Articolo
06 ago 2018

Inaugurazione Mostra fotografica “La Palermo del Futuro”

di Fabio Nicolosi

Martedì 7 agosto alle ore 17.00, presso l'Ex Real Fonderia alla Cala, avrà luogo l'inaugurazione della mostra fotografica "La Palermo del Futuro". L'evento rappresenta una continuità di quanto realizzato all'interno del Laboratorio Cittadino "La città che si muove - il tram per tutti" nel corso del quale è stata presentata alla stampa l'installazione di 40 pannelli che rappresentano la "Palermo del futuro". Il Laboratorio Cittadino, promosso dall'Assessorato alla Partecipazione e Beni Comuni in Partnership con Panastudio Gruppo Editoriale di Francesco Panasci, nasce al fine di rafforzare processi partecipativi che mirano alla valorizzazione del capitale umano della nostra città attraverso la promozione di iniziative che vedono come protagonista la cittadinanza, sia nelle sue forme associative che come singoli individui. Sono stati svolti otto laboratori in collaborazione con gli Assessorati dell'Amministrazione Comunale dai temi: La città dello sport: sport popolare e di base nello spazio pubblico; La città con i turisti; La città con il mare;  La città della cultura presenta patto per la lettura;  La città dell'accoglienza;  La città che si muove: tram per tutti;  La città dei talenti; La città delle Periferie - Con i Piedi nel Fango. Ad ogni laboratorio sono stati invitati, oltre gli stakeholders e le Associazioni operanti nel settore, tutti i cittadini socializzando gli appuntamenti mediante l'utilizzo dei canali multimediali in uso al Comune di Palermo. Il 19 Settembre avrà luogo, presso la Sala De Seta ai Cantieri Culturali alla Zisa, la proiezione di un film documentario sugli otto labroratori, quale sintesi dei risultati ottenuti. La mostra sarà fruibile fino al 18/08/2018

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
06 ago 2018

Perché si allaga corso Re Ruggero

di Antony Passalacqua

Palermo - Le abbondanti precipitazioni di sabato scorso hanno evidenziato ancora una volta le criticità lungo corso Re Ruggero, puntualmente allagata. L'immagine di repertorio non è poi così distante da quanto si è verificato e che arreca non pochi disagi. Ma per quale motivo questo tratto di strada si allaga e continuerà ad allagarsi in assenza di interventi? Partiamo anzitutto da un deficit infrastrutturale che ci trasciniamo da diversi anni quale il mancato completamento del collettore  sud-orientale. Tale collegamento infatti, garantirebbe una portata decisamente maggiore d’acqua scongiurando così il l'implosione della fognatura in questa zona. Parliamo infatti del collegamento fermo da anni in via Imera, fallimento Cariboni etc. In attesa del tanto agognato nuovo appalto, cosa si può fare? Oltre al problema infrastrutturale, facciamo notare che a ciò si aggiunge un serio problema di manutenzione delle caditoie, invitandovi a constatare di presenza tale situazione. Via E. Basile è una strada in leggera pendenza e che inizia dalla corsia lato monte di corso Re Ruggero. Quando piove, le acque su via E. Basile scivolano in direzione di corso Re Ruggero "senza trovare alcuno sfogo superficiale". Significa che tutte le caditoie lungo questa strada sono ostruite e l'acqua scivola sopra senza alcun problema. E in occasioni di pioggia non è difficile imbattersi con devi veri e propri stagni. Tutta questa massa d'acqua, favorita dalla pendenza della strada, va a confluire sulla corsia lato monte di corso Re Ruggero per ristagnare. Il muro spartitraffico ne favorisce la raccolta e perciò questa corsia risulta spesso più allagata rispetto alla sua parallela. Ovviamente questa non è la soluzione al problema generale, ma di certo si potrà contenere il fenomeno dell'allagamento favorendo una più accurata manutenzione di tutte le caditoie lungo via E. Basile. Amap e Rap a voi la parola...le piogge autunnali fra un pò saranno all'orizzonte.  

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
04 ago 2018

Car Sharing | Dal 1 Agosto si potrà usufruire del servizio solo con carta di credito

di Fabio Nicolosi

Si avvisa la gentile Clientela che dal 01 agosto 2018 Car Sharing Palermo avvierà una nuova modalità di iscrizione al servizio, con la quale sarà necessario possedere una carta di credito associata ad un conto corrente bancario, sulla quale addebitare la quota associativa ed i successivi utilizzi. Pertanto, a partire da questa data, non potranno essere accettate nuove richieste di associazione al servizio con le modalità finora gestite, ovvero con addebito RID sul conto corrente bancario. Gli addebiti sulla carta di credito dei Clienti avverranno per singolo utilizzo e in modo automatico (senza richiesta di autorizzazione da parte di questi). Per coloro che sono attualmente iscritti al servizio, il contratto rimarrà immutato (con la modalità di addebito su conto corrente) sino alla naturale scadenza annuale. Tuttavia, l'eventuale rinnovo potrà essere effettuato solo attraverso pagamento con carta di credito. Preghiamo, pertanto, tutti i Soci di controllare la data di scadenza dell’abbonamento, al fine di provvedere in tempo utile al rinnovo con le nuove modalità. Al riguardo, per qualsiasi informazione, preghiamo di contattare il front office AMAT Point - Car Sharing Palermo via Giusti 7/b, tel. 091/350367 - 091/7303010. info@carsharingpalermo.it

