Articolo
11 dic 2018

Che fine ha fatto il raddoppio ferroviario Ogliastrillo – Castelbuono?

di Fabio Nicolosi

L'attivazione del primo lotto di lavori tra Fiumetorto e Ogliastrillo è avvenuta il 17 Dicembre 2017. Amministratori delegati, ministri, sindaci, responsabili di RFI. Erano in tanti quel giorno a farsi belli davanti la stampa. Promesse, discorsi preparati, ma della tratta Ogliastrillo Castelbuono non si è saputo più nulla. Una tratta i cui lavori preparatori sono già iniziati nel lontano 2015 con la sistemazione di alcune opere idrauliche e che non sono più stati terminati. Si parlava di un possibile stop dovuto ad una variante richiesta dal comune di Cefalù, poi smentita da RFI. Di problemi legati alla TotoCostruzioni, la ditta che si è aggiudicata l'appalto da € 338.576.440, Erano stati creati comitati, il comune di Cefalù aveva messo su un tavolo tecnico con professori universitari ed esperti per esaminare i problemi sorti, ma dopo un paio di sedute tutto è svanito. Come se fosse successo qualcosa, come se l'opera non fosse più importante, come se qualcuno avesse detto che l'opera non si farà mai. Ad un anno dall'inaugurazione del primo lotto e a 3 anni dall'avvio dei lavori ci chiediamo, che fine hanno fatto i lavori? Vedremo mai l'inizio degli stessi? Inutile ricordare che proprio Cefalù avrebbe grandi benefici dall'opera con l'abolizione di passaggi a livello e grandi aree restituite alla città, grazie alla realizzazione della stazione in sotterranea. Per non parlare del raddoppio di binario che permette di ridurre i tempi di attesi e migliorare la frequenza dei collegamenti da e verso l'aeroporto di Palermo, oltre che il capoluogo di regione. L'opera L’intervento prevede il raddoppio in variante di tracciato, per un’estensione di circa 12,3 km, della tratta ferroviaria Cefalù Ogliastrillo – Castelbuono, lungo la direttrice ferroviaria Palermo – Messina. Costituisce il secondo lotto costruttivo del più ampio intervento di raddoppio Fiumetorto - Castelbuono, di cui il primo lotto è prossimo alla conclusione. Nella tratta in oggetto si prevede la realizzazione di tre gallerie, intervallate da tratti allo scoperto di estensione limitata: • galleria Cefalù, di 6,7 km a doppia canna e a singolo binario; • la galleria Sant’Ambrogio, di 4,3 km circa a singola canna e a doppio binario; • la galleria Malpertugio (0,135 km) a singola canna e a doppio binario. I tratti allo scoperto sono siti nelle zone iniziali e terminali di allaccio alla linea attuale, nei pressi di Ogliastrillo e presso la stazione di Castelbuono, e in corrispondenza della zona del torrente Carbone e del torrente Malpertugio. L’intervento prevede anche la realizzazione della nuova Stazione di Cefalù in sotterranea e interventi nella stazione esistente di Castelbuono. 550 mila metri cubi di calcestruzzo, 55 mila tonnellate di acciaio e una media di 330 impiegati con punte di 570, 2050 giorni lavorativi per completare l'opera, 54.625 i conci da posare per completare le gallerie.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
03 set 2018

Svincoli Brancaccio | Approvato accordo per il completamento della bretella autostradale

