Articolo
23 lug 2019

Aeroporto Falcone Borsellino | Inaugurati i lavori per ampliamento terminal passeggeri

di Fabio Nicolosi

Adeguamento sismico e ristrutturazione del terminal passeggeri, si parte. All’aeroporto di Palermo è tutto pronto per la prima fase operativa (il primo lotto) del progetto complessivo di quasi 72 milioni di euro per realizzare queste due importanti opere. L’investimento per il primo lotto si aggira attorno ai 48 milioni, tutti fondi Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di palermo Falcone Borsellino, che per queste opere non ha avuto aiuti o contributi né dallo Stato né dalla Regione Siciliana. La società ha inaugurato ieri l’inizio dei lavori alla presenza del ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Danilo Toninelli e del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, dei vertici di Enac ed Enav, di Assaeroporti. Gli interventi riguarderanno complessivamente: l’adeguamento alla normativa antisismica; la ristrutturazione architettonica del terminal passeggeri; la realizzazione di impianti elettrici, idrici, meccanici, speciali, antincendio e fotovoltaici; opere accessorie, come rampe pedonali, pontili di collegamento al piazzale aeromobili, per garantire la piena funzionalità dell’edificio nell’assetto finale; omogeneità da un punto di vista architettonico, sia per gli esterni sia per gli interni; aumento del numero dei gate d’imbarco, dei varchi di sicurezza e dei banchi check-in. Saranno riconfigurate le sale per i passeggeri e per i viaggiatori a ridotta mobilità (Prm); saranno creati nuovi uffici per gli enti che hanno sede in aeroporto, per gli handler e la biglietteria. Saràammodernata la sala per la restituzione dei bagagli, così come l’area arrivi Shengen e imbarchi extra Shengen. Fronte unico per i varchi di sicurezza, che passeranno da 14 a 18. Su un unico fronte anche i banchi check-in, che cresceranno di 9 unità: da 35 a 44, mentre i gates passeranno da 14 a 16. Nuovi ristoranti, locali terrazza e lounge vip. L’intervento avrà un impatto positivo sull’area commerciale, che crescerà del 42%: le zone retail passeranno da 10 a 19 e le zone food & beverage da sei a dieci. Lo sviluppo delle aree commerciali porterà benefici in termini di ricavo per almeno 5 milioni di euro all’anno. A fine intervento l’area complessiva del terminal aumenterà del 21%. La superficie complessiva infatti passerà dagli attuali 37.264 metri quadrati ai 44.977 a fine intervento, mentre la superficie commerciale passerà da 2.890 a 4.100 metri quadrati. Il terminal passeggeri sarà ampliato sia verso il mare (land side) sia verso il piazzale aeromobili (air side). Sarà costruito un avancorpo e un impianto fotovoltaico di oltre duemila metri quadrati che produrrà 487 kWh. I contrasti cromatici, il concept grafico, l’interior design che faranno parte del progetto di ristrutturazione del terminal prenderanno spunto dalle caratteristiche naturali della Sicilia: il sole, il mare e l’architettura Arabo-Normanna del tessuto urbano palermitano, nonché della vivacità del folklore dei mercati storici di Palermo. Gli interventi avranno carattere puntuale e diffuso e investono l’intera aerostazione, coinvolgendo contemporaneamente diverse zone nei diversi piani, senza mai investire intere aree funzionali. Le opere progettate, infatti, saranno realizzate secondo una precisa scansione temporale, con l’obiettivo di mantenere costantemente in esercizio aerostazione e di contenere al massimo eventuali disagi. La Gesap infatti predisporrà un adeguato piano di comunicazione (segnaletica e avvisi) per orientare al meglio il passeggero.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
22 lug 2019

Illuminazione Pubblica | Riattivati gli impianti a Sferracavallo e Calatafimi-Paruta

di Salvatore Galati

Sono stati riattivati oltre 80 punti luce a Sferracavallo e 160 ripristinati nella zona di Calatafimi-Paruta, i cui cavi di alimentazione erano stati tranciati da una ditta esterna. Per la zona di Sferracavallo è stato riparato il circuito "Tacito/Torretta/Plauto, dove i tecnici di Amg hanno provveduto a sostituire un cavo in disservizio. Cosi ritornano in funzione le seguenti aree:  Tacito, Torretta, Plauto, Ennio, Orazio, Virgilio, Dammuso, dei Pescatori, Ovidio, Scalo di Sferracavallo, Cavallo, Marina di Sferracavallo, Terenzio, Amorello, dei Barcaiuoli, Tibullo, Palazzotto e di cortile Tabò. A margine della riparazione sono state eseguite anche attività programmate per la riaccensione di punti luce in Salita della Stazione e in piazza Beccadelli. Un'altra squadra ha eseguito i lavori nella zona di Calatafimi-Paruta, dove hanno ripristinato il cavo di media tensione che alimentava gli impianti. Il danno ha provocato la disattivazione dei due circuiti, quello Calatafimi e Paruta, che ha causato il danneggiamento di 160 lampade e che gli operatori di Amg hanno provveduto a sostituirle. Gli operatori di Amg, hanno in corso un intervento tampone per ripristinare il circuito di media tensione "Messina Marine/Ficarazzi", che martedì scorso era stato disattivato per un guasto. L'intervento consentirà dal 17 luglio, il funzionamento di via Messina Marine a luce alternati, nel tratto compreso tra via Cristodulo e Ficarazzi, mentre rimane spento la parte opposta, quella in direzione Palermo tra la via Cristodulo e via XXVII Maggio.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
19 lug 2019

