Articolo
03 mar 2018

La bufala di Orlando e dei 3 milioni di metri cubi d’acqua sprecati…

di Fabio Nicolosi

Siamo ormai agli sgoccioli della campagna elettorale per le prossime elezioni nazionali e sappiamo che si fa a gara a chi la spara piú grossa.... Vi starete chiedendo e cosa c'entra? Martedì nella nostra casella di posta elettronica arriva il seguente comunicato stampa: "Non può che lasciare perplessi, per tempistica e modalità, la scelta comunicata stamattina dal Dipartimento Regionale dell'Acqua e dei Rifiuti di avviare uno svuotamento parziale (circa 3 milioni di metri cubi) della diga Rosamarina. Fermo restando che dopo anni di inattività è certamente ora che si avvi una seria manutenzione e pulizia di tutti gli invasi, non si capisce perché proprio ora, mentre le piogge non sono certamente finite, vi sia l'urgenza, con un provvedimento estemporaneo, di "ripristinare una sufficiente qualità", quando già da tempo l'AMAP si è attrezzata per il trattamento e la potabilizzazione dell'acqua di quell'invaso. Ancora siamo costretti a ribadire che, volutamente o inconsciamente, gli Uffici della Regione rischiano di operare scelte che aumentano la crisi invece che facilitarne la soluzione. Un dubbio ancora più forte quanto tali scelte apparentemente tecniche rischiano di condizionare quelle politiche e quelle che vorrà e potrà fare il Commissario straordinario di prossima nomina. Al Governo Regionale e a quello Nazionale chiediamo un urgentissimo intervento per evitare che la Regione sia ancora una volta protagonista di scelte che in futuro saranno additate come esempio di incapacità gestionale, se non peggio." Con queste parole Leoluca Orlando commenta la nota con cui il Dipartimento Regionale dell'Acqua e dei Rifiuti ha comunicato oggi che da domani inizierà un parziale svuotamento della diga Rosamarina per 24/36 ore per circa 20 metri cubi al secondo. Si allega la nota del Dipartimento Regionale. Fortunatamente al comunicato stampa veniva allegata la nota del Dipartimento Regionale dell'Acqua e dei Rifiuti che per correttezza alleghiamo... Se avete fatto attenzione, nella nota non vi è alcun riferimento alle cifre citate nel comunicato stampa diramato da Orlando, frutto di calcoli effettuati da chi non ha la minima idea di cosa si andrà a fare... E allora è giusto spiegare cos'è una cacciata di uno scarico di fondo e perchè si effettua. In un serbatoio (il famoso invaso che si forma a monte di una diga) può porsi il problema di dover intervenire per recuperare parte della capacità persa o per allontanare i sedimenti dalle opere di presa e di scarico. A tale scopo possono utilizzarsi le tecniche di flushing, dragaggio, sifonamento ed escavazione meccanica. La, già citata, tecnica del flushing consiste nel rimuovere i sedimenti utilizzando una corrente idrica, solitamente indotta con la stessa acqua del serbatoio aprendo gli scarichi di fondo. Il metodo può essere impiegato per recuperare la capacità interrita oppure solo per allontanare i sedimenti depositati in prossimità degli scarichi di fondo e delle opere di presa; in quest’ultimo caso, l’operazione prende generalmente il nome di spurgo o cacciata. Ricordiamo che lo scarico di fondo è un organo di manovra di una diga, costituito da una o più paratie (paratoie), le quali fungono da scarico dell'invaso. Posto in prossimità del fondo dell'invaso, è utile per il dissabbiamento dell'invaso e per la regolazione di emergenza della diga. Comunemente possono essere (a seconda del carico di acqua da sostenere) piane o a settore circolare, comunemente con sistemi di tenuta a gomma o a lamierino, sostenuti da apparati striscianti per l'apertura. La gravità sta quindi nell'aver immesso in rete notizie non vere o parzialmente vere. Certo, non è da tutti conoscere queste "tecniche", ma perchè prima di sparare la ca***ta non chiedeva a qualcuno più esperto? Quello che ci ha fatto saltare sulla sedia, è che tale comunicato stampa è stato ripreso anche dalla pagina Facebook di AMAP. Speriamo si sia trattato di un grosso abbaglio, ma ci aspettiamo quantomeno le dovute rettifiche... Ah dimenticavamo... Diga Rosamarina: immagini di quello che è stato descritto sui media come ‘svuotamento parziale dell’invaso’ perdita di 3 milioni di mc ed esempio di ‘incapacità gestionale’ della regione. Si tratta in realtà di spurgo della fanghiglia di fondo; in tre ore scaricati solo 0.09 milioni di mc di acqua e fango e salvaguardati gli scarichi di fondo per la sicurezza della diga. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Instagram: https://www.instagram.com/mobilita.palermo/  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 4
Articolo
09 feb 2018