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
03 ago 2018

Bando | Nuove stazioni di monitoraggio ambientale in centro storico

di Fabio Nicolosi

PUSH, nell’ambito del progetto di ricerca europeo sulla mobilità sostenibile “MUV”, bandisce una gara d’appalto per la costruzione, installazione e manutenzione, nell’area del centro storico di Palermo, di n.25 stazioni di monitoraggio in grado di effettuare misurazioni di tipo ambientale (climatiche e di inquinamento) che concorreranno alla raccolta di dati utili alla ricerca e interagiranno con l’applicazione che gli utenti utilizzeranno per muoversi in città. MUV, acronimo di Mobility Urban Values, è un’azione di ricerca e innovazione finanziata dalla Commissione Europea attraverso il programma Horizon 2020. Il progetto fa inoltre parte dell’iniziativa CIVITAS, che promuove trasporti sostenibili e innovativi nelle città europee. MUV è una piattaforma digitale che punta a incentivare la mobilità sostenibile all’interno dei centri urbani tramite un gioco che premia i cittadini che decidono di cambiare le proprie abitudini di mobilità scegliendo di spostarsi in modo più attivo e rispettoso dell’ambiente. La dotazione totale è di Euro 20.000, per tutte le informazioni su come partecipare alla gara consultare il seguente link. Maggiori dettagli sul progetto sono disponibili sul sito web ufficiale e sulla pagina dedicata alla sperimentazione nella città di Palermo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
02 ago 2018

Passante Ferroviario | Esercitazione antincendio nella galleria ferroviaria “Notarbartolo-De Gasperi”

di Fabio Nicolosi

Nel pomeriggio di martedì 31 luglio, si è svolta un’esercitazione antincendio nella galleria ferroviaria “Notarbatolo-Francia”, di prossima apertura e messa in servizio. All’addestramento nella galleria ha partecipato il personale del comando, della Rete Ferroviaria Italiana Spa e di altri enti interessati. Lo scenario dell’esercitazione prevedeva un principio d’incendio su un locomotore all’interno della galleria, a circa 300 metri dall’imbocco: la finalità dell’esercitazione era verificare i reali tempio d’intervento dei soccorritori VVF e del personale di RFI, oltre a permettere a tutti i partecipanti di prendere conoscenza dei luoghi e dell’ubicazione delle aree di emergenza esterne alla galleria. Alle 16:00, dopo la segnalazione dell’incidente da parte di un cittadino e verificata la veridicità della segnalazione con RFI, la Sala Operativa ha attivato il dispositivo di soccorso. Immediatamente, i soggetti interessati si sono mossi dalla sede centrale di Palermo per portarsi presso l’area di emergenza. L’esercitazione si è svolta come da programma, consentendo di testare i livelli di efficacia dell’azione in caso d’incidente ferroviario in galleria, che costituisce – come noto – una delle tipologie d’intervento più impegnative che un’organizzazione di soccorso deve saper affrontare. Non sono emerse particolari criticità, fermo restando che l’esercitazione fornirà eventualmente lo spunto per una revisione critica anche delle Procedure Operative Standard applicate. A seguire le foto e il video:

Leggi tutto    Commenti 12
Articolo
31 lug 2018

Polizia Municipale | Agente aggredito ai quattro canti

di Fabio Nicolosi

Il nuovo dispositivo in uso alla Polizia Municipale ha permesso ieri di riprendere le fasi più concitate del sequestro di un ciclomotore elettrico e del tentativo di aggressione contro gli agenti della Polizia Municipale. Ieri pomeriggio una pattuglia dotata di bodycam ha filmato un quarantacinquenne mentre aggrediva gli agenti ed un quarantenne che rifiutava di farsi identificare. Nella piazza Villena, comunemente conosciuta come "I quattro canti", durante un posto di controllo per verificare la regolarità della conduzione dei mezzi a pedalata assistita, gli agenti in servizio di polizia stradale, hanno fermato un uomo, R.F.P. di 45 anni, a bordo di velotek, riscontrando una bicicletta modificata assimilabile ad un ciclomotore, per la cui conduzione sono obbligatori casco, assicurazione e patente. Il conducente, compresa la gravità dell’infrazione da cui sarebbe scaturito il sequestro del mezzo e la successiva confisca, ha mostrato reticenza e nervosismo nei movimenti, finché ha staccato la batteria del veicolo, un elemento di valore ingente rispetto a quello esiguo del velocipede. A seguito di questa circostanza gli agenti, intuendone le intenzioni, hanno azionato la bodycam in dotazione alle pattuglie in via sperimentale che ha ripreso perfettamente l’accaduto riportando la sequenza naturale dei fatti. L’uomo ha tentato di danneggiare il mezzo, già sottoposto a sequestro ai fini della confisca e ha aggredito uno degli agenti che intendeva fermare i danneggiamenti al velocipede. Nella concitazione dei fatti, si è intromesso un astante cercando di giustificare l’operato dell’aggressore; alla richiesta dei documenti da parte degli agenti, si è rifiutato di farsi identificare. Questi, poi identificato per E.C.A. di 40 anni, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per rifiuto di generalità. Il conducente quarantacinquenne invece è stato denunciato per resistenza e aggressione a pubblico ufficiale e per danneggiamento di un bene sottoposto a sequestro. E’ stato inoltre accertato che entrambi sono pregiudicati per reati contro la persona e contro il patrimonio. L’agente accompagnato al pronto soccorso per le cure del caso ha riportato una prognosi di cinque giorni.

Leggi tutto    Commenti 2