16 commenti per “
  • friz 1172
    14 mag 2019 alle 19:45

    Ciao Bottarisali… di certo se l’Amat ha difficoltà economiche oggi che ha quasi solo autobus, figuriamoci cosa accadrà quando avrà ulteriori linee tram, che come sappiamo tutti hanno costi di gestione superiori rispetto agli autobus…
    Sventrare una città per qualcosa di REALMENTE utile ha un senso, ma sventrarla per dei normalissimi tram non credo che ne valga la pena… con gli autobus potresti garantire lo stesso servizio con costi di gestione inferiori, e se il servizio degli autobus non funziona è colpa dell’amministrazione comunale di Palermo… in molte città del Nord Italia il servizio offerto dal settore autobus è ottimo… passano con frequenza e rispettano gli orari previsti…
    Al contrario, secondo me, “Sventrare” la città per una metropolitana potrebbe avere un senso… ma purtroppo a Palermo non c’è una Metropolitana (metropolitana come quella milanese, o catanese, o napoletana, o torinese…), attualmente abbiamo solo un passante ferroviario… che speriamo prima o poi venga raddoppiato interamente… ma che comunque, purtroppo, non sarà mai una metropolitana…

  • peppe2994 3279
    14 mag 2019 alle 23:37

    Guarda, ci tengo a precisare due cose.

    - Sono stato a Bordeaux appena qualche giorno fa, ed ho avuto modo di osservare ampiamente la rete tranviaria della città, che si estende ai comuni limitrofi raggiungendo lo stesso numero di abitanti di Palermo.
    Ho visto tram che transitano tranquillamente nelle aree pedonali (come Berlino del resto), nelle strade del centro storico, anche strette, e senza le barriere, ma con corsia dedicata.
    Sostanzialmente ho visto quello che Palermo dovrebbe diventare con questo nuovo progetto di estensione della rete, e mi è piaciuto un sacco.
    Hanno anche il tram che ferma davanti la stazione centrale, come previsto per Palermo.
    E’ ora di mettere da parte l’eterna guerra dei favorevoli e contrari, perché questo sistema che piaccia o meno imho funziona perfettamente.

    -Il trasporto pubblico non si sostiene mai da solo. E’ sempre, eternamente in perdita, dunque quello che si può o non si può fare, dipende esclusivamente dalla politica.
    Faccio giusto un esempio che è il più recente. L’ultima finanziaria regionale aveva previsto un taglio, l’ennesimo, del 20% al trasporto pubblico locale, che si è trasformato in un aumento dei finanziamenti pari a 4 milioni di euro.
    I bilanci dell’AMAT, come di molte società pubbliche, sono sempre più vicine al campo della fantaeconomia. Si va avanti con il gioco delle tre carte……
    AMAT è a corto di personale ed in un’impasse dovuta al blocco delle assunzioni nella pubblica amministrazione. Questa al momento è l’urgenza primaria. Da quando c’è il tram, 55 conducenti sono passati lì, lasciando di fatto, non un vuoto, ma una voragine nell’organico.

    Un fatto molto sottovalutato, e non ne capisco il motivo, è il traffico. Gli autobus non volano….si accodano. Rispettare gli orari è semplicemente impossibile al livello oggettivo. Il bus funziona quando viaggia interamente su corsia protetta, altrimenti si accumulano i ritardi. Per questo il tram è molto più appetibile. Non tarda mai, e le persone lo usano.
    Tornando all’affermazione dei 3 bus in due ore, questo succede perché con il traffico quelle che dovrebbero essere due corse, diventano una corsa. Quindi 6 o 5 passaggi, diventano 3.
    Non è una questione risolvibile.
    Provate a prendere il notturno, noterete che non ritarda un minuto, perché non incontra traffico.

