Articolo
03 mar 2020

Trasporto pubblico, la Corte dei Conti Ue bacchetta Palermo

di Antony Passalacqua

Palermo - I progetti cofinanziati dall'Ue a Napoli e Palermo per aumentare l'uso dell'autobus e del tram hanno "subito notevoli ritardi". E una volta che "i progetti sono stati completati, il numero effettivo di utenti è risultato significativamente inferiore a quello programmato". E' quanto si legge in una relazione della Corte dei Conti Ue sulla mobilità sostenibile, redatta dopo aver visitato otto città in quattro Paesi europei (Italia, Spagna, Germania e Polonia). Solo nel caso di Madrid l'uso dei trasporti collettivi è risultato competitivo con quello dell'auto, con un miglioramento del traffico negli anni.La relazione esamina i lavori per la linea 1 della metropolitana e l'acquisto di nuovi autobus a Napoli, con costi rispettivamente di 573 e 14 milioni di euro, di cui 430 e 11 da fondi Ue. A Palermo, i revisori hanno esaminato la costruzione della linea del tram e l'acquisto di autobus nuovi, con 137 e 11 milioni di euro stanziati (103 e 8 dall'Ue). Nonostante l'acquisto di nuovi bus, inoltre, sia nel capoluogo campano che in quello siciliano l'età media del parco vetture è aumentata dal 2013 al 2018 da 12,1 a 13,4 anni per Napoli e da 10,3 a 12,4 anni per Palermo. In generale, sottolineano i revisori Ue, nonostante i finanziamenti Ue nelle città europee non c'è stata "riduzione significativa nell'uso dell'automobile e l'inquinamento in molte città tuttora supera i limiti di sicurezza". (fonte Ansa). E poco più di un anno fa i commissari della Corte dei Conti  Ue vennero a Palermo per stilare la propria relazione, e incontrarono noi di Mobilita Palermo e i ragazzi di Parco Uditore (fra le associazioni più attive in città) presso i locali del Dipartimento della Programmazione della Regione Sicilia a piazza Sturzo. Si parlò della tranvia a 360°: benefici, criticità, possibile incremento passeggeri, cantieri. Avevamo evidenziato i vantaggi per i residenti di quelle aree attraversate dalla tranvia rispetto al passato. Ma soprattutto della carenza di comunicazione in città in tema mobilità durante la realizzazione dei lavori. L'assoluta mancanza del biglietto unico integrato nell'attuale sistema di trasporti in città, una criticità sempre attuale, e di Enti Pubblici che a stento riescono a dialogare fra loro. L'eventuale introduzione del biglietto integrato aumenterebbe senza dubbio il numero dei passeggeri sia per la tranvia che per il Passante Ferroviario. E infine abbiamo voluto evidenziare una parte della politica locale non proprio "preposta" alle proprie funzioni o quantomeno  che lascia proprio a desiderare, svogliata. Anche per quanto abbiamo assistito in qualche riunione in Commissione Urbanistica. Questo è quanto possiamo testimoniare noi diretti interessati, e quanto è stato messo a verbale dai commissari.

Leggi tutto    Commenti 21
Articolo
03 mar 2020

Segnaletica orizzontale e i palermitani

di Salvatore Galati

Oggi vi scriviamo della "normalità" di Palermo... Ci troviamo fra via Armando Diaz e via la Ferla, e come potete notare dalla foto di copertina gli incroci e i marciapiedi sono occupati dalle auto. L'Amat ha provveduto nelle ultime settimane a ripristinare la segnaletica orizzontale, ripassare le strisce pedonali e i vari "stop". Quello che non va è il palermitano che non rispetta il CdS. Facciamo notare che il controllo da parte della Polizia municipale è assente e difficilmente si è visto un carro attrezzi Amat che rimuova qualche auto che ingombra gli incroci. A farne le spese i pedoni che non posso attraversare in maniera sicura e non possono camminare nello spazio della strada a loro dedicato. Vogliamo avere un po' di civiltà? Incominciamo dalle cose più banali! Vi allego alcune foto:

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
02 mar 2020

AMAT | Linea 134: salgono i controllori a bordo e il panico assale gli utenti

di Mobilita Palermo

Oggi vi descriviamo la scena che ci siamo trovati davanti qualche giorno fa sulla linea 134 dell'AMAT. La linea bus 134 (direzione: John Lennon) ha 16 fermate e viaggia tra Sturzo - Politeama e Piazzale John Lennon per un tragitto totale percorribile approssimativamente in 23 minuti. È operativa dalle 05:50 alle 21:56 tutti i giorni. Durante il suo regolare percorso salgono due controllori, a bordo del mezzo sono presenti una quindicina di persone. Non appena gli utenti, anche se chiamarli utenti, visto il comportamento, è un complimento si rendono conto che i due che sono saliti non sono due semplici cittadini, ma sono dei controllori di Amat la situazione inizia a degenerare. I due controllori iniziano a compiere il loro dovere: chiedere i biglietti. A bordo in pochi hanno il biglietto obliterato, anzi in pochi hanno proprio il biglietto. Inizia quindi una situazione paradossale in cui i due controllori si ritrovano con un autobus dove su 15-20 persone solo in 3 sono in regola, due studenti con abbonamento e chi vi sta raccontando l'episodio con regolare biglietto obliterato. Iniziano a domandare i documenti per redigere i verbali, i vari utenti non ne vogliono sapere, iniziano le scuse, le spiegazioni del perché, del come, del quando. Atteggiamento classico di chi sa di essere in torto e cerca in qualche modo di essere graziato. Dopo alcuni minuti di agitazione, i controllori scelgono la strada più leggera, obbligano tutti gli utenti a timbrare il biglietto e alla prima fermata utile proseguono per la loro strada, abbandonando il bus. A bordo la discussione é proseguita per l'intero itinerario e tutti coloro che non avevano il biglietto cercavano le scuse classiche: "Lo faccio sempre, oggi me lo sono dimenticato", "Il tabacchino era chiuso e non l'ho potuto comprare", "La macchinetta non funzionava". In conclusione Il comportamento dei controllori è stato corretto? A nostro avviso si, perché sarebbe stato inutile redigere delle multe che non sarebbero mai state pagare, invece obbligando tutti a timbrare chi non aveva il biglietto lo ha dovuto acquistare e invece chi lo aveva, lo ha dovuto timbrare e quindi ne dovrà acquistare uno nuovo. Il fenomeno dei portoghesi é davvero cosí diffuso? Si e non lo dice AMAT, lo dicono gli utenti che giornalmente frequentano gli autobus e che ci riportano le lamentele di chi da cittadino civile compra un abbonamento e vede salire decine e decine di persone che usufruiscono del servizio, magari pure lamentandosi per l'attesa, senza che abbiano l'abbonamento o che obliterino il biglietto In che modo é possibile arginarlo? Purtroppo noi non siamo in grado di trovare una soluzione. Impossibile al momento chiedere che in ogni autobus sia presente a bordo un controllore, guardia giurata o bigliettaio. Peró il fenomeno c'è ed è grave. Si potrebbe iniziare obbligando i passeggeri a salire dalla porta anteriore e mostrare il biglietto o l'abbonamento? Si Si potrebbe consentire l'acquisto del biglietto maggiorato a bordo del mezzo? Si Ma possono queste misure contrastare il fenomeno? Difficile, ma sono dei piccoli tentativi. Intanto purtroppo nonostante la flotta sia stata rinnovata con mezzi nuovi, ci ritroviamo ancora senza mezzi dotati di GPS, con pensiline di 30 anni fa, con pochi autisti e sopratutto ci troviamo con migliaia di persone che utilizzano il mezzo pubblico senza pagare il biglietto!

Leggi tutto    Commenti 29
Articolo
01 mar 2020

FOTO | Primo sabato con Ztl notturna

di Mobilita Palermo

Palermo - Primo sabato con la Ztl in notturna, e ne approfittiamo per riportare qui la testimonianza di Giacomo B. supportata da ampio reportage fotografico. Le zone sono fra le più note, piazza S.Anna, via Paternostro, piazza Aragona, Lattarini, vicolo dei Corrieri, via Meli, piazza Caracciolo, piazza G. Meli. Le foto, scattate tra le 22:00 e mezzanotte, documentano una tendenziale riduzione del caos nelle zone della movida (non è dato sapere se per la ZTL oppure se è la psicosi da contagio collettivo a farla ancora da padrone), ma nulla che possa far pensare a un fallimento imminente dei locali, almeno di quelli in cui mi sono ritrovato a passare. Osservazioni sparse: - il parcheggio del Tribunale, attorno alle 22:00, contava ancora 185 posti liberi; - passeggiando, la sensazione era quella che il "delirio da sabato sera" fosse leggermente attenuato (il che, a mio modesto avviso, non è affatto un male, anzi, rende una serata in centro storico un po' più godibile); - accenni di parcheggio selvaggio in zona Cala, fuori dal perimetro della ZTL. P.s. Si precisa - a scanso di equivoci - che quelle sopra, supportate da documentazione fotografica, restano comunque sensazioni personali e come tali vanno trattate.      

