Segnalazione
02 ott 2017

Quando a Palermo si costruivano le automobili

di belfagor

Pochi sanno che a Palermo , nei primi del 900 vi erano ben due “fabbriche” di automobili, l’APIS e l’AUDAX. Francamente più che di due fabbriche erano due piccole aziende artigianali che a un certo momento pensarono di costruire auto. L'APIS, come fabbrica di automobili, ebbe breve vita, producendo in tutto una decina di esemplari; ne miglior successo ebbe l'altra fabbrica di vetture palermitana, l'AUDAX di Vincenzo Pellerito. L’insuccesso dei due marchi fu certo favorito anche dal gusto “esterofilo” dei ricchi e nobili palermitani,a cui tali automobili erano principalmente rivolte,  che preferivano scegliere modelli “stranieri”, che spesso erano meno affidabili . Certamente la più interessante di tali esperienze fu l’ APIS  fondata dal Commendatore Eugenio Oliveri. Era una figura di primo piano nel panorama politico – industriale palermitano . Senatore del Regno, tre volte sindaco di Palermo e  presidente della Cassa di Risparmio. Aveva tutte le caratteristiche per diventare “L’Agnelli palermitano”.  Nel 1903  rilevò uno stabilimento di “costruzioni meccaniche con fonderia” dal cavaliere Pietro Corsi, lasciandogli però l’incarico di direttore tecnico. La fabbrica era specializzata nella costruzione di “caldaie a vapore, macchine di estrazione, macchine motrici, pompe elettriche, motori idraulici, presse idrauliche, motori a gas”,  A queste attività si aggiunse anche la costruzione  di “vetture elettriche da 4 a 10 hp, vetture a benzina da 5 a 10 hp con motori a 1, 2, 4 e 8 cilindri, con o senza leva di velocità per marcia indietro, trasmissione cardan ed a catena, raffreddamento a ventilatore ( proprio brevetto ), munite di tutti i perfezionamenti finora scoperti, automobili a vapore da 25 a 50 hp”. Teoricamente e tecnicamente, almeno sulla carta,   aveva  tutte le basi per affermarsi ma purtroppo tale esperienza ebbe vita breve producendo in  tutto una decina di esemplari di automobili. Ma per quei tempi era un successo.  Per esempio la FIAT, fondata qualche anno prima (1899), il suo primo modello fu prodotto in soli  8 esemplari.  Francamente non sappiamo perché il Commendatore Oliveri rinunciò a tale avventura. Aveva sia la disponibilità economica ( era presidente della Cassa di Risparmio), che la forza politica ( era Senatore del regno  e sindaco di Palermo). Inoltre in quei tempi alcuni politici utilizzavano i loro incarichi per dare lavoro e sviluppare l’economia del proprio territorio e non solo per arricchirsi, sistemare i fedelissimi e i parenti e accumulare incarichi. L‘ azienda. che aveva rilevato e che sapientemente aveva lasciato gestire al vecchio proprietario, aveva anche le competenze tecniche e non si limitava solo all’ assemblaggio di pezzi. Infatti progettava e realizzava tali pezzi ( possedeva una fonderia è un rudimentale “centro studi” ,che aveva brevettato un sistema di raffreddamento a ventilatore). Esteticamente l’auto che fabbricarono non era certamente brutta, anzi. Rimane un mistero sul perché tale esperienza , che ripeto aveva tutte le condizioni per affermarsi , non riuscì .  Fu un vero peccato !. Nè miglior successo ebbe l'altra fabbrica di vetture palermitana, l'AUDAX di Vincenzo Pellerito che aveva sede in Via Malfitano.  In questo caso le notizie sono scarne. Si sa solo che da tale officina uscirono solo 5 automobili. Ci sarebbe stato anche un terzo “costruttore” ,l’industriale Savatteri che costruì un prototipo che però  fece una brutta fine.  Infatti finì nella bottega di un rigattiere in Via Calderai. Da questo elenco stranamente mancano i Florio,  i più grandi industriali di Palermo, che erano dei grandi appassionati di auto e di gare  automobilistiche ( ricordiamo che Vincenzo Florio junior fu il promotore della " TARGA FLORIO" la prima gara automobilistica del mondo), ma sembra che anche loro si fecero costruire un prototipo di automobile. In una vecchia foto, dell’estate 1902 ,è ritratto Ignazio Florio junior ( fratello maggiore di Vincenzo) con il figlioletto “baby boy”, a bordo di una “quattro cilindri”. Si legge nella didascalia che l’auto era di “recente fabbricazione , in uno degli stabilimenti palermitani dei Florio”. P.S. A cavallo tra 800 e il 900 Palermo ebbe un grande sviluppo economico Erano i tempi dei Florio, ma non solo. Palermo attirava imprenditori italiani ( i Florio erano originari della Calabria ) e stranieri . La nascita di questo embrione di “industria automobilistica” ne è la dimostrazione. Oggi a Palermo economicamente c’è il deserto. Le industrie e gli imprenditori, attivi fino a qualche decennio fa, non ci sono più e anche l’industria turistica è in crisi ( basta vedere gli hotel e gli alberghi che sono stati chiusi in questi ultimi anni) . Gli economisti, i sociologi e i politici  definiscono questo periodo “ decrescita felice” cioè dobbiamo diventare “meno ricchi” per permettere ai paesi poveri di svilupparsi e diventare “più ricchi”. Peccato che qualche cosa non ha funzionato. “Noi fummo i Gattopardi, i Leoni; quelli che ci sostituiranno saranno gli sciacalletti, le iene”  

