Articolo
19 mag 2017

Passante Ferroviario | TBM: in corso di realizzazione la vasca per lo smarino

di Fabio Nicolosi

I lavori nell'area della stazione Notarbartolo procedono spediti, con essa tutte le opere accessorie per l'avvio della talpa "Marisol", dall'installazione del nastro trasportatore , alla vasca per lo smarino, all'installazione dell'impianto per la depurazione delle acque. Era il 26 Aprile quando iniziavano i lavori per il montaggio del nastro trasportatore, che oggi risulta già installato nella sua sede definitiva Sono iniziati anche i lavori per la vasca in cui verrà temporaneamente stoccato lo smarino estratto dalla galleria. Al momento si stanno realizzando le casseforme del muretto di contenimento esterno. Da notare che è stato rimosso lo strato asfaltato che copriva la superficie. Il nastro trasportatore è dotato di due serie. La prima, al di sopra delle guide, costituita da tre elementi e su cui passerà il nastro con lo smarino, la seconda, al di sotto, con due elementi soltanto, su cui passerà il nastro di ritorno, vuoto. Una volta raggiunto il terminale, lo smarino verrà scaricato tramite una tramoggia su un secondo nastro, che lo depositerà lungo la vasca semicircolare Al di sotto del secondo nastro è stato sistemato un sistema di carrelli che ne permetterà la rotazione facendo perno sulla parte fissa al di sotto della tramoggia. In questo modo sarà possibile scaricare le terre di scavo lungo l’intera fascia semicircolare di cui si stanno costruendo i muretti di delimitazione. Le guide vengono sospese alle travi di supporto tramite catene ancorate ai ganci presenti sul lato inferiore delle travi. In basso possiamo notare i rulli (rossi) già installati per il nastro di ritorno. Ecco una breve galleria, ringraziamo huge, giovanni75 e gianos per gli scatti Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
19 mag 2017

XXV anniversario della strage di Capaci tutte le strade interessate da manifestazioni, agevolazioni anche per l’utilizzo dei mezzi pubblici