Movida | Nuove sanzioni per chi viola regole e sporca

di Salvatore Galati

Ci perviene un comunicato stampa da parte del comune di Palermo circa nuove sanzioni per chi viola regole e sporca. Dal giorno 18 di luglio, sarà operativa la nuova Ordinanza firmata dal Sindaco Leoluca Orlando, che è stata preparata dagli uffici del Suap e della Polizia Municipale, è frutto è frutto della strategia d’azione decisa e condivisa in seno al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dalla Prefetta De Miro, in merito alla cosiddetta “movida” notturna. Questo provvedimento avrà una durata di 60 giorni in attesa della revisione complessiva dei regolamenti di settore del Consiglio Comunale, prevede in particolare che già a partire dalla prima violazione delle norme possa scattare la chiusura dei locali, per un periodo crescente che va da 10 a 30 giorni in caso di recidiva. Analogamente, nel caso di violazioni che comportino utilizzo di materiali ed attrezzature (impianti di diffusione sonora per quanto riguarda la musica o arredi per quanto riguarda l’occupazione di suolo pubblico), si procederà al sequestro ma, in caso di recidiva si potrà anche arrivare alla confisca definitiva.I provvedimenti sanzionatori verranno applicati “anche nell'ipotesi che l’esercente venga meno agli obblighi di pulizia, decoro degli spazi esterni all'esercizio e di corretto conferimento dei rifiuti prodotti dall'attività”.In particolare l’ordinanza prevede che alle sanzioni pecuniarie (da 25 a 50 euro, con un minimo di 150 euro per ogni violazione accertata), si applichino le seguenti sanzioni accessorie: 1^ violazione dalla data di pubblicazione del presente provvedimento: Chiusura per 10 giorni dell’attività; 2^ violazione: Chiusura per 20 giorni dell’attività; dalla 3^ violazione: Chiusura per 30 giorni dell’attività. Inoltre, chiunque violi le disposizioni vigenti, sarà soggetto alla sanzione accessoria del sequestro amministrativo delle apparecchiature e/ o strumenti di diffusione dei suoni o di ogni altra attrezzatura utilizzata per l’attività illecita, secondo quanto appresso: 1^ violazione: sequestro amministrativo per 10 giorni delle apparecchiature e/ o strumenti di diffusione dei suoni o di ogni altra attrezzatura a servizio dell’attività illecita, inclusi gli arredi e le strutture con cui sia stata perpetrata l’occupazione - anche parzialmente – abusiva; 2^ violazione: Sequestro amministrativo per 20 giorni delle apparecchiature e/ o strumenti di diffusione dei suoni e/ o dei rumori e/o di ogni altra attrezzatura a servizio dell’attività illecita; dalla 3^ violazione: sequestro amministrativo degli strumenti di diffusione dei suoni e/ o dei rumori e/o di ogni altra attrezzatura a servizio dell’attività illecita e successiva CONFISCA delle stesse. Inoltre, per tutte le ipotesi riscontrate da organi di Polizia di violazione alla normativa tecnico/urbanistica di immobili adibiti ad attività commerciale, gli stessi Organi devono provvedere all'immediata segnalazione al SUAP, all’ASP e al Comando dei Vigili del Fuoco al fine della verifica dell’esistenza delle condizioni di agibilità e della predisposizione degli atti conseguenziali.“Di fronte a comportamenti illeciti, irregolari o illegali – afferma il Sindaco – il Comitato Provinciale ha ritenuto, con la nostra piena condivisione, che sia necessario imporre sanzioni ben più restrittive affinché sia chiaro a tutti che il rispetto delle regole è condizione essenziale perché le attività commerciali possano continuare a svolgersi in un clima di serenità e tutela di tutti gli interessi in campo, primi fra tutti quelli dei residenti e quelli di quegli esercenti che si attengono scrupolosamente alle normative.Credo sia da sottolineare anche che si sia deciso un controllo interforze, segnale importante della collaborazione fra tutte le istituzioni per il contrasto ad ogni forma di illegalità, per il decoro, la sicurezza e la civile convivenza.”