Leggi tutto    Commenti 3    Proposte 0
Articolo
05 gen 2017

Car sharing: presentate nuove autovetture per persone disabili

di Fabio Nicolosi

E' stato presentato questa mattina in piazza Verdi il nuovo servizio car sharing riservato a persone con disabilità, il primo in Europa. All'incontro con i giornalisti erano presenti, tra gli altri, il sindaco Leoluca Orlando, l'assessore all'Innovazione Gianfranco Rizzo, il presidente di Amat, Antonio Gristina, il direttore servizi speciali della mobilità e presidente del consorzio nazionale del car sharing "Io guido", Domenico Caminiti oltre ai rappresentanti delle associazioni disabili presenti in città. Dal 15 gennaio sarà quindi a disposizione la prima delle quattro autovetture Golf Volkswagen con comandi speciali nello stallo di via Libertà/piazza Castelnuovo mentre le altre tre autovetture saranno usufruibili a partite dall'1 febbraio negli stalli di viale del Fante, piazza Principe di Camporeale e via Aquileia angolo via Lazio. "Oggi – ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando – facciamo un altro importante passo avanti che conferma Palermo punto di riferimento di una mobilità sostenibile attraverso i servizi del tram, del car sharing, del bike sharing, del taxi sharing passando dal rafforzamento dei mezzi pubblici e delle aree pedonal. Con orgoglio oggi siamo l'unica città d'Italia e d'Europa che offre un servizio di car sharing per le persone con disabilità e questa è anche occasione per un doveroso ringraziamento ad Inail che ha scelto Palermo per questa sperimentazione perché ha ritenuto la nostra città terreno fertile per una diversa cultura della mobilità" "Il servizio pienamente integrato con il resto del car sharing – ha sottolineato Domenico Caminiti – prevede uno sconto per le persone con disabilità che potranno acquistare l'abbonamento al prezzo di 20 euro e non a 25 euro. Riteniamo che l'introduzione del servizio di car sharing per persone disabili sia per Palermo un importante traguardo". "L'amministrazione comunale – dice l'assessore Rizzo - continua non solo a lavorare per l'innovazione e la mobilità ma anche per il miglioramento della qualità della vita in città che è il nostro grande obiettivo". Frutto dell'accordo raggiunto qualche mese fa, ecco la presentazione ufficiale di una dei punti di forza del servizio gestito da AMAT. Interessante il progetto che prevede l'estraibilità dei comandi così da poter utilizzare l'auto anche dai normodotati. Al momento le vetture con allestimento speciale saranno presenti solo nei seguenti parcheggi: 1. Viale del Fante 2. Via Aquileia ang. Lazio 3. Piazza P. Camporeale 4. Via Libertà ang. Politeama Vi ricordiamo inoltre che Mobilita è rivenditore autorizzato di abbonamenti Carsharing Palermo, con la comodità di poter acquistare direttamente online. Per effettuare l'acquisto vi basta accedere all'area "Shop" nella Home Page: Da lì, cliccate sul pulsante "ABBONATI" e compilate i dati richiesti. Questa la procedura: Compila il form qui sotto con i tuoi dati personali; Riceverai un'email di conferma con allegato il contratto del servizio; Stampa il contratto, firmalo e scannerizzalo (nel contratto ti verranno richiesti anche gli estremi del tuo conto corrente bancario); Allega la scansione del documento di identità e della patente di guida, valida per la Comunità Europea, rilasciata da almeno 12 mesi; Manda la scansione del contratto firmato, del documento di identità e della patente di guida a shopmobilitaorg@gmail.com. Come oggetto dell'e- mail inserisci: "[NOME COGNOME] - Abbonamento Carsharing"; Dopo la verifica dei dati, riceverai al tuo indirizzo email la richiesta di pagamento tramite PayPal (a beneficio di Demetra società cooperativa a r.l.); A pagamento effettuato riceverai conferma tramite email sul buon esito della transazione; Attendi conferma di attivazione dell'abbonamento. Puoi scegliere la consegna a domicilio o il ritiro presso sede AMAT. In quest'ultimo caso, ti verranno comunicate tutte le istruzioni per il ritiro direttamente da Amat Palermo S.p.A. Qualora qualche dato fosse stato comunicato in maniera errata potete mandare una mail: shopmobilitaorg@gmail.com con oggetto: "Assistenza acquisto carsharing" Il costo dell'abbonamento è di € 25,00, ed è possibile specificare che lo stesso venga spedito a casa o ritirato presso le sedi Amat. Il pagamento dovrà essere effettuato ESCLUSIVAMENTE ONLINE tramite conto Paypal. Buon viaggio!