di Mobilita Palermo

In occasione delle celebrazioni per il XXV anniversario della strage di Capaci, Palermo ospiterà diverse manifestazioni per ricordare le vittime di quella strage e dell'eccidio di via D'Amelio. L'Ufficio Mobilità Urbana ha emanato numerose ordinanze inerenti alla limitazione della circolazione veicolare e pedonale in varie vie e piazze cittadine e l'istituzione di divieti di sosta con rimozione coatta. Domenica 21 maggio, alle ore 9.00, partirà dallo Stadio Vito Schifani la "Corsa per la Memoria", una maratona competitiva di 10 chilometri, che seguirà il seguente percorso: Stadio Schifani (viale del Fante), Case Rocca, viale Ercole, piazza Leoni, via dell'Artigliere, piazza Vittorio Veneto, via della Libertà, via Gioacchino Di Marzo, via Francesco Lo Jacono, via Notarbartolo, via Marchese di Villabianca, via Giuseppe Alessi, via dell'Autonomia Siciliana, via Mariano D'Amelio, piazza Generale Cascino, via Isaac Rabin, via Martin Luther King, via della Favorita, viale Diana, viale Ercole, Case Rocca, viale del Fante e si concluderà allo stadio Vito Schifani. Dalle ore 8 e sino a cessate esigenze è disposta la chiusura al passaggio dei partecipanti, lungo l'itinerario. Dalle ore 7 alle ore 12 e, comunque, sino a cessate esigenze, è stata disposta l'istituzione del divieto di sosta con rimozione sui due lati della carreggiata per riservare alcune zone al ristoro dei partecipanti, nelle vie Francesco Lo Jacono (tratto compreso tra via G. Di Marzo e via Notarbartolo) e via Notarbartolo (tratto compreso tra via F.Lo Jacono e via Libertà) Alle 9.15, sempre dallo Stadio Vito Schifani, è previsto lo start de "La stracittadina per la memoria", corsa non competitiva di 5 chilometri. Il percorso: viale del Fante, viale Rocca, viale Ercole, viale Diana, viale Ercole, La Villetta, viale del Fante, Stadio Schifani. Le ordinanze relative alle gare podistiche sono la n. 612 del 28 aprile 2017 e la n. 662 del 10 maggio 2017. Martedì 23 maggio alle ore 9.00 avrà luogo, presso l'Aula Bunker, un convegno con la presenza prevista, tra gli altri, del Presidente della Repubblica, del Presidente del Senato, dei Ministri dell'Istruzione e dell'Interno. Contemporaneamente, saranno allestiti i "Villaggi della Legalità" all'esterno dell'Aula Bunker e a Piazza Magione. Nel pomeriggio, partiranno due cortei che si congiungeranno presso l'Albero Falcone. Il primo corteo partirà alle 15.45 da via D'Amelio e seguirà il seguente percorso: via D'Amelio, via Autonomia Siciliana, via G.Alessi, via Marchese di Villabianca, via Rutelli, via De Amicis, via Ugdulena, via Libertà, via Francesco Paolo Di Blasi, via Vittorio Alfieri, via Luigi Pirandello, via Pipitone Federico, via Leopardi, via Notarbartolo e arrivo presso l'Albero Falcone. Prevista la chiusura al transito veicolare al momento del passaggio del corteo al transito nelle vie sopra indicate dalle 15.30 e sino a cessate esigenze. Il secondo corteo partirà alle 16.30 dall'Aula Bunker del Carcere Ucciardone e seguirà il percorso: Aula Bunker, via Remo Sandron, via Duca della Verdura, via Notarbartolo, Albero Falcone. Alle 17.58, ora della strage, verrà osservato un minuto di silenzio. Ancora, divieto di sosta con rimozione coatta dalle 7 del 22 maggio alle 24 del 23 maggio, in piazza Magione, via Carlo Rao, via Gaetano Filangieri, via Carlo Botta, via Magione, via C.Pardi, via F.Evola, piazza Due Palme e via Torre di Gotto. Gli orari delle chiusure al transito e dell'operatività dei divieti di sosta con rimozione coatta sono riportati nell'Ordinanza Dirigenziale n. 599 del 27 aprile 2017, modificata ed integrata dalla O.D. n. 657 del 9 maggio 2017. Alle ore 19.00, presso la Chiesa di San Domenico, verrà celebrata una Santa Messa in memoria delle vittime. Dal 21 al 23 maggio, avrà luogo la manifestazione "Ricordando Giovanni Falcone 25 anni dopo". Per tale occasione è stata emessa un'ordinanza che prevede in via Alberto Verdinois (tratto compreso tra le vie Luigi Zacco e via Vincenzo Barone escluse) il divieto di sosta con rimozione coatta, ambo i lati, dalle ore 6 del 21 maggio alle 13 del 23 maggio; chiusura al transito veicolare dalle 8 del 21 maggio alle ore 13 del 23 maggio e, comunque, fino a conclusione della manifestazione. Infine, in sede di conferenza dei servizi - alla presenza di rappresentanti dell'Amministrazione comunale, della Rap, della Reset, dell'Ufficio Mobilità Urbana, della Polizia Municipale, dell'Amat e della Fondazione Falcone - è stata disposta l'agevolazione del biglietto unico giornaliero per i giorni 21 e 23 maggio 2017, che permetterà agli utenti di usufruire dei servizi pubblici (bus, tram e metro) per le intere giornate con la singola obliterazione di un biglietto del costo di € 1,40. Le ordinanze relative alle celebrazioni del XXV anniversario della Strage di Capaci, si possono consultare in formato PDF, sul sito istituzionale del Comune (www.comune.palermo.it), nella sezione "Atti di Governo/Delibere/Ordinanze" > "Determinazioni e Ordinanze Dirigenziali Ufficio Traffico": n. 599 del 27/04/2017; n. 612 del 28/04/2017; n. 657 del 09/05/2017; n. 662 del 10/05/2017; n. 671 dell' 11/05/2017; n. 682 del 12/05/2017; n. 683 del 12/05/2017; n. 688 del 16/05/2017. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
19 mag 2017

RAP | Concluse le attività di rimozione delle alghe a Mondello

di Fabio Nicolosi

Ultimate le attività di rimozione delle alghe presenti nel porticciolo di Mondello accumulatesi dopo le numerose mareggiate dell'inverno. L'intervento è stato realizzato su indicazione dell'Assessorato Ambiente del Comune anche a Sferracavallo. La Rap ha attivato dopo il benestare da parte dell'amministrazione tutte le relative procedure per individuare idonee piattaforme per lo smaltimento delle alghe. Per portare a termine le attività a Mondello sono stati impiegati: una pala meccanica, con due autocarri con cassoni scarrabile, tre autisti e un operaio. In corso le attività nel porticciolo di Sferracavallo che vede Rap ancor più impegnata viste le maggiori quantità di posidonia presenti dove già sono stati riempiti 8 cassoni di alghe e parimenti conferiti presso lo stesso impianto. In quest'ultimo sito ancora si prevede di continuare e ultimare le azioni la prossima settimana. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 22
Articolo
18 mag 2017