di Salvatore Galati

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Comune di Palermo circa il completamento degli svincoli autostradali di Brancaccio/Roccella. La Giunta Comunale ha approvato ieri il testo di atto di indirizzo per la definizione di un accordo da sottoscrivere con la società Multi Veste Italy per il completamento delle infrastrutture degli svincoli di Brancaccio/Roccella di viale Regione lato monte e lato mare dell'autostrada A19 e per alcune strutture polifunzionali.Il provvedimento, che dovrà passare al vaglio del Consiglio Comunale, serve a portare a conclusione un contenzioso aperto ormai da diversi anni con la società che ha realizzato diversi centri ed interventi commerciali in città nel corso dell'ultimo decennio. Le opere da completare saranno gli svincoli esistenti, più la realizzazione di parcheggi di interscambio e aree verdi, tempo stimato 5 mesi. Inoltre con i fondi stanziati servono anche per la costruzione degli svincoli lato monte, che consentirebbero l'accesso e l'uscita dall'autostrada direzione Messina, con l'apertura entro 3 anni. Il costo complessivo di tutte le opere da realizzare è di 3,5 milioni di €. In buona sostanza, la società si prenderebbe carico dell'esecuzione dei lavori di completamento di un intervento di urbanizzazione fermo da circa 10 anni (gli svincoli di Brancaccio lato monte e lato mare e alcuni interventi per la realizzazione di parcheggi e verde pubblico) chiudendo un contenzioso legato ad oneri di urbanizzazione non corrisposti in precedenza.

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
25 apr 2018

A19 Palermo – Catania | Riaperto il viadotto Morello tra Enna e Caltanissetta

di Fabio Nicolosi

Anas comunica che alle ore 19 di ieri si è concluso l’intervento localizzato di manutenzione straordinaria di una soletta del viadotto Morello che, nella giornata di giovedì 19 aprile, aveva reso necessaria la chiusura dell’autostrada per i veicoli diretti verso Palermo lungo l’autostrada A19 “Palermo-Catania”. Grazie all’impegno dell’impresa incaricata da Anas che sin dalla sera di giovedì scorso ha lavorato senza sosta, coprendo giornate di 24 ore lavorative con tre turni da otto ore, è stato possibile riaprire l’autostrada nel pomeriggio di oggi - in tempo per fronteggiare il surplus di traffico del 25 aprile - anziché venerdì 27 come comunicato in precedenza. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
20 apr 2018

A19 Palermo – Catania | Chiuso per sette giorni il viadotto Morello tra Enna e Caltanissetta

di Fabio Nicolosi

Anas comunica che, nell’ambito dei lavori di manutenzione del viadotto Morello è necessario effettuare l’esecuzione di un intervento di ripristino localizzato su una soletta della carreggiata del viadotto già sottoposta a doppio senso di circolazione per via dei lavori in corso sulla carreggiata opposta. Dal momento che tale intervento risulta essere localizzato sulla sola corsia attualmente utilizzata per i veicoli diretti verso Palermo, è stato possibile tenere aperta la corsia in direzione Catania. Per tutta la durata dell’intervento di manutenzione, che avrà termine al massimo entro venerdì 27 aprile, tutti i veicoli in direzione Palermo potranno percorrere l’itinerario alternativo segnalato in loco con uscita obbligatoria allo svincolo di Enna, percorrenza della strada statale 117bis “Centrale Sicula”, immissione sulla strada statale 121 “Catanese” in direzione Villarosa fino al km 126,000 ed immissione in autostrada allo svincolo di Ponte Cinque Archi. la limitazione si è resa necessaria per consentire l’esecuzione di un intervento di ripristino localizzato sul viadotto Morello, già sottoposto a doppio senso di circolazione per i veicoli in direzione Palermo, itinerario alternativo segnalato in loco Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
12 apr 2018

A19 Palermo Catania | Chiusura notturna tra giovedì 12 e venerdì 13 in entrambe le direzioni tra Trabia e Termini Imerese

di Mobilita Palermo

Anas comunica che dalle ore 23 di giovedì 12 alle ore 4 di venerdì 13 aprile l’autostrada A19 “Palermo-Catania” rimarrà chiusa, in entrambe le direzioni, tra il km 19,700 (svincolo di Trabia) e il km 26,600 (svincolo di Termini Imerese). Il provvedimento si rende necessario per consentire al gestore elettrico di eseguire la ritesatura della linea di media tensione, in attraversamento aereo sopra l’autostrada, in corrispondenza del km 23,660. Durante la chiusura dell’autostrada, tutti i veicoli in transito potranno utilizzare il percorso alternativo costituito dalla strada statale 113 “Settentrionale Sicula”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
23 mar 2018