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
04 mag 2016

Car Sharing | Quattro auto permetteranno la guida anche ai disabili

di Fabio Nicolosi

A Palermo la flotta di Car-Sharing, servizio pubblico gestito dalla partecipata del Comune AMAT, si arricchisce di vetture guidabili anche delle persone con disabilità. Il sindaco del capoluogo siciliano Leoluca Orlando insieme al vice presidente di Amat, Diego Bellia ha firmato un protocollo di intesa con la direttrice regionale dell'Inail Sicilia, Daniela Petrucci, che renderà fruibile il servizio di car sharing anche a persone con disabilità. Saranno infatti allestite, a spese dell'istituto di previdenza (finanziamento complessivo di 20 mila euro), alcune vetture con comandi speciali che estenderanno l'uso del servizio di auto condivise di Amat. Il progetto tende al reinserimento nella vita di relazione degli assicurati Inail al fine di restituire loro autonomia, anche attraverso interventi finalizzati all'integrazione e alla risocializzazione. In particolare, il progetto prevede per le persone con disabilità l'utilizzo di quattro vetture con comando al volante, estraibile anche per l'utilizzazione dei normodotati, e l'istituzione di altrettanti punti di prelievo delle auto (Stazioni Notarbartolo e Centrale, viale del Fante, Politeama) con possibilità di usufruire di tutti gli 80 parcheggi Car Sharing Palermo. Lo specifico servizio, che permette a Car Sharing Palermo di fare un altro un passo avanti nei programmi di espansione e di servizio allargato a tutti i cittadini, entrerà in funzione entro alcuni mesi, dopo che saranno ultimati tutti gli step necessari: effettuazione gara tecnologica, montaggio vetture, configurazione dei parcheggi e collaudi ed esercizio. Commentando l'iniziativa, il sindaco Leoluca Orlando ha affermato che 'Dopo l'introduzione delle vetture elettriche di qualche mese fa, questo progetto, unico sul territorio nazionale, conferma l'impegno del Comune per la mobilità sostenibile ed una importante sinergia e sintonia con l'Inail, per l'autonomia dei cittadini. È uno straordinario strumento che sarà evidenziato anche nel portale del turismo, che ha un'apposita sezione che mappa i servizi e i siti accessibili alle persone con disabilità'. Orlando ha inoltre ringraziato AMAT e Inail 'che insieme a tanti cittadini hanno permesso la realizzazione di questo risultato, frutto anche delle indicazioni e dei suggerimenti venuti dai potenziali utenti.' Infine un ringraziamento è stato rivolto a Domenico Caminiti, Presidente del Circuito nazionale Gestori Car Sharing IO Guido, 'il cui ruolo - ha detto Orlando - dà prestigio e riconoscimento al gran lavoro fatto nella nostra città per la mobilità sostenibile'. 'In una città che vuole diventare sempre più Smart - ha detto Caminiti - l'inclusione di tutti i cittadini, anche quelli con ridotte attitudini motorie, diventa obiettivo primario da perseguire da parte dei gestori di servizi pubblici e oggi con questa esperienza vogliamo fornire un modello sperimentale che speriamo sia replicato su scala nazionale'. 