10 lug 2017

Attraversamento pedonale Rotonda Viale Lazio


Abito nei pressi di Viale Lazio e spesso mi reco a piedi in Viale Michelangelo passando per le strisce pedonali che ho segnato con un cerchio rosso.
Quell’attraversamento è regolarmente frequentato ed è molto pericoloso perché chi arriva con l’auto vede le strisce ed i pedoni alla fine della curva che sta affrontando in salita e solo all’ultimo istante può vedere quei pedoni che stanno sulla parte interna coperta dalla curva.
A parte il fatto che quelle strisce sono SEMPRE SBIADITE propongo di mettere un cartello di attraversamento pedonale con segnalazione luminosa in corrispondenza del cerchio giallo che ho tracciato


mobilita palermoproposte palermorotonda viale lazioSegnalativiale lazio

21 commenti per “Attraversamento pedonale Rotonda Viale Lazio
  • Palerma La Malata 301
    13 lug 2017 alle 10:28

    unaltronicola,
    sono rimasto senza parole nel leggere la tua ingenua richiesta di installare un cartello con segnalazione luminosa.
    Non sto facendo una critica nei tuoi confronti ma nei confronti di chi governato Palermo negli ultimi 70 anni.
    Questa città profondamente malata e distorta in tutto ti ha fatto crescere senza darti (a te come a centinai di migliaia di cittadini) ne’ esempi ne’ modelli ne’ informazioni per la tua mente che in una rotonda così vasta la più normale cosa da offrire ai pedoni non è il cartello ma una rete di sottopassaggi.

  • Palerma La Malata 301
    13 lug 2017 alle 10:32

    …sì sì sì lo so che poi i sottopassaggi diventerebbero delle discariche ma non è un cartello quello che un cittadino deve chiedere al Comune di Palermo.
    Ormai ci siamo abituati a convivere con Viale Regione Siciliana con pochissimi sottopassaggi e quei pochi sono delle fogne. E il Comune muto…

  • unaltronicola 22
    13 lug 2017 alle 11:34

    Negli ultimi 70 anni chi ha governato Palermo non erano gli alieni ma delle persone con cui i cittadini palermitani sono stati serenamente conniventi e votanti.
    Non mi riconosco nel tuo bovino disfattismo anche se fa tanto persona intelligente , sono abbastanza vecchio da aver visto togliere la circonvallazione dalle mani di una mafia che la difendeva a suon di bombe nei cantieri sino ad aprire il sottopasso di via Leonardo Da Vinci, rifare un acquedotto che per decenni è stato lasciato come un colabrodo da essere citato come esempio negativo nei libri di testo, bonificare le macerie della 2° guerra mondiale in Via Francesco Crispi che noi palermitani stavamo a guardare come volontà divina ecc…
    Molto va male ma il primo male è scaricare su una tenebrosa “classe politica” le irresponsabilità che sono di tutti

  • unaltronicola 22
    13 lug 2017 alle 11:38

    A proposito dei sottopassaggi, il fatto che parli di un comune che tace dimostra solo che parli di cose di cui non hai idea. Realizzare dei sottopassaggi ad opera finita è una delle scelte più costose si possano fare per un beneficio risibile al confronto, a parte che addirittura tu stesso hai capito che noi palermitani li facciamo diventare dei punti di raccolta della spazzatura

  • Palerma La Malata 301
    13 lug 2017 alle 13:50

    Botta ri sali chi ssì arraggiato! Tieniti il tuo attraversamento pedonale e il tuo cartelloncino luminoso e lasciamo i sottopassaggi alle città con meno bovini come me!

  • unaltronicola 22
    13 lug 2017 alle 17:35

    Si, sono arraggiato con quelli sparano catsate per darsi importanza, aizzando la gente verso non problemi di successo con gli intelligentissimi “e lo Stato che fa?” “e la Regione che fa?” “ed il Comune che fa?”
    Se poi per farti contento un sindaco deficiente dovesse realizzare questa rete di sottopassaggi cosa dirai quando si presenterà il conto da pagare con le tasse comunali? Dirai ancora una volta “ed il Comune che fa”? O speri che te li paghi qualcun altro perché te lo meriti?

    • Palerma La Malata 301
      14 lug 2017 alle 1:59

      Giuro che non volevo dimostrarmi intelligentissimo come mi accusi tu. L’intelligenza è una qualità che non mi attrae particolarmente e sicuramente sei tu più acuto ed intelligente di me ma sbaglio se mi sembra di intravedere che la tua intelligenza non equivale a lucidità mentale dal momento che sembri aver confuso la mia utopica, funzionale e tridimensionale visione della Rotonda di Viale Lazio dotata di una rete di sottopassaggi con un “bovino disfattismo”, col mio voler sparare “catsate per darmi importanza” e col voler “aizzare la gente”? Potrebbe essere invece che non ne hai azzeccata una?