Adesso è ufficiale: i vigili potranno sanzionare tre infrazioni in qualsiasi momento del loro servizio

di Giulio Di Chiara

Da Repubblica di oggi apprendiamo: Contrastare i comportamenti degli automobilisti che possano mettere a rischio prima di tutto le persone con disabilità e in generale tutti i pedoni. È la nuova missione dei vigili urbani che da oggi, come priorità tra le “disposizioni di servizio”, troveranno tre mandati: multare chi parcheggia nei posti riservati ai disabili, chi blocca con la propria auto gli scivoli dei marciapiedi e chi intralcia in qualche modo con la vettura gli attraversamenti pedonali. In altre parole tutte le pattuglie in strada, anche se sono in giro per altre tipologie di servizi, dovranno fermarsi se noteranno queste infrazioni. La multa è di 85 euro, e due punti in meno sulla patente se si parcheggia in un posto H. Per anni ci siamo chiesti il perchè le pattuglie spesso non si fermano davanti a una irregolarità e per altrettanto tempo ci è stato spiegato che comandano gli ordini di servizio, ovvero ogni pattuglia ha assegnato dei "compiti giornalieri" da cui non può discostarsi ripetutamente. Sebbene si possano nutrire dei dubbi su questa metodologia, oggi sappiamo che in qualsiasi momento potremo richiedere e pretendere l'intervento di un vigile per le tre sanzioni menzionate sopra (salvo casi di emergenza ovviamente). Raccontateci nei prossimi giorni le vostre esperienze.

Leggi tutto    Commenti 15
Articolo
08 feb 2018

Elezioni Nazionali 2018 | Ecco l’elenco degli scrutatori sorteggiati

di Fabio Nicolosi

Gli elenchi degli scrutatori sorteggiati per le elezioni Politiche del 4 marzo 2018, nonchè l'elenco degli scrutatoti supplenti sorteggiati e suddivisi per circoscrizione. Si precisa che gli scrutatori supplenti verranno convocati direttamente dall'Ufficio Elettorato con notifica di nomina in caso di rinuncia da parte degli scrutatori titolari. Potete consultare l'elenco degli scrutinatori nominati al SEGUENTE LINK Elenco scrutatori supplenti I Circoscrizione Elenco scrutatori supplenti II Circoscrizione Elenco scrutatori supplenti III Circoscrizione Elenco scrutatori supplenti IV Circoscrizione Elenco scrutatori supplenti V Circoscrizione Elenco scrutatori supplenti VI Circoscrizione Elenco scrutatori supplenti VII Circoscrizione Elenco scrutatori supplenti VIII Circoscrizione

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
07 feb 2018

Parallela o spina di pesce? Multe di massa, ma la “prassi” è diversa

di Mobilita Palermo

Riportiamo questa segnalazione di un utente, datata 31 Gennaio, per dare evidenza ad una considerazione ricorrente di molti palermitani. La tematica in questione è l'applicazione delle regole legata alla prassi quotidiana che, ogni tanto, viene sovvertita da episodi in controtendenza. Parliamo delle multe elevate dalla Polizia Municipale. Vi lasciamo intanto al testo della segnalazione: Blitz stamattina della Polizia Municipale in Via Maltese, tratto da Viale Strasburgo a  Via Lungaro. I Vigili urbani sono arrivati in massa ed hanno elevato numerose multe a tutte le macchine posteggiate sia sul lato destro che sinistro di quel tratto di strada. La causa della sanzione, a sentire gli agenti, sarebbe che le macchine erano posteggiate a spina di pesce piuttosto che in parallelo ai marciapiedi come prevederebbe il codice della strada in caso di mancanza di specifica segnaletica. L'azione dei vigili riguardo al suo svolgimento ha dato l'impressione  a tutti i residenti in un primo momento   di un blocco stradale simile a quello che spesso viene eseguito dalle forze dell'ordine per la cattura di   un ricercato. E' facile quindi immaginare quale fosse lo stato d'animo dei presenti nell'assistere ad un intervento di tale portata. Entrando nel merito della questione è bene segnalare che da sempre in quel tratto di strada si è posteggiato a spina di pesce e mai nessuno, vigili urbani compresi, ha  sollevato obiezioni o sanzionato qualcuno, rendendo la situazione prassi consolidata. A questo si deve aggiungere la circostanza, anch'essa significativa, che la zona è interessata dal circa 4 anni dai lavori per il passante ferroviario che ha causato la consistente limitazione dei posti macchina esterni al punto che spesso dopo aver fatto diversi giri dell'isolato si è costretti a lasciare la macchina molto distante dalla propria abitazione. Aver subito questa forma di vessazione da parte dell'istituzione comunale appare, oltre che sconvolgente, come una beffa  con l'aggravante del danno economico non del tutto indifferente. Se il Comune vuole fare soldi in questa forma  è bene che lo dica apertamente poi magari oltre a chiedere una tantum ai cittadini l'osservanza delle leggi  le rispetti per primo esso stesso togliendo i rifiuti dalle strade che abitualmente si accumulano in maniera vergognosa specialmente per una città che si vanta di essere capitale della cultura. Premesso che va sempre rispettato il codice della strada, è lecito quantomeno domandarsi il perchè i Vigili Urbani non garantiscano una applicazione costante e coerente delle sanzioni durante tutti i giorni dell'anno. O per meglio dire, perchè si ricorre ad episodi così "drastici" (sebbene assolutamente leciti e rispettosi del CdS, non dimentichiamolo) e isolati, mentre nella stragrande maggioranza dei casi e negli stessi luoghi le stesse identiche violazioni vengono tollerate? Abbiamo pubblicato lo sfogo di questo concittadino comprendendone i motivi di disagio alla base, non per aizzare i toni contro il corpo dei vigili urbani, bensì per dare voce a tutti e favorire, lo speriamo, un confronto. Ci piacerebbe che qualcuno di via Dogali possa spiegarci  queste dinamiche. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 24
Articolo
02 feb 2018

