23 mag 2017

Soluzione migliorativa della viabilità in prossimità del ponte Notarbartolo


Buongiorno, approfittando dello spazio concesso da mobilita.org, vorrei proporre una soluzione, di facile ed economica attuazione, volta a migliorare la viabilità in un punto molto critico per il traffico palermitano: “l’imbuto” del ponte “Notarbartolo”.

foto normale

Come si vede in foto, attualmente il restringimento in prossimità del ponte dà luogo ad un ingorgo a c.d. “collo di bottiglia”( in giallo); questo determina una confluenza di più file (4,in arancione) in un’unica fila, determinando un blocco del flusso veicolare, soprattutto nelle ore di punta.

foto bottiglia

Tralasciando l’inciviltà e la “scaltrezza” del palermitano medio, sarebbe opportuno realizzare accorgimenti per garantire una confluenza progressiva delle corsie, in modo da realizzare un deflusso omogeneo delle auto. La soluzione che propongo, prevede la realizzazione di un marciapiede/aiuola (in verde) adiacente al terminal/sede tramviaria, che garantisca un restringimento progressivo della carreggiata, eleminando il citato “collo di bottiglia”.

( in blu le strisce per il parcheggio; in arancione le file di auto)

foto soluziuone

Premesso che questa non è una soluzione totalmente ablatoria del problema in oggetto, tuttavia la soluzione prospettata (realizzabile in breve tempo e con pochi soldi dalle maestranze comunali) rappresenterebbe un accorgimento che potrebbe sicuramente migliorare la viabilità nell’area Notarbartolo, in attesa di soluzioni più incisive e strutturate che possano eliminare definitivamente il problema.

Salvo92


mobilita palermopiazza boiardopropostestazione notarbartolo

30 commenti per “Soluzione migliorativa della viabilità in prossimità del ponte Notarbartolo
  • punteruolorosso 1621
    24 mag 2017 alle 22:08

    d’accordo. e invece come risolvere la situazione attuale che costringe tutti a converger su piazza boiardo?
    non si potrebbe creare un varco nella barriera del tram? o interrare la linea all’altezza dell’incrocio?

  • fabio77 701
    25 mag 2017 alle 9:04

    L’idea è buona. Non è risolutiva ma farebbe defluire meglio il traffico. Lo stesso metodo potrebbe essere attuato in piazza Indipendenza, in corrispondenza del restringimento dopo palazzo d’Orleans. Anche lì, il collo di bottiglia (uno dei più famigerati generatori di traffico di tutta Palermo), si trova in curva, con conseguente maggiore difficoltà di manovra nel brusco passaggio da 4 a due o addirittura una fila. Ma il Comando dei VV. UU. di Palermo prende in considerazione questi suggerimenti?

  • Fulippo1 1339
    29 mag 2017 alle 16:48

    Probabilmente una soluzione di allegerimento, ma come già citato non risolverebbe il problema. Sarebbe comunque già una cosa positiva.
    Fino a quando non si deciderà di ricoprire la trincea/voragine, non ci saranno grosse soluzioni da poter tenere in considerazione.

    • peppe2994 2803
      30 mag 2017 alle 8:32

      Non serve, perché più avanti c’è sempre una corsia. Invece ci vorrebbe un nuovo ponte trasversale, inserito, per figura, nel piano triennale opere pubbliche.

  • Orazio 746
    30 mag 2017 alle 7:13

    La tua proposta sposta il problema 50 metri “a monte”, comunque e’ vero pure che parte dell’ingorgo e’ causato dal fatto che i soliti furbi arrivano a creare pure 5 file di auto.

