Articolo
26 gen 2016

Ordigno bellico, domenica 31 il disinnesco. Evacuazione per 3.200 abitanti

di Antony Passalacqua

Si svolgeranno domenica 31 gennaio a partire dalle 7 del mattino le operazioni di evacuazione dell'area che sarà interdetta per permettere ai militari dell'Esercito il disinnesco di una bomba di circa 270 kg, residuato della II guerra mondiale, rinvenuta il 5 gennaio nell'area del "Castello a Mare" lungo la via Francesco Crispi. Ad illustrare il piano delle operazioni è stata oggi Antonella De Miro, Prefetto del Capoluogo, insieme al sindaco Leoluca Orlando nel corso di una conferenza stampa cui hanno preso parte anche il Vicesindaco ed assessore alla Protezione Civile Emilio Arcuri, il colonnello Antonello Richetti, del quarto Genio Guastatori dell'Esercito, il Questore Guido Longo, il comandante provinciale dei Carabinieri, Giuseppe De Riggi, il comandante della Polizia Municipale Vincenzo Messina e il Direttore dell'ASP Antonino Candela, direttore dell'Asp. A partire dalle 6 di domenica, i circa 3.200 residenti dell'area interessata (compresa in un raggio di circa 400 metri attorno all'ordigno - si veda la mappa allegata) dovranno lasciare le proprie abitazioni, così come dovranno essere sgomberate dalle persone tutte le attività commerciali e gli uffici. L'avvio delle operazioni di disinnesco sarà annunciato da un suono di sirena, così come la fine che si ipotizza possa avvenire entro le ore 15. Il piano di protezione civile messo a punto nel corso di diversi incontri coordinati dalla Prefettura, prevede che i cittadini possano usufruire di due centri di accoglienza temporanea presso la Scuola Federico II dell’I.C. Politeama e presso il plesso Oreto dell’I.C. Silvio Bocconi. I mezzi dell'AMAT assicureranno il trasporto di quanti non potessero allontanarsi dall'area con un mezzo proprio. I servizi di assistenza potranno essere richiesti a partire dal 26 ai numeri 091.7407793 -091.7407803 - 091.6951111. Tutti i residenti nell'area riceveranno nelle prossime ore la copia di una Ordinanza sindacale di evacuazione, accompagnata da informazioni tecniche e suggerimenti sulle norme di comportamento da osservare, mentre a partire da giorno 26 un camper della Protezione civile comunale fornirà ai cittadini informazioni e sarà distribuito nell'area anche un volantino multilingue, in considerazione della presenza di turisti. L'area interdetta, che avrà 20 varchi di accesso, sarà presidiata dalla Forze dell'Ordine e in tal senso si svolgerà nei prossimi giorni un incontro di coordinamento presso la Questura.

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
26 feb 2013

Non sentirsi sicuri nemmeno in pieno centro: foto di una “serata qualunque”…

di Giulio Di Chiara

Salve redazione, no...non è una nuova discarica a cielo aperto, ne un nuovo modello di Smart fluttuante... E’ la mia macchina dopo un normalissimo venerdì sera nei pub della zona, immagino cosa sarebbe potuto accadere se l’ avessi lasciata in qualche vicolo buio e isolato. Da notare che la zona ( Piazza Marina ) è in zona centralissima, frequentata da moooolti posteggiatori, a cui non ho rivolto neanche lo sguardo non appena si sono avvicinati per chiedere il “pizzo” ( avrò fatto male ?! per 0.50 cent hanno davvero combinato questo ?? no... non credo, al massimo rompevano uno specchietto... questo è altro signori !! ). (altro…)

Leggi tutto    Commenti 24
Articolo
05 feb 2012

Raid contro i parcheggiatori abusivi: tutti extracomunitari. Siamo al ridicolo

di Andrea Baio

"Arroganti coi più deboli e zerbini coi potenti" diceva Frankie Hi Nrg nel suo brano più famoso. Beh, apprendiamo dal Giornale di Sicilia che Polizia di Stato e carabinieri hanno fermato 14 parcheggiatori abusivi a Palermo. Gli agenti hanno fermato 8 extracomunitari, 6 bengalesi e due nigeriani. Per sette di loro è stata disposta l'immediata espulsione dal territorio dello stato. I carabinieri hanno invece bloccato tre bengalesi e tre ghanesi. Quattro di questi erano senza permesso di soggiorno. Sono stati tutti multati. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 44
Articolo
02 nov 2010

