Articolo
27 apr 2016

Passante Ferroviario | I primi pezzi della Tbm Marisol trasferiti dal porto al cantiere Notarbartolo

di Fabio Nicolosi

Si è svolta nella notte il trasferimento dei primi pezzi della TBM che dal porto sono stati portati tramite convogli speciali al cantiere Notarbartolo Alle ore 24.00 puntuale è uscito il primo di una serie di convogli che avrebbe trasportato da lì a poche ore gran parte dei vari pezzi della TBM Marisol dal Porto al cantiere Notarbartolo. Erano presenti oltre ai vari tecnici Sis anche i dirigenti di Rfi e Italferr L'itinerario che è stato seguito è il seguente: Via Crispi, Piano dell'Ucciardone percorso contromano, svolta a sinistra su Via Duca Della Verdura, Via Notarbartolo tra piazza Boiardo e piazza Ziino in contromano, Via Malaspina, Via Cimarosa e arrivo al cantiere Notarbartolo. L'operazione si è conclusa nei tempi previsti, circa due ore, e non ha avuto particolari imprevisti. D'altronde la ditta selezionata per lo spostamento è una delle migliori in Sicilia e in Italia e aveva, tramite appositi sopralluoghi, già evidenziato quelli che potevano essere i tratti critici. Sicuramente il tratto più a rischio era proprio il passaggio sopra il ponte di Via Notarbartolo dove la ristretta carreggiata poteva compromettere il tutto. Fortunatamente però il convoglio più largo e pesante è riuscito a superare le barriere del tram a destra e i semafori a sinistra sia tramite i martinetti idraulici di cui era previsto il mezzo e che gli hanno quindi permesso di alzare il mezzo di qualche centimetro, sia grazie l'opera dei vari tecnici che hanno smontato i pali dei semafori, tagliato i rami più sporgenti degli alberi e girato alcune lanterne semaforiche. Nelle prossime notti saranno previsti altri viaggi per consentire lo spostamento dei restanti pezzi e iniziare così la fase di montaggio del grosso macchinario che impiegherà circa una quarantina di operai e che dovrebbe concludersi, il condizionale è d'obbligo, entro fine luglio inizi di agosto. Una volta correttamente assemblato e collaudato, il macchinario entrerà in funzione e sarà possibile iniziare lo scavo della galleria da Notarbartolo a Belgio / De Gasperi che si concluderà in 10 mesi circa. Ecco un lungo reportage:

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
22 apr 2016

Passante Ferroviario | Ecco le prime foto della TBM “Marisol”

di Fabio Nicolosi

Vi riportiamo in esclusiva le prime foto alla TBM Marisol sbarcata nel tardo pomeriggio di ieri al porto di Palermo. Vi presentiamo i primi pezzi del grosso macchinario che verrà utilizzato per lo scavo della galleria tra Notarbartolo e Belgio. Essendo un apparecchio molto voluminoso e pesante, è stato diviso in numerosi pezzi che dovranno essere ri-assemblati e collaudati. Al momento al porto sono presenti parte della testa fresante, dello scudo e dei motori di rotazione. Nei prossimi giorni arriveranno ulteriori pezzi, per permettere il trasporto al cantiere notarbartolo in più notti tra il 26 Aprile e il 2 Maggio. Adesso vi lasciamo alle spettacolari foto scattate in notturna:

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
18 apr 2016

Passante Ferroviario | Dal 26 Aprile arrivano i primi pezzi della TBM “Marisol”

di Fabio Nicolosi

Vi avevamo annunciato l'arrivo dei primi pezzi della gru che avrebbe permesso l'assemblamento dell'enorme macchinario qualche giorno fa La TBM, “battezzata” Marisol secondo la tradizione che vuole attribuito un nome femminile ad ogni TBM, arriverà a Palermo a fine mese e sarà trasportata dal porto al cantiere di Notarbartolo nelle notti dal 26 aprile in poi. Grazie a Marisol (la cosiddetta talpa) sarà effettuato il raddoppio in galleria tra la Stazione di Notarbartolo e la Fermata De Gasperi, tranne i primi 150 metri (realizzati con scavo tradizionale) che saranno rivestiti dalla TBM durante l’avanzamento a vuoto. La talpa, oltre ad eseguire lo scavo fino alla fermata De Gasperi, sarà in grado di sostenere ed evitare i cedimenti del fronte di scavo, di portare all’esterno lo smarino (tramite un nastro trasportatore) e di mettere in opera il rivestimento definitivo, costituito da conci prefabbricati in calcestruzzo armato. La testa fresante, il pezzo più grande e pesante da trasportare, è stato realizzato per essere smontato e comodamente rimontato in 5 pezzi. All'interno di essa, infatti, sono ben visibili i giunti tra i vari pezzi, che permettono di distinguere le 5 parti in cui è stata realizzata. Ecco il rendering di Roberto.Palermo che ringraziamo anche per le spiegazioni: Quella centrale (1) è di forma quadrata, le altre 4 intorno hanno forma di lunette posizionate ai 4 lati della prima. In tal modo, il trasporto sarà notevolmente semplificato, grazie alle dimensioni ridotte di ogni singolo pezzo. Essendo il diametro della talpa intorno ai 9 m., da quanto si vede nell'immagine il pezzo centrale, quello di dimensioni maggiori, dovrebbe avere un lato poco più lungo di 4,5 metri: quanto basta per passare senza grossi problemi, con un "trasporto eccezionale", per le strade che conducono dal Porto al piazzale della stazione Notarbartolo probabilmente utilizzando l'accesso da via Cimarosa. Seguiteci perché vi forniremo immagini e video da molto vicino documentando le varie fasi di trasporto, assemblaggio della macchina e l'inizio ufficiale dello scavo Vi lasciamo con un'immagine del carro ponte ormai quasi del tutto pronto ad essere utilizzato. Ringraziamo gianos per la foto:

Leggi tutto    Commenti 6