25 mag 2015

VIDEO | Schifo alla stazione di Piraineto: emergenza sanitaria e spettacolo da quarto mondo


Ecco lo schifo che nell’Anno Domini 2015 si presenta alla stazione di Piraineto, penultima fermata prima dell’arrivo a destinazione Aeroporto Punta Raisi.

Un’emergenza sanitaria che si protrae da più di due anni, sotto l’indifferenza generale di tutti. Ratti e blatte invadono le abitazioni vicine, e causano seri problemi.

Cumuli di rifiuti onnipresenti in tutta la zona di Villagrazia di Carini e comuni limitrofi. Le cataste vengono lasciate lì per settimane, sino a quando non si decidono a passare con le ruspe per toglierle.

Ci piacerebbe sapere con che coraggio e con quali parole i candidati alle prossime elezioni comunali in zona affronteranno questa situazione vergognosa. I cittadini sono stanchi di essere ubriacati di chiacchiere.

La Sicilia è da quarto mondo, ma questo sembra non fare notizia…


carinidegradoemergenza rifiutiimmondiziamobilita palermopassante ferroviario palermopfppirainetorifiutistazione pirainetovillagrazia di carini

8 commenti per “VIDEO | Schifo alla stazione di Piraineto: emergenza sanitaria e spettacolo da quarto mondo
  • Luca S. 129
    25 mag 2015 alle 15:34

    Ho accompagnato mio cugino a quella fermata per prendere un treno per Palermo. Non esiste personale in quella stazione.
    Dal treno su cui sali’ mio cugino uscirono inspiegabilmente un gruppo di giapponesi, che una volta saliti hanno assistito ad uno spettacolo assurdo. Erano spaventati e spaesati, a stento in inglese mi spiegarono che dovevano andare in aeroporto. Dissi loro di aspettare il treno successivo. Erano scioccati.

  • Luca S. 129
    25 mag 2015 alle 15:35

    Scusate l’errore, mio cugino e’ salito sul treno per Palermo. I giapponesi erano diretti in aeroporto.

  • Gr.685 8
    25 mag 2015 alle 20:43

    Forse entro giugno verrà pulita. Infatti, con la chiusura della linea per i lavori di raddoppio del passante, diverrà stazione di testa per Castelvetrano e Trapani.

  • drigo 404
    26 mag 2015 alle 5:18

    I candidati a sindaco potranno dire solo una cosa: che il sindaco, nell’ambito dell’Ato Pa1 che è in liquidazione e sotto commissariamento, non può fare assolutamente nulla.
    Con 2 delle maggiori discariche dell’isola sotto sequestro della magistratura per infiltrazioni mafiose, e Bellolampo prossima alla saturazione della sesta vasca, la soluzione è una: non c’è soluzione. Anche se adesso si cominciasse a costruire (non a pianificare, a costruire) l’infrastruttura necessaria per la differenziata spinta, ci vorrebbero non meno di 2 anni perchè entri a regime riuscendo a smaltire il carico già presente.
    Andrà a finire che ricominceremo ad esportare munnizza via treno e via nave pagando tre volte: la prima perchè si paga una Tarsu che non serve a niente, la seconda perchè aumenterà la Tarsu per fare fronte alle spese di “spedizione”, la terza perchè i paesi in cui la mandiamo ci guadagnano due volte (oltre a farsi pagare per prenderla, la trasformano in una risorsa).
    State allegri, su.

  • peppe2994 3364
    26 mag 2015 alle 7:40

    La situazione è a dir poco vergognosa.
    I problemi sono seri, questo è innegabile, ma non si può pretendere che i nostri politici e non siano pagati per risolvere solo le cose facili.

    Un mio parente abita a carini, e l’ultima TARI che gli è arrivata udite udite ammonta a 650 euro per un normalissimo appartamento.
    Già stanno procedendo con una class action nei confronti del comune per grave inefficienza del servizio. La gente non è mica cieca.
    Ed intanto facciamo pure questa figura davanti ai turisti che in auto si recano a Palermo.

  • Mr.Head 242
    28 mag 2015 alle 17:33

    La situazione è tragica nello stato attuale!!! Nella stagione estiva, quando il bacino di utenza aumenta notevolmente per la presenza dei villeggianti, la situazione sarà ancora più tragica anzi di emergenza!!!!

  • Amo_Palermo 161
    29 mag 2015 alle 10:32

    Se poi si considera che il comune incassa milioni di euro di TARSU , grazie a tutte le seconde case presenti nel suo territorio (una casa di villeggatura di 100 mq paga oltre 600 euro all’anno, moltiplicate per tutte quelle della zona…), verrebe da pensare che quel piazzale ovrebbe essere lucidato a specchio…


Lascia un Commento