Articolo
07 giu 2019

Anello ferroviario | I lavori per la realizzazione della stazione Libertà rimandati a data da destinarsi

di Fabio Nicolosi

La notizia che vi stiamo dando viene fuori da una riunione tra la regione siciliana e il comitato pendolari, avvenuta il 29/05/2019 proprio presso l'assessorato regionale infrastrutture e trasporti. Dalla riunione è infatti emerso che la IPO (Interruzioni Programmate in Orario) che doveva essere attivata questa estate dal 9 giugno all'8 settembre è stata rinviata a data da destinarsi. Questo comporterà che il cantiere di via Sicilia proseguirà il suo silenzio e nessun escavatore potrà proseguire le operazioni di realizzazione della fermata Libertà nel cantiere dell'anello ferroviario. Un'ulteriore ritardo che fa slittare notevolmente i lavori. Ricordiamo infatti che un interruzione programmata è un operazione che richiede tempi lunghi e che spesso viene fatta coincidere con il periodo estivo per ridurre i disagi sui pendolari e sugli utilizzatori del servizio passeggeri. Possiamo quindi immaginare che non vedremo alcun lavoro fino a giugno 2020. La situazione Tecnis è sempre più drammatica e ci mettiamo nei panni di tutti quei residenti e commercianti che da anni attendono la fine di un cantiere che vedono deserto giorno dopo giorno provocando solo disagi senza alcun beneficio. I dettagli: Il servizio rimarrà regolare fino al 22 luglio quando, in ragione della minore domanda di trasporto verrà ridotto, al servizio sarà assegnata la frequenza di 1 collegamento all'ora (invece dei 2 attuali), anche se questa non è una novità. La ripresa delle due frequenze avverrà dal 26 agosto.

Leggi tutto    Commenti 8
Articolo
18 ott 2016

FOTO | Anello Ferroviario: Si predispone il cavedio per il collettore fognario di Via Sicilia

di Fabio Nicolosi

I lavori su Via Sicilia / Viale Lazio avanzano. La Tecnis sta completando lo spostamento del collettore fognario Lo spostamento della grossa condotta sarà utile per potere mettere mano alla parte di fermata sotto viale Lazio, per ora tagliata in due dalla vecchia condotta. Riportiamo anche quali sono le interferenze presenti tra Viale Lazio e Via Sicilia e che sicuramente hanno comportato o comporteranno dei ritardi nei lavori: Dando uno sguardo veloce a queste tabelle non possiamo non notare come sia fondamentale il ruolo delle conferenze dei servizi per mettere d'accordo tutti i vari enti sulle modalità e criticità nello spostamento di ogni singolo sottoservizio. Bisogna pensare inoltre che spesso e volentieri sono le stesse aziende a voler presenziare durante gli interventi e non essendo per loro interventi urgenti si prendono tutto il tempo necessario, facendo accumulare ritardi Ringraziamo Giuseppe T. per le foto:

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 gen 2016

Riprendono i cantieri dell’Anello Ferroviario. Dal 20 gennaio chiusura di via E. Amari

di Antony Passalacqua

Palermo - Si è svolta ieri a Villa Niscemi una riunione per i lavori di realizzazione dell'Anello Ferroviario di Palermo. All'incontro, oltre al sindaco Leoluca Orlando e all'assessore alla Riqualificazione Urbana e Vice Sindaco Emilio Arcuri, erano presenti i rappresentanti di R.F.I. stazione appaltante, Italferr direzione lavori, il direttore tecnico della Tecnis, Vincenzo Fleres e i rappresentanti sindacali di Fillea – CGIL, Filca – CISL e Feneal – UIL. La riunione si è aperta con la lettura di una lettera dell'amministratore straordinario di Tecnis, Saverio Ruperto al sindaco Orlando, nella quale si conferma il valore strategico dei lavori dell’Anello Ferroviario garantendo l’adempimento del contratto destinando le necessarie risorse sia in termini finanziari che di manodopera e mezzi. Rassicurazioni da parte della Tecnis, sono giunte ai rappresentanti sindacali circa la liquidazione delle spettanze arretrate ai lavoratori in tempi brevi, con il pagamento della  prima tranche entro il 18 gennaio e la seconda tranche prevedibilmente entro la fine di gennaio. E' stato anche deciso che la manodopera utilizzata - oltre quella in atto impiegata - sarà attinta dal personale già Tecnis in CIGS e, in carenza, dal personale attinto dal mercato locale. E' stato anche confermato da parte della ditta esecutrice l’impegno a riprendere i lavori sul via E. Amari e, condividendo la richiesta della Tecnis di riattivare il cantiere in quella via, sarà emanata una ordinanza sindacale di interdizione al traffico veicolare a partire dal prossimo 20 gennaio.  Vengono invece differiti i lavori, per il tempo tecnicamente strettamente necessario di circa 3 mesi per la riprogettazione esecutiva della fermata in piazza Politeama, così come già concordato tra l'Amministrazione comunale e i cittadini negli incontri dell’anno scorso. La Tecnis, si è stabilito nel corso della riunione di Villa Niscemi, provvederà  a fornire la descrizione delle fasi lavorative e la indicazione dei tempi attraverso delle schede sintetiche che saranno allegate all’ordinanza di chiusura/limitazione al traffico nelle aree via via interessate dai lavori. La ripresa e il regolare svolgimento dei lavori per la chiusura dell'Anello Ferroviario rappresenta un importante obiettivo, perché si possa realizzare un'opera che andrà ad aggiungere un ulteriore importante tassello per la mobilità sostenibile e a vivibilità della nostra città. L'Amministrazione continuerà a svolgere tutto quanto di sua competenza perché prosegua tale collaborazione, a beneficio dell'intera comunità”

Leggi tutto    Commenti 14

Ultimi commenti