Articolo
06 mag 2015

Bastano due pensiline per creare un capolinea? La cattiva gestione delle aree di sosta per i pullman

di peppe2994

In molti ricorderete i proclami di fine anno, quando il comune annunciava entusiasta l'imminente spostamento del terminal bus extraurbani presso parcheggio Basile, andando così a decongestionare la via Paolo Balsamo (peraltro quasi dimezzata dopo la realizzazione del capolinea tranviario), la via Ernesto Basile bassa ed il Foro Italico sempre pieni di pullman in sosta proibita:   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 3
Articolo
05 mag 2015

Palermo-Catania in treno, 14 nuovi collegamenti in più

di Antony Passalacqua

Palermo - Catania in treno in 2 ore e 44 minuti. Quattordici corse al giorno, sette in ciascuna direzione, con la frequenza di un treno ogni due ore. Un’offerta complessiva di oltre duemila posti al giorno, fino a venti giorni fa erano 300, per un viaggio comodo e sicuro a bordo dei treni Minuetto Trenitalia. Biglietto intera tratta 12,50 euro. I nuovi collegamenti ferroviari tra Palermo e Catania sono entrati in vigore dal 3 maggio e rappresentano il primo concreto frutto di un lavoro iniziato già da diversi mesi e finalizzato a una rimodulazione generale dell’offerta ferroviaria siciliana per renderla più adeguata alle differenziate esigenze dei viaggiatori, con corse frequenti e capillari intorno ai centri urbani e veloci tra i capoluoghi. Un modello efficace che Trenitalia, come partner tecnico, ancor prima che come gestore del servizio, sta proponendo alle amministrazioni regionali con cui interloquisce. Il crollo del viadotto dell’A19 è stato l’input per concretizzare da subito questo modello sulla direttrice Palermo - Catania, offrendo quindi un beneficio immediato per i due capoluoghi, ma anche per Termini Imerese, Caltanissetta ed Enna. Con il prossimo orario di dicembre questa nuova impostazione, che la Regione Siciliana in qualità di programmatrice dell’offerta ha fatto propria, coinvolgerà anche le altre direttrici ferroviarie dell’isola. Il potenziamento dell’offerta a 14 corse giornaliere sulla Palermo - Catania fa seguito a un primo tempestivo provvedimento che, lo scorso 13 aprile, aveva portato a istituire due corse aggiuntive alle due già in orario. Da allora il numero dei passeggeri che sceglie il treno è in costante e forte crescita. Ad attrarre i viaggiatori sono soprattutto i tempi di viaggio, ridotti in maniera significativa rispetto al passato, e oggi molto competitivi, grazie ad una ristrutturazione complessiva dell’orario e ad alcuni interventi sull’infrastruttura che hanno permesso di migliorare l’efficienza della linea. Per allestire i nuovi collegamenti tra Palermo e Catania è stata rimodulata l’offerta anche sulle direttrici Palermo – Agrigento e Palermo - Termini Imerese con la modifica degli orari di partenza e arrivo di circa 120 corse. Per consultare gli orari basta collegarsi al sito trenitalia.com. Ulteriori informazioni sui media del Gruppo FS Italiane: il sito istituzionale fsitaliane.it, il profilo twitter @fsnews_it, la web TV e la web radio. I biglietti possono essere acquistati presso le biglietterie di Trenitalia e, dal 2 maggio, anche da self service, sito trenitalia.com e punti vendita convenzionati. Qui la tabella riepilogativa coi nuovi orari:

Leggi tutto    Commenti 16
Proposta
05 mag 2015

Chiudere svolta tram linea 1 da Corso dei Mille a via Balsamo

di basilea

A causa della gelateria Ciccio Adelfio, occorrebbe delimitare con i muretti perimetrali anche la curva del tram da Corso dei Mille a via Balsamo. In questo modo le auto non potrebbero svoltare in direzione via Lincoln e svoltare obbligatoriamente a destra. I tram così potranno circolare in sede propria e le auto giungerebbero da via Balsamo in via Lincoln arrivando fino all'attraversamento tranviario successivo. Altrimenti specie nei festivi si bloccherà tutto, tram compreso.

Leggi tutto    Commenti 7
Segnalazione
16 gen 2015

Quando il panormosauro ti blocca il 101

di Antony Passalacqua

Una delle tante scene a cui assistiamo quotidianamente, ma che riproponiamo giusto per spolverare la memoria. Ci troviamo all’incrocio fra via Villa Sofia viale della Croce Rossa, con un autosnodato della linea 101 bloccato  poco prima del suo arrivo al capolinea di viale del Fante. Il bus è rimasto bloccato per oltre 30minuti fino all’arrivo della Polizia Municipale che ha provveduto a sanzionare. Da notare nel frattempo le vetture che si erano cumulate lungo viale Croce Rossa, con conseguenti corse saltate dal capolinea di viale Del Fante. Oltre alla sanzione ci sarebbe anche la possibilità di denuncia per interruzione di servizio pubblico? Si. Inutile negare i problemi dell’Amat; potenziare il numero delle vetture in strada è priorità, ma finchè ci saranno panormosauri come questi, la parola puntualità per determinate linee sarà solo utopia.

Leggi tutto    Commenti 0    Proposte 0
Articolo
29 mar 2014

Palermo continua a soffocare nello smog

di Antony Passalacqua

Problema smog in città, e ne parla Repubblica Palermo con Sara Scarafia. Tanti annunci, molti dei quali senza alcun riscontro. Piazze sulla carta pedonali ma che attendono i paletti dissuasori, piste ciclabili (quelle poche presenti) invase dalle auto, molte strade senza corsia preferenziale per garantire una maggiore velocità ai bus, l'assenza del biglietto unico bus/ferrovia (e tram), il silenzio sulla ristrutturazione della nuova rete bus. Infine il provvedimento di ampliamento dei marciapiedi via Maqueda, che ancora oggi dopo vari mesi, attendono gli interventi. Un'attesa che rischia di diventare un nuovo bluff che offre  spazio a facili populismi,  e che vedono nelle strade chiuse alle auto la causa del fallimento di tanti negozi   (altro…)

Leggi tutto    Commenti 11
Articolo
24 dic 2013

Come volevasi dimostrare: Via Roma riapre alle auto

di Comitato

Dal 30 Dicembre via Roma riaprirà alle auto. Dopo i grossi dubbi che abbiamo espresso, e le critiche arrivate da più parti nei confronti di questo provvedimento, finalmente l'Amministrazione Comunale ritorna sui suoi passi. E lo ribadiamo: Via Roma è l’unico asse interno al centro storico che va lasciato aperto al transito veicolare. Qui di seguito l'articolo del quotidiano La Repubblica-Palermo. (altro…)

Leggi tutto    Commenti 5