Articolo
11 set 2020

AMG Energia | In corso pulizia e diserbo aree cabine di pubblica illuminazione

di Fabio Nicolosi

Attività di diserbo e pulizia delle aree esterne ma anche pulizia delle coperture, dei canali di gronda e dei tubi pluviali nonché interventi di derattizzazione. AMG Energia ha in corso le attività periodiche di manutenzione ordinaria delle aree esterne delle cabine di pubblica illuminazione che alimentano i circuiti e gli impianti di illuminazione della città. “Sono attività importanti che rientrano nell’ambito della manutenzione ordinaria programmata e che vengono assicurate con cadenza periodica e costante – sottolinea il presidente di AMG Energia, Mario Butera – Sono proprio questi interventi ordinari di tipo preventivo che ci permettono di preservare le strutture, mantenendo l’esistente e garantendo le condizioni di sicurezza”. Gli interventi sulle aree dove si trovano le cabine di decompressione gas sono già stati eseguiti prima dell’estate e hanno riguardato una settantina di strutture: oltre alla pulizia con taglio ed estirpazione di cespugli, attività di diserbo e potatura, laddove necessario sono stati realizzati viali taglia-fuoco. Adesso le attività ordinarie sono in corso sulle cabine di pubblica illuminazione che contengono trasformatori e dispositivi di alimentazione dei circuiti elettrici. L’intervento riguarda 82 strutture di pubblica illuminazione, di proprietà del Comune, di cui AMG Energia cura conduzione e manutenzione. I lavori in esecuzione prevedono taglio di essenze erbacee e cespugli, potatura e diserbo per rimuovere sterpaglie e rovi. Nelle strutture in muratura l’intervento è volto anche alla pulizia delle coperture, dei canali di gronda e dei pluviali, attività fondamentale per mantenere l’esistente anche nei casi in cui siano già evidenti criticità per la presenza di infiltrazioni. E’ prevista inoltre la pulizia interna delle strutture e interventi di derattizzazione. La manutenzione ordinaria è stata avviata da cabina Valdesi in via Cerere e sta proseguendo in cabina Borgo Ulivia dove è stato necessario intervenire in via prioritaria con la derattizzazione. Proseguono, intanto, le attività di manutenzione ordinaria degli impianti di pubblica illuminazione per la riparazione di guasti. Gli operatori di AMG Energia hanno completato un intervento nella zona di via Zandonai-piazza Strauss: è stato riparato uno dei due circuiti che alimentano i punti luce. Riparato anche un circuito nella zona di via Oreto-Buonriposo. Riaccesi, inoltre, 60 punti luce nella corsia centrale di viale Regione Siciliana nel tratto compreso fra via Cosimo Aleo e via Nazzario Sauro, con la risoluzione di due guasti presenti nel quadro di alimentazione denominato “Rosso di San Secondo”. Attività in corso, infine, nella zona di via Michelangelo-Conceria dove gli operatori di AMG Energia sono al lavoro per la riparazione di un nuovo guasto sui circuiti di alimentazione degli impianti.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
22 gen 2019

AMAP | Avviata a Santa Cristina Gela una delle centrali idroelettriche più potenti della Sicilia

di Fabio Nicolosi

L’AMAP ha dato l’avvio al funzionamento della centrale idroelettrica, in località Agghiastro nel Comune di Santa Cristina Gela, la cui potenza risulta essere la più grande in Sicilia dopo quelle che gestisce Enel S.p.A. In particolare, rispetto alle centrali idroelettriche censite in Sicilia, che producono una potenza superiore ad un Megawatt, quella realizzata da AMAP S.p.A. ha una potenzialità di 2,5 Megawatt risultando pertanto la centrale con potenzialità maggiore gestita da una azienda a capitale interamente pubblico, che non sia del gruppo Enel S.p.A.. La centrale idroelettrica, realizzata con fondi AMAP (circa 300.000 euro), è costituita da n. 2 gruppi turbina Pelton – generatore asincrono trifase a 6.000 V – ciascuno di potenza pari a 1.250 kW, per complessivi 2.500 KW. La centrale sfrutta il salto energetico netto di circa 240 metri, con una portata massima di 1.100 litri al secondo, derivata dall’invaso Scanzano. Nel quadro di comando e controllo dell’impianto è inserito un sistema di automazione e regolazione digitale a microprocessore che integra in un unico complesso le diverse apparecchiature dedicate al controllo ed alla gestione dell’impianto. I segnali sono riportati al centro di Supervisione e Telecontrollo di Via Volturno. Non necessita la presenza di personale in centrale, ma esclusivamente l’ispezione saltuaria per la manutenzione ordinaria ed il controllo del corretto funzionamento dell’impianto. La produzione stimata da AMAP è pari a 9-10 milioni di kWh, equivalenti al 100% dell’intero fabbisogno di energia elettrica dovuto all’impiego degli impianti presenti nella Provincia di Palermo per l’espletamento del ciclo idrico integrato, quindi con un ritorno presunto, dal punto di vista economico, per la cessione dell’energia al gestore dei servizi energetici, superiore ai 600.000 euro per l’anno 2019, con un conseguente risparmio economico del 40% sulla fattura elettrica. Pertanto AMAP ha già stipulato una convenzione nell’ambito dell’attività che viene denominata ritiro dedicato. Per l’Amministratore unico, Maria Prestigiacomo, “l’investimento portato avanti da AMAP ha l’obiettivo di diversificare gli orizzonti aziendali, proiettandosi in un futuro, non soltanto quale gestore del servizio idrico integrato, ma anche quale produttore di energia elettrica.” Si anticipa che in tale ottica AMAP ha avviato uno studio di fattibilità, affidato in house all’ing. Giovanni Sciortino, circa lo sfruttamento energetico anche di altre infrastrutture acquedottistiche attualmente impiegate (quali Acquedotto Nuovo Scillato, Jato e Scanzano – Risalaimi). Per il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, “l’AMAP si conferma sempre più un fiore all’occhiello non solo per il Comune di Palermo e per tutti i comuni che sono soci dell’azienda, ma soprattutto nel panorama delle aziende di servizio pubbliche siciliane e nazionali. Un risultato che deve rendere orgogliosi tutti i lavoratori e dirigenti della società e di cui siamo tutti grati”.

Leggi tutto    Commenti 0