Proposta
26 mag 2015

Spegnere il semaforo di via Pollaci e delimitare meglio il ponte Calatafimi

di peppe2994

Tutti in attesa perché se c'è un semaforo rosso si presume che prima o poi diventi verde consentendo di andare dritto ed immettersi sul ponte a scendere. Ed invece no, il semaforo di via Pollaci rimane perennemente rosso, mentre l'indicatore luminoso di svolta a destra sempre verde. Le persone aspettano, aspettano... poi si stancano di aspettare un verde che non arriva mai e tirano dritto, svoltando a sinistra verso Calatafimi Bassa ed ignorando il cartello di obbligo svolta a destra. Questa manovra è pericolosa oltre che d'intralcio alla circolazione, quindi non sarebbe il caso di eliminare suddetto semaforo? Ed ancora visto che i furbetti che effettuano la manovra descritta sopra sono in aumento sarebbe anche il caso di pensare ad una barriera divisoria fisica sul ponte. Anche un cordolo potrebbe bastare come deterrente.

Leggi tutto    Commenti 2
Proposta
21 mag 2015

Una nuova corsia protetta in via Terrasanta

di ruggys

Percorrere ogni giorno via Terrasanta è una sfida, quasi sempre persa in partenza. In scooter ti salvi, ma con la macchina superare questi 1300 metri è un problema. E da dove nasce questo problema? Scontato, le auto posteggiate in seconda (e a volte terza) fila. Con una particolarità, che essendo il posteggio parallelo su entrambi i lati, la doppia fila è a destra e a sinistra. Gli incivili palermitani alle volte si affiancano in doppia fila, con il risultato vergognoso che una strada larghissima si riduce a un budello dove passa a malapena un'auto alla volta. Inoltre, questo tappo di bottiglia causa ingorghi a partire dall'incrocio semaforico tra via Sciuti e via Notarbartolo, poichè le auto proveniente da Via Sciuti si imbottigliano all'ingresso su via Terrasanta (anche a causa dell'assurda durata ridotta del verde per chi proviene da via Sciuti, tondo giallo). Ora, lancio questa proposta che tenta di risolvere con le cattive l'atavica mancanza di civiltà dei nostri concittadini. Premesso che in via Terrasanta transita la linea 118 (Francia-Basile), forse la vittima maggiore ; la mia proposta verte intorno alla creazione di una corsia protetta da cordoli sul lato destro della carreggiata (colore rosso), partendo da via Notarbartolo fino almeno all'incrocio con via Catania. Questa corsia favorirebbe in primis l'autobus e i vari mezzi autorizzati, ma indirettamente armonizzerebbe la situazione lungo tutta l'arteria, dato che si impedirebbe il posteggio (e la doppia fila) su tutto il lato destro.  A questo punto già sento le urla e i piagnistei dei "commercianti e residenti" che si lamenterebbero random delle perdite di parcheggi, dei cali delle vendite di oltre l'80% e via dicendo. Una mia ulteriore proposta, che comunque lascio valutare a voi, è di istituire il parcheggio a lisca di pesce lungo tutto il lato sinistro della carreggiata (colore verde chiaro): in questo modo, il numero di parcheggi persi si compenserebbe, e si eviterebbe di lasciare l'altra odiosa doppia fila a sinistra (soprattutto quella causata dai furgoni che scaricano al supermercato Sisa). Faccio notare che via Terrasanta, senza auto in doppia fila, contiene COMODAMENTE 4 corsie per senso di marcia (due per parcheggi e due centrali grandi percorribili), quindi anche con la corsia riservata a destra e i parcheggi a lisca di pesce a sinistra, rimarrebbero due corsie percorribili, anche se più risicate. Infine, vi invito a considerare la stessa modifica per via Brunetto Latini, altro budello di auto in seconda fila (causa Poste stavolta), dove peraltro i posteggi sacrificati sarebbero davvero pochi (ma anche qui resta l'idea dei parcheggi a lisca di pesce sul lato sinistro (colore verde scur o). E in ultimo, per la continuazione di via Terrasanta, ovvero via Giacomo Cusmano, ma non per il primo tratto, ossia da via Catania a via Turrisi Colonna, che considero troppo stretto per una corsia riservata.

Leggi tutto    Commenti 7
Proposta
20 mag 2015

Nuovo impianto Semaforico a Boccadifalco

di GIUFALZ

Salve a tutti, vi scrivo per una proposta da sottoporre all'attenzione del comune di Palermo. Installazione di un impianto semaforico a Boccadifalco, tra l'inizio del paese , Via Pitrè, Via Maddalena Umberto e via Bologni. Incrocio nel quale ci sono 2 scuole una Elementare e una scuola Media. Sarebbe una giusta soluzione adottare 4 semafori 24/24  essendo l'incrocio molto stretto e di visuale limitata.  

