4 commenti per “
  • giuseppe83 88
    15 set 2018 alle 21:06

    Ho avuto modo di parlare con un sindaco dell’entroterra…credimi, non riuscivo a spiegarmi come mai intere comunità fossero quasi indifferenti su questo ritardo incredibile, pur avendo decisamente grandi disagi… la risposta che ho ricevuto, più fatta intendere che detta palesemente, è che ci sono notevoli interessi a mantenere tutto così e molte famiglie ne giovano di questa situazione. Ma la cosa per certi versi non comprensibile, ma forse si dato che siamo impregnati di omertà, è che i più sono conniventi/indifferenti con tale sistema e lo giustificano anche… pazienza, più che i ponti dobbiamo aspettare nuove invasioni, magari aliene…

  • Metropolitano 3396
    16 set 2018 alle 0:04

    Sono fatti con l’asfalto-mafia, i piloni con materiale ultrascadente e crollano non appena ci cade una piuma o con un alito di vento, per dire.

  • belfagor 524
    16 set 2018 alle 6:42

    Che la situazione sia poco chiara effettivamente è un dato di fatto.
    Perché non è stato completato il Viadotto Scorciavacche,? Eppure , secondo l’ANAS, ci volevano poche settimane .
    Inoltre la vicenda dei lavori della PA- AG è incredibile. L’opera doveva essere conclusa nel 2016 : oggi ,nel settembre 2018, è stata completata al 70 %. perché?
    Si parla di un contenzioso tra l’ANAS e la “Bolognetta scpa”, (raggruppamento di imprese tra Cmc di Ravenna, Tecnis e Ccc). C’è il forte sospetto che gli automobilisti siano tenuti come ostaggi . I loro disaggi servono, cinicamente, per sbloccare tale situazione .
    Un altro dato che francamente non comprendiamo e l’atteggiamento passivo dei sindaci e dei politici locali. Nessun deputato , nazionale e regionale, o magistrato transita da questa strada.? Perchè tutti tacciono?

  • belfagor 524
    20 set 2018 alle 12:22

    Ultime notizie da Viadotto “ Scorciavacche”
    “Ieri un sopralluogo con i vertici ANAS e L’impresa: Entro marzo 2019 sarà ricostruito e restituito alla fruizione dei viaggiatori.”
    dal profilo Facebook dell’Ass. Falcone

    P.S. Da tale comunicazione dell’assessore regionale si parla di …ricostruirlo. ( allora non si era trattato di un semplice” smottamento”)
    Eppure l’ANAS aveva comunicato che sarebbero bastate …..poche settimane.
    Se ci vorranno 5 mesi per restituire alla fruizione il viadotto, figuratevi quanti anni passeranno per completare la “ Palermo- Agrigento”


Lascia un Commento