Proposta
18 giu 2015

Rete filoviaria a Palermo

di Mr.Head

In questi anni abbiamo assistito ad una vera e propria  rivoluzione nel campo del trasporto pubblico della città: Tram; Passante Ferroviario; Anello Ferroviario e forse in futuro anche la MAL. Presto questi mezzi pubblici cambieranno le abitudini del palermitano in termini di mobilità, con la speranza di utilizzare sempre meno il mezzo privato. Non possiamo però non costatare, con grande rammarico, la scarsissima attenzione rivolta al centro storico. Infatti queste opere hanno escluso (o quasi) la parte più antica della città! Recentemente abbiamo assistito alle difficoltà incontrate nei lavori del Passante Ferroviario e quanto possa essere fragile il sottosuolo!   L' ipotesi di costruire  una rete tranviaria potrebbe essere una soluzione ma risulterebbe invasiva e costosa. Allora perché non pensare ad un mezzo di trasporto alternativo? La soluzione potrebbe essere un sistema di rete FILOVIARIA: non ci sono interventi invasivi per la costruzione; ecologico; economico e non provoca vibrazioni dannosi al patrimonio architettonico. Che ne pensate?        

Leggi tutto    Commenti 14
Proposta
12 giu 2015

Nuovo look per via Emerico Amari

di Giugiu

Per il completamento dell'anello ferroviario si lavora in via Emerico Amari. Conclusi questi lavori sarebbe la volta buona per dare un nuovo aspetto alla strada che viene percorsa da migliaia di turisti/croceristi  che dal Porto raggiungono a piedi le vie del centro. Ecco la  mia proposta per il tratto Porto-Via Roma: Creare uno spartitraffico centrale di ridotte dimensioni dove mettere a dimora oleandri o pitosfori (o piante comunque facilmente gestibili) creare in uno dei marciapiedi una pista ciclabile e  dalla parte opposta spazi di sosta limitata a 15 minuti con parchimetri; sostituire l'impianto di illuminazione pubblica con apparecchi di design da inserire anche nello spartitraffico centrale; creare nell'incrocio con via Francesco Crispi, una rotatoria utilizzando gli spazi davanti i due "grattacieli". Niente di più, tutto molto facile e alla portata delle sempre, apparentemente, vuote casse comunali.

Leggi tutto    Commenti 11
Proposta
09 giu 2015

Una rotatoria a Piazza Boiardo (staz. Notarbartolo)?

di fabrizio65

Una mia proposta per evitare che la cosiddetta rotatoria (che così non è) di piazza Boiardo (stazione Notarbartolo) diventi in maniera permanente punto critico per la già caotica nostra città, a causa del restringimento da 4/5 corsie ad una sola che si verifica nell'immissione sul ponte di via Notarbartolo in direzione monte (verso via Leonardo da Vinci): 1) consentire, tramite semaforo, l'attraversamento della linea tramviaria in corrispondenza della curva di arrivo al terminale. Ciò comporta l'interruzione di un tratto dei parapetti di segregazione della sede tranviaria. Il semaforo potrebbe essere attivato solo in occasione del passaggio dei tram; 2) impedire la confluenza dei veicoli provenienti da via Mario Rapisardi, come avviene oggi, indicando invece a chi deve accedere a via Notarbartolo di svoltare a sinistra su via Sciuti, in corrispondenza del semaforo dell'incrocio Sciuti/Rapisardi; 3) impedire a chi giunge a piazza Boiardo, provenendo da via Rapisardi oltre il semaforo con via Sciuti, di immettersi su via Notarbartolo, ma deviare il flusso su via Ariosto e quindi su via Sciuti, per chi deve raggiungere via Notarbartolo; pertanto andrebbe posta una barriera inaccessibile che separi piazza Boiardo e via Notarbartolo, sul lato monte, mentre andrebbe consentita la svolta a sinistra a chi percorre la via Notarbartolo in direzione valle (porto), per potere raggiungere la stazione ferroviaria e via Ariosto. Questi accorgimenti determinerebbero lo scorrimento fluido del traffico di via Notarbartolo in direzione monte, come già avviene in direzione valle da quando hanno invertito il senso di marcia di via Generale di Maria (ossia da quando non c'è più la confluenza su via Notarbartolo). Ovviamente dovrebbe essere consentito la circolazione rotatoria di piazza Boiardo, per consentire a bus, taxi ed accompagnatori di viaggiatori di accedere alla stazione ferroviaria. Che ne pensate?

Leggi tutto    Commenti 4
Proposta
08 giu 2015

Una MAL per Monreale?

di Piero1994

Salve, ogni giorno tantissimi turisti si recano a Monreale, e non con poche difficoltà. Se non prendono il taxi devono prendere per forza l'autobus (amat o ast) o il bus turistico, entrambi in mezzo al caos di Corso Calatafimi. A seguito dell' incontro di ieri sulla mobilità a Palermo mi è parso di capire che i tempi per la MAL Oreto-Mondello saranno lunghi, e ho pensato: Perchè non collegare la città di Palermo con Monreale? In questo modo si collegherebbe al centro anche una fetta di periferia tagliata fuori da tram e passante ferroviario. Premetto che non ho competenze tecniche su come si realizzi una metropolitana automatica leggera, la mia è solo un' idea, non so nemmeno se la stazione dovrebbe essere una già esistente (Ho scritto Orleans nella mappa ma potrbbe essere anche la Staz.C/le) o potrebbe essere una del tutto nuova. Non so nemmeno come sia la situazione sottoterra, ma penso si possa scavare dato che anni fa si parlava di una tangenziale sotterranea in zona. Inoltre questa ipotetica linea non servirebbe solo ai turisti ma anche a tutti i cittadini delle zone di Rocca, Calatafimi, Mezzomonreale, Borgo Molara, Aquino, Pagliarelli. Che ne pensate?  

