12 commenti per “
  • Concetta Amella 1
    31 mar 2018 alle 19:04

    I vertici Amat, anzicchè rilanciare l’azienda, con le loro decisioni, finiscono con il peggiore le sorti di un servizio strategico, qual è quello dei trasporti, rendendolo ancora più carente.

  • Orazio 888
    31 mar 2018 alle 20:15

    Bottadisale for president. E Amelia amministratore delegato. Di AMAT ovviamente. Così risollevate voi le sorti dell’azienda.
    :)

    • bottarisali 61
      31 mar 2018 alle 21:39

      Che delizia i commenti del primo della classe Orazio; superintelligenti, spiritosi e corredati da faccine gialle sorridenti!

      Lo so che tu viaggi comodamente solo in macchina ma invece di criticare gli stupidi commenti di bottarisali e di Amella e di nominarli a president e amministratore delegato prova a fare lo sforzo mentale di metterti nei panni ai cittadini e di turisti che devono andare da un punto A ad un punto B della quinta città italiana e che consultano il sito amat…

      P.S.: quel pollice rivolto in alto sul tuo commento te lo sei votato tu stesso?
      Che persona triste che devi essere!

  • pittonic 46
    01 apr 2018 alle 8:42

    penso che il commento di orazio fosse in buona fede. dal mio punto di vista siete dalla stessa parte e nella stessa barca… Tu evidenzi un disservizio (e questa è una gran cosa) ma , per risultare costruttivi, dobbiamo adescare le istituzioni per indurle al cambiamento, magari suggerendo una soluzione. Se le offendiamo scendiamo nel tipico fatalismo panormitano che , negli anni si è rivelato poco conveniente per la città. MP ci insegna a fare cittadinanza attiva e non “ca si ecca ri cianco” alla prima cosa che non va. Quindi cosa proponi? ripristinare la vecchia mappa anche se non era efficiente? dillo anzichè rompere i cabbasisi o proponi qualcuno che possa sostiuire e implementare quel servizio…con affetto (e molta invidia per il nickname!)

    • bottarisali 61
      02 apr 2018 alle 0:55

      pittonic, …alcuni giorni fa non mi partiva la macchina e potevo andare al lavoro solo con l’autobus, che prendo ogni morte di Papa, sono andato sul sito amat e vedendo che non c’era più la mappa ho capito che avrei dovuto leggere il percorso di tutta cinquantina di linee…e poi mettere il tutto insieme come con un cubo di rubik…naturalmente ci ho dovuto levare mano subito e chiedere un favore ad un amico che mi accompagnasse al lavoro e che mi riprendesse…
      tu immagina i turisti che per giunta non conosco la città…
      Tu mi dici un ta pigghiari e mi chiedi di suggerire una soluzione.
      pittonic, cerchiamo di non fare i superintellettuali da salottino televisivo quando non ce n’è bisogno.
      Il sito di un’azienda di trasporti pubblici deve necessariamente avere una mappa con le linee.
      Non farla complicata pittonic. La cosa è semplice e naturale. Almeno nelle città normali.
      Che rimettano quel cazzo di mappa anche se era disegnata con i piedi senza fare ne’ i creativi moderni, ne’ i superintellettuali, ne i costruttivi come dici tu…
      ma per favore!!!

      • Orazio 888
        02 apr 2018 alle 22:21

        Levano la tabella e ti si sfascia la macchina… giusto giusto… ma se manco sai quel’e’ l’autobus che da casa tua ti porta al lavoro, com’e’ che diventi tutto civico giusto quando tolgono la tabella? Ah si i turisti e i cittadini… ci metto la faccina come presa per i fondelli tale e quale la tua.

  • peppe2994 2970
    02 apr 2018 alle 23:08

    All’autore della segnalazione dico soltanto che dovrebbe vergognarsi nel proporre queste sue esternazioni del tutto false.
    La vecchia cartina è sempre presente sul sito dell’AMAT, nascosta ma presente. Suddetta cartina è stata messa da parte in quanto i dati sul trasporto pubblico sono disponibili interamente su Moovit e Google Maps, ed ho controllato esattamente nel momento in cui scrivo – per evitare magre figure come quella che lei sta facendo in questo momento- la correttezza dei dati. E’ tutto corretto ed aggiornato, anche l’ultimissima modifica risalente ad appena un mese fa.
    Veda un po’ lei.


Lascia un Commento