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
29 feb 2020

AMAT | La linea 234 costretta a cambiare percorso a causa di continui atti di teppismo

di Fabio Nicolosi

Si comunica che la linea 234 in via provvisoria e sperimentale a far data dal 01/03/2020, a causa dei continui atti di teppismo, che si sono verificati frequentemente nel quartiere Medaglie D’oro da parte dei ragazzi, contro i nostri mezzi aziendali in transito, effettuerà il seguente percorso: PARCHEGGIO ORETO (Capolinea) – carreggiata laterale valle V.le Reg. Siciliana – V. Albiri – a dx V. Troina – a sx V. Dell’Airone – V. dell’Usignolo – V. Villagrazia – a dx per carreggiata lato valle V.le Regione Siciliana – svincolo Brasa – Via E. Basile – a dx V. Lussorio Cau – V. Roccella – a sx V. Marini – a sx V. Crisafulli – a dx V. G.le V. Artale – a dx Via E. Basile – a sx immissione corsia preferenziale contromano altezza via Solarino – uscita corsia e prosecuzione su via E. Basile carreggiata di sx – C.so Tukory – V. Giorgio Arcoleo – a sx V. Salamone Marino – V. Pisacane – a dx V. Marinuzzi – a sx V. Errante – V. Fazello – P.zza G. Cesare – STAZIONE CENTRALE (Capolinea di transito) – C.so Tukory – corsia preferenziale contromano via E. Basile – Via E. Basile – inversione di marcia al varco a monte del parcheggio Basile – a dx V. Solarino – V. Marini – a dx V. Roccella – a dx Reg Siciliana valle – Cavalcavia E. Basile – carreggiata laterale monte V.le Reg. Siciliana fino a Ponte Corleone – Ponte Corleone – immissione nella carreggiata laterale monte V.le Reg. Siciliana – Via V. Moneta – V. dell’Ermellino – carreggiata laterale monte V.le Reg. Siciliana – a sx cavalcavia Perrier – Orsa Minore – a dx V. Oreto – a dx Reg. Siciliana – PARCHEGGIO ORETO (Capolinea

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
28 feb 2020

Stadio delle Palme | Riapre l’impianto intitolato a Vito Schifani

di Fabio Nicolosi

Riapre da oggi lo Stadio delle Palme intitolato a Vito Schifani, dopo otto mesi di chiusura per il rifacimento delle piste di atletica interna ed esterna, della pista di defaticamento, della gabbia per i lanci, della fossa per il salto in lungo e del sistema di rilevamento degli arrivi, e il risanamento strutturale delle tribune e la loro impermeabilizzazione. Un'imponente attività di manutenzione ordinaria e straordinaria, che fa parte del complesso piano di interventi sugli impianti sportivi della città, già eseguiti o ancora in corso. Una precedente tornata di lavori, inoltre, aveva interessato gli spogliatoi maschili e femminili, il locale destinato alla pista indoor, il muro di recinzione, i bagni pubblici, i cancelli, il campo di basket e gli uffici. I lavori, per un importo di 590 mila euro, sono stati effettuati dalla ditta Fratelli Anastasi, di Villafranca Tirrena, specializzata in impianti sportivi e piste di atletica. Ringraziamo Fotomatti Palermo per gli scatti Alla cerimonia di inaugurazione questa mattina hanno preso parte, insieme al sindaco Leoluca Orlando, il vice sindaco Fabio Giambrone, l'assessora Maria Prestigiacomo e il consigliere Dario Chinnici. Il sindaco Orlando ha espresso "soddisfazione per la riapertura di un impianto importante, amato dagli appassionati, e che torna ad essere un fiore all'occhiello dell'Amministrazione. Siamo certi che con la collaborazione della Federazione e con le Società sportive - ha aggiunto - lo Stadio potrà presto, oltre che ospitare quotidiani allenamenti, essere teatro di belle manifestazioni". "Abbiamo volute imprimere un'accelerazione per avere presto la riapertura al pubblico - hanno dichiarato Giambrone e Prestigiacomo -. Sappiamo quanto questa chiusura sia stata sofferta per i tanti appassionati che ogni giorno utilizzano lo Stadio, ma siamo certi che vivendolo così rinnovato e ammodernato apprezzeranno i lavori che sono stati eseguiti". Lo Stadio sarà fruibile dagli atleti per l'allenamento con l'orario seguente: - da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 20.00; - il sabato dalle 8.00 alle 13.00 e la domenica dalle 8.00 alle 12.00, salvo le domeniche di svolgimento delle partite di calcio presso lo Stadio Barbera, quando l'impianto di atletica resterà chiuso.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
28 feb 2020