Leggi tutto    Commenti 12
Proposta
03 giu 2015

Segnalazione online VV.UU.

di maikko

Ciao, secondo voi sarebbe possibile studiare un'app che permetta di fare segnalazioni ai Vigili Urbani in merito ad infrazioni di qualsivoglia genere, ovviamente documentabili fotograficamente, che sarebbero inviate per esempio via PEC da utenti registrati, appunto dalla propria PEC Personale, così da rendere più fruttuose tutte le segnalazioni? Giuridicamente ci sarebbe spazio per un meccanismo del genere? Il comune potrebbe fare un "accordo" con una società o un'associazione per recepire quetse segnalazioni? Sulla falsa riga di quanto avvenuto a Bagheria, si potrebbe proporre al comune di attivare un numero telefonico a cui fare le segnalazioni via whatsapp, per esempio... oppure creare un'app apposita di MobilitaPalermo  che funga sia da "mobili-social" per gli utenti iscritti al sito, sia da piattaforma di segnalazione per i VV.UU. Si potrebbe rilasciare una versione "speciale" per i VV.UU. che, acquisite e tracciate le segnalazioni, le possano "velocemente" prendere in carico e risolvere...

Leggi tutto    Commenti 12
Proposta
26 mag 2015

Spegnere il semaforo di via Pollaci e delimitare meglio il ponte Calatafimi

di peppe2994

Tutti in attesa perché se c'è un semaforo rosso si presume che prima o poi diventi verde consentendo di andare dritto ed immettersi sul ponte a scendere. Ed invece no, il semaforo di via Pollaci rimane perennemente rosso, mentre l'indicatore luminoso di svolta a destra sempre verde. Le persone aspettano, aspettano... poi si stancano di aspettare un verde che non arriva mai e tirano dritto, svoltando a sinistra verso Calatafimi Bassa ed ignorando il cartello di obbligo svolta a destra. Questa manovra è pericolosa oltre che d'intralcio alla circolazione, quindi non sarebbe il caso di eliminare suddetto semaforo? Ed ancora visto che i furbetti che effettuano la manovra descritta sopra sono in aumento sarebbe anche il caso di pensare ad una barriera divisoria fisica sul ponte. Anche un cordolo potrebbe bastare come deterrente.

Leggi tutto    Commenti 2
Proposta
21 mag 2015

Una nuova corsia protetta in via Terrasanta

di ruggys

Percorrere ogni giorno via Terrasanta è una sfida, quasi sempre persa in partenza. In scooter ti salvi, ma con la macchina superare questi 1300 metri è un problema. E da dove nasce questo problema? Scontato, le auto posteggiate in seconda (e a volte terza) fila. Con una particolarità, che essendo il posteggio parallelo su entrambi i lati, la doppia fila è a destra e a sinistra. Gli incivili palermitani alle volte si affiancano in doppia fila, con il risultato vergognoso che una strada larghissima si riduce a un budello dove passa a malapena un'auto alla volta. Inoltre, questo tappo di bottiglia causa ingorghi a partire dall'incrocio semaforico tra via Sciuti e via Notarbartolo, poichè le auto proveniente da Via Sciuti si imbottigliano all'ingresso su via Terrasanta (anche a causa dell'assurda durata ridotta del verde per chi proviene da via Sciuti, tondo giallo). Ora, lancio questa proposta che tenta di risolvere con le cattive l'atavica mancanza di civiltà dei nostri concittadini. Premesso che in via Terrasanta transita la linea 118 (Francia-Basile), forse la vittima maggiore ; la mia proposta verte intorno alla creazione di una corsia protetta da cordoli sul lato destro della carreggiata (colore rosso), partendo da via Notarbartolo fino almeno all'incrocio con via Catania. Questa corsia favorirebbe in primis l'autobus e i vari mezzi autorizzati, ma indirettamente armonizzerebbe la situazione lungo tutta l'arteria, dato che si impedirebbe il posteggio (e la doppia fila) su tutto il lato destro.  A questo punto già sento le urla e i piagnistei dei "commercianti e residenti" che si lamenterebbero random delle perdite di parcheggi, dei cali delle vendite di oltre l'80% e via dicendo. Una mia ulteriore proposta, che comunque lascio valutare a voi, è di istituire il parcheggio a lisca di pesce lungo tutto il lato sinistro della carreggiata (colore verde chiaro): in questo modo, il numero di parcheggi persi si compenserebbe, e si eviterebbe di lasciare l'altra odiosa doppia fila a sinistra (soprattutto quella causata dai furgoni che scaricano al supermercato Sisa). Faccio notare che via Terrasanta, senza auto in doppia fila, contiene COMODAMENTE 4 corsie per senso di marcia (due per parcheggi e due centrali grandi percorribili), quindi anche con la corsia riservata a destra e i parcheggi a lisca di pesce a sinistra, rimarrebbero due corsie percorribili, anche se più risicate. Infine, vi invito a considerare la stessa modifica per via Brunetto Latini, altro budello di auto in seconda fila (causa Poste stavolta), dove peraltro i posteggi sacrificati sarebbero davvero pochi (ma anche qui resta l'idea dei parcheggi a lisca di pesce sul lato sinistro (colore verde scur o). E in ultimo, per la continuazione di via Terrasanta, ovvero via Giacomo Cusmano, ma non per il primo tratto, ossia da via Catania a via Turrisi Colonna, che considero troppo stretto per una corsia riservata.

Leggi tutto    Commenti 7

Ultimi commenti