Proposta
03 nov 2017

Una rotonda fra via F. Pecoraino, via Ingham e via Ducrot?

di Salvatore Galati

Salve, Avete presente la via F. Pecoraino, la via Ingham e la via Ducrot? Sono tre vie servite dai cittadini per muoversi all'interno della zona industriale e anche per andare negli ipermercati li vicino e per raggiungere il centro commerciale. La via F. Pecoraino è la via più trafficata di questa zona, per molte attività commerciali, ma anche per comodità. Purtroppo questa strada è al buio e presenta un'asfalto molto pericoloso. Ricordo che questa strada e le strade che fanno parte della zona industriale, non sono di competenza del comune, ma dell'ex Asi, che ora si chiama Irsap (Istituto Regionale per lo Sviluppo delle Attività Produttive - Ente Pubblico non economico), quindi la competenza della manutenzione è di questo ente. In via F. Pecoraino, molti automobilisti e trasportatori di tir sfrecciano a velocità molta alta, anche in prossimità di questo incrocio ed essendo molto ampio, lo si rende molto pericoloso per la mole di auto e tir che vi transitano. Secondo me sarebbe opportuno creare una rotonda, in modo tale che, le auto e tir si incanalano nella rotonda con sicurezza, sia per chi viene da via F. Pecoraino, che dalle altre vie, ecco la rotonda: Direi che con un semplice intervento, si potrebbe creare una rotonda e rendere questa strada molto più sicura.

Leggi tutto    Commenti 3
Proposta
26 set 2017

Rotonda Leonardo da Vinci: eliminare il semaforo

di unaltronicola

Siamo a settembre, riprende il ritmo quotidiano e per chi ha questa sorte riprende l'incubo di dover attraversare la rotonda di Via Leonardo da Vinci. Quelli che scendono dalla Via Leonardo da Vinci osservano in lontanza quel maledetto semaforo che nel migliore dei casi scatta 3 volte prima di passare, chi viene dalla città o dalla direzione Trapani si tuffa in un magma di auto nella speranza di passare prima o poi. Nelle ore di punta è molto facile restare imbottigliati per un quarto d'ora ed a volte va anche peggio, rumore e gas di scarico da non parlarne. Per tentare di rimediare a questo incubo quotidiano propongo di istituire la "Rotatoria Motel AGIP" tra - la Via Uditore resa a senso unico dalla Via Leonardo da Vinci verso la Via Regione Siciliana - la corsia laterale della Via Regione Siciliana dalla Via Uditore alla Rotonda Leonardo da Vinci (con verso di percorrenza invertito rispetto ad oggi) - la Via Leonardo da Vinci dalla Rotonda alla Via Uditore (con verso di percorrenza invertito rispetto ad oggi). L'idea in fondo è semplice, per quanto sconcertante, e sono sicuro che qualcuno l'ha già pensato ma mi sembra una buona soluzione per cui la propongo. Note: - i flussi di traffico interessati in realtà non sono molto intensi, la Via Uditore non dovrebbe aver problemi particolari a svolgere il suo compito - il semaforo non può essere soppresso per via dei tram che, per quanto fastidiosi quando si è già imbottigliati, hanno comunque un impatto secondario rispetto all'incrocio tra autoveicoli - la rotatoria allungherebbe i percorsi critici di circa 250m ma è una distanza che a 30Km/h si copre in 30sec, un tempo irrisorio già rispetto ad un solo ciclo del semaforo che è almeno un paio di minuti - le traiettorie disegnate dagli spartitraffico vanno rifatte e ci sono dei vincoli di ogni genere sparsi qua e là, ma lo spazio per girare c'è

Leggi tutto    Commenti 2
Proposta
29 ago 2017

Una tangenziale lato mare?

di punteruolorosso

La ztl e la chiusura di via maqueda hanno creato qualche problema di attraversamento della città. Strade come la circonvallazione e il lungomare sono rimaste le uniche a sobbarcarsi il traffico pesante e non che ogni giorno ci rende più internazionali, producendo una quantità di polveri sottili che fa impallidire l'etna e gli altri problemi citati nel film di benigni. queste due strade sono martoriate da cantieri, ponti a rischio crollo e inciviltà. Un'infrastruttura di grande impatto che colleghi questi due mondi. Congiungere circonvallazione e lungomare in un unico anello autostradale che all’altezza di via messina marine-foro italico-cala-via crispi intercetti in un tunnel tutto il traffico diretto al porto o alla ztl. Le auto, arrivando da ogni parte della città, potrebbero essere lasciate nei parcheggi a servizio del centro, corrispondenti a fermate del tram, del passante e dell’anello. Tutte le città di mare hanno pensato a un’integrazione fra la grande viabilità e il proprio porto. Genova con il cavalcavia. Noi magari con un tunnel, costa parecchi euro, ma muoverebbe un po’ l’economia e libererebbe un sacco di spazi in superficie. E ancora: con lo spostamento del porto commerciale su termini imerese si potrebbero togliere le barriere che oggi impediscono la vista del mare da via crispi, e affondare un bel po’ di banchine. Secondo me la vera tangenziale è quella del mare.