VIDEO: la “febbre” (di posteggiare) del sabato sera

di Giulio Di Chiara

Per la rubrica "Diventa articolista per un giorno" l'ennesima testimonianza di un utente (Alessandro) che denuncia la totale assenza di controlli su uno dei monumenti più belli e importanti della nostra città. Un sabato sera a Palermo: ordinaria inciviltà. Posteggiatori abusivi ovunque a distanza di pochi metri uno dall'altro, anche in via Libertà. Corteo di auto ininterrotto da piazza Croci fino al teatro Massimo, con il piazzale antistante trasformato in parcheggio con tanto di posteggiatore abusivo. Il marciapiede antistante il teatro invece come consuetudine è trasformato in mercatino abusivo. Ho segnalato la cosa anche a un'auto della Polizia, gli agenti annuiscono, ma poi proseguono imperterriti per la loro strada... anche loro, come anche un'altra auto di Carabinieri si facevano la passeggiata di Sabato sera, vista l'illegalità ad ogni angolo e nessuno che interveniva. Credo che al 90% dei palermitani piaccia così, purtroppo io faccio parte di quei pochi che non sopportano questo schifo. Mi vergogno al pensiero che qualche turista possa assistere a questi spettacoli da terzo mondo. con tutto il rispetto per il terzo mondo.... httpv://www.youtube.com/watch?v=Eia3eLDk0mc

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
16 set 2010

Le cose non stanno proprio così…

di Andrea Baio

Mi è capitato oggi tra le mani questo articolo di Siciliainformazioni, attraverso il quale viene denunciato il fenomeno "parcheggiatori abusivi", addebitando la colpa interamente al cittadino che paga. Evidentemente chi l'ha scritto non è molto informato. Innanzitutto partiamo dalle forze dell'ordine. Secondo il giornalista è sufficiente chiamare polizia o carabinieri per farli allontanare e parcheggiare in tutta tranquillità. Come se il palermitano per "lagnusia" o paura preferisse pagare cifre esorbitanti a questi estorsori. La verità è ben diversa. Abbiamo decine di casi documentati, anche tramite i nostri utenti, di segnalazioni totalmente ignorate. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 29
Articolo
07 set 2010

La città è in mano ai parcheggiatori abusivi, ma la scelta è nostra…

di Andrea Baio

Riceviamo questa grave segnalazione da un utente. Ci piacerebbe dirvi che si tratta di un caso isolato, ma purtroppo sempre più spesso la mafia dei parcheggiatori abusivi invade la nostra vita, la nostra libertà. Negli ultimi mesi le notizie di aggressioni verbali e fisiche nei confronti di palermitani si sono quadruplicate. Evidentemente la certezza di impunità ha dato coraggio a questi avanzi di galera che, auto-legittimati da quell'aura di vittimismo tutto palermitano, non hanno più timore di imporre la propria legge sulle strade della nostra città. Più volte abbiamo richiesto l'intervento dell'amministrazione, delle forze dell'ordine...ma nessuno ha accolto l'invito. A questo punto è arrivato il momento di accogliere NOI il nostro stesso invito. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 55
Articolo
21 mag 2009

Contravvenzioni ai parcheggiatori abusivi: verranno pagate?

di Giulio Di Chiara

"Giro di vite dei carabinieri contro il fenomeno dei parcheggiatori abusivi, a Palermo. Controlli a tappeto sono stati eseguiti su tutto il territorio cittadino. In manette per estorsione è finito un marocchino, Mohammed Yacoubi, di 33 anni. L’uomo è stato bloccato in piazza San Francesco di Paola. Vittima del posteggiatore un professionista, di 60 anni, minacciato per essersi rifiutato di pagare dopo avere parcheggiato regolarmente la propria auto nelle apposite strisce blu. Yacoubi è stato giudicato per direttissima e si procederà alla sua espulsione. I controlli disposti dal comando provinciale dei carabinieri hanno riguardato Piazza Verdi, via Pignatelli d’Aragona, l’ingresso del parcheggio autorizzato di piazzale Ungheria, l’area tra via Paternostro e via Principe di Villafranca, le piazze Castelnuovo e San Domenico, l’area tra via Napoli e via Bari, largo Cavalieri di Malta e via Castello. E ancora, piazza Cassa di Risparmio, piazza Bologni, piazza Marina, piazza Unità d’Italia, piazza Croci, piazza Alcide De Gasperi, via del Fante e piazzale Ippodromo, piazzale Giotto, largo Cavalieri del Lavoro, piazza Salerno (ospedale Villa Sofia). Complessivamente sono state elevate circa 60 contravvenzioni, per circa 42.000 euro." Ci chiediamo se queste multe vengano in realtà pagate dagli estorsori, visto che granparte di loro non ha, o dichiara di non avere niente e di risultare disoccupato. A questo punto, non sarebbe il caso di trovare delle sanzioni più funzionali, visto che tra qualche giorno, molti di questi saranno di nuovo in strada a chiedere il loro "pizzo" personale?

Leggi tutto    Commenti 25