26 feb 2018

Via Pietro Calandra, strada chiusa al traffico e residenti bloccati


Da più di un mese è stata chiusa la via Pietro Calandra causa caduta massi. Ebbene ad oggi tranne qualche presidio inizialmente notturno della polizia municipale per non far valicare i due blocchi, non c’è stato alcun inizio lavori per mettere in sicurezza la parete rocciosa che sovrasta parte della strada stessa.

Tengo a precisare che la Via Pietro Calandra è una strada-bretella che si estende parallela all’autostrada e collega Sferracavallo con Tommaso Natale e viceversa.
Piu di 600 persone compreso me residenti in via Piero Della Francesca risultano bloccati con una sola via di esodo che è la strettoia verso Sferracavallo (via Leone) che è impercorribile da mezzi pesanti e soprattutto impercorribile dalle ambulanze e dai mezzi dei vigili del fuoco.

Screenshot_20180221-140116

Praticamente in caso di emergenza per incendi,guasti e malori dei residenti siamo “soli” e isolati.
Per non citare i disagi quotidiani che ritardano tutte le attività personali.
Se dovesse succedere qualcosa il comune di Palermo sarà responsabile soprattutto in caso di conseguenze gravi.
Mi auguro che darete visibilità al fine della risoluzione e riapertura della strada che è una bretella fondamentale non solo per i residenti della zona, ma per tutti gli abitanti di Sferracavallo e Tommaso Natale.
Giuseppe Schiraldi


mobilita palermoSegnalatisegnalazioniSFERRACAVALLOstrada chiusatommaso natalevia pietro calandra

2 commenti per “Via Pietro Calandra, strada chiusa al traffico e residenti bloccati
  • friz 1051
    26 feb 2018 alle 22:31

    ….avevano messo il nastro con la scritta “lavori in corso” ma in realtà non è stato fatto alcun lavoro in quella via…è una vergogna…. chiudono una strada senza muovere un dito per tentare di riaprirla… la verità che nella Palermo di Orlando le periferie sono state abbandonate…. lungo quella via, più avanti, c’è uno slargo che è una discarica di spazzatura perenne 12 mesi all’anno e il nostro “caro” sindaco non è mai stato capace di mantenere pulita quella strada…. sta per nascere a Sferracavallo una fermata del passante ferroviario che sbuca in una strada senza marciapiede… in altre parole una persona a piedi non potrà andare a prendere il treno… il lungomare in legno di Sferracavallo è ridotto in maniera pietosa… l’ecomostro di Sferracavallo è sempre lì… un po di tempo fa hanno fatto un campetto di bocce a Tommaso Natale che fa schifo solo a vederlo per quanto è brutto… Marinella è il far west… lo Zen e Partanna Mondello di certo non sono combinate meglio…. non prendiamoci in giro… Orlando, Crocetta, i Democratici hanno deluso ampiamente le aspettative… con Cuffaro e con Lombardo pensavamo di avere toccato il fondo, ma i Democratici ed Orlando hanno ugualmente fatto fiasco… tutte le periferie di Palermo sono ridotte in maniera pietosa… e anche il centro di Palermo (escludendo un paio di strade) è mal tenuto…
    Ma torniamo a parlare di via pietro Calandra… purtroppo in quella montagna in passato ci sono stati incendi, e come al solito gli interventi del comune sono stati lentissimi… se in estate ci dovesse essere un incendio dubito che il camion dei vigili del fuoco possa passare dal ponticello che sbuca su Sferracavallo… perchè il ponticello non è molto alto… e non sono sicuro che ci passi anche un autobotte… per tutti questi motivi si deve risolvere la cosa prima dell’estate…
    Giuseppe Schiraldi vi consiglio di fare una raccolta firme… e se la cosa si protrae per troppo tempo magari potreste anche provare a fare una causa al comune per farvi risarcire i danni… ma intanto provate a coinvolgere la stampa… provate a scrivere al Giornale di Sicilia o alla Repubblica…. o a qualunque giornale che vende copie su Palermo… se coinvolgete la stampa prima delle elezioni forse è meglio…. perchè sono certo che prima delle elezioni Orlando e i Democratici muoverebbe un dito, ma purtroppo temo che dopo le elezioni se ne strafregheranno e come al suo solito Orando darà la colpa ai suoi avversari politici… e lui come al solito se ne laverà le mani e dirà che vorrebbe fare qualcosa ma i soldi non gli vengono dati dalla regione o da Roma…
    Ripeto… vi conviene coinvolgere la stampa prima delle elezioni….
    Buona serata!

  • punteruolorosso 1846
    28 feb 2018 alle 7:03

    la strada è stata allargata anni fa nel tratto vicino a tommaso natale, quando fecero lo svincolo. il resto della strada è rimasto un imbuto, con un tratto in cui, per evitare gli incroci, bisogna sostare in uno slargo creato apposta. da un po’ di tempo il ponte ferroviario su via del leone è stato allargato, ciò che consente il passaggio agli automobilisti meno esperti. la strada inoltre fra un su e giù pazzesco, andando a finire su un canale che passa sotto l’autostrada. si può eliminare questo canale e rialzare la strada? è possibile pensare a un allargamento e a dei muri di contenimento? la montagna è molto bella, e andrebbe rimboschita. appartiene al demanio, non al comune.


Lascia un Commento

Post Correlati