Articolo
18 feb 2020

Ponte Bailey alla Guadagna: si lavora alla sostituzione delle tavole di legno

di Fabio Nicolosi

Le maestranze del Coime hanno inziato già da qualche giorno a lavorare sul ponte Bailey della Guadagna, chiuso a fine dicembre per alcuni problemi al tavolato e all’asfalto. La prima fase dei lavori, attualmente in corso, prevede la sostituzione del tavolato danneggiato con una spesa di 10 mila euro circa. Poi toccherà alla Rap rifare l’asfalto. Si prevede di riaprire il ponte entro fine febbraio. Riusciranno a rispettare i tempi? Foto di Lillo Li Puma Vi terremo aggiornati

Leggi tutto    Commenti 5
Articolo
17 feb 2020

Passante Ferroviario | Via Lungaro dal rendering alla realtà: le differenze

di Fabio Nicolosi

L'immagine che vi mostriamo ritrae via Lungaro nel Luglio 2013, qualche mese prima dell'inizio dei lavori della tratta C del raddoppio del passante ferroviario. Per chi non la conoscesse via Lungaro è un tratto di strada di circa 150m compreso tra via Maltese e via Enzo Biagi (ex via Nuova). Prima dei lavori la strada affiancava la ferrovia in superficie ed era compresa tra due passaggi a livello. Oggi la ferrovia è stata interrata e la suo posto è stata ampliata la strada. Ma perché stiamo dedicando un articolo ad un tratto di strada di appena 150 metri? Perchè a nostro avviso questo è il classico esempio di come il risultato finale poteva essere migliorato se qualcuno al comune, ma non solo avesse visionato i progetti e proposto le modifiche nelle varie conferenze dei servizi. Ma di cosa parliamo? Questa è la planimetria di come sarebbe dovuta essere la strada. Sia a monte che a valle sarà presente una marciapiede. Lato monte il marciapiede sarà notevolmente largo, nonostante la totale assenza di accessi, abitazioni, attrattive. Un marciapiede che dovrà seguire quello proveniente dalla fermata Francia. Lato mare invece la larghezza del marciapiede sarà lasciata quello esistente. Notate voi stessi che il marciapiede esistente è molto stretto e non permette ad esempio il passaggio di due carrozzine in contemporanea. La panoramica mostra la differenza di larghezza dei due marciapiedi: Non sarebbe stato meglio allargare il marciapiede esistente e realizzare il nuovo lato monte leggermente più stretto? Inoltre lato monte erano previste delle sagomature del marciapiede per "guidare" la sosta a spina di pesce, dove sono finite? All'interno di queste rientranze vi erano delle piccole aiuole che avrebbero spezzato la striscia di grigio e nero, invece si è preferito abolirle, come mai? Infine un piccolo dettaglio: ma le strisce pedonali non devono avere tutte la stessa lunghezza? Eppure la striscia centrale sempre leggermente più lunga, come mai? Si tratta di un errore?

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
15 feb 2020

A19 Palermo – Catania | Da lunedì 17 febbraio, intervento programmato sul giunto del viadotto Fiumetorto

di Fabio Nicolosi

Chiusura della carreggiata in direzione Catania e doppio senso di circolazione sulla carreggiata in direzione Palermo, dal km 33,200 al km 34,000, tra gli svincoli di Termini Imerese e Agglomerato Industriale L’intervento avrà una durata di tre settimane A partire da lunedì 17 febbraio saranno avviati i lavori di ripristino dei giunti di dilatazione e delle testate delle solette del viadotto Fiumetorto, al km 33,350 dell’autostrada A19 “Palermo-Catania”, in direzione Catania. Per consentire l’esecuzione dell’intervento, sarà necessario procedere alla chiusura al traffico della carreggiata in direzione Catania dal km 33,200 al km 34,000, con deviazione del traffico nei due sensi di marcia sulla carreggiata in direzione Palermo. I lavori avranno una durata di tre settimane e si concluderanno venerdì 6 marzo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
14 feb 2020

BANDO | Tram: al via per la terza volta la gara per la gestione del global service

di Fabio Nicolosi

Non è uno scherzo. Per la terza volta Amat pubblica sul proprio sito la gara per la gestione del global service. La prima gara pubblicata il 04/10/2019, ha avuto termine il 11/11/2019. Nessuna offerta pervenuta e quindi AMAT ci ha riprovato La seconda gara pubblicata il 05/12/2019, ha avuto termine il 17/01/2020. Anche questa volta la gara non ha avuto alcun offerta presentata e quindi AMAT si trova costretta a bandire per la terza volta la gara. La terza gara è stata pubblicata il 06/02/2020 e avrà termine il 18/03/2020. Sarà la volta buona? Se per la prima gara l'assenza di offerte sembrava sicura, negli uffici di via Roccazzo le speranze per il secondo bando erano maggiori, avendo di fatto allungato i termini per presentare le offerte. A fare paura però, dalle voci di corridoio, non sembrano i tempi per la presentazione delle istanze ma il rapporto spese/rimborsi. Infatti il nuovo bando prevede un numero di risorse da impiegare ridotto a fronte di un aumento del budget totale messo a disposizione dall'azienda municipalizzata del trasporto locale. Intanto l'attuale contratto è stato prolungato fino ad Aprile, quindi i tempi sono abbastanza stretti e in AMAT dovranno affidare velocemente la gara se non vogliono trovarsi con i tram fermi da un giorno all'altro