  • friz 1172
    15 mag 2019 alle 13:33

    Ciao Punteruolorosso, ciao Peppe… rispondo ad entrambi…
    Personalmente non ho nulla contro il Tram, dico solo che non risolve Nessuno dei Veri problemi di Palermo, infatti, più o meno, il tram presenta gli stessi gli stessi difetti e le stesse qualità degli autobus… ma con costi di realizzazione e con costi di gestione superiore… quindi… :)
    Condivido molti dei vostri commenti, ma quando tocchiamo questo argomento non ci capiamo Mai… e mi chiedo perchè?
    A mio avviso la differenza tra il mio punto vista ed il vostro sta nel fatto che io Amo le Zone Pedonali più di voi…
    E ve lo dimostro facendo un esempio concreto:
    In via Roma dal mio punto di vista sarebbe bene, prima o poi, interrare la strada e mettere anche una linea metro sotto di essa…. in questo modo in superficie ci sarebbe abbastanza spazio per fare qualcosa di Realmente Favoloso… qualcosa di Interamente pedonale… con tanto Verde… e con panchine…. fontanelle… pista ciclabile… e anche con qualche statua… e a quel punto Via Roma potrebbe diventare una delle vie più Belle di Palermo, se non la più Bella…
    Al contrario, nella vostra visione, che mi sembra di capire che in questo caso coincide con quella di orlando e company, su via Roma ci dovrebbero essere contemporaneamente una strada per le macchine, il tram, la pista ciclabile, il marciapiede e il verde… ma quanto Reale spazio pedonale resterà? A mio avviso poco, dubito che possa aumentare rispetto a quanto ne abbiamo adesso… perchè solo il tram prende parecchio spazio… ed ovviamente nessun Pazzo si sognerebbe di farsi una passeggiate sopra i binari del tram… quindi di certo quello non è spazio pedonale…
    La verità è che non si può fare il gioco delle tre carte… lo spazio è quello che è… non un centimetro di più, non un centimetro di meno…
    Perchè a New York, a Berlino, a Parigi, a Londra da molti decenni investono in Metropolitane? Per guadagnare Spazio Vitale in superficie… ed è quello che dovremmo iniziare a fare anche noi a Palermo…
    Alcuni potrebbero replicare a quanto da me proposto dicendo che creare un tunnel sotto via Roma per le macchine ed un’altro tunnel per la metropolitana sarebbe troppo costoso… rispondo dicendo che a Napoli hanno speso cifre molto superiori perchè da decenni lavorano senza sosta per ampliare le linee metro… a Milano e a Torino fanno la stessa cosa… a Catania spendono parecchi soldi per la Metropolitana… a Brescia hanno spesso tantissimo per la metropolitana automatica… perchè invece nella Palermo di orlando (quinta città d’Italia) tutto sembra sempre troppo costoso? Perchè con giusto catania e con orlando dobbiamo sempre volare basso? Perchè anche noi a Palermo non potremmo programmare qualcosa di più ambizioso rispetto al “minimo sindacale” che ogni giorno ci offre questa amministrazione comunale?

    • peppe2994 3279
      15 mag 2019 alle 15:21

      -Alcuni tratti saranno solo per tram e pedoni. Ad esempio, è prevista la chiusura alle auto di via Roma.
      Non si è mai parlato di coesistenza con le macchine.

      -Un punto che spesso si tende a dimenticare, o meglio non se ne parla, è che il progetto tram non è solo la linea A, ma consta di importantissimi ampliamenti altrove, laddove una MAL non vedrebbe mai la luce.

      -Che in centro la MAL sia meglio del tram è un discorso antico e controverso, ma sono discorsi persi, perché sotto questa amministrazione è una cosa che non avverrà mai. E nel caso degli altri ex candidati è peggio che andar di notte, al massimo si parlava dei filobus o di fantomatici aumenti dei bus, che tutti promettono ma non arrivano mai.
      Se stiamo a parlarne ogni giorno la situazione di certo non cambierà. Inoltre non è il caso di sottovalutare la riqualificazione superficiale che il tram si porta dietro.

