Articolo
13 ago 2020

TRAM | Inoltrati gli elaborati progettuali al Consiglio superiore dei lavori pubblici e alla Regione Siciliana

di Fabio Nicolosi

Procede l'iter per l'avvio della gara per le tre linee tranviarie finanziate col Patto per Palermo. Nei giorni scorsi infatti gli elaboratori progettuali sono stati inviati al Consiglio superiore dei lavori pubblici per l'acquisizione del parere e alla Regione Siciliana per definire la corretta interpretazione alla norma funzionale all'acquisizione del parere di conformità urbanistica. “Sono due passaggi importanti - affermano il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla mobilità Giusto Catania - e consentono di poter essere fiduciosi sul rispetto della tabella di marcia che si è data l’amministrazione comunale per impegnare le risorse dello Stato. Questa importante opera pubblica sarà uno straordinario vettore di trasformazione della città e consentirà di rimettere in moto un ciclo economico virtuoso che darà respiro al comparto dell'edilizia palermitana".

Leggi tutto    Commenti 24
Articolo
03 lug 2020

Biglietto unico: dopo oltre 10 anni di attesa la montagna ha partorito il topolino. I dettagli

di Mobilita Palermo

Palermo - Un'attesa molto lunga, almeno dal 2008 quando Amat e Trenitalia decisero di scindere il biglietto del t.p.l. per divergenze commerciali. In questi dieci anni in città sono state realizzate 4 linee tranviarie, quasi completata un'infrastruttura per il trasporto rapido di massa quale il Passante Ferroviario, nuove stazioni ferroviarie, rimodulata l'intera rete bus,  una zona a traffico limitata, ma soprattutto l'integrazione infrastrutturale fra "ferro e gommato". A fronte di questi grandi investimenti e cambiamenti, forte è stata la necessità di dover istituire un titolo di viaggio integrato, perché l'integrazione non è solo infrastrutturale ma anche commerciale. Oggi infatti prendere due sistemi di trasporto è paradossalmente svantaggioso per l'utente che ogni giorno preferisce il mezzo pubblico per i propri spostamenti. Si scende da Borgo Nuovo per raggiungere l'Ars (Palazzo Reale), e si è costretti a proseguire con la linea 118 piuttosto che sfruttare la rapidità del Passante Ferroviario. Ma è solo un esempio di quello che accade quotidianamente. Nel 2020 la svolta, con l'annuncio del ripristino del biglietto unico integrato e la Regione a intercedere dal punto di  vista commerciale fra due SpA quali Amat e Trenitalia. Ma è davvero la svolta? Ci aspettavamo quindi biglietto da 90' integrato, biglietto giornaliero ma anche abbonamenti. E invece l'annuncio riguarda solamente il ripristino del biglietto unico giornaliero al prezzo di € 5,50 da utilizzare per l'intera giornata sull'intera rete bus, tram, passante ferroviario  (tratta urbana Roccella-Sferracavallo) e anello ferroviario. Una scelta che premia senza dubbio l'utente che utilizza occasionalmente il mezzo pubblico, oppure il turista durante il soggiorno in città. Ma il turista privilegerà soprattutto il bus per gli spostamenti: prende la linea 806 per recarsi a Mondello, la 389 per recarsi a Monreale, la 124 per recarsi al Castello della Zisa, la 327 per le Catacombe dei Cappuccini oppure il tram per piazza Ponte dell'Ammiraglio. Prenderà certamente il passante ferroviario per raggiungere l'Aeroporto o Cefalù, ma qui si tratta di tariffe non più urbane. Per chi si sposta ogni giorno attraverso la rete bus o metroferrovia, non cambierà nulla: rimarranno invariati i prezzi dei biglietti ordinari rispettivamente € 1,40 bus/tram e €1,70 per il Passante. Difficilmente si andrà a spendere € 5,50 ogni giorno per 25 giorni lavorativi, ovvero € 137,50. Considerate che un abbonamento Amat mensile per l'intera rete ha un costo di € 32,00 mentre Trenitalia € 31,50. Il “Biglietto Giornaliero Integrato Palermo” è acquistabile attraverso i seguenti canali: Biglietterie Trenitalia; Self Service; Alcuni punti di vendita AMAT (Agenzie di Viaggio Trenitalia); Agenzie di Viaggio di Trenitalia; Punti Vendita Autorizzati di Trenitalia (PVT); On line (sito www.trenitalia.com, Mobile e App di Trenitalia). L'avvio è previsto dal 4 Luglio e a titolo "sperimentale.   Qualche esempio da altre città in Italia. Gtt Torino biglietto 90' €2,50 e valevole sulla rete urbana e suburbana GTT di Torino, sulla metropolitana (1 sola corsa) e sulle linee ferroviarie Trenitalia e GTT (1 sola corsa) entro i limiti della prima cintura (stazioni di: Caselle città, Settimo, Chieri, Pessione, Candiolo, Alpignano). Biglietto Gtt Daily € 4,00  valido fino a termine del servizio del giorno della prima validazione, sulla rete urbana, suburbana Gtt e viaggi in metro illimitati. Amt Milano biglietto 90'  € 2,00   consente, nell'ambito della validità temporale e delle zone acquistate, di spostarsi percorrendo più tratte e combinando più mezzi, in modalità sia continuativa sia con più soste intermedie; pertanto è possibile effettuare con lo stesso biglietto viaggi di andata e ritorno, anche con più ingressi in metropolitana e su Trenord. Biglietto giornaliero Amt € 7,00 e vale 24 ore dalla prima convalida, senza limite al numero di viaggi nell'ambito territoriale Atac Roma biglietto 100'  € 1,50 valido per 100 minuti dalla prima timbratura. In metropolitana vale per una sola corsa, anche su più linee; Biglietto Roma 24h € 7,00  valido 100 minuti dalla prima timbratura. scaduti i primi 100 minuti il titolo può essere riattivato per ulteriori 100 minuti ripresentandolo presso un validatore, e così fino all'esaurimento delle riattivazioni disponibili. Dopo quanto detto, ci si sarebbe aspettati l'introduzione almeno di un abbonamento integrato mensile per soddisfare praticamente l'intera utenza che ogni giorno sfrutta il mezzo pubblico (studenti, lavoratori, pensionati, pendolari), chi effettua almeno due corse al giorno fra andata e ritorno. Ma diciamo di più, un abbonamento unico (con un costo entro € 45,00) avrebbe reso ancora più appetibile l'attuare rete di trasporto pubblico dal punto di vista commerciale, e captato nuovi potenziali utenti. Insomma, dopo tanti annunci e dopo tanto clamore creato attorno, pollice verso per la Regione per aver disatteso le aspettative.

