Articolo
16 mag 2018

Petizione | Raccolta differenziata nelle borgate di Ciaculli – Croceverde e Conte Federico

di Salvatore Galati

Nelle ultime settimane la spazzatura ha invaso le strade della nostra città, per causa di un guasto alla tmb. Contemporaneamente a Palermo si inizia a fare la differenziata 2.0, che consentirà di diminuire tonnellate di rifiuti presso la discarica di Bellolampo. Nella II Circoscrizione le borgate come Ciaculli - Croceverde Giardini e Conte Federico, che hanno ristretti spazi a disposizione per le stade, i contenitori occupando la carreggiata, causano molti problemi relativi alla viabilità e i disagi ai pedoni. L'associazione "Cittadini in Rete" e il consigliere Giuseppe Guaresi, con richiesta dei cittadini, in seguito alle problematiche dei giorni scorsi, chiedono all'amministrazione Comunale di Palermo, di poter avviare la Raccolta Differenziata, nelle suddette borgate. Pertanto è stata presentata una mozione al Comune di Palermo: "Premesso che il mantenimento dell’igiene pubblica e il decoro sono condizioni fondamentali per garantire una migliore qualità della vita e sicurezza dei cittadini di Ciaculli-Croceverde Giardini e Conte Federico, nonostante l’impegno e il lavoro svolto dalla RAP, le vie versano in condizioni di grave degrado ambientale a causa dell’abbandono indiscriminato di ogni genere di rifiuti da parte dei soliti ignoti che amano sporcare. Il Sottoscritto Consigliere Giuseppe Guaresi dietro richiesta dei cittadini residenti sopra citati e dell’Associazione "Cittadini in Rete", Chiede, a codesta amministrazione Comunale di Palermo l’attivazione di tutti gli strumenti previsti dalla legge per avviare entro il 2018 la raccolta differenziata porta a porta per ridurre la quantità dei rifiuti prodotti sul territorio comunale e aumentare notevolmente le percentuali di raccolta differenziata, finalizzata al riciclaggio dei materiali contenuti nei rifiuti solidi urbani e di attuare una politica di riduzione della produzione dei rifiuti nelle zone sopra citate. Pertanto, dietro petizione popolare i cittadini firmatari della presente petizione chiedono all'Amministrazione Comunale di Palermo una svolta ecologista delle politiche dei rifiuti e politiche efficaci di raccolta differenziata domiciliare. l promotori di questa petizione ( il Consigliere Guaresi e gli amministratori di "Cittadini in Rete"), offrono la loro piena disponibilità e collaborazione fin d'ora, ai fini della suddetta petizione con tutti i mezzi a loro disposizione. Ritenendo tali argomentazioni di rilevante interesse per l'intera collettività, si attende positivo riscontro". Si allega petizione popolare:   CLICCA QUI PER FIRMARE!

Leggi tutto    Commenti 5
Segnalazione
13 mag 2016

Il degrado di Via Montepellegrino dovuto non solo al mercato ortofrutticolo

di danyel

Discariche a cielo aperto e rifiuti ovunque! Direte voi: non è una novità, già si era parlato di questo in passato! .. E' vero ma ritengo sia sempre opportuno segnalare .. segnalere ... e ancora segnalare! Via Montepellegrino versa in condizioni disastrose! I marciapiedi sono degli immondezzai, ma non soltanto quelli che circondano la cancellata del mercato ortofrutticolo (come in foto) .. l'intera zona non viene spazzata e ripulita non so da quanto tempo! E tutto questo, per lo meno fino al semaforo di fronte l'ex Fiera del Mediterraneo .. Siamo in una città civile, oppure no?

Leggi tutto    Commenti 1    Proposte 0
Articolo
13 nov 2015

Arrivano i nuovi cassonetti per strada

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa l'arrivo di nuovi cassonetti per la raccolta rifiuti in città. Da ieri mattina  maestranze della Rap hanno iniziato le attività di messa su strada dei nuovi cassonetti apponendo contestualmente adesivi che ricordano ai cittadini orari e metodologie di conferimento.  I primi 80 cassonetti l’azienda li sta posizionando a Partanna,  in via Polibio, viale Cavarretta, via Castelforte, via Mattei, via Carbone, via Chirone, via Partanna Mondello, via Galatea. L’intenzione, compatibilmente con la disponibilità è quella di collocarli in tutte le circoscrizioni della città da via Messina Marina a via Duca degli Abruzzi fino a via Mater Dolorosa, via Pallavicino,  al centro storico, non tralasciando nessuna borgata che abbia cassonetti poco decorosi o poco capienti come, ad esempio, Sferracavallo o Mondello Ad annunciarlo il presidente della Rap Sergio Marino presente stamattina ad un sopralluogo a Partanna durante le attività di posa dei contenitori.  Complessivamente arriveranno 2000 cassonetti di cui 700 da 1100 litri e 1300 da 1700 con una capacità di 1700 litri.  

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
23 ago 2013

Controlli sul decoro urbano: prime sanzioni a locali e lidi

di Giulio Di Chiara

Pubblichiamo il comunicato stampa ricevuto dal Comune di Palermo: I controlli e le attività di prevenzione sul decoro urbano e in particolare sul rispetto delle norme di conferimento dei rifiuti sono in corso già da diversi giorni e riguardano tanto il comportamento di singoli cittadini che quello dei proprietari di locali pubblici e club privati. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
21 dic 2012

La storia del cassonetto palermitano

di Giulio Di Chiara

Il cassonetto a Palermo ha una vita propria, è un essere vivente. Durante una giornata riposa, boccheggia con il coperchio all'insù, mangia, si riempe, si strafoga di sacchetti, si gira, si sposta. Alle volte, quando c'è freddo, si accende un fuoco per riscaldarsi. Sa essere cortese, quando si defila per far spazio a un'auto che non trova parcheggio, ma anche generoso quando permette ai poveri di frugare dentro di se alla ricerca di qualche oggetto utile. Ci sono cassonetti vanitosi che, nemmeno il tempo di nascere, si tatuano addosso tante scritte e disegni. Poi ci sono quelli "artisti", che si lasciano ammirare in certe strade mentre provano coreografie tutti messi di fianco. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 20
Articolo
03 dic 2010

La polvere sotto il tappeto

di Giulio Di Chiara

Napoli è nuovamente sotto l'immondizia. Palermo non naviga in buone acque. Meglio tenere alta l'attenzione su questo tema, sempre. Riportiamo la testimonianza di un utente che si è fermato a osservare gli operatori che raccolgono l'immondizia: Salve, amici di MobilitaPalermo, diverse volte mi sono imbatutto dietro gli autocompattatori dell'amia e osservando volevo condividere con voi 2 aspetti molto importanti che a mio avviso devono essere posti all'attenzione. il primo problema è di mobilità, in quanto ormai non di rado questi camion effetuano la raccolta in orari di punta causando lunghe code, esasperazione della gente, inquinamento acustico (clacson strombazzanti), ecc... (altro…)

Leggi tutto    Commenti 21