  • friz 810
    30 mag 2017 alle 8:39

    Ciao Salvo 92 hai il grandissimo merito di affrontare il problema…. assurdo che Orlando dopo tutto questo tempo non abbia preparato un progetto per risolvere la questione… Salvo 92 sei sicuramente più efficiente dell’attuale sindaco… detto questo, però devo ammettere che difficilmente la tua proposta possa risolvere in maniera definitiva il problema, semmai, come ha scritto Orazio, sposterebbe il problema a monte di circa 50 metri….
    A mio avviso le possibili soluzioni sono due, e purtroppo sono entrambe costose, ma nel lungo periodo, inevitabilmente, se saremo ben amministrati, una delle due andrebbe presa in considerazione :
    1) O come dice Punteruolorosso interrare la linea tram ove possibile, trasformandola quasi in una metropolitana…
    2) Oppure, come dicono Wert e Fulippo1, allargare il ponte per ricoprire la trincea/voragine…
    Di certo non si può continuare ad ignorare il problema come se nulla fosse…
    Può essere mai che tu Salvo del 92 hai un progetto ed invece Orlando e company ancora non ce l’hanno???
    Cosa fanno questi???? Solo campagna elettorale????

      • friz 810
        30 mag 2017 alle 15:07

        Problema risolto? No, direi di no… tu sai meglio di me che il piano triennale delle opere pubbliche purtroppo non è vincolante… infatti, se non erro, nel precedente piano era stata prevista la MaL… e sappiamo tutti con Orlando la MaL che fine ha fatto…
        Oltretutto sappiamo che 5 anni fa Orlando promise mari e monti, e sappiamo anche che di quei mari e monti abbiamo visto solo qualche fognatura e qualche collinetta…
        L’esperienza mi ha insegnato che se Orlando pubblicamente promette grandi cose spesso poi non mantiene le promesse fatte…. e basti pensare alla costa sud ad esempio… figurati poi, se, come in questo caso, non si è “esposto” con promesse pubbliche…

        • punteruolorosso 1621
          31 mag 2017 alle 17:34

          il ponte è stato messo nel piano delle opere pubbliche di luca orlando. un altro sindaco potrebbe cancellarlo. quindi se vogliamo il ponte ci conviene votare luca orlando.

  • Roberto Palermo 90
    30 mag 2017 alle 14:54

    Il problema non è nuovo, anzi. Della sistemazione cervellotica di piazza Boiardo ne scrissi molto prima che aprisse il terminal tranviario: per l’occasione, ribattezzai la piazza, chiamandola “piazza Boiata”.
    La soluzione indicata non è risolutiva, permanendo comunque un restringimento che, prima o poi, il flusso veicolare deve affrontare. Inutile, anzi dannoso, ridurre gradualmente la larghezza della carreggiata: l’automobilista non percepirebbe il restringimento e finirebbe con l’avvicinarsi troppo al veicolo adiacente, creando situazioni di pericolo in una situazione già pericolosa in sè

    Faccio infatti notare che il terminal tranviario è stato posizionato, manco fosse un enorme spartitraffico, tra due carreggiate trafficatissime rendendo a dir poco problematico l’attraversamento pedonale da parte dei tanti fruitori del mezzo pubblico.

    Tutto ciò si sarebbe evitato se si fosse posizionato il terminal dove qualsiasi progettista con un minimo di sale in zucca lo avrebbe messo: adiacente al marciapiede esterno della stazione. Ma ormai è troppo tardi, e dovremo tenerci questa situazione così com’è, almeno finchè non sarà realizzato un altro ponte per l’attraversamento della trincea ferroviaria.

  • Orazio 746
    30 mag 2017 alle 19:50

    Tutto vero, il problema c’è. Solo però vorrei dire che la corsia protetta del tram insiste laddove – già da anni – non era possibile transitare, considerato che la rotatoria esisteva, ed era obbligatoria, da diversi anni prima del tram.

    La differenza sta nel fatto che i porci/le porche che saltavano la rotatoria adesso non lo possono più fare. L’imbuto si creava anche prima, adesso è più stretto però, ma prima gli abusi rendevano la situazione ancor più caotica di come non sia adesso. Ed inoltre, il traffico “a scendere” defluisce oggi assai meglio di prima, quando i suddetti suini/le suddette suine finivano per bloccare tutta la zona ad ore fisse del giorno.

