5 commenti per “
  • Palerma La Malata 456
    08 nov 2019 alle 11:18

    Sebbene Italia e Germania fanno parte dell’Unione Europea purtroppo i Tedeschi immigrati a Palermo non fanno moda né notizia né trend.
    Se però a bloccare quell’auto fosse stato un Islamico Africano o Medio Orientale ci puoi scommettere bei soldini che questo cittadino immigrato invece non sarebbe stato lasciato solo e a quest’ora una certa classe di Palermitani avrebbe già organizzato per lui una marcia serale con tanto di striscioni, cartelli e candele in mano.

    • punteruolorosso 2159
      08 nov 2019 alle 15:10

      è vero, in quel caso sarebbe stata chiamata in causa la discriminazione. quest’ultima è un’aggravante: se spacchi la testa a un tedesco, rischi di meno. solidarietà a tutti gli aggrediti, a prescindere dalla nazionalità.

  • belfagor 645
    10 nov 2019 alle 5:59

    Si è svolta un “Consiglio di strada” ,vicino piazza San Francesco d’Assisi a Palermo, per condannare il grave gesto di violenza contro Roman ,il giornalista tedesco aggredito dopo un litigio con il figlio di una donna che voleva entrare in auto in un’area pedonale.
    Il presidente della Prima Circoscrizione, Massimo Castiglia ha aperto la discussione affermando :”Abbiamo sentito lo sdegno e la rabbia dei tanti cittadini. Il tema della vivibilità del centro storico non viene risolto con la violenza”
    “Il centro storico dopo le 20 è invivibile – racconta un residente – Ubriachi, schiamazzi fino a tarda notte. C’è una grande insofferenza nella quotidianità. Chiediamo più attenzione e controlli”
    Purtroppo , in questa vicenda, si è notata l’assoluta latitanza dell’amministrazione comunale e l’assenza del sindaco e degli assessori anche in questa assemblea
    Non è certo con un freddo comunicato stampa che si dimostra la solidarietà dell’amministrazione comunale a Roman.
    L’assenza di controlli è evidente. Non basta istituire le isole pedonali ma bisogna garantire il rispetto delle regole e la sicurezza .
    Purtroppo tale latitanza viene sfruttata da quelle forze politiche che predicano “ordine”
    Forse il signor sindaco non si rende conto che sta aprendo la strada al peggior populismo. Non vogliamo passare dalla “padella alla brace”.

    • belfagor 645
      10 nov 2019 alle 6:44

      Purtroppo , durante tale manifestazione , si è verificato un fatto increscioso. Luca Casarini , ex no global e attualmente armatore della nave ONG “ Mare Jonio” e Igor Gelarda ex grillino e ora capogruppo della Lega al consiglio comunale hanno avuto un violento scontro verbale.
      Una scena poco edificante : uno che gridava “sciacallo, vergognati: le regole si rispettano dall’alto”. l’altro che rispondeva “ vergognati, trafficante ”.
      Certo, tale epilogo ha rovinato un momento di partecipazione democratica e pacifica
      Forse certi personaggi dovrebbero evitare di partecipare a queste manifestazioni contro la violenza e l’inciviltà. Con il loro comportamento danno un cattivo esempio

      • Metropolitano 3633
        10 nov 2019 alle 13:12

        Restando fermi nell’idea che non si litiga, bisogna sempre e comunque ascoltare il popolo per avere retta (cioè ragione) e appoggio dalla gente.


Lascia un Commento