'L'Inail Sicilia ha inteso proporre questa collaborazione con il comune di Palermo - afferma Daniela Petrucci, direttore regionale Inail Sicilia - al fine di migliorare la mobilità e l'autonomia di coloro che hanno subito danni psico-fisici a seguito di un infortunio o malattia professionale e che anche grazie a questo progetto potranno riconquistare una parte significativa della loro indipendenza. Insieme stiamo costruendo un puzzle di società sempre più accessibile e fruibile da tutti. Partiamo con Palermo, monitorando il tipo di risposte che ci saranno, per poi eventualmente allargare il nostro raggio d'azione ad altre città siciliane nell'ottica che i pezzetti di libertà conquistata vanno messi tutti assieme'.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
09 lug 2015

Car Sharing |Ecco la nuova modalità One Way

di Fabio Nicolosi

Vi riportiamo un’importante notizia del servizio di Car Sharing messo a disposizione da Amat, da oggi sarà possibile prelevare l'auto in un parcheggio e rilasciarla in un altro differente Car sharing palermo e' finalmente 100% oneway! A partire dal 9 luglio 2015, in via sperimentale, è attivo in maniera estesa, il servizio carsharing denominato “ONE WAY”, CON POSSIBILITÀ DI PRELEVARE L'AUTO IN UN PARCHEGGIO E RILASCIARLA IN UN ALTRO DIFFERENTE (noleggio di corsa singola – solo andata). Il servizio funziona su tutti i parcheggi della città e della provincia trapanese (Trapani, Castellammare del Golfo e Alcamo), compresi i parcheggi degli aeroporti di Palermo e Trapani. Le auto della flotta saranno, quindi, disponibili, oltre che in modalità standard, con prelievo e il rilascio allo stesso parcheggio, anche per questa nuova modalità di utilizzo, indirizzata ad un più ampio utilizzo. Per l’uso in modalità oneway della flotta Car Sharing Palermo occorre tener presente che: le auto sono prenotabili ( via call center, web o tramite app su smart phone), fino ad un max di 12 ore prima dell’orario di utilizzo dell’auto; una volta prenotata l’auto nella modalità one way, la stessa può essere disponibile per un utilizzo da e per lo stesso parcheggio di partenza, fino a mezz’ora prima dall’utilizzo della stessa in modalità one way; un'auto già prenotata per uno spostamento one way non può essere prenotata per periodi successivi alla prenotazione stessa, se non dopo l’effettuazione del rilascio nel parcheggio di destinazione finale; se si usufruisce della modalità oneway per uno spostamento dal parcheggio “A” al parcheggio “B” e successivamente si richiede una prenotazione, sempre ONE WAY dal parcheggio “B” per andare al parcheggio “A o al parcheggio”C” non è detto che l’auto, prima rilasciata, possa trovarsi disponibile allo stesso parcheggio, in quanto, possibilmente prenotata da altro cliente (ricordare sempre che si tratta di auto condivise); I costi orari e chilometrici delle vetture impiegate nel servizio ONE WAY sono i seguenti: costo orario 2.40 €/h dalle 07.00 alle 22.00 0.90 €/h dalle 22.00 alle 07.00; costo chilometrico 0.47 €/Km per i primi 100 km, 0.36 €/Km da 101 a 300 Km 0.30 €/Km oltre i 300 km Per qualsiasi chiarimento e/ necessità Vi invitiamo a contattare i seguenti numeri 091/7303010 348/7713871, 328/3841678 e 348/9791520. Vista la natura sperimentale del servizio, Car Sharing Palermo si riserva di apportare eventuali modifiche al regolamento per l’utilizzo delle auto e a variazione sulle modalità del servizio stesso per ottimizzarlo a vantaggio della clientela. VI AUGURIAMO BUON USO CON CAR SHARING PALERMO!!!!