      Dici che “negli ultimi 70 anni chi ha governato Palermo non erano gli alieni ma delle persone con cui i cittadini palermitani sono stati serenamente conniventi e votanti”.
      Sì, forse le persone e le classi sociali che conosci e frequenti tu, ma non io.

      Mentre tu dici di non riconoscerti nel mio “bovino disfattismo” io non mi riconosco nel tuo pensiero che costruire sottopassaggi per il vantaggio dei pedoni è un “beneficio risibile”. Io penso invece che una delle principali arterie della quinta città d’Italia e quella che spesso viene definita la strada più trafficata d’Italia dovrebbe averne in abbondanza di sottopassaggi. Invece ne ha pochi e costruiti alla cazzo di cane dato che non vanno da isolato a isolato, come vediamo in altre grandi e medie città, ma da sparticarreggiata a sparticarreggiata. Vabbè ‘un ci fu nnienti!… pazienza…tanto non sarò io ma tu quello sperduto pedone che fra automobilisti indifferenti dovrà attraversare Viale Regione Siciliana da est ad ovest e tutta la Rotonda di Viale Lazio passando sulle quelle strisce pedonali sempre sbiadite che stanno alla fine di quella pericolosa curva in salita.
      Forse qualcuno che fa parte della “classe politica” alla quale ti riferisci ha letto la tua segnalazione su Mobilita Palermo e concretizzerà la tua richiesta del cartello di attraversamento pedonale con segnalazione luminosa in corrispondenza del cerchio giallo che hai tracciato.
      A ben pensarci potrebbe essere una soluzione più che sufficiente. E per fortuna di chi paga le tasse anche poco costosa.

  • bottarisali 37
    15 lug 2017 alle 18:57

    Con le sue 12 corsie, con la sua larghezza media di 60 metri e con la sua lunghezza di circa 12 kilometri, viale Regione Siciliana ha assoluto bisogno di decine e centinaia di sottopassaggi.
    E’ evidente che è stata costruita per il vantaggio degli automobilisti senza pensare minimamente ai pedoni.
    Come sempre quando qui si fa una cosa la si fa in maniera sempre approssimativa.

    • unaltronicola 22
      16 lug 2017 alle 9:32

      De gustibus, a me i sottopassaggi in una città abbastanza pericolosa come Palermo non piacciono e quelli che ci sono hanno gradini che li rendono inutilizzabili dagli anziani.
      La storia della circonvallazione è una roba molto complicata, non è stata “una cosa” ma uno strazio ventennale di centomila cose discusse anche con le bombe nei cantieri, non con le nostre tastiere.
      Lo strazio è cominciato alla fine degli anni ’60 in cui effettivamente si pensava alle automobili e non ai pedoni, il progetto è nato vecchio.

      • bottarisali 37
        16 lug 2017 alle 11:07

        Sarà. Allora le bombe esplose nei cantieri alla fine degli anni 60 li avranno distratti completamente e gli avranno offuscato gli occhi impedendogli di potere prendere esempio dalle prime metropolitane del mondo aperte 7 decenni prima (Londra, inaugurata nel 1890, o Parigi, inaugurata nel 1900) e che avevano generato anche i primi sottopassaggi pedonali urbani al mondo.

        • unaltronicola 22
          16 lug 2017 alle 13:16

          Difficile spiegare la storia penosa della circonvallazione di Palermo, è un’opera nata e sviluppata malissimo. A volte mi sembra un miracolo che bene o male sia diventata una vera arteria di traffico.

  • friz 883
    16 lug 2017 alle 17:41

    Viale Regione Siciliana non è l’incubo solo dei pedoni, ma anche di coloro che guidano una macchina… infatti è molto facile rimanere imbottigliati nelle ore di punta nei diversi svincoli… per non parlare poi di quando c’è un’incidente… perchè a quel punto, malgrado la corsia di emergenza, comunque si blocca tutto…
    ….in quanto ai sottopassaggi per renderli sicuri basterebbe utilizzare meglio gli ex lavoratori socialmente utili, individui validissimi, ma che per colpa di una pessima gestione politica locale sono stati ribattezzati lavoratori socialmente inutili… e qui ritorniamo alle GRANDISSIME colpe della politica palermitana…. intuisco i motivi per cui i politici locali (ad esempio Orlando e Cuffaro) hanno creato un numero esorbitante di precari, ma sarebbe stato opportune rendere quelle persone realmente utili per la collettività… perchè attualmente sono in tanti a considerarli solo un costo….
    Ad esempio, nel caso specifico, basterebbe che ogni sottopassaggio fosse quotidianamente pulito e sorvegliato da un ex LSU (non più di uno!)…. ma allora qualcuno potrebbe obbiettare dicendo che non è giusto levarli ad altri servizi, ma io rimango dell’idea che sarebbe opportuno levarli comunque e quelli che restano nei vecchi servizi, dato che di certo ad oggi non si ammazzano di fatica, potrebbero continuare a fare la bella vita, ma almeno lavorerebbero leggermente di più… e penso che in fondo, dato che molti di loro sono delle brave persone, non ne farebbero un problema…
    Ad ogni modo è un dato di fato che NESSUN sindaco palermitano (e ribadisco NESSUNO!) fino ad ora è stato in grado di rendere realmente utili per la collettività gli ex LSU…. ora in parte RESET….
    ….ci auguriamo che il prossimo sindaco di Palermo riesca a compiere il miracolo e a rimediare agli errori dei sindaci passati…
    Buona giornata a tutti!!!