      • friz 1172
        15 mag 2019 alle 19:00

        ….chiudere al traffico delle macchine alcuni tratti di via Roma è un errore se non viene creata un’alternativa sotterranea, in altre parole se non viene scavato un tunnel per le macchine… già è abbastanza difficile girare in macchina adesso, figuriamoci se si chiudono tante strade senza offrire alternative…
        …..lo so che purtroppo orlando non è all’altezza di realizzare cose simili, lo so che purtroppo orlando “risolve” solo le questioni semplici… c’est la vie, a Palermo, quando viene mal governata come avviene per ora… malgrado tutto penso che in futuro, prima o poi, verranno tempi migliori per Palermo, non ci può andare sempre male…
        P.S. ….per riqualificare una zona non occorre fare il tram… nella nostra città ci sono circa il 70% dei marciapiedi in cattive condizioni, non penso che per aggiustarli sia necessario fare il tram in ogni strada…

  • punteruolorosso 2007
    19 mag 2019 alle 20:53

    @friz, via roma è nata con il tram, se vedi le foto d’epoca il tram c’era. la strada è sufficientemente larga per contenere piste ciclabili, tram e alberi. I pedoni vanno bene sui marciapiedi.
    via roma è troppo larga per prestarsi a una pedonalizzazione che funzioni. questa va bene per i vicoli e le piazze e per strade storiche come via maqueda o il cassaro. la larghezza della strada non favorisce ristoranti e caffè, questi stanno meglio negli spazi stretti. via roma è più per l’abbigliamento.

    • friz 1172
      20 mag 2019 alle 12:12

      ….qualche anno fa fu organizzata sulla prima parte di via Roma (verso la stazione) una manifestazione culinaria, con diversi stand… e qui e là c’erano dei palchetti per fare musica… e la strada era ovviamente chiusa al traffico… io onestamente non ho trovato Via Roma tanto interessante come in quell’occasione… in quel caso ne intuii le grandissime potenzialità… ma è scontato, che se in quel periodo ci fosse stato il tram su via Roma, quella manifestazione sarebbe stato più piccola, più ristretta, più meschina… e invece di sembrare la Rambla di una grande fiera internazionale, gli stand in questione, per mancanza di spazi, sarebbero stati simili ad un mercato rionale…
      Dove voglio arrivare?
      Finchè a Palermo continuiamo ad essere sottosviluppati da un punto di vista turistico, allora possiamo dire che le nostre strade pedonali, anche se strette (come via Maqueda e Corso Vittorio Emanuele) sono più che sufficienti, ma se anche a Palermo dovesse arrivare il Grande Turismo, allora sarà essenziale avere una Grande Via del Centro pedonale, e Via Roma sarebbe perfetta… con la metro sottoterra… o, come immagino preferisci tu, con il tram sotto terra… e magari, se il prossimo sindaco di Palermo fosse pure una persona in gamba, sarebbe bene scavare un tunnel sotto via Roma per evitare che le macchine debbano fare giri enormi e ridicoli… bisogna investire nel trasporto pubblico senza penalizzare il trasporto privato… chiudere al traffico via Roma senza prevedere un’alternativa sotterranea è una stronzata…

      • punteruolorosso 2007
        20 mag 2019 alle 15:00

        sarebbe bello mettere tutto giù. in questo caso darei priorità al lungomare. in caso di evento pubblico su via roma, si possono far partire i tram direttamente dal politeama. certo, questo iterromperebbe la linea, ma trattandosi di eventi domenicali e non troppo frequenti, andrebbe bene.