Leggi tutto    Commenti 20
Articolo
08 giu 2020

AMAT | Dal 15 Giugno tornano le navette estive 84, 85, 87 e 88

di Fabio Nicolosi

Dal 15.06.2020 al 15.09.2020, in concomitanza con la stagione balneare estiva, verranno attivate le linee navetta gratuite 84, 85, 87 per Mondello e 88 per Sferracavallo, che collegheranno le spiagge con i parcheggi, secondo i sotto riportati itinerari: LINEA 84 POSTEGGIO GALATEA – MONDELLO TORRE (circolare) POSTEGGIO GALATEA (Capolinea) – a sinistra viale Galatea – a destra viale P.pe di Scalea – piazza Valdesi – a sinistra viale Regina Elena – via Torre di Mondello – piazza Mondello – via Piano di Gallo – MONDELLO TORRE (Capolinea di transito) – via Gallo – piazza Mondello – via Mondello – a destra via Tolomea (posteggio Mongibello basso ed alto) – a sinistra via Stesicoro – a sinistra via Mondello – a destra viale P.pe di Scalea – viale Galatea – via Palinuro – a sinistra POSTEGGIO GALATEA (Capolinea) LINEA 85 MONDELLO TORRE – viale VENERE (circolare) MONDELLO TORRE (Capolinea) – via Gallo – piazza Mondello – via Mondello – a sinistra viale P.pe di Scalea – piazza Valdesi – viale Margherita di Savoia – viale VENERE (posteggio viale Venere) – piazza Castelforte – via dell’Olimpo – inversione di marcia nella rotonda all’altezza del palazzetto della sport – via dell’Olimpo – piazza Castelforte – viale Venere – viale Margherita di Savoia – Valdesi – viale Regina Elena – via Torre di Mondello – piazza Mondello – via Piano di Gallo – MONDELLO TORRE (Capolinea) LINEA 87 MONDELLO TORRE – PARTANNA (circolare) MONDELLO TORRE (Capolinea) – via Gallo – piazza Mondello – via Mondello – a sinistra viale P.pe di Scalea – viale Galatea – via Pazienza – via Apollo – via Atlante – piazza Serenità – via Polibio – a sinistra VIA AMARILLI – a sinistra via Partanna Mondello – via Iandolino – a destra via Castelforte – a destra via Chirone – a destra via Nicoti – a destra via Antigone – a sinistra via Castelforte – a destra viale Cavarretta – viale Galatea – a sinistra via Palinuro – ingresso posteggio Galatea – a sinistra viale Galatea – a destra via P.pe di Scalea – Valdesi – a sinistra viale Regina Elena – piazza Mondello – via Piano di Gallo – MONDELLO TORRE (Capolinea) LINEA 88 PUNTA BARCARELLO – PUNTA MATESE (R.T. MARCONI) (circolare) PUNTA BARCARELLO (Capolinea) – via Barcarello – via Tritone – prolungamento fino al Parcheggio di via Schillaci – ingresso Parcheggio Tritone – inversione di marcia – uscita dal Parcheggio – a destra via Tritone – a sinistra via del Manderino – a destra via Sferracavallo – via Torretta – via Plauto – PUNTA MATESE (R.T. MARCONI) – via Plauto – via Catullo – via Tacito – via Sferracavallo – via del Manderino – a destra via tritone – prolungamento fino al Parcheggio di via Schillaci – ingresso Parcheggio Tritone – inversione di marcia – uscita dal Parcheggio – a destra via Tritone – via Barcarello – PUNTA BARCARELLO