    • Orazio 789
      16 lug 2017 alle 22:51

      Dalla tastiera ti pare tutto un incubo, esci ogni tanto, fatti un gelato, respira…. vivi! :) ma che incubo e incubo, la circonvallazione di Palemo e’ forse la migliore strada di questa squallida ed inospitale citta’ popolata da almeno mezzo milione di forsennati paranoici.

      • friz 883
        17 lug 2017 alle 13:08

        ….ma sì, Orazio, forse hai ragione tu… dobbiamo prenderla a ridere…. Viale Regione Siciliana è gli Champs Elysèes… Via Messina marine è la Costa Azzurra… La Favorita è Central Park… e Orlando è un genio… etc…
        ….ma dato che tu mi dai molti consigli per il mio bene, anche io ti voglio trattare come un amico… e ti faccio una confidenza… ti confido una riflessione che ho fatto tra me e me:
        Notavo che i tempi stanno cambiando… qualche anno fa c’erano molte barzellette sui carabinieri… ma poi finalmente la gente ha capito che spesso e volentieri i carabinieri sono persone in gamba ed ora se ne sentono di meno… ed ora ora invece si sentono molte barzellette e battute che riguardano i politici… infatti pochi giorni fa me ne hanno girata una che, dato che sei simpatico, penso che l’avrei vista bene detta da te…
        Orazio dice:
        Quest’anno voto le mignotte, sono stanco di votare i loro figli!

        • Orazio 789
          17 lug 2017 alle 22:45

          No hai ragione tu, hai sempre ragione tu. Sfogati. Lascia perdere noi comuni mortali che non capiamo una beata cippa! Fa tutto pena, hai ragione. Clap

          No che sta cippa di citta’ non ha una tangenziale, no… Il problema e’ la circonvallazione. Bravo, ottima analisi come sempre la tua…senti, ma sui tuo post ci sono sempre due ditini alzati, hai due account o hai l’amichetto/a che ce ne mette uno?

  • fabio77 715
    16 lug 2017 alle 19:08

    Andate a vedere come sono ridotti da anni i sottopassaggi nel tratto Pagliarelli Bonagia. Le leggendarie fogne di Calcutta sono sicuramente più pulite.

  • punteruolorosso 1639
    17 lug 2017 alle 9:09

    non sono i pedoni, ma le macchine a dover andare giù. mettere tutto viale regione in trincea e lasciare le complanari sopra. questa è la soluzione.

    • unaltronicola 22
      17 lug 2017 alle 9:21

      Verissimo, ma dopo 20 e passa anni di orrori che ci sono voluti per fare questa “mi scantu” solo a pensare di rifarla.

      • punteruolorosso 1639
        17 lug 2017 alle 14:35

        al posto della tangenziale di cui molti parlano, si potrebbe fare questo adeguamento di viale regione. i costi sarebbero minori, si eviterebbe consumo di suolo, si rimetterebbero insieme i due lati della città e si risolverebbe il problema degli incroci e degli attraversamenti pedonali, che sarebbero tutti in superficie. una nuova tangenziale, al contrario, lascerebbe quella attuale inalterata creando un doppione a monte che servirà solo a rovinare un altro pezzo di città. il centro direzionale andrebbe poi fatto a notarbartolo.

  • loggico 372
    18 lug 2017 alle 14:05

    una proposta fuori luogo…
    la competenza, se non per l istallazione di autovelox, è in quel tratto del comune di isola delle femmine…
    lo scriva eventualmente su
    mobilitaisoladellefemmine.it
    già che c’è scriva pure che la segnaletica orizzontale non viene fatta da almeno 5 anni..
    che i furgoni e tir davanti a prezzemolo e vitale posteggiano in doppia fila ( esiste divieto di sosta e fermata)..

    ma poi se vuole delle strisce venga in via Giuseppe Lo schiavo angolo belmonte chiavelli..
    ogni settimana vengono ripassare con lo smalto…. sono di ultima generazione.. di sera fluorescenti..
    in effetti in via lo schiavo c’è un traffico..


Lascia un Commento

Post Correlati