Articolo
15 gen 2016

Riprendono i cantieri dell’Anello Ferroviario. Dal 20 gennaio chiusura di via E. Amari

di Antony Passalacqua

Palermo - Si è svolta ieri a Villa Niscemi una riunione per i lavori di realizzazione dell'Anello Ferroviario di Palermo. All'incontro, oltre al sindaco Leoluca Orlando e all'assessore alla Riqualificazione Urbana e Vice Sindaco Emilio Arcuri, erano presenti i rappresentanti di R.F.I. stazione appaltante, Italferr direzione lavori, il direttore tecnico della Tecnis, Vincenzo Fleres e i rappresentanti sindacali di Fillea – CGIL, Filca – CISL e Feneal – UIL. La riunione si è aperta con la lettura di una lettera dell'amministratore straordinario di Tecnis, Saverio Ruperto al sindaco Orlando, nella quale si conferma il valore strategico dei lavori dell’Anello Ferroviario garantendo l’adempimento del contratto destinando le necessarie risorse sia in termini finanziari che di manodopera e mezzi. Rassicurazioni da parte della Tecnis, sono giunte ai rappresentanti sindacali circa la liquidazione delle spettanze arretrate ai lavoratori in tempi brevi, con il pagamento della  prima tranche entro il 18 gennaio e la seconda tranche prevedibilmente entro la fine di gennaio. E' stato anche deciso che la manodopera utilizzata - oltre quella in atto impiegata - sarà attinta dal personale già Tecnis in CIGS e, in carenza, dal personale attinto dal mercato locale. E' stato anche confermato da parte della ditta esecutrice l’impegno a riprendere i lavori sul via E. Amari e, condividendo la richiesta della Tecnis di riattivare il cantiere in quella via, sarà emanata una ordinanza sindacale di interdizione al traffico veicolare a partire dal prossimo 20 gennaio.  Vengono invece differiti i lavori, per il tempo tecnicamente strettamente necessario di circa 3 mesi per la riprogettazione esecutiva della fermata in piazza Politeama, così come già concordato tra l'Amministrazione comunale e i cittadini negli incontri dell’anno scorso. La Tecnis, si è stabilito nel corso della riunione di Villa Niscemi, provvederà  a fornire la descrizione delle fasi lavorative e la indicazione dei tempi attraverso delle schede sintetiche che saranno allegate all’ordinanza di chiusura/limitazione al traffico nelle aree via via interessate dai lavori. La ripresa e il regolare svolgimento dei lavori per la chiusura dell'Anello Ferroviario rappresenta un importante obiettivo, perché si possa realizzare un'opera che andrà ad aggiungere un ulteriore importante tassello per la mobilità sostenibile e a vivibilità della nostra città. L'Amministrazione continuerà a svolgere tutto quanto di sua competenza perché prosegua tale collaborazione, a beneficio dell'intera comunità”

Leggi tutto    Commenti 14
Articolo
15 nov 2013

Sciopero sindacati: le strade interessate dai cortei

di Antony Passalacqua

In occasione dello sciopero generale, indetto per domani da Ggil e Uil, comunichiamo che sono previsti in città due cortei: il primo, organizzato dai Centri Sociali, dall ore 9.30 da Piazza Castelnuovo, sfilerà lungo via Ruggiero Settimo, via Maqueda, Corso Vittorio Emanuele, piazza Indipendenza per raggiungere Palazzo d'Orleans, sede della Presidenza della Regione Siciliana.   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
13 apr 2013

AMAT, nonostante sabotaggi e minacce, 50 mezzi in più in sole 3 settimane

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa la riorganizzazione della produttività all'interno dell'officina Amat e i recenti atti intimidatori. "Nonostante i sabotaggi e le minacce, in sole 3 settimane di applicazione dell'accordo sui turni di lavoro in officina e sulla produttività, sono già 270 (contro i 220 precedenti) i mezzi Amat che tutte le mattine escono dal deposito per dare servizi ai cittadini." Lo ha affermato Cesare Lapiana, Assessore alle aziende partecipate, che ha ricordato come "l'accordo prevede, perché siano concessi i premi di produttività, un minimo di 307 mezzi circolanti quotidianamente, ma il nostro obiettivo è di raggiungere almeno i 400 mezzi entro la fine dell'anno."   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 7