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
08 giu 2020

AMAT | Il trasporto pubblico a Palermo? Il racconto di un episodio avvenuto sulla linea 212

di Gustavo Enrico

La passeggera era al capolinea dellla 212 intorno alle 14, doveva andare a Ciaculli, ma non c'erano autobus in partenza. Dopo mezz'ora finalmente un autobus all'orizzonte, non era una miraggio. Ma non sarebbe rirpartito, l'autista informò la passeggera che lui stava smontando dal turno, era a fine servizio, ma dopo di lui non c'era nessuno che lo avrebbe sostitutio. Il servizio sulla linea 212 nel pomeriggio quindi non era garantito. La passeggera non avendo scelta si mise a camminare a piedi. Sulla strada incrociò una automobile dell'Amat ferma al semaforo, comunicò che non c'erano 212 e gli risposero che non ne sapevano neinte. Poco dopo riusci a prendere la 210, per accorciare un pò la strada. Sull'autobus si lamentò con l'autista, e anche altre persone la seguirono. A questo punto il conducente, anche lui all'oscuro di tutto, comunicò che una vettura della 210 avrebbe preso a breve servizio sulla linea 212 per coprire l'assenza di personale. Scesa a pochi passi da Piazza Giafar, prima che la 210 svoltasse per andare verso il Parcheggio Oreto, la passeggera continuò a piedi fino a Ciaculli. Sembra un racconto di fantasia, molto avventuroso. Ma è la realtà del servizio di trasporto pubblico del comune di Palermo, soprattutto in periferia.  

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
26 mag 2020

AMAT | Dal 1 giugno torna la linea 606

di Fabio Nicolosi

Dall’1 giugno 2020 al 15 settembre 2020, in concomitanza con la stagione balneare estiva, sarà attivata la linea 606 che collegherà il viale del Fante a Mondello, secondo il sotto riportato itinerario: VIALE DEL FANTE (capolinea) – a dx via Ninni Cassara’ – piazza Papa Giovanni Paolo II (fermata Resuttana) – inversione di marcia in via De Gasperi – piazza Papa Giovanni Paolo II – via Le Croce Rossa – piazza via Veneto – via Dell’Artigliere – viale Diana – viale Margherita di Savoia – piazza Valdesi – viale Regina Elena – via Torre di Mondello – via Piano di Gallo – Mondello Torre (capolinea di transito) – via Piano Di Gallo – piazza Mondello – via Mondello – via P.pe di Scalea – piazza Valdesi – viale Margherita di Savoia – viale Ercole – via Dell’Artigliere – piazza via Veneto – viale Croce Rossa – piazza Papa Giovanni Paolo II – viale Croce Rossa – via Villa Sofia – piazzetta Salerno – VIALE DEL FANTE (capolinea) Per lo stesso periodo di attivazione della linea 606, il capolinea della linea 806 viene arretrato da Mondello Torre a Mondello Teti, per consentire l’utilizzo nella linea di bus autosnodati.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
13 mag 2020