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
19 lug 2019

Info viabilità | Commemorazione della strage di via d’Amelio

di Salvatore Galati

Ci perviene un'ordinanza da parte della Polizia Municipale, riguardante la viabilità per la Commemorazione della strage di via d'Amelio e produce le seguenti modifiche: istituisce per venerdì 19 luglio, il divieto di sosta con rimozione coatta, dalle ore 8:00 fino alle ore 20:00, nelle seguenti aree, piazza San Francesco Saverio; via Andrea Vesalio, il tratto compreso tra piazza San Francesco Saverio ed il civico 2; via Ritiro San Pietro, tratto compreso tra piazza San Francesco Saverio e via Tommaso de Vigilia. Fino alle 8.00 di sabato 20 luglio via D’Amelio sarà chiusa al transito. Il divieto di sosta, oltre che in via D’Amelio, sarà previsto anche in via dell’Autonomia Siciliana in prossimità di via D’Amelio. 19 luglio ore 20.00: Percorso fiaccolata: piazza Vittorio Veneto, via Libertà, via Ugdulena, via De Amicis, via Rutelli, via Alessi, via dell’Autonomia Siciliana, via D’Amelio.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
18 lug 2019

Aeroporto Falcone Borsellino | Inaugurato il nuovo volo Palermo – Parigi CGD operato da Air France

di Fabio Nicolosi

Da oggi, e per tutta l’alta stagione estiva 2019, Air France collega l’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino a Parigi-Charles de Gaulle il giovedì, venerdì, sabato e domenica. Per celebrare l’arrivo del volo, l’aeroporto di Palermo ha organizzato, in collaborazione con i vigili del fuoco, il tradizionale e spettacolare water cannon, alle 11,40 subito dopo l’atterraggio del volo AF1008. “Continuano gli investimenti del Gruppo Air France-KLM in Italia ed oggi siamo orgogliosi di inaugurare la nostra tredicesima destinazione nel Bel Paese. Il nuovo collegamento diretto tra Parigi e Palermo porterà ancora più turisti nel capoluogo siciliano e permetterà ai passeggeri in partenza dall’aeroporto Falcone e Borsellino di raggiungere decine di mete in tutto il mondo», dichiara Jerome Salemi, Direttore Generale Air France-KLM East Mediterranean. “Il ritorno di Air France è motivo di orgoglio e soddisfazione - affermano Giovanni Scalia e Tullio Giuffré, Ceo e Presidente di Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo - e indica che la Sicilia rimane una delle mete più amate per il mercato francese. Questo collegamento, inoltre, permette di raggiungere facilmente Palermo non solo da Parigi ma da decine di destinazioni in tutto il mondo aumentando l’accessibilità internazionale del territorio”. Dopo 25 anni torna Air France per quattro volte alla settimana - ha detto Leoluca Orlando, sindaco di Palermo - che è poi la premessa di una presenza più stabile con il collegamento diretto da Palermo a Parigi-Charles de Gaulle, che costituisce un punto di arrivo per chi va in Francia ma un punto straordinario di passaggio per chi arriva a Palermo. Grazie Air France e bentornata a Palermo”. La nuova rotta è operata da Airbus A 319 da 142 posti. Il volo permette di raggiungere Parigi in due ore e 40 minuti e 63 destinazioni in coincidenza, 48 in Europa e 15 nel resto del mondo, con un tempo di transito inferiore alle quattro ore all'aeroporto di Parigi Charles de Gaulle. L`Avana, ad esempio, è raggiungibile da Palermo con un transito a Parigi di 1 ora e 30 minuti, New York con un transito a Parigi di 1 ora e 40 minuti, Toronto con un transito di 1 ora e 50 minuti e Tokyo Haneda con un transito di 2 ore e 30 minuti. Anche la Sicilia occidentale è più facilmente raggiungibile: 10 sono le città in Europa collegate a Palermo con un tempo di transito a Parigi inferiore alle quattro ore, e ben 49 le città extra europee. Più di 5.700 i biglietti già venduti per la stagione estiva: le tariffe per Parigi partono da 49 euro* per la sola andata e da 97 euro* per andata e ritorno, tasse e supplementi inclusi. *Esempio di tariffa light con bagaglio in stiva non incluso Air France-KLM Un gigante globale con una solida base europea, le principali aree di attività del Gruppo Air France-KLM sono il trasporto di passeggeri, il trasporto merci e la manutenzione aeronautica. Air France-KLM è il gruppo leader in termini di traffico internazionale in partenza dall'Europa. Offre ai suoi clienti l'accesso a una rete che copre 312 destinazioni in 116 paesi grazie ad Air France, KLM Royal Dutch Airlines e Transavia. Con una flotta di 550 velivoli e 101,4 milioni di passeggeri trasportati nel 2018, Air France-KLM gestisce fino a 2.300 voli giornalieri, principalmente dai suoi hub di Parigi-Charles de Gaulle e Amsterdam-Schiphol. Il suo programma frequent flyer Flying Blue è uno dei leader in Europa con oltre 15 milioni di membri. Insieme ai suoi partner Delta Air Lines e Alitalia, Air France-KLM gestisce la più grande joint venture transatlantica con oltre 275 voli giornalieri. Il gruppo offre anche soluzioni di trasporto cargo e di manutenzione aeronautica. Air France-KLM è anche membro dell'alleanza SkyTeam che conta 19 compagnie aeree aderenti, offrendo ai clienti l'accesso a una rete globale di oltre 14.500 voli giornalieri verso oltre 1.150 destinazioni in oltre 175 paesi. Gesap spa E’ la società di gestione dell’Aeroporto Internazionale “Falcone Borsellino” di Palermo, con un capitale sociale pari ad euro 66.850.026,85, interamente sottoscritto, suddiviso in 1.294.289 azioni da euro 51,65 cadauna, ripartito tra la Città Metropolitana di Palermo, il Comune di Palermo, la Camera di Commercio di Palermo, il Comune di Cinisi, Confindustria Palermo ed altri soci minori. Quale gestore aeroportuale, la Società progetta, realizza e gestisce aree, infrastrutture ed impianti dello scalo, dei quali cura ogni necessaria manutenzione ed implementazione, fornendo, altresì, i servizi centralizzati quali, ad esempio, il coordinamento di scalo, i sistemi informativi e di informazione al pubblico, la vigilanza e la sicurezza aeroportuale e la fornitura di servizi commerciali, direttamente o attraverso subconcessioni a terzi. costituita nel 1985, la Società opera fino al 1994 solamente quale handler. Nello stesso anno diviene titolare della concessione ventennale per la gestione parziale dello Scalo. Nell’agosto 2007, la Società ottiene la concessione della gestione totale dell’Aeroporto di Palermo di durata quarantennale.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
17 lug 2019