Leggi tutto    Commenti 11
Segnalazione
06 lug 2015

Imbrattate le auto del Car Sharing Palermo

di Fabio Nicolosi

Riportiamo la segnalazione del Car Sharing curato da Amat che la notte scorsa ha ricevuto un atto vandalico sulle loro auto. Condanniamo con fermezza questo gesto che danneggia un bene pubblico. La nostra è una città piena di contraddizioni fra desiderio di migliorarsi e rifiuto, con qualsiasi mezzo, di ciò può "disturbare" il ristretto orticello del privato, anche se si danneggiano gli interessi della collettività. Ieri sera abbiamo subito un atto vandalico in via Cheren a Passo di Rigano dove due nostre auto sono state imbrattate di vernice. La contraddizione sta proprio nel fatto che in talune zone della città non si vuole guardare all'evoluzione dei servizi al cittadino. Noi continuiamo, tuttavia, ad andare avanti, consci che dobbiamo fare la nostra parte anche nelle periferie e non solo nel salotto buono della città, per migliorarle e renderle più vivibili. Proprio perché palermitani siamo tutti, ma ricordiamoci che Palermo è troppo bella rimanere nella mediocrità sociale come qualcuno ottusamente vorrebbe. Aiutiamo la nostra Città (tutta) ad essere migliore e più bella.   Il servizio Car Sharing comunica infine che le vetture sono state ripristinate e già state poste in servizio.

Leggi tutto    Commenti 2    Proposte 0
Articolo
04 feb 2015

Università Palermo, inaugura il servizio Car Sharing Amat

di Antony Passalacqua

Come già annunciato, vengono inaugurati da questa mattina i nuovi parcheggi  Car Sharing Amat all'interno della cittadella universitaria di viale delle Scienze. Due sono infatti le aree riservate alle nuove vetture, rispettivamente di fronte la facoltà di Architettura ed Ingegneria (Polo Didattico). A disposizione alcune delle nuove 80 autovetture del Car Sharing Palermo acquistare grazie al progetto Demetra, tutte alimentate a metano.   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
01 ago 2012

Trasporti: nel futuro sempre più auto elettriche, mentre l’Italia arranca

di Giulio Di Chiara

Mentre in Italia si promuovono sconti per i carburanti e incentivi all'acquisto di auto a combustione, l'Europa quella più civilizzata corre verso le nuove tecnologie, sempre più sostenibili. In Italia invece arranchiamo ancora con iniziative come quella della Fiat che offre la benzina a 1€ per 3 anni. Nonostante sia un ottimo biglietto da visita per coloro che decideranno di acquistare un auto, la società torinese non brilla per lungimiranza. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 8

Ultimi commenti