AMAT | Il comune delibera l’acquisto di 55 nuovi autobus

di Fabio Nicolosi

Poco meno di 17 milioni di euro saranno destinati all'acquisto di 55 nuovi autobus a basse e ridotte emissioni che andranno a rimpiazzare vetture più vecchie dell'AMAT. Lo ha deciso la Giunta comunale, approvando la delibera proposta dagli uffici della Mobilità Urbana guidati dall'Assessore Catania per l'utilizzo dei fondi comunitari dell'Agenda Urbana di Palermo e Bagheria. In particolare, l'allegato tecnico alla delibera prevede l'acquisto di 16 bus di otto metri con alimentazione diesel euro 6 e di 38 bus di 12 metri con alimentazione a metano. Queste vetture, le cui procedure di acquisto dovranno terminare entro la fine del 2023, si aggiungeranno alle altre 55 le cui procedure di gara sono già in corso sempre con fondi extra comunali: 33 bus con fondi del PON Metro e 12 vetture elettriche con fondi del Pon Complementare. Per i primi si attende a giorni la sentenza del Consiglio di Stato che dovrà pronunciarsi sul ricorso di una ditta esclusa, mentre per i veicoli elettrici sono appena partite le procedure per l'acquisto. Per il Sindaco Leoluca Orlando "soprattutto in un momento in cui il servizio di trasporto pubblico è sotto stress ed allo stesso tempo aumenta la consapevolezza e la necessità di mezzi di trasporto a basso impatto, da parte dell'Amministrazione viene un segnale importante in direzione dello svecchiamento del parco vetture, che costituiscono parte essenziale del sistema misto fra trasporto gommato e ferrato che immaginiamo per Palermo." Per l'Assessore Giusto Catania, “la rimodulazione del progetto di Agenda urbana rappresenta un importante investimento per il miglioramento del trasporto pubblico della città di Palermo e di Bagheria. L’acquisto di 55 nuovi autobus a bassa emissione, che segue l’acquisto di altri 12 autobus elettrici, è un ulteriore passo verso il rinnovamento complessivo della flotta di Amat e contribuirò, nella prospettiva a medio termine, alla definizione del trasporto integrato gomma/ferro. Le scelte dell’amministrazione comunale sono protese, sempre di più a diminuire le emissioni inquinanti in atmosfera e le scelte sul trasporto pubblico di massa sono strategiche per rendere sempre più ecologica la nostra città.”

Leggi tutto    Commenti 16
Articolo
03 mag 2020

Coronavirus | Ecco come sarà la “Fase 2″ di Amat

di Salvatore Galati

Vi avevamo parlato di una nuova eventuale opportunità, per lo spostamento tramite la mobilità dolce, in vista alle nuove abitudini da Covid-19, che sta contribuendo a un cambiamento sociale.  Da nord a sud ci si domanda come cambierà lo spostamento tramite il trasporto pubblico in città. In questa fase è di sicuro obbligatorio  l'utilizzo di mascherine, per evitare che persone asintomatiche diffondano il patogeno a persone sane. L'Amat si sta muovendo con le predisposizioni consigliate dal Ministero dei Trasporti. Dal 4 maggio come sarà muoversi a Palermo con i mezzi pubblici di Amat? Ogni passeggero potrà salire a bordo di un bus o del tram solo se sarà munito di mascherina di protezione; Come è avvenuto a Milano, anche Amat sta applicando sui sedili (tram/bus) degli adesivi in cui vietano di sedersi e invece sul piano calpestabile verrà applicato un segna posto per gli utenti che staranno in piedi. Naturalmente questi adesivi sono applicati per mantenere la distanza minima di 1 m; Le fermate di alcune linee centrali verranno soppresse momentaneamente e vi sarà un messaggio che l'utente è pregato di recarsi alla prossima fermata per poter prendere il mezzo. Verranno istituite tre squadre: addetti alla verifica, bigliettai ed operatori della mobilità, l'obbiettivo è quello di regolare il flusso dei passeggeri per l'uscita e la salita alle fermate dei tram/bus, sarà fatto anche a bordo. (Sarà la volta buona che i palermitani imparino a rispettare le indicazioni che sono applicate alle porte?) Grazie a queste squadre si avrà un controllo alle fermate e che riguarderà: il distanziamento, lo smistamento delle uscite e salite dei passeggeri, la capacità massima di trasporto sui bus e tram e la verifica del biglietto e/o abbonamento. Tutto questo effettuato con 2 addetti. Il terzo addetto, opererà sui mezzi per garantire sempre il distanziamento e i flussi di uscita e salita dalle vetture. E verificare il titolo di viaggio. Inoltre saranno riaperti i punti commerciali di vendita dei biglietti, sempre da lunedì 4 maggio: via Giusti; Piazzale Ungheria; Piazza Indipendenza; Piazzale J. Lennon; via Nina Siciliana; via Basile capilinea della rete tranviaria. Sempre con gli stessi orari in vigore prima della sospensione. Gli uffici di via Borrelli, invece, rimarranno aperti dal lunedì al venerdì dalle 8,00 alle 13,00 e dalle 14,30 alle 17,30.  

Leggi tutto    Commenti 16