FOTO | Passante ferroviario: lo stato dei lavori della fermata Belgio / De Gasperi in attesa del nuovo appalto

di Fabio Nicolosi

Siamo in grado di mostrarvi alcuni scatti della nuova fermata Belgio / De Gasperi. La fermata rimarrà in queste condizioni fino a quando i lavori per l'ultimazione della stessa non verranno ri-appaltati. Ricordiamo infatti che a SiS é stato concesso di abbandonare l'area senza la necessità di ultimare le opere civili, ma realizzando solo parzialmente la fermata. Rimane infatti da ultimare il collegamento tra i due binari e la definizione delle aree superficiali. Al momento non siamo a conoscenza delle tempistiche e siamo in attesa di conoscerle da RFI. Ringraziamo huge per le foto:

Leggi tutto    Commenti 23
Articolo
15 lug 2019

Nuove linee tram, secondo stop al ricorso contro il progetto

di Mobilita Palermo

Palermo - Anche il Consiglio di Giustizia Amministrativa stoppa la domanda di sospensione relativa alla realizzazione della nuova tranvia e presentata da alcuni cittadini. Il Cga, che non è altro che l'organo di appello alle decisioni del Tar, ha sostanzialmente respinto la domanda di sospensione degli atti relativi all'attuale progettazione, con espresso riferimento alla sentenza del Tar dello scorso Marzo e che già rigettava la richiesta di sospensiva degli atti. "Considerato, anche alla luce della natura squisitamente prodromica dell’atto impugnato, che da parte dei ricorrenti non viene allegato un attuale e debitamente qualificato periculum in mora; Ritenuto che le ragioni dedotte dagli interessati possono essere già efficacemente salvaguardate mediante un ravvicinato esame della controversia in sede di merito da parte del giudice competente; P.Q.M. Il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, in sede giurisdizionale, pronunciando sull’istanza cautelare in epigrafe così dispone: - respinge la domanda di sospensione dell’efficacia degli atti impugnati. - accoglie la domanda cautelare di parte ai soli fini della sollecita definizione del giudizio nel merito da parte del Tribunale competente." Il CGA sollecita anche il Tar a fissare  udienza nel merito delle questioni tecnico/amministrative, che anziché due anni potrà veder luce fra 7/10 mesi. Ma per quel periodo ci sarà anche il parere del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici che dovrà esprimersi circa l’approvazione definitiva. Che dirà il Tar?    

Leggi tutto    Commenti 3