Leggi tutto    Commenti 12
Proposta
20 lug 2017

Rotonda Leonardo da Vinci: eliminare il semaforo sulla corsia laterale direzione TP

di unaltronicola

Chi percorre la circonvallazione in direzione TP e volesse risalire a sinistra la via Leonardo da Vinci deve entrare nella corsia laterale subito dopo la Via Evangelista Di Blasi, andando incontro ad un terrificante incolonnamento fantozziano provocato dal semaforo per accedere alla rotonda. Inoltre tale semaforo, per quel poco tempo che consente il transito a chi si trova sulla corsia laterale, incide pesantemente sul traffico già complesso della rotonda. Il semaforo è indispensabile per regolare l'incrocio tra il flusso di veicoli proveniente dalla corsia laterale che si immette nella rotonda ed quello che dalla rotonda si dirige in via Holm per andare verso il centro, senza uno di questi due flussi il semaforo non avrebbe motivo di esistere. La mia proposta per eliminare tale semaforo è la seguente: - invertire il senso di marcia della corsia laterale nel tratto dalla rotonda alla Via Scobar. - via Scobar a senso unico dalla circonvallazione verso la via Holm - invertire il senso di marcia della Via Holm nel tratto dalla Via Scobar alla rotonda. Da notare che: - la corsia laterale della circonvallazione consente la marcia al più di due auto affiancate, lo stesso per la via Holm nonostante sia un po' più larga. - la via Scobar a senso unico e liberata dalle auto malamente posteggiate consente il passaggio di almeno 5 auto affiancate, quindi è in grado di reggere senza problemi il traffico congiunto.

Leggi tutto    Commenti 0
Proposta
10 lug 2017

Attraversamento pedonale Rotonda Viale Lazio

di unaltronicola

Abito nei pressi di Viale Lazio e spesso mi reco a piedi in Viale Michelangelo passando per le strisce pedonali che ho segnato con un cerchio rosso. Quell'attraversamento è regolarmente frequentato ed è molto pericoloso perché chi arriva con l'auto vede le strisce ed i pedoni alla fine della curva che sta affrontando in salita e solo all'ultimo istante può vedere quei pedoni che stanno sulla parte interna coperta dalla curva. A parte il fatto che quelle strisce sono SEMPRE SBIADITE propongo di mettere un cartello di attraversamento pedonale con segnalazione luminosa in corrispondenza del cerchio giallo che ho tracciato

Leggi tutto    Commenti 21
Proposta
29 giu 2017

Un cordolo per migliorare la viabilità di Via Marchese di Roccaforte?

di saverioragusa

Salve, volevo segnalare un'idea che mi è venuta passando in via marchese di roccaforte quasi quotidianamente. Il traffico è spesso abbondante e le macchine sono incolonnate già da via marchese di villabianca. La causa è spesso da ascrivere alle macchine in doppia fila davanti al negozio di abiti da sposa ma soprattutto a quelli di abbigliamento. La conseguenza è la costante invasione della corsia del bus,  perché non mettere un cordolo così da poter delimitare il passaggio dell'autobus, ridurre la via ad una corsia e impedire così che le macchine si mettano in seconda fila, vista la totale assenza di forze dell'ordine che facciano rispettare la legge? Potrebbe essere una soluzione per (forse) snellire un po' il traffico in una via che è spéssò troppo stretta per il carico di macchine che deve sopportare. È possibile fare una segnalazione anche all'ufficio traffico del comune?

Leggi tutto    Commenti 5
Proposta
05 giu 2017

Risolvere l’imbuto di Piazza San Francesco di Paola è possibile?

di Fabio Nicolosi

L'area di Piazza San Francesco Di Paola nelle ore di punta si trasforma in un enorme imbuto e spesso ci vogliono parecchi minuti per compiere una distanza minima. Analizziamo lo stato attuale: Com'è possibile vedere dall'immagine soprastante sono ben 7 i flussi veicolari che si incontrano: Da Via Cluverio verso Via Sammartino e Via Goethe Da Via Villa Filippina a Via Goethe Da Via Villa Filippina a Via Sammartino Da Via Villa Filippina a Via Paternostro Da P.zza S. Francesco di Paola a Via Goethe Da P.zza S. Francesco di Paola a Via Sammartino P.zza S. Francesco di Paola a Via Paolo Paternostro Tutti questi flussi, si ostacolano a vicenda e la presenza anche di due attraversamenti pedonali complica ulteriormente la situazione. Com'è possibile risolvere il problema? Ecco due proposte: 1) La prima proposta è quella di realizzare due aree pedonali, la prima tra Villa Filippina e Via Cluverio, la seconda tra Via Mariano Stabile e Via S. Oliva Le vetture provenienti dal tribunale saranno obbligate a svoltare a destra su Piazza San Francesco, poi a sinistra per poi tornare a sinistra verso Via Goethe e Via Sammartino, i punti critici potrebbero essere la svolta a destra tra Via Villa Filippina e Piazza San Francesco e la successiva svolta a sinistra con l'incontro con il flusso di auto provenienti da Via Mariano Stabile e Via Pignatelli Aragona. I punti a favore sono la possibilità di raggiungere Via Paternostro direttamente da Via S. Oliva e il minor numero di incroci nel tratto antistante Via Cluverio perché il flusso sarebbe già ordinato. Con la presenza dell'area pedonale l'attraversamento pedonale su Via Cluverio andrebbe abolito e verrebbe lasciato solo quello all'altezza di Piazza Giovanni Amendola 2) La seconda ipotesi realizzata da un nostro utente, prevede la pedonalizzazione solo del tratto iniziale della piazza, nei pressi della farmacia e realizzare una grossa rotatoria naturale sfruttando la parte di piazza più vicina a Villa Filippina. In questo caso il tappo si potrebbe verificare all'altezza di Via Villa Filippina angolo Piazza S. Francesco di Paola. Queste due soluzioni potrebbero risolvere il problema?

Leggi tutto    Commenti 3