A19 Palermo-Catania |Al via nuovi interventi di ripristino del piano viabile sull’autostrada tra Villabate e Scillato

di Fabio Nicolosi

Anas comunica che sono stati consegnati all’impresa aggiudicataria ulteriori lavori di pavimentazione e rifacimento della segnaletica orizzontale sull’autostrada A19 “Palermo-Catania”, dal km 0,000 al km 57,000, tra gli svincoli di Villabate e Scillato. Gli interventi rientrano nel piano denominato #bastabuche che, in Sicilia, prevede un investimento complessivo pari a 110 milioni di euro. Per l’esecuzione delle lavorazioni, che si protrarranno per tutto l’anno in corso, sarà necessario predisporre restringimenti di carreggiata con chiusura alternata delle corsie di emergenza, marcia o sorpasso, in tratti saltuari e in considerazione dello stato di avanzamento dei lavori. All’approssimarsi delle aree di cantiere tutti i veicoli dovranno rispettare il divieto di sorpasso e il limite di velocità di 60 km/h. Il rifacimento della pavimentazione è previsto anche lungo le rampe degli svincoli di Buonfornello, Agglomerato Industriale, Termini Imerese e Casteldaccia. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
23 feb 2018

Autostrada A19 Palermo – Catania: una storia infinita

di Gaetano Dolce

Dopo l'ennesima estenuante trasfera di lavoro da Palermo a Catania e ritorno, ho deciso di verificare sul sito Anas le informazioni relative ai vari cantieri. Mi ha infatti colpito il fatto di vedere sempre un numero minimo di operai e attrezzature all'opera sui numerosissimi cantieri aperti, specie nel tratto che va da Ponte Cinque Archi sino ad Enna e sul Viadotto Mulini in particolare. Ebbene ho potuto verificare che, pur nelle scarsissime informazioni che vengono riportate, almeno un dato sembra certo, e che cioè tutti questi cantieri sono in forte ritardo rispetto alle date previste di completamento. Sembra quindi che non venga fatto alcun monitoraggio di questi appalti da parte dell'ente preposto e che quindi non vengano predisposte le azioni correttive necessarie a rispettare i contratti. Cosa pensare infatti dei lavori nel tratto dal Km 82,000 al Km 82,415 (cioè solo 415 mt) per il ripristino e riqualificazione del viadotto Morello? Tipologia di lavoro Lavori di manutenzione straordinaria. Importo totale: 18.896.661,31 Ma è importante concentrarsi su questi dati: Consegna all'impresa, 19/01/2012!!!! Avanzamento lavori, SOLO 33,08 %!!! Ultimazione prevista, 24/03/2018, cioè tra un mese circa. Si capisce già che ci sono dei problemi. Qualcuno sta prendendo provvedimenti? Altro esempio: Dal Km 84,700 al Km 88,920, Lavori di risanamento strutturale della carreggiata PA - CT del Viadotto Cannatello. tra i km 84+700 e km 88+920 - II Stralcio funzionale Importo totale: 4.869.093,65 Consegna all'impresa 22/02/2017 Avanzamento lavori, SOLO 8,66 %!!! Ultimazione prevista, 11/09/2018 Se la ditta in un anno ha fatto solo l'8,66% dei lavori, non scatta qualche campanello d'allarme sul fatto che possa completare i lavori entro l'11 settembre? Intanto noi automobilisti siamo costretti a fare gimkane pericolose con continui cambi di corsia, rilevatori di velocità messi ad arte, il tutto dimostrando l'ennesimo totale menefreghismo nei confronti dei cittadini utenti. Ovviamente nel sito nulla viene indicato sul ripristino del tratto mancante del viadotto in prossimità di Tremonzelli. Immagino che in altre parti d'Italia avrebbero già ripristinato la viabilità corretta, mentre in Sicilia ci sentiamo già soddisfatti della bretella che siamo costretti ad utilizzare. Invece dovremmo far sentire la nostra voce e pretendere che il viadotto sia ripristinato il prima possibile, che ci siano date certe e verificabili. Vorrei delle risposte. Vorrei sapere se riuscirò mai a percorrere la Palermo - Catania senza deviazioni o restrizioni di corsie. Vorrei sapere se le opere vengono fatte per essere utilizzate o per altri scopi. Ringrazio anticipatamente. Gaetano Dolce Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 8

Ultimi commenti