Ztl notturna, istruzioni per l’uso

di Antony Passalacqua

Palermo - Dopo le varie vicissitudini giudiziarie, parte da stasera la nuova "ztl notturna". Cinque complessivamente le telecamere attive presso alcuni varchi di accesso e alcune pattuglie della Polizia Municipale a presidiare altri varchi scoperti. Qui vi riportiamo alcuni dettagli sugli orari di validità del nuovo provvedimento, mezzi alternativi, parcheggi e convenzioni. TUTTO L’ANNO dal lunedì al giovedì nella fascia oraria 8,00-20,00 e fin qui valgono  le stesse identiche regole fino ad oggi attuate. DALL’1 MAGGIO AL 31 OTTOBRE: - il venerdì nelle fasce orarie 08,00-24,00; - il sabato nelle fasce orarie 0,00-06,00 e 20.00-24.00; - la domenica nella fascia oraria 0,00-06,00; DAL 28 FEBBRAIO AL 30 APRILE: - il venerdì nelle fasce orarie 08,00-20,00 e 23,00-24,00; - il sabato nelle fasce orarie 0,00-06,00 e 23.00-24.00; - la domenica nella fascia oraria 0,00-06,00. La validità dei pass giornalieri richiesti per le giornate di venerdì e sabato è estesa fino alle ore 06.00 del giorno successivo senza che sia necessario l’acquisto di un nuovo permesso. Qualche esempio: chi entrerà dentro la ztl durante la giornata di venerdì  (17:00 oppure 20:30) e vorrà stazionare fino alle 02:00 del mattino, avrà tempo per regolarizzare il proprio ingresso fino a mezzanotte. Idem chi entrerà anche il sabato: gli accessi effettuati dopo le 23:00 vanno regolarizzati entro la mezzanotte. Idem per chi avrà parcheggiato prima delle 23:00 di sabato.   Convenzione taxi I percorsi prestabiliti sono i seguenti: - Percorso n. 1 – inizio Piazza Alcide De Gasperi / arrivo Piazza Castelnuovo / Piazza Verdi e viceversa; - Percorso n. 2 – inizio Parcheggio E. Basile/arrivo Piazza Verdi /Piazza Giulio Cesare e viceversa; - Percorso n. 3 - inizio Parcheggio Nina Siciliana / arrivo Piazza Castelnuovo /Piazza Verdi e viceversa. La tariffa fissa per questi percorsi è di 2,00 euro a persona, per un minimo di 4 persone, più eventuale maggiorazione notturna di euro 2,99 totali. Parcheggi: Confermata la convenzione con il parcheggio Tribunale dove si potrà lasciare l'auto al costo di € 2,50 per tutta la notte. Quindi nessun alibi per chi continuava a posteggiare sopra i marciapiedi del Teatro Massimo. Ma anche presso il parcheggio di Piazzale Ungheria, seppur di capacità limitata, è possibile lasciare la propria auto dalle 20:00 in poi fino alle 7:00 dell'indomani mattina al solo costo di €1,00. Presenti anche i parcheggi presso la Stazione Centrale, in piazza Cupani (terminal bus per Punta Raisi) e piazza Cairoli rispettivamente gestiti da Metropark e Grandi Stazioni. Entrambi custoditi e videosorvegliati. Sarà pure aperta l'area parcheggio all'interno dell'ufficio anagrafe di piazza Giulio Cesare, ma senza sorveglianza. Ulteriore parcheggio presente in via Amari, all'interno dell'area portuale (lato imbarchi) con circa 150 posti disponibili. Autobus PProlungate le corse della linea 101 fino alle 05:00 del mattino con frequenza ogni 15'. Nelle giornate e venerdì e sabato dalle 20 in poi il biglietto da 1,40 sarà valido fino alle 6 del mattino.  Passante Ferroviario Tre sono le stazioni/fermate esterne al Centro Storico e ai luoghi maggiormente frequentati quali Lolli (distante  8' a piedi da piazza Castelnuovo), Orleans (15' a piedi dai 4 Canti) e Stazione Centrale (7' a piedi da piazza S.Anna). Per gli orari consultare il sito Trenitalia. Acquisto pass e incentivi Potranno essere acquistati i pass presso gli esercenti autorizzati, punti vendita Amat, con l'app mobile "Ztl Palermo". La sera rimarranno aperti fino a mezzanotte le rivendite Amat di piazza Giulio Cesare, Politeama, piazza  De Gasperi. Inoltre tanti saranno i locali che omaggeranno i pass ai propri clienti che prenoteranno la cena.  O chi per incentivare i propri clienti ad arrivare presso il proprio locale, offrirà la corsa traxi gratuita. Le autovetture Euro-3 non potranno entrare a prescindere, neppure pagando il pass. Infine, se fate circa 1,2Km a piedi nei Centri Commerciali (spazio calcolato dall'area parcheggio ai giri effettuati dentro la struttura), una passeggiata in Centro non potrà che farvi bene e ne beneficeranno le attività commerciali.  

Leggi tutto    Commenti 3