Leggi tutto    Commenti 2
Proposta
15 mag 2015

Piazza Indipendenza: una telecamera contro i furbi

di fabio77

Questa immagine tratta da Street View, risalente al mese di novembre del 2014, immortala in flagrante un incauto automobilista che provenendo da piazza della Pinta, commette l'infrazione di svoltare in direzione di Corso Re Ruggero, piuttosto che dirigersi verso piazza Indipendenza. Prendendo spunto da questa gustosa chicca, mi permetto di avanzare una proposta al comune di Palermo: visto e considerato che la suddetta svolta conta innumerevoli seguaci, rappresentando di diritto un classico ed un fulgido esempio della scorrettezze automobilistiche perpetrate all'ombra del monte Pellegrino, perchè non mettere una telecamerina da quattro soldi che provveda a filmare le prodezze dei nostri eroi??? Specialmente nei primi tempi, considerando l'effetto sorpresa, il Comune potrebbe incassare dalle contravvenzioni una valanga di soldi...

Leggi tutto    Commenti 10
Proposta
13 mag 2015

Abbattiamo l’ecomostro a Sant’Erasmo

di Mr.Head

Faccio riferimento all' edificio che si trova a Sant' Erasmo, che dopo un tentativo di recupero, per anni è rimasto abbandonato; adesso versa in condizioni di degrado e fatiscenza, insomma un ecomostro! Visto che la struttura non conserva più nessuna valenza storica, abbattendolo e allargando la sede stradale, potrebbe migliorare la circolazione! La rimanente parte potrebbe essere utilizzata come verde, godendo di una meravigliosa vista detl golfo.

Leggi tutto    Commenti 15
Proposta
11 mag 2015

Proposta per una nuova viabilita di Piazza Ignazio Florio

di watson

Buongiorno, vi seguo da tempo e ho deciso di scrivere questo post per segnalare una situazione ormai insostenibile: Piazza Ignazio Florio Da abitante del quadrilatero via Mariano Stabile, piazza Florio e via principe di Scordia, da mesi noto un aumento della congestione del traffico nella zona, le cui cause sono da addebitarsi a 3 motivi: 1) macchine in seconda o terza fila che rallentano, e spesso intasano, il flusso regolare del traffico: l'incrocio tra via M. Stabile e via p.pe di Scordia è un esempio di parcheggio acrobatico! 2) pedonalizzazione selvaggia di via p.pe di Belmonte parte bassa con relativa concellazione di circa 60 posti auto, unito all'aumento dei magistrati o politici in zona ognuno dei quali giustamente fa togliere i posti auto davanti al proprio portone. 3) senso di marcia unico in tutta la zona: immettendomi in piazza Florio non ho sbocchi per poter tornare in via p.pe di Scordia, perché via p.pe di Granatelli è diretta verso monte, via p.pe di Belmonte chiusa e via ammiraglio Gravina verso monte. Tralasciando ogni giudizio sull'utilità della pedonalizzazione di via p.pe di Belmonte, ora si è aggiunta la chiusura di via Michele Amari, unico sbocco veloce su via Emerico Amari! Questa chiusura fa si che se io dall'incrocio tra via M. Stabile e via p.pe di Scordia per tornare in via Scordia debba immettermi in piazza Florio e da li per forza inserirmi attraverso un unico senso in via Roma, dove è presente un semaforo, da li in via e. amari (parzialmente chiusa) con code assurde e quindi di nuovo in via scordia. Potrà risultare caotico a leggersi ma vi assicuro che è peggio farlo alle 11 di mattina: si fanno code anche di 20 minuti per 200 metri di strada, con conseguente concerto di clacson e smog alle stelle. La mia proposta è il cambio di senso di via ammiraglio Gravina all'interazione con via Michele Amari e contemporaneamente il cambio di senso di via p.pe Granatelli fino all'innesto con via la Masa e obbligo di svolta a dx per reimmettersi in via Stabile. Che ne pensate?

Leggi tutto    Commenti 2
Proposta
11 mag 2015

Spegnimento semaforo Viale Lazio – Viale Campania

di dimrob

Dopo la chiusura del tratto di viale Lazio compreso tra la via Libertà e il viale Campania, gran parte degli automobilisti, provenienti da piazza Don Bosco, per raggiungere la circonvallazione o la parte alta della città, imboccano via Pasubio e si riversano su viale Piemonte. A questo punto il flusso di macchine in quest'ultima via aumenta considerevolmente, creando, nei giorni lavorativi, grosse file di attesa. La mia proposta è quella di spegnere il semaforo situato all'incrocio dei viali Piemonte e Campania con viale Lazio. La presenza del semaforo non ha più una sua utilità visto che da destra non arrivano più nessuno, si potrebbe quindi favorire un flusso continuo di automobili verso viale Campania o con svolta continua a sinistra verso viale Lazio. Quei pochissimi veicoli che provengono dalle abitazioni situate nel breve tratto chiuso potrebbero svoltare obbligatoriamente a destra in viale Campania e tornare indietro non appena possibile su via Lazio (anche da via Brigata Verona). Considerando che i lavori dureranno fino al 2017 se non anche di più, penso che sia un'ottima soluzione per evitare ingorghi pazzeschi specialmente nei mesi invernali.

Leggi tutto    Commenti 5