    Come sistemare la vicenda del traffico “a salire” stando così le cose mi è poco chiaro, ma certo oggi non va peggio di ieri. Io direi che un (nuovo) ponte che prolunghi via Rapisardi sarebbe la soluzione.

    • friz 810
      31 mag 2017 alle 9:54

      …..dai, please, non scrivere queste cose…. oggi (con il tram) per quella zona va molto peggio di ieri (quando il tram non c’era)…. è diventata uno degli incubi dei palermitani che hanno la macchina….
      Forse hai affermato una cosa simile perchè non conosci bene la zona…. capita…
      Buona giornata a tutti!!!

        • friz 810
          31 mag 2017 alle 15:51

          Vedi qual è il tuo problema abcdefgh? Tu non analizzi le cose nella loro interezza, tu ti fermi all’H….e invece dovresti valutare anche la Z….
          A Milano la gente usa i mezzi pubblici perchè la metropolitana milanese è puntuale, veloce, e in qualche modo economicamente conveniete…. ma se i milanesi volessero andare in macchina lo potrebbero fare perchè a Milano, a differenza di Palermo, si può girare in auto….
          Trovo assurdo che ci sono a Palermo delle persone che sembrano odiare coloro che usano la macchina…. tieni presente che di certo anche tu avrai amici e parenti che la usano… Sono tutti degli stronzi? Sono tutti dei bastardi?
          Gli vogliamo mettere una taglia nella testa? Vivi o Morti? A mio avviso bisognerebbe smetterla di fare discorsdi stupidini….
          ….ma se dopo per assurdo scoprissimo che anche tu usi la macchina ne giungo alla conclusione che odi anche te stesso… e non sarebbe una bella cosa….
          Anche in questo caso vado contro corrente… VISTI I MEZZI DI TRASPORTO PUBBLICO PALERMITANO (CHE SONO CHIARAMENTE RIDICOLI!) USARE LA MACCHINA NEL 2017 IN QUESTA CITTA’ E’ LA COSA PIU’ RAZIONALE DA FARE!!! CA**O!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
          Poi magari, quando Palermo avrà un sindaco diverso dall’attuale e mezzi di trasporto pubblico finalmente decenti, si potrà anche valutare l’idea di usare i mezzi pubblici… ma intanto, vista la situazione, direi che non c’è scelta…
          Ah, dimenticavo:
          Il tram va messo da parte perchè è un mezzo di trasporto obsoleto!!! Ca**o!!!
          Investiamo nella Metro piuttosto! Imitiamo Brescia e Catania! Non rimaniamo il fanalino di coda, please!!!!

          • abcdefgh 75
            01 giu 2017 alle 19:10

            Quelli di Palermo non sono i vecchi tram del 1937, ma sono METROTRANVIE CELERI IN SEDE PROPRIA !!!!! cioe’ significa METROPOLITANE che invece di circolare SOTTOTERRA, circolano su strada. Se questo poi ha tolto spazio alle automobili, CHI SE NE FREGA !! Si deve capire che PRIMA VIENE IL TRASPORTO PUBBLICO, poi eventualmente quello privato. A Palermo si vuol ragionare al contrario e cioe’ il mezzo principale e’ la macchina, simbolo di stronzaggine incommensurabile,mentre il mezzo pubblico (TRAM e AUTOBUS) sono per i minorati mentali.
            Quanto alle metro SOTTERRATE , si e’ visto e si vede in quali tempi infiniti si possono NON realizzare (vedi via Bernava e via E.Amari), mentre le METROTRAMVIE che oltretutto consentono di ammirare la citta’ invece di stare sottoterra come i morti, si realizzano molto piu’ facilmente. Questo a prescindere dal Sindaco e dalla sporca politica.