Elezioni Regionali 2017 | Da lunedì 5 Febbraio i pagamenti degli scrutatori

di Fabio Nicolosi

Sarà in pagamento con decorrenza 05/02/2018 il mandato nr 139. Come di consueto, i pagamenti sono disponibili solo ed esclusivamente presso lo sportello dedicato di via N. Cozzo con i seguenti orari di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì 08:30-13:30 e 14:50-16:00 Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 0
Articolo
31 gen 2018

Aeroporto Falcone Borsellino | Inaugurato un punto informativo turistico

di Fabio Nicolosi

E’ stato inaugurato ieri, nell’aeroporto “Falcone-Bosellino” di Palermo un punto di informazione turistica fortemente voluto dall’assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo. Progetto reso possibile grazie alla collaborazione con la Gesap e l’associazione che raggruppa le Pro-Loco siciliane (Unpli-Sicilia) con le quali è stato firmato un protocollo d’intesa. Quello di Palermo è solo il primo degli Infopoint. Altri verranno presto aperti anche negli scali di Catania, Trapani e Comiso. L’accordo siglato prevede alcuni impegni reciproci. Il Dipartimento dell’assessorato supporterà con proprie unità il personale messo a disposizione dall’Unpli Sicilia, a fornire materiale promozionale e ad attivare con il supporto dell’Osservatorio turistico un collegamento al Geoportale Sicilia allo scopo di fornire ogni utile elemento ad itinerari turistici, webmaps, video-guide e informazioni sulle strutture ricettive. L’Aeroporto di Palermo mette a disposizione i locali per gli uffici di informazione ed accoglienza turistica all’interno dell hall arrivi e valutare eventuali richieste del Dipartimento o dell’UNPLI per l’utilizzazione di spazi a supporto di specifiche iniziative. L’UNPLI SICILIA si impegna a garantire il servizio d’informazione con propri volontari con specifica competenza in materia turistica e conoscenza di lingue straniere. “L’apertura del primo Infopint, in collaborazione con Gesap e Unpli che voglio ringraziare pubblicamente per la grande disponibilità e collaborazione messe in evidenza in questa iniziativa, - ha detto l’assessore regionale al Turismo Sandro Pappalardo - è solo un primo ma importante passo verso quella nuova organizzazione nella politica dell’ accoglienza dei turisti che la Regione siciliana vuole mettere a punto. Dicevo che questo è solo il primo dei quattro Infopoint previsti negli aeroporti siciliani. Si comincia con Palermo, ma stiamo già lavorando per aprire a Catania a Comiso e Trapani. La Sicilia, non possiamo ignorarlo, è un immenso scrigno dove sono racchiusi innumerevoli tesori. Emozioni, sensazioni, immagini, profumi. A volte non tutti quelli che ci vengono per le loro vacanze, o altro, riescono a raccogliere tutto quello che questa terra meravigliosa è in grado di offrire. E noi, tra i tanti, abbiamo anche il compito, un compito affascinante, di riempire questa lacuna. Turisti, visitatori, viaggiatori hanno bisogno di assistenza, hanno bisogno di sentirsi importanti perché hanno preferito la Sicilia e non appena sbarcano dobbiamo fare in modo di farli sentire subito come se fossero arrivati a casa. Spesso hanno bisogno di assistenza, informazioni, suggerimenti. Per loro l’informazione deve essere a 360 gradi, dettagliata e mai approssimativa. Hanno bisogno di trovare subito una faccia amica, sorridente, disponibile. E troveranno noi che con puntualità, professionalità ma anche tanta discrezione cercheremo di far cominciare il loro soggiorno, breve o lungo che sia, nel migliore dei modi. Gli Infopoint saranno il nostro nuovo biglietto da visita”. Per Antonino La Spina, presidente UNPLI Sicilia, “L’apertura del punto informativo rappresenta un punto di riferimento per la gestione dell’accoglienza in Sicilia. E’ un’azione che fa seguito all’apertura di oltre 100 uffici di informazione e accoglienza turistica (Iat) nelle Pro Loco siciliane, in applicazione del decreto regionale del dicembre 2016. I volontari delle Pro Loco espleteranno, in sinergia con il personale dell’assessorato, il servizio di informazione ed accoglienza turistica, dando un valore aggiunto in termini di conoscenza delle risorse del territorio all’assistenza offerta al turista; si tratta di una buona prassi che, da presidente nazionale, intendo implementare anche negli snodi con la più alta affluenza turistica. Ringrazio in tal senso la disponibilità dei vertici di Gesap e dell’assessorato regionale al Turismo. In Italia sono oltre 6mila300 le Pro Loco, in Sicilia si contano oltre 260 associazioni di promozione turistica”. “L’apertura del punto informativo nato dalla collaborazione fra Gesap, assessorato al Turismo e Unpli rappresenta un punto di riferimento per la gestione dell’accoglienza in Sicilia. E’ un’azione che fa seguito all’apertura di oltre 100 uffici di informazione e accoglienza turistica (Iat) nelle Pro Loco siciliane, in applicazione del decreto regionale del dicembre 2016. I volontari delle Pro Loco espleteranno, in sinergia con il personale dell’assessorato, il servizio di informazione ed accoglienza turistica, dando un valore aggiunto in termini di conoscenza delle risorse del territorio all’assistenza offerta al turista; si tratta di una buona prassi che, da presidente nazionale, intendo implementare anche negli snodi con la più alta affluenza turistica. Ringrazio in tal senso la disponibilità dei vertici di Gesap e dell’assessorato regionale al Turismo”. In Italia sono oltre 6mila300 le Pro Loco, in Sicilia si contano oltre 260 associazioni di promozione turistica. Soddisfazione espressa anche da Giuseppe Todaro Vice presidente della Gesap: “Cresce il servizio di accoglienza per i passeggeri. Al centro del progetto con l’assessorato regionale Turismo, c’è la voglia di informare il turista di tutto ciò che la Sicilia può offrire in termini di cultura, tradizione ed enogastronomia, considerato che il 2018 sarà, tra le tante altre iniziative, l’anno di Palermo Capitale italiana della Cultura”. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 2
Articolo
25 gen 2018

Multe Ztl, interviene l’avvocatura. Possibile risoluzione all’orizzonte

di Antony Passalacqua

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa una possibile risoluzione che si prospetta all'orizzonte sulle contravvenzioni che tanti trasgressori hanno "cumulato". Il Sindaco ha convocato oggi un incontro con l'Assessora Iolanda Riolo, il Comandante della Polizia Municipale, l'Avvocatura Comunale e la Sispi in merito alla vicenda delle multe per gli accessi irregolari nella ZTL centrale.  Nel corso dell'incontro si è deciso che, fermo restando che non si potrà procedere ad una sanatoria generalizzata, l'Amministrazione valuterà la possibilità di revoca in autotutela per specifiche categorie di utenti e per sanzioni specifiche ove ne ricorrano i presupposti di legge. Resta ovviamente fermo che per le sanzioni già notificate l'Amministrazione vaglierà gli eventuali ricorsi tenendo nel dovuto conto tutta la Giurisprudenza vigente al fine di non arrecare ingiusto danno ai cittadini. Per rimanere sempre in contatto con Mobilita Palermo i nostri canali:  Sito internet: http://palermo.mobilita.org  Fanpage: https://www.facebook.com/Palermo.Mobilita/  Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/31938246679/  Twitter: https://twitter.com/MobilitaPA  Canale Telegram: https://t.me/mobilitapalermo

Leggi tutto    Commenti 4

Ultimi commenti