VIDEO | Cantieri navali: la Queen Vittoria cambia aspetto

di Fabio Nicolosi

Il gruppo Cunard ha deciso di assegnare al bacino Fincantieri di Palermo il progetto, dal valore complessivo di circa 40 milioni di dollari di restyling della sua ammiraglia, la Queen Vittoria Gli interventi riguarderanno l’introduzione per la prima volta delle cabine Britannia Club con balcone e del relativo ristorante dedicato, così come il rinnovo di tutte le cabine Britannia. Inoltre, saranno completamente ridisegnate le maestose Grand Suite e le Penthouse Suite ed ancora sarà introdotta una sala carte. A questi si aggiungeranno i lavori per rinnovare il ponte lido esterno ed il Winter Garden. “Con il refit di Queen Victoria saremo in grado di offrire ai nostri ospiti non soltanto 43 nuove cabine Britannia Club con un ristorante dedicato, ma miglioreremo anche la loro esperienza a bordo grazie a numerosi spazi ridisegnati, come il lido esterno, il Winter Garden e le cabine già esistenti“, ha commentato Joshua Leibowitz, Vice President Cunard Nord America. Gli interventi sono iniziati lo scorso 5 maggio e proseguiranno fino al prossimo 4 giugno. Una volta terminati i lavori, Queen Victoria salperà alla volta di Southampton per l’avvio della nuova stagione estiva. La nave proporrà una prima crociera di quattro notti con scali ad Amsterdam e Zeebrugge. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 mag 2017

PETIZIONE | Restituite ai cittadini il verde di Villa Turrisi

di Antony Passalacqua

CHI: L'Associazione Parco Villa Turrisi insieme ai comitati e associazioni ambientaliste operanti nel territorio OBIETTIVO: Salvaguardare e valorizzare uno degli ultimi lembi della ormai saccheggiata Conca d'Oro. DOVE: PALERMO - l'area verde di interesse è quella compresa tra le Vie L. da Vinci, Casalini, Bonafede, Piazza Russia, Mammana, Beato Angelico e quella compresa tra Via L. da Vinci, Ruggeri, De Grossis, G. E. di Blasi e Politi. COSA:  1) Tutela conservativa di questa grande area verde e del baglio Torre Mango (tutela dalla cementificazione, dall'abusivismo edilizio, naturalizzazione dei corsi d’acqua, ecc.). 2) Realizzazione di un grande parco pubblico all'interno di queste aree 3) Realizzazione immediata di un primo nucleo del parco attraverso l'utilizzo delle aree già di pubblica proprietà: Greenway-parco lineare lungo l'ex tracciato ferroviario Palermo-Camporeale, argini e superfici dei Canali Borsellino e Passo di Rigano (in seno ad un più ampio progetto di corridoi ecologici per i parchi di ponente), alberatura dei terreni confiscati esistenti all'interno del perimetro descritto. PERCHE’: 1) Benefici climatici: quali ricambio d'aria per flussi e correnti. 2) Benefici idrogeologici: poiché non essendo aree impermeabilizzate, i parchi consentono all'acqua meteorica di penetrare nel sottosuolo raggiungendo le falde acquifere e quindi il mare senza raccogliere agenti inquinanti ed evitando allagamenti sul piano urbano. 3) Termo-regolazione urbana: i parchi costituiscono il rimedio naturale per la diminuzione della temperatura in compensazione al calore sviluppato dalla cementificazione edilizia 4) Qualità dell'aria: la vegetazione arborea costituisce continuo apporto di ossigeno che consente, peraltro, di mitigare il rilascio in atmosfera di polveri, fumi ed anidride carbonica. 5) Biodiversità: le grandi aree verdi rimangono ultimo rifugio per molte specie animali che hanno visto distrutto il proprio habitat naturale (come barbagianni e gufi) 6) Socializzazione: i parchi urbani da sempre sono luoghi vitali per le attività ricreative e sportive, favorendo l'aggregazione e l'integrazione sociale. E per le ragioni sopraelencate , vi invitiamo a firmare la petizione qui Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 mag 2017

Buche stradali? Contribuiamo a monitorarle per favorire interventi di ripristino mirati