          • abcdefgh 75
            01 giu 2017 alle 19:13

            La metro di Catania e’ entrata in servizio a Maggio 2017: inizio lavori 1986……tra intoppi ,ritardi e imterruzioni varie.

          • punteruolorosso 1621
            02 giu 2017 alle 6:48

            senza offesa per nessuno, devo sottoscrivere quanto affermato da abcdefgh.

      • Orazio 746
        31 mag 2017 alle 20:05

        “Forse hai affermato una cosa simile perchè non conosci bene la zona”

        La tua é semplicemente arroganza mista a dabbenaggine.

        • friz 810
          01 giu 2017 alle 9:36

          …..ora che mi hai offeso spero che sei finalmente contento… resta il fatto che il tuo commento non sta in piedi… sostenere che il tram in quella zona non abbia creato ancora più traffico di prima è ignorare la verità… Mi chiedo perchè mai non vuoi riconoscere che in quella zona sia stato fatto un lavoro sbagliato?

    • abcdefgh 75
      31 mag 2017 alle 10:10

      Pienamente d’accordo! Il tram ha RAZIONALIZZATO UNA ZONA CHE PRIMA ERA UN GRAN CASINO ! certo gli automobilisti che non possono piu’ fare i LORO PORCI COMODI, sono contrari.

  • belfagor 353
    01 giu 2017 alle 6:10

    Non capisco perché in questa città, davanti a un problema, invece di cercare delle soluzioni dobbiamo dividerci tra “orlandiani e anti orlandiani” . Sostenere che bisogna abolire il tram o bisogna abolire il traffico privato è un modo ideologico che non risolve minimamente il problema. Il problema di Via Notarbartolo non è solo gli ingorghi quotidiani ma è anche le difficoltà dei pedoni che sono costretti a camminare in marciapiedi stretti e dissestati, per non parlare delle madri che portano a spasso i loro bambini nei passeggini o dei portatori di Handicap , che non possono utilizzare le loro carrozzelle. Doppiamo impedire loro il transito?
    Francamente penso che l’unica reale alternativa sia la costruzione di un nuovo ponte che affianchi il vecchio. Sembra che la realizzazione di tale ponte sia previsto, ma ciò non ci tranquillizza. Anche il rifacimento del Ponte di Via Oreto, il raddoppio del Ponte Corleone o il completamento dello svincolo di Corleone è previsto ma credo che nessuno “mentalmente sano” scommetterebbe un cent. sulla realizzazione di tali opere. Purtroppo di promesse mai mantenute è piena la storia di questa città in questi ultimi 30 anni.
    P.S. Credo che avesse ragione Mao quando sosteneva che non importava di che colore fosse il gatto ma se catturare o meno i topi . Fino ad ora i “nostri gatti” di topi ne hanno catturati pochi o nulla. Forse sono “vegani”?

    • Fulippo1 1339
      01 giu 2017 alle 10:58

      Non capisco perché in questa città, davanti a un problema, invece di cercare delle soluzioni dobbiamo dividerci tra “orlandiani e anti orlandiani”