        • friz 1172
          20 mag 2019 alle 16:24

          ……l’evento pubblico di cui accennavo durò diversi giorni…. e secondo me, se via Roma diventasse interamente pedonale (senza macchine e senza tram in superficie), di eventi di questo genere se ne potrebbero organizzare tutto l’anno, ogni giorno… e se il tram (o metro) fosse sotto terra non ci sarebbe nessun problema…
          P.S. ….per quel che riguarda il lungomare condivido… anche in

          • friz 1172
            20 mag 2019 alle 16:25

            ……anche in quel caso il discorso non cambierebbe…

          • friz 1172
            20 mag 2019 alle 16:26

            ….anche in quel caso il discorso non cambierebbe…

          • punteruolorosso 2007
            20 mag 2019 alle 16:52

            capisco, ma questi eventi richiedono tendoni in plastica, palchi ecc. che non sono proprio il massimo per via roma. avere queste robe tutto l’anno mi darebbe fastidio. nei viali delle grandi capitali d’europa passa il tram, e sotto a volte c’è anche la metro. doppioni, sì. gli eventi vanno meglio nelle piazze.
            che fine ha fatto la copertura di piazza carmine? è davvero così brutta come ce la raccontano i cinquestelle? ci saranno elementi moderni, o solo brutture?

  • friz 1172
    20 mag 2019 alle 22:53

    Ciao Punteruolorosso… è vero, gli eventi organizzati da orlando in realtà sono spesso fatti male, approssimativi e low cost… ma eventi simili fatti nel Nord Europa, pensati da sindaci più capaci, prevedono spesso stand molto eleganti, in legno o in metallo, certe volte intarsiato e decorato…
    P.S. …..per quel che riguarda Piazza Carmine non so che dirti… ma in linea di massima a Palermo vedo un sindaco che vola molto basso… non vorrei che come al solito faranno il minimo sindacale… ma se non ricordo male la maggior parte dei soldi li dovrebbe uscire la Regione, quindi forse il risultato sarà leggermente migliore……. se fosse stato coinvolto solo il comune di Palermo probabilmente avrebbero scelto la soluzione più economica possibile… per fare come al solito tutti fessi e contenti… ma essendoci di mezzo la Regione Siciliana forse faranno qualcosa di più decente…
    …..ma su Piazza Carmine vorrei aggiungere una cosa…. sarà importante costruire qualcosa che guardi al lungo periodo, e non solo al Breve periodo, come sono soliti fare orlando e company…. voglio dire che sarebbe bene escludere l’uso del ferro, perchè è soggetto alla ruggine…. sarebbe meglio optare per altri metalli….
    Faccio un esempio per spiegare il mio punto di vista…. quando Cammarata fece fare il lungomare in legno di Sferracavallo, inizialmente sembrava molto bello…. ma dopo 7 anni di “cura” orlando, che sappiamo tutti che il sindaco lo sa fare (:)), ora quel lungomare in legno è tutto transennato, fa schifo solo a vederlo, e il legno sembra fradicio….. quindi, per piazza Carmine, vista l’incapacità del comune di portare avanti qualsiasi forma di Manutenzione pubblica, escluderei l’uso del legno e del ferro…. che ripeto… produce ruggine…
    …..inoltre spero che parta un concorso di idee internazionale per scegliere il miglior disegno per la copertura…. non vorrei che il progetto fosse realizzato da amici o parenti del sindaco…

    • punteruolorosso 2007
      21 mag 2019 alle 6:39

      d’accordo con la vergogna di barcarello. ai primi del novecento si usava molto la ghisa, e penso che le coperture originarie fossero proprio di questo materiale. quanto al ferro, la torre eiffel è di ferro e ancora sta lì. un’alternativa sarebbe il rame, molto costoso ma bello a vedersi.

      • friz 1172
        21 mag 2019 alle 9:06

        …..è vero la Torre Eiffel è in ottime condizioni e potrei dire la stessa cosa del ponte di Brooklyn, ma non scordiamoci che Americani e Francesi per queste strutture in maniera periodica prevedono Sempre Veri e Seri interventi di manutenzione… interventi molto costosi…. ma a Palermo il concetto di manutenzione non è nemmeno contemplato…
        ….e le dimostrazioni di quello che dico sono ovunque…. quante ringhiere arrugginite in luoghi pubblici ci sono? Tante… quante panchine di legno semi fradicio? …..molte… ecc…


Lascia un Commento