di peppe2994

Le strade cittadine, mediamente, presentano un manto stradale problematico. A fronte di una strada perfetta, tante altre non vengono riasfaltate o riparate da anni. La rete stradale di Palermo è molto estesa, ed ognuno di noi sarà certamente a conoscenza di tratti problematici, e conseguentemente a rischio sicurezza ed incidenti per motocicli e biciclette. Nel contratto di servizio della RAP, è previsto il monitoraggio della rete stradale con frequenza di 1-2 mesi mediante l'utilizzo di 3 veicoli adibiti opportunamente a tale scopo, ed il ripristino delle strade ammalorate ad opera di due squadre, per un totale di 400.000 mq annui. Senza entrare nel merito dell'adeguatezza di questa quota prevista dal contratto, considerato che le lamentele in materia non mancano affatto, è lecito chiedersi se sia possibile impiegare meglio le risorse disponibili, provvedendo ad interventi di ripristino più mirati, così come a rifacimenti meno frequenti sulle solite strade più note, in favore di altre completamente dimenticate. Quello delle buche stradali è un tema molto sentito, che ha portato alla realizzazione di un sistema di monitoraggio su larga scala, a cura dell'università di Urbino, finanziato dall'unione europea,  facilmente utilizzabile da ogni cittadino, e dalle potenzialità notevoli. Si tratta di SmartRoadSense. Un sistema per il monitoraggio continuo delle condizioni del manto stradale. Il sistema sfrutta gli accelerometri degli smartphone per rilevare e classificare le irregolarità del manto stradale e trasmetterle a un server che le riconduce alle strade più vicine, le aggrega a quelle ricevute da altri utenti e le mostra su una mappa interattiva pubblicata online. I dati aggregati sono resi disponibili,  nella forma di open data, quindi liberamente consultabili ed utilizzabili. Clicca per visualizzare il sito Per contribuire, è necessario scaricare l'applicazione Smart Road Sense sul proprio smartphone (Android od iOS), effettuare la calibrazione e selezionare l'abituale collocazione dello smartphone all'interno della vettura. All'inizio di ogni tragitto in auto una volta lanciata l'applicazione, questa inizierà a registrare i dati, geolocalizzati tramite GPS. La mappa viene aggiornata ogni 24 ore. I pallini colorati indicano le condizioni del manto stradale in una scala da 0 a 5. Bastano relativamente pochi utilizzatori, anche occasionali, in tutta la città per riuscire ad ottenere una mappatura completa ed affidabile, che l'amministrazione potrebbe utilizzare per programmare al meglio gli interventi di ripristino. Il sistema, nato nel 2013, viene utilizzato in tutta Italia, ma la diffusione ad oggi non è capillare, quindi ognuno faccia la propria parte, nella speranza di poter transitare in un prossimo futuro su strade più sicure ed agevoli in ogni quartiere. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/MobilitaPA/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 6
Articolo
17 mag 2017

Il fenomeno delle scritte sui muri non risparmia nemmeno una delle chiese più belle di Palermo

di Mobilita Palermo

Ripartiamo da una segnalazione/sfogo di un utente che ci ha inviato questi scatti, per parlare un attimo delle scritte sui muri. Sebbene non ci sia un quartiere esente da questa problematica, questa volta lo spray colorato è finito sulle pareti della Chiesa di Santa Caterina, nella centralissima Piazza Bellini. Non solo hanno deturpato con scritte demenziali pseudo proletarie anarchiche le tante facciate degli edifici storici del Cassaro e di via Maqueda ma persino la Chiesa di Santa Caterina 5 metri dalla sede del Comune di Palermo,dove risiedono Sindaco ed assessori,oltre che il capo dei Vigili. Condividiamo lo sdegno per un gesto così ignobile, che denota ancora poco rispetto del bene pubblico da parte di quelli che probabilmente sono dei giovani ignoranti. Ma vogliamo allargare la riflessione. Immaginiamo che un pò tutti si siano chiesti come questi (e altri) individui si siano avventurati sui muri della Chiesa non curanti di essere beccati in flagrante o registrati dalla telecamere. In effetti è qualcosa che definiremmo un mix tra incoscienza e spavalderia. In realtà vale la pena soffermarsi un attimo: solitamente queste "operazioni di scrittura" avvengono la notte quando c'è meno gente in giro e gli spazi pubblici si svuotano. Ciò che ci domandiamo è: possibile che in una piazza così centrale, a fianco del Palazzo di Città e sicuramente dotata di telecamere di controllo, non si riescano ad utilizzare i filmati per risalire agli autori di fenomeni del genere? E allora ci vengono in mente anche gli episodi avvenuti anche sui sovrappassi pedonali in viale Regione Siciliana, dove le telecamere sono visibili a tutti i passanti, oppure alla statua di Ruggero Settimo proprio davanti il Teatro Politeama. Raramente abbiamo appreso notizie di sanzioni o pene agli autori di questi episodi e cominciamo a pensare che quest'ultimi siano oramai coscienti dell'assenza della pena o dell'incapacità di infliggerla da parte degli organi preposti. Ci piacerebbe ancora una volta capire quali sono i problemi che impediscono una procedura più veloce e certa per reprimere fenomeni del genere.  

Leggi tutto    Commenti 12