del loro “lavoro” sono stati ringraziati da parte di Amat in una maniera speciale. I ragazzi hanno creato una pagina Facebook così da tenersi in contatto per le prossime iniziative e speriamo che questo gruppo possa essere da volano non solo per quanto riguarda le azioni civiche riguardanti il tram, ma l’intera città. Tanta è la soddisfazione dopo aver concluso questo ennesimo atto di amore per la propria città sperando che questa possa portare alla denuncia e individuazione di chi sporca, inquina, imbratta e che possa essere successivamente costretto a cancellare ciò che ha impropriamente realizzato.

Leggi tutto    Commenti 13
Articolo
09 giu 2015

Palermo| L’assuefazione al degrado delle periferie

di Antony Passalacqua

Siamo in via Di Vittorio, ore 11.35 circa. Le prove della tranvia si sono bloccate per dei rifiuti che ingombrano la sede tranviaria. Sono già state spese abbondanti parole per descrivere il disprezzo verso questi incivili (o coniati ironicamente panormosauri). Le periferie soprattutto sono senza controlli da parte delle forze dell’ordine e dell'Amministrazione Comunale. Non c'è ad oggi una massiccia campagna informativa circa il ritiro dei rifiuti ingombranti da parte della Rap. Non c'è alcun rispetto per il quartiere, e soprattutto verso i beni pubblici. Ma con questo non vogliamo scoprire l'acqua calda ma semplicemente riporre sotto i riflettori l'assoluto abbandono delle periferie perché l'assuefazione al degrado ha preso il sopravvento (e non da ora). E a Palermo ci si abitua troppo presto a tutto ciò...  

Leggi tutto    Commenti 31
Articolo
29 mag 2015

Degrado “sotto” piazza Indipendenza

di Alessandro Graziano

Per tutte le persone che passano spesso da Piazza Indipendenza e per i turisti, la piazza si mantiene in condizioni decorose. Non troppo sporca, un lieve strato di ordine, presenza di uffici regionali, una fermata del Passante Ferroviario a due passi dal Palazzo Reale e bei monumenti tutto attorno come Porta Nuova, la Cattedrale e  San Giovanni degli Eremiti. Ma è sotto la piazza, scendendo su via Colonna Rotta che il degrado regna indisturbato. Sul lato di piazza Indipendenza che costeggia la continuazione di Via Vittorio Emanuele che qui già diventa Corso Calatafimi la situazione è sconfortante. Anni fa per far posto al cantiere e alla galleria del passante ferroviario fu demolito un edificio in stile liberty. Bene noi siamo favorevoli a tali scelte se proprio necessarie per dotare la città di un servizio di trasporto, ma al posto dell'edificio oggi vi è una discarica abusiva in pieno centro. Oltre che le solite sterpaglie vista l'assenza di un servizio di cura degli spazi urbani. Affacciandosi dalla balaustra si può sia buttare qualsiasi cosa verso il basso che sorprendersi dello spettacolo da luogo incivile. Sotto terra non sappiamo se i cantieri procedano e a che ritmo ma sopra è uno scempio. Si parlava di realizzare in quest'area a cavallo tra via Colonna Rotta-Imera e piazza Indipendenza un insieme di scale ed aree a verde per permettere a turisti e non di raggiungere la piazza. In teoria poi nel vecchio progetto del PFP sopra l'area della futura fermata Imera Tribunale sarebbe previsto un parcheggio per i bus turistici. Nel frattempo rimane per i turisti (e per i cittadini ) uno spettacolo di degrado assoluto in un centro storico che ironia della sorte sembra sempre più periferia.  

Leggi tutto    Commenti 8