Leggi tutto    Commenti 9
Articolo
13 feb 2020

Via Amorelli | Accordo con la Regione Siciliana per i lavori di demolizione e ricostruzione del solaio di copertura del canale Mortillaro

di Fabio Nicolosi

A Cruillas c'è una strada, via Alfonso Amorelli, che rischia di sprofondare. Eppure, malgrado un divieto di transito, continua ad essere percorsa ogni giorno da centinaia di automobilisti. Le auto, in pratica, passano sopra la copertura del canale Mortillaro. Copertura che da anni è pericolante. Già il 22 maggio del 2006, la Protezione civile comunale aveva rilevato una "situazione di palese precarietà che mette a rischio la stabilità dei carichi verticali". In parole povere, c'è il pericolo che la strada collassi. Tanto che qualche giorno dopo, il 30 maggio 2006, il settore Mobilità e Traffico è stato costretto ad emanare un'ordinanza per istituire il divieto di transito. La Giunta comunale ha approvato nei giorni scorsi un accordo istituzionale con la Regione Siciliana per l'esecuzione dei lavori di demolizione e ricostruzione del solaio di copertura del canale Mortillaro sotto la via Amorelli (nel tratto compreso tra via Vanvitelli e la via Salerno). Dopo una serie di segnalazioni che ne denunciavano lo stato di degrado, infatti, i tecnici dell'ufficio del Genio civile di Palermo, unitamente ai tecnici del Comune, hanno effettuato lo scorso luglio un sopralluogo congiunto che ha evidenziato la necessità di un intervento non più rimandabile. Da qui, l'inserimento dei lavori di rifacimento nel Piano degli interventi urgenti per la messa in sicurezza degli alvei fluviali ricadenti nel territorio della Regione siciliana per un importo complessivo di €. 1.200.000,00. Maggiori dettagli nella delibera di Giunta n. 25 del 04/02/2020, pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Palermo.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
12 feb 2020

Al via la posa delle pietre frangiflutti al porticciolo di sant’Erasmo

di Fabio Nicolosi

Il molo di sopraflutto di Sant’Erasmo è realizzato con opera a gettata in scogli di varia pezzatura e mantellata in massi artificiali di calcestruzzo, risulta oggi completamente depauperato a causa degli eventi meteo marini e non più efficace a resistere all’azione del moto ondoso, per cui necessita di un generale intervento di rimessa in pristino, per il quale saranno utilizzati i materiali provenienti dai salpamenti. In particolare, il progetto prevede il salpamento dei massi in calcestruzzo esistenti al fine di rimettere in sagoma gli scogli esistenti con eventuale apporto di scogli di III e IV categoria, preparando in tal modo il letto di posa della mantellata, quindi sarà realizzata una berma al piede con scogli di IV cat. Infine, sarà realizzata la mantellata con utilizzo dei massi artificiali, da collocare in doppio strato e pendenza 3/2 dal basso verso l’alto. I massi in calcestruzzo che saranno utilizzati in via prioritaria saranno quelli provenienti dal limitrofo tratto di barriera radente ed a seguire quelli provenienti dal salpamento del molo sud. La testata sarà invece completamente realizzata con massi artificiali con medesima pendenza del corpo del molo. Il molo di sottoflutto, originariamente realizzato con scogli di varia pezzatura, sarà rimesso in sagoma con una berma a quota +1.00 m slm, tramite apporto di scogli di III e IV categoria e scarpate con pendenza 2/1. Ringraziamo ‎Domenico Dattolo per gli scatti:

Leggi tutto    Commenti 7
Articolo
11 feb 2020

Treno Punta Raisi-Cefalù: difficile ad Aprile. Ecco perché

di Antony Passalacqua

Come è già noto, la Regione sta lavorando da tempo  per attuare la velocizzazione dei collegamenti ferroviari tra Cefalù-Termini Imerese e l'aeroporto Punta Raisi.  Ciò sarà reso possibile grazie alla bretella realizzata durante i lavori del Passante Ferroviario a Palermo, e che serve la fermata “Maredolce”, evitando ai convogli di fermarsi a Palermo  C.le. Hanno destato però non poche perplessità le recenti dichiarazioni dell'Assessore alle Infrastrutture M. Falcone circa l'attuazione di questo collegamento veloce già a partire dal 2 Aprile. Tecnicamente molto improbabile e vi illustriamo il perché. Anzitutto l'attuazione dei nuovi orari avviene con cadenza semestrale, Giugno e Dicembre, e modificare tale orario "in corsa" creerebbe non pochi problemi. Altra questione rilevante, che evidenzia anche il Comitato Pendolari Sicilia, è che ad oggi non si conoscono le fermate che effettuerà questo nuovo collegamento; non si conosce il numero di convogli perché è chiaro che non potrà esserci UN SOLO treno giornaliero ma un servizio cadenzato. Infine non si conosce neppure la copertura finanziaria. In sostanza NON C'E' NULLA DI UFFICIALE, se non dichiarazioni che vanno a scontrarsi anche con le perplessità sorte all'interno degli uffici dell'Assessorato stesso. Il collegamento senza alcun dubbio si farà, ma preferiamo essere più realistici senza troppi e facili entusiasmi. Ecco perché Giugno è molto più realistico.

Leggi tutto    Commenti 6