      Siamo in campagna elettorale…..purtroppo…

  • friz 810
    01 giu 2017 alle 19:41

    Vedi ABCDEFGH, TU LO CHIAMI METROTRAMVIA ED IO CONTINUO A CHIAMARLO TRAM, PERCHE’ NEL RESTO D’EUROPA LO CHIAMANO TRAM…. IL LIMITE DI QUESTO TRAM E’ PROPRIO QUESTO….CHE INVECE DI CIRCOLARE COME LA METRO SOTTO TERRA CIRCOLA SULLA STRADA… E NON E’ UN PARTICOLARE….
    TI ASSICURO CHE ANCHE IO SONO A FAVORE DEL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO….
    PERCHE’ QUANDO VIVEVO A MILANO USAVO LA METROPOLITANA E INVECE QUI A PALERMO USO LA MACCHINA?
    PERCHE’ A MILANO GRAZIE ALLA METRO VELOCEMENTE ARRIVAVO DOVE VOLEVO E MI PERMETTEVA DI RISPARMIARE TEMPO ED EURO… MA SINCERAMENTE SE QUI A PALERMO CI DEVO METTERE UNA VITA AD ARRIVARE PERCHE’ GLI AUTOBUS NON PASSANO MAI… E IL TRAM, PUR PASSANDO UN PO’ PIU’ FREQUENTEMENTE, IN OGNI CASO E’ LENTO PERCHE’ ATTRAVERSA LE STRADE E PER MOTIVI DI SICUREZZA DEVE NECESSARIAMENTE PROCEDERE LENTAMENTE… E INOLTRE IL TRAM MI FAREBBE PERDERE TEMPO CON MILLE FERMATE PER ME INUTILI…. allora alla fine capisco che con la macchina risparmio molto tempo…. ma credimi che se a Palermo avessimo le linee metro milanesi io sarei il primo a girare con i mezzi pubblici…
    Capisco che probabilmente non ci capiremo mai… ma almeno ci ho provato…
    Ciao

    • friz 810
      02 giu 2017 alle 9:49

      Perchè devi chiamare La Vardera stolto? A me sembra molto più sveglio e più in gamba di Orlando… La Vardera ha solo due limiti…
      Primo limite: vuole il tram in via Libetà…
      Secondo limite: è appoggiato da Salvini… che comunque rimane un leghista… e quindi molto lombardo e poco siciliano…
      Ma nelle poche volte in cui l’ho sentito parlare La Vardera mi è sembrato uno di quelli che vorrebbero cambiare le cose… e vista come è ridotta Palermo, mi sembra una buona premessa… inoltre ha il merito di avere criticato spesso e volentieri Orlando… In sintesi è una bravo ragazzo che non frequenta le persone sbagliate… escludendo Salvini ovviamente…

      • danyel 381
        02 giu 2017 alle 11:57

        lascia perdere .. uno come Salvini ci vorrebbe … la sinistra col suo buonismo sta distruggendo le città italiane, tra cui Palermo!

        • friz 810
          02 giu 2017 alle 13:57

          Ciao Danyel…. il linea di massima sarei anche d’accordo con quanto hai scritto…. però rimane il fatto che Salvini è il segretario del partito che si identifica maggiormente con gli interessi del nord Italia… prende i suoi voti quasi esclusivamente al nord e giustamente fa gli interessi del Nord Italia….
          Qualche tempo fa un giornalista per “provocarlo” gli fece notare che ultimamente si stesse interessando un pò troppo del Sud Italia… e Lui sottolineò di essere orgoglioso di essere nato a Milano e di essere il segretario della Lega Lombarda… ….con tutto il rispetto per Salvini…che in certi casi fa discorsi sensati…. ma uno così fino a che punto può fare gli interessi della Sicilia??? Se ci sarà da scegliere tra gli interessi del Nord e quelli del Sud da quale parte si schiererà???

          • danyel 381
            02 giu 2017 alle 15:33

            Ciao friz … beh si, è chiaro … naturalmente deve liberarsi dell’immagine che si era creato per anni andando dietro a Bossi (sarà dura) … ma adesso sembrerebbe voglia creare una sorta di Lega nazionale, nell’interesse del’Italia intera, dice lui … qualche giorno fa era a Palermo per sostenere Ismaele Lavardera (adesso viene molto spesso) .. comunque vogliamo negare l’efficienza delle regioni governate dalla Lega? …. Quindi, sarà pure lombardo, ma pure noi, cerchiamo di essere obiettivi!
            Comunque, era per dire che la sinistra sta mandando a rotoli l’Italia, non solo la nostra Palermo e la Sicilia … di questo passo non so dove andremo a finire .. queste elezioni saranno fondamentali!


Lascia un Commento

Post Correlati