Segnalazione
19 ago 2015

La pessima esperienza sul bus 102

di daniele80

Qualche giorno fa,come è mio solito fare, mi sono messo alla fermata di Via Roma di fronte La Rinascente per prendere la 102, linea che da Piazzale Giotto porta alla Stazione Centrale. Mi sono messo alla "fermata”, per così dire dal momento che la fermata non è provvista neanche di una pensilina d'attesa. Quindi ho dovuto aspettare per 50 minuti l'autobus in piedi con sole che faceva capolino. Ad ogni modo, dopo aver aspettato pazientemente l'autobus questo era stracolmo e quindi ho dovuto aspettare nuovamente un altro bus, dopo circa 15/20 minuti passa ma si ripresenta lo stesso problema:stracolmo e senza neanche il materiale spazio per entrare.

Leggi tutto    Commenti 2    Proposte 0
Segnalazione
13 ago 2015

Questa si che è una vera notizia…

di cirasadesigner

Qualche giorno fa si gridava al miracolo per qualche migliaia di passeggeri in più sul "Falcone e Borsellino", esattamente 1200 ovvero una decina di aerei in più, rispetto i dati già in crescita del Luglio 2014... Oggi Repubblica da notizia di questo nuovo collegamento diretto tra Catania e Abu Dhabi, che credo sia davvero una notizia. Al di la dei curiosi turisti che vorranno andare a visitare i paesi del Golfo, qui si capisce come strategicamente Catania si stai proiettando verso il futuro, collegandosi con un vero HUB intercontinentale, visti i recenti catastrofici eventi di Roma Fiumicino, che servirà per raggiungere tutte le destinazioni verso Oriente. Credo che il Cda del "Falcone e Borsellino," debba inseguire o quanto meno, fare pressioni su Alitalia, per lo stesso collegamento, non si capisce perché un aereoporto come Catania, che pur servendo più provincie rispetto a quello di Palermo e non avendo un competitor importante come Birgi sul Falcone e Borsellino, pur avendo solo 1 milione di passeggeri in più, debba avere questa chance che invece non viene data allo scalo palermitano. Una rete più capillare permetterebbe ai due scali di aggiungere destinazioni internazionali e sopratutto intercontinentali, che sono la vera sfida per uno scalo che vogia davvero crescere...

Leggi tutto    Commenti 3    Proposte 0
Segnalazione
24 lug 2015

Potature fatte male

di Irexia

Ed ecco, dopo qualche mese, il frutto della potatura degli alberi di Ficus microcarpa avvenuto a febbraio nella borgata di Vergine Maria (e meno male che si potevano potare solo con le alte temperature perchè sono una pianta esotica!)! La suddetta potatura è in realtà una capitozzatura e ha come esito lo sbocciare di tanti piccoli ramoscelli da rami ben più grossi. Vi prego di notare come questi piccoli virgulti pendono sotto il loro stesso peso e crescendo mantengono questa direzione finendo per grattare i tetti delle macchine, degli autobus (è un capolinea) e le "corna" dei passanti! Oltre al fatto che di ombra ne fanno ben poca! Inoltre, alle prime piogge torrenziali di fine agosto/ inizio settembre, fragili come sono, si staccheranno e andranno a chiudere i tombini degli scoli! Le potature si devono fare nel senso di tagliare i rami più bassi e guidare la pianta e crescere in altezza, oltre i pali della luce in modo da non ostacolare l'illuminazione, oltre i tetti di autobus e camion, non spogliando l'albero o riducendolo ad un cubo verde!

Leggi tutto    Commenti 10    Proposte 0
Segnalazione
22 lug 2015

Carini e rifiuti: ecco la beffa tragicomica

di Andrea Baio

Notate nulla di strano in queste foto? Gli scatti sono stati fatti questa mattina in Corso Bernardo Mattarella, a Villagrazia di Carini. Più volte abbiamo denunciato lo stato di emergenza rifiuti nel comune in questione, e nonostante tutto, poco o nulla è cambiato. Vogliamo però sottoporre alla vostra attenzione la "particolarità" di questi scatti, perché non si può non notare che i cassonetti sono rovesciati. Fin qui, scene a cui siamo abituati. Che sia il Comune di Carini, la ditta privata che rimuove le cataste con le ruspe, o altri, non lo sappiamo. Il cartello però è nel verso giusto...ma su un cassonetto rovesciato! Evidentemente anche il Comune di Carini stesso considera assoluta normalità l'accumulo dell'immondizia, tanto da "istituzionalizzare" il cassonetto rovesciato e l'intervento delle ruspe private, senza rendersi conto del paradosso di affiggere degli orari di conferimento rifiuti su un cassonetto girato al contrario. Diamo quindi per assodato che il Comune di Carini sia perfettamente cosciente del fatto che i cassonetti vengono volutamente messi al contrario, per impedire ai cittadini il corretto conferimento dei rifiuti. Dove dovrebbero gettare quindi i rifiuti i cittadini? Ovviamente accanto ai cassonetti, accumulando cataste di immondizia, che col caldo di questi giorni producono un odore nauseabondo che si avverte a centinaia di metri, senza contare la massiccia presenza di ratti e blatte. Non basta l'emergenza sanitaria, ignorata da media e istituzioni; adesso persino la beffa, la presa in giro delle istituzioni stesse. Fossimo in un paese normale, scoppierebbe la rivoluzione; qui invece tutto tace, nel silenzio più assordante. Ancora più incredibile è che una situazione del genere possa protrarsi per anni, senza che nessuno paghi con conseguenze penali per questo scempio.

Leggi tutto    Commenti 9    Proposte 0
Segnalazione
21 lug 2015

Un limite di 30km/h e un autovelox all’improvviso su Viale Regione Siciliana

di Mobilita Palermo

Ci state segnalando da più parti che ieri, lungo Viale Regione Siciliana direzione Trapani, all'altezza del Ponte Corleone è stato piazzato un autovelox della Polizia Municipale, puntato dritto verso un tratto di carreggiata in cui vige il limite di velocità di 30km/h. Si, avete letto bene, 30 km/h. Questo cartello, a memoria, esiste già da diversi anni, anche se nessuno lo rispetta e nessuno lo ha mai fatto rispettare a onor del vero. E' subito posto dopo qualche centinaio di metri da un limite a 50 e poco prima del ponte in questione. Ieri i vigili urbani hanno deciso di far rispettare questo limite. La domanda sorge spontanea: ma perchè esiste un limite di 30 km orari in una arteria così importante, dove il limite di velocità è diffusamente imposto a 70km/h? Possiamo ipotizzare che sia qualche problema legato alla struttura del ponte Corleone, che doveva essere oggetto di lavori, poi decaduti con il contestuale fallimento della società Cariboni. Ma appunto, non siamo tecnici. Ci piacerebbe quindi ricevere delle spiegazioni anche sul perchè, in caso di precauzioni strutturali, soltanto adesso si decida di porre l'attenzione apponendo l'autovelox laddove nessuno mai ha avuto la cognizione di un limite così forte e perentorio. Sebbene questa non sia un'attenuante per gli automobilisti che dovrebbero sempre rispettare la segnaletica stradale, questa situazione risulta un pò particolare. Gireremo questo articolo al Comando dei Vigili Urbani e all'Ufficio Traffico, nella speranza di ricevere dei ragguagli.  

Leggi tutto    Commenti 14    Proposte 0