Articolo
20 mar 2017

Genius loci: il progetto che vi apre le porte dei beni confiscati

di Andrea Baio

Il progetto Genius Loci, in collaborazione con l'associazione Libera (ed altri supporter), tratta il riuso dei beni confiscati e mira in particolare alla sensibilizzazione e consapevolezza dei giovani professionisti sul tema. La nascita delle normative per il riutilizzo sociale dei beni confiscati rappresenta un momento cruciale nell’impegno dello Stato nella lotta alle mafie, concretizzato nell’atto di sottrarre quella ricchezza simbolo di potere e prestigio sui territori. Questi beni, tornando “comuni” possono costituire una grande opportunità per il consolidamento e lo sviluppo di iniziative attraverso cui costruire modelli socio-economici alternativi e liberi dalle mafie. In tal senso, la conoscenza delle norme e procedure che regolano tali processi rappresenta anche un dovere civile e culturale. Le azioni dell'iniziativa sono due: - un ciclo di quattro incontri sui beni confiscati (aperto a tutti gli interessati) per affrontare diverse tematiche: la normativa vigente, le procedure di accesso ed assegnazione ai beni, le tipologie di riuso possibili, buone pratiche di riattivazione dei beni, casi studio, metodologie di intervento per il riuso ed il recycling. Prime date a Palermo: 22/03/2017 - 15:30 presso l'aula Savagnone - Edificio 9 dell'ex-facoltà di Ingegneria in viale delle Scienze 4/04/2017 - 16:30 presso la Bottega dei Saperi e dei Sapori di Libera, piazza Castelnuovo 13 - un contest di progettazione aperto a giovani professionisti e studenti UNDER 30 (età 18-30 anni). Attraverso il sito www.geniuslocipalermo.it saranno resi disponibili dei documenti inerenti casi studio selezionati (foto, rilievi, informazioni, etc) di beni confiscati ed i partecipanti potranno elaborare una proposta di riuso (il bando sarà presto online con i dettagli). La proposta dovrà essere illustrata sinteticamente inviando online in formato pdf la documentazione richiesta da bando (in fase di bozza il bando prevede due tavole ed una relazione di 3 cartelle max). Tutte le proposte saranno incluse nella pubblicazione degli atti dei seminari, è previsto un piccolo premio all’idea pari a 250 euro. Per tutte le informazioni ed aggiornamenti si faccia riferimento al sito e alla pagina facebook

Leggi tutto    Commenti 1