Articolo
16 apr 2019

Aeroporto Falcone Borsellino | Riprende il volo Palermo – Sharm El Sheikh

di Fabio Nicolosi

Dopo tanti anni di assenza torna da metà luglio il diretto Palermo - Sharm El Sheikh (Egitto) con un volo settimanale ogni domenica. Domina, inoltre, continua a investire in Sicilia e fa anche incoming con un diretto Palermo - Bologna operato con Air Dolomiti che prevede la possibilità per i passeggeri di avere incluso nel prezzo un bagaglio in stiva e uno a mano. Completano l’offerta sull’Egitto i due voli settimanali da Catania per Sharm El Sheikh. “Domina - ha detto il Direttore Commerciale Ramon Parisi - continua a portare da tutto il mondo e dall'Italia turisti presso Domina Zagarella Sicily, completamente ristrutturato qualche anno fa. Ci presentiamo con la doppia veste di soggetto che fa incoming e outgoing”. “Ospitiamo Domina qui all'Aeroporto di Palermo - ha detto Natale Chieppa, direttore generale di Gesap - perché non fa solo charter con obiettivi di outgoing ma anche operazioni di incoming che migliorano ulteriormente i dati già molto positivi dei flussi per il nostro scalo”. Tra i presenti anche il Sindaco di Santa Flavia, Salvatore Sanfilippo, che sta portando avanti una stretta collaborazione con Domina Zagarella Sicily, rappresentato dal vicedirettore Francesco D’Amico. “Abbiamo raggiunto il 70 per cento di differenziata - ha detto Sanfilippo -, un buon biglietto da visita per i migliaia di turisti che arrivano a Santa Flavia per andare a Domina Zagarella, oltre che per visitare il Parco Archeologico e la Basilica”.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
15 apr 2019

Acqua dei Corsari, nuovo guasto ingente: 250 punti luce rimangono spenti

di Fabio Nicolosi

Operatori di AMG Energia Spa al lavoro in emergenza sulla cabina di pubblica illuminazione “Acqua dei Corsari”. Un guasto di notevole entità ha mandato fuori uso alcuni macchinari fondamentali per il suo funzionamento, determinando lo spegnimento di circa 250 punti luce. La cabina alimenta 4 circuiti di media tensione a cui sono collegati gli impianti di illuminazione della zona compresa fra via Messina Marine, via Bandita, via Galletti. Gli operatori di AMG Energia hanno riscontrato il guasto dei circuiti, di un interruttore bipolare VOR (a volume d’olio ridotto) e di 3 trasformatori a bobina mobile. L’intervento di riparazione in cabina e sui circuiti di media tensione, che è andato avanti per tutto il giorno, ha consentito di rimettere in funzione un circuito. In questo momento, quindi, gli impianti di via Messina Marine, dalla via XXVII Maggio sino alla statale 113 in direzione di Ficarazzi, delle vie Bandita, Corselli ai Corsari, Milazzo rimangono del tutto spenti, mentre in altre strade, come in via Galletti, rimangono in funzione in modo parziale, a punti luce alternati. “Siamo di fronte ad un guasto davvero ingente, che ha compromesso la funzionalità di macchinari fondamentali per il regolare funzionamento della cabina - spiega l’amministratore unico di AMG Energia, Mario Butera -. I nostri operatori hanno lavorato senza sosta per cercare di risolvere il problema, ripristinando un circuito e una piccola parte di impianti. Verificheremo nei prossimi giorni se il guasto che abbiamo riscontrato ha compromesso in maniera grave e irreparabile la funzionalità di macchinari ormai datati e fuori produzione, tanto da richiedere interventi di natura straordinaria”.

Leggi tutto    Commenti 1
Articolo
13 apr 2019

Viale Regione Siciliana da due a tre corsie. È un provvedimento necessario?

di Fabio Nicolosi

Viale Regione Siciliana ai sensi della classificazione funzionale di Palermo (d.d. n° 19 del 08/03/2016) viene definita come strada urbana di scorrimento, categoria D per il C.d.S. La strada è composta da due carreggiate centrali per senso di marcia a loro volta divise in due corsie con una larghezza totale di 4,5 metri circa, con una banchina pavimentata di 3 metri circa. Il provvedimento in via sperimentale è stato emanato dall’ufficio traffico il 28 Aprile 2017 con numerazione 609, e autorizzava la realizzazione della terza corsia di marcia, dallo svincolo Belgio allo svincolo Bonagia (tranne ponte Corleone e in alcuni punti all’altezza delle uscite o entrate). L’ordinanza non è mai stata applicata perché l'assessore Riolo non ha ritenuto fosse prioritaria, adesso torna nuovamente in voga proprio per mano dall'autore della stessa, l'assessore Catania. Col nuovo assetto, la corsia d’emergenza passerà da quattro a 2,5 metri, poi ce ne sarà una limitrofa (quindi a destra) da 3,5 metri per i mezzi pesanti, gli autobus e i taxi e infine due ordinarie, da tre metri l’una, per tutti gli altri veicoli. Ma è legale? Secondo il C.d.S. la larghezza minima della corsia di marcia è di 3,25m, mentre qui si parla di due corsie da 3m l'una che non rispetterebbero i requisiti minimi di legge. Inoltre sempre il C.d.S. non prevede alcuna corsia d'emergenza. È chiaro che non è accettabile che per due anni si siano trascurate la segnaletica verticale e orizzontale, lasciando al libero arbitro l'interpretazione delle corsie e autorizzando la totale anarchia di chi ha utilizzato la strada. Ma siamo sicuri che tale provvedimento sia necessario? La realizzazione di un'ulteriore corsia potrebbe anche non portare i benefici sperati. Gli uffici comunali sono dotati di un programma per simulare i flussi di traffico e ci piacerebbe conoscere le analisi effettuate che rispecchino i vantaggi del passaggio da due a tre corsie. Tra le misure prioritarie invece vi sarebbero l'eliminazione dei due semafori di via Perpignano e piazzale Giotto, migliorati gli svincoli di ingresso e uscita dalla corsia centrale, installati dei pannelli a messaggio variabile per migliorare la comunicazione di eventuale incidenti o rallentamenti. Visti i tempi che si prospettano per la realizzazione dei lavori (4 mesi), sarebbe necessario chiedere se è giusto ripristinare la strada allo stato pre-ordinanza ed effettuare un'approfondita analisi per capire se la nuova ordinanza sia valida, non violi articoli del C.d.S. e sia realmente necessaria.

Leggi tutto    Commenti 31
Articolo
12 apr 2019

Riders e aree pedonali, un rapporto platonico

di Antony Passalacqua

Palermo - Il mantenimento del decoro urbano è un tema abbastanza importante e sensibile per una città che vuol proiettare un'immagine più elegante in ambito internazionale: turismo, promozione culturale. Uno fra gli elementi che oggi andiamo a focalizzare riguarda proprio il mantenimento del concetto di "pedonalizzazione" nelle aree pedonali e la loro costante "invasione". A quanti di voi sarà capitato di vedere sfrecciare scooter all'interno di aree pedonali, o anche contromano, durante le operazioni di "food delivery"? Ne sono un esempio le immagini che ci inviano da piazza Olivella con scene che si presentano quasi con cadenza giornaliera. Ma non solo qui, ed altre segnalazioni ci giungono da piazza San Domenico, corso Vittorio Emanuele e persino via Maqueda. Tutte aree pedonali dove bisognerebbe salvaguardare la sicurezza e il decoro. Tralasciamo la questione igiene a chi di competenza e senza volerne fare di tutta l'erba un fascio (c'è già chi effettua questo lavoro in bici), riteniamo che siano necessari dei provvedimenti quali telecamere e presidi affinché si possano evitare scene come in foto e salvaguardare anche la sicurezza dei pedoni. Foto: F.C.

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
12 apr 2019

Piano Urbano Mobilità Sostenibile | E’ online il questionario

di Giulio Di Chiara

Mentre vanno avanti gli incontri presso le circoscrizioni relativamente al processo partecipativo avviato dal Comune di Palermo, è possibile compilare online l'apposito questionario sulla mobilità sostenibile. Anche se ci preme sottolineare che si tratta dello stesso questionario che venne lanciato lo scorso anno a Settembre  in occasione della Settimana Europea della Mobilità. Sarebbe utile poter conoscere il totale complessivo degli utenti che hanno partecipato. I cittadini possono compilarlo accedendo al seguente link https://mobilitasostenibile.comune.palermo.it/questionario-pums.php Gli esiti, secondo quanto riportato dal Comune di Palermo, saranno successivamente resi noti sul sito istituzionale. Nel frattempo rendiamo noto il prossimo incontro con i cittadini, quello di giorno 19 aprile 2019 alle ore 9,30 presso i locali della VII Circoscrizione siti in via Eleonora Duse civ. 31.

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
09 apr 2019

Treno+bus, un’alternativa per raggiungere Mondello

di Antony Passalacqua

Palermo - Si avvicina la nuova stagione estiva, e con essa si riproporranno (speriamo di no...) gli annosi problemi che gravano su Mondello. Decoro, sicurezza, abusivismo, e mobilità. Oggi vogliamo riproporre una proposta che lanciammo due anni fa per un collegamento fra Palermo e Mondello e complementare alla linea 806, sfruttando la linea del Passante Ferroviario. Mondello è servita dalle linee  544, 603, 614, 606 che si alterna stagionalmente, e infine 806. Ed è proprio su quest’ultimo collegamento, utilizzato da tanti utenti provenienti dalla parte Sud della città, che si focalizza la nostra proposta da attuare durante la stagione balneare e che oggi rispolveriamo alla luce della riapertura del Passante Ferroviario. La 806 durante i mesi estivi presenta determinate criticità che si ripercuotono soprattutto sulla linea 101. Essendo una linea stagionale, ha bisogno di una maggiore capacità di carico e per questo sfrutta i bus autosnodati che vengono inevitabilmente sottratti dalla linea 101. Col risultato che durante l’orario estivo,  proprio la linea 101 diventa quasi impossibile da poter prendere lungo via Roma durante gli orari di punta: tanti utenti che devono raggiungere la 806 e che si aggiungono agli utenti abitudinari ma a bordo di un bus da 12m. In sostanza si riduce la capacità di trasporto del 101 a fronte di una maggiore domanda. E allora ci vogliamo soffermare su questo aspetto proprio per alleggerire la 101 nel tragitto fra la Stazione C.le e piazza Sturzo (capolinea 806) ed anche la 806 fino a Mondello al fine di evitare di vedere “carri bestiame” e/o utenti costretti a rimanere a terra. E non sono poche le scene che si vedono lungo via Libertà. Il Passante Ferroviario garantisce oggi un collegamento fra Palermo Centrale e  la fermata Palermo Tommaso Natale, ogni ora al minuto 08 e con fermate a Guadagna, Vespri, Orleans, Lolli, Notarbartolo, Francia, San Lorenzo, La Malfa e Cardillo. Giunti a Tommaso Natale, una navetta express gratuita senza fermate intermedie che dal nuovo parcheggio esterno alla fermata (ad oggi ancora chiuso per difformità della segnaletica e privo di illuminazione) potrebbe fare da spola con Mondello in corrispondenza degli orari di arrivo dei treni. I vantaggi sarebbero non indifferenti: il comfort di poter viaggiare seduti comodamente e con aria condizionata, tempi certi di arrivo, alleggerimento traffico utenti lungo gli assi via Roma-viale della Libertà e tempi sicuramente inferiori rispetto a quelli impiegati dal 101 e 806 messi assieme dalla Stazione Centrale a Mondello, e pari a oltre un'ora. Oggi un treno impiega già 39′ da Centrale fino a Tommaso Natale,  e da considerare possibili variazioni  già col prossimo orario estivo da Giugno dove potrebbe esserci un incremento delle corse. Entro 55' circa circa si arriverebbe ad un collegamento dal pieno centro città fino a Mondello. Senza problemi di parcheggio, senza stress da traffico, senza la preoccupazione di vedersi arrivare bus sovraffollati e rimanere alla fermata. Tempi che potrebbero abbassarsi col nuovo orario estivo Trenitalia. Il collegamento vuole solo essere complementare alla linea 806, ma potrebbe rappresentare un'alternativa alla eventuale realizzazione della tranvia su Mondello. La proposta è stata inoltrata all'assessorato di competenza, con l'auspicio che ne possano tenere conto.

Leggi tutto    Commenti 10
Articolo
09 apr 2019

Viabilità | A29 Palermo-Mazara del Vallo: Martedì 9 Aprile chiusa la corsia di sorpasso in direzione palermo

di Fabio Nicolosi

Nella giornata di domani, martedì 9 aprile, saranno ultimati gli interventi di ripristino agli impianti elettrici, danneggiati in seguito a furti di cavi di rame, a servizio dei pannelli a messaggio variabile delle gallerie “Sferracavallo” e Isola delle Femmine” lungo l’autostrada A29 “Palermo-Mazara del Vallo”. Tra le ore 9:30 e le ore 16:00 sarà pertanto necessario istituire un restringimento di carreggiata in direzione Palermo, con chiusura della corsia di sorpasso, dal km 3,300 al km 2,250. Tali interventi, inizialmente previsti per la fine di marzo, erano stati rinviati a causa delle condizioni meteo non favorevoli e pertanto, salvo cambiamenti climatici, saranno effettuati nella giornata di domani. Al fine di prevenire l’azione criminale e il vandalismo sugli impianti stradali e autostradali, Anas ha in corso investimenti per 60 milioni di euro a livello nazionale, di cui un terzo è destinato alla Sicilia.